1-2-Switch - Recensione

Valutare un prodotto come 1-2-Switch è davvero complicato, non tanto perché la raccolta di minigiochi di Nintendo non sia a tratti godibile o foriera di divertimento, quanto perché viene facile prendere il tutto come un enorme demo sulle possibilità tecniche e “social” (mi si passi il termine) della neonata console ibrida della casa di Kyoto. 1-2-Switch è quella cosa che da un lato ti fa esclamare “wow” quando scopri che l’HD Rumble è una roba che non ci si crede, ma che dall’altro esaurisce la sua funzione nel giro di due giorni, lasciando campo libero ad altri titoli più “corposi” del parco giochi di Switch, una piattaforma capace di proporre piccole perle nascoste (chi ha detto Fast RMX?) al di là dell’onda cosmica provocata da The Legend of Zelda: Breath of the Wild. La fiamma si riaccende magari per qualche ora, quando passano per casa amici che hanno la barretta degli XP ferma a Candy Crush Saga, ai quali far quindi provare qualcosa di immediato e comprensibile. Il concetto, alla fine, vorrebbe essere un po’ lo stesso di Wii Sports, con la differenza che qui bisogna essere quasi sempre almeno in due e che il titolo di accompagnamento di Nintendo Wii aveva un senso compiuto nell’accezione più classica di “videogioco”, mentre 1-2-Switch, purtroppo, no.

FACCIO COSE, VEDO GENTE, MUNGO MUCCHE

La raccolta di minigiochi di 1-2-Switch è abbastanza vasta da garantire un minimo di varietà, ma va anche detto che almeno la metà delle discipline è sinceramente fallimentare sia nel mostrare le capacità della console e dei Joy-Con, sia nel procurare divertimento a lungo termine. Penso, ad esempio, a Chiamata Urgente, dove occorre poggiare i due controller su un tavolo e sollevarli a mo’ di cornetta il più velocemente possibile, una volta che si sente squillare il telefono virtuale dai diffusori di Switch. Un altro minigioco che non ce la fa è Samurai, dove un Joy-Con simula il fendente della lama verso la testa dell’avversario, mentre l’altro la deve bloccare con una sorta di “applauso”: di base l’idea sarebbe anche buona, non fosse che il timing è calcolato malissimo e restituisce risultati sul casuale andante, e che “schiaffeggiare” il Joy-Con lascia addosso la sensazione di rischiarne la distruzione.

1-2-Switch-recensione

1-2-Switch è quella cosa che da un lato ti fa esclamare “wow”, ma che dall’altro esaurisce la sua funzione nel giro di due giorni

Nel cestone dei quasi trenta giochi disponibili c’è anche roba buona, con la quale viene voglia di cimentarsi per più di una partita, e che si ripesca in mano volentieri, almeno di tanto in tanto. È il caso di Scassinatori, dove occorre ruotare il Joy-Con con delicatezza e pescare una serie corretta di tre numeri che aprono una cassaforte, sfruttando le eccellenti proprietà vibratorie del già citato HD Rumble. Quest’ultimo è l’assoluto protagonista di Conta Biglie, laddove il Joy-Con viene mosso come se si avesse in mano una scatoletta e bisogna indovinare quante piccole sfere virtuali contiene. Tra i giochi riusciti c’è anche Tennis Tavolo, con il quale mi sono prodigato in lunghe sessioni con mio figlio, nel quale i due contendenti devono simulare una partita di Ping Pong calcolando il tempo del colpo “ascoltando” i rimbalzi sul tavolo. Freccia in su anche per Tesori Incatenati, dove bisogna ruotare uno scrigno attorno al quale è avvolta una catena, così da liberarlo.

Per le serate in compagnia 1-2-Switch prevede anche una modalità a Squadre, invero molto semplice, laddove vengono ruotate le discipline e il team vincitore prosegue lungo un tabellone, con l’obiettivo di arrivare al traguardo prima dell’avversario. Nulla di ché, onestamente, visto che al di fuori della situazione “amici a cena” di cui sopra, è molto più divertente prendere i minigiochi singolarmente e viverseli in spensieratezza, anziché prodursi in un’infilata così malamente organizzata.

Il vero problema di 1-2-Switch è il prezzo cui viene proposto: 50 euro sono una vagonata di soldi per una raccolta di minigiochi nella quale si salva la metà delle discipline a voler essere generosi, e il cui interesse non può andare oltre un paio di sere di divertimento in famiglia. In certi frangenti 1-2-Switch mostra le vere potenzialità della console, soprattutto guardando all’ottima resa del HD Rumble, ma è davvero troppo poco per giustificarne l’acquisto in cambio di un esborso monetario così ingente.

Condividi con gli amici










Inviare

Pro

  • Alcuni minigiochi sono divertenti. Un paio perfino assai.
  • A tratti si percepiscono le vere possibilità del HD rumble.

Contro

  • Costa troppissimo per quello che offre.
  • Ci si diverte un paio di sere, e poi lo si lascia lì.
  • Metà delle discipline è di una pochezza imbarazzante.
5.5

Insufficiente

Detto, fatto, un po' matto. Il Kikko redazionale passa per vecchio e stanco, ma è quello che porterà un fiore, un mouse e una tastiera sulle tombe di tutti gli altri loschi figuri che gravitano per le nebbiose vie di TGM.

Password dimenticata