Need for Speed PC – Provato

Need for Speed

PC PS4 Xbox One

Need for Speed PC – Provato

Quattro mesi, giorno più, giorno meno. Tanto separa le date di uscita delle versioni console da quella per PC dell’ultimo capitolo della serie di corse arcade di Ghost Games ed Electronic Arts. Il publisher americano ha infatti annunciato che Need for Speed arriverà sui piatti dei nostri dischi durissimi il prossimo 17 marzo, rigorosamente driftando in controsterzo.

NFS COL VOLANTE? MA NO, DAI

Cominciamo subito premettendo l’ovvio, ossia che la versione PC di NFS ricalca in tutto e per tutto, per struttura e gameplay, la controparte console; a questo proposito, non posso far altro che rimandarvi alla nostra recensione. Le novità si concentrano principalmente sotto il cofano, come si suol dire, ma coinvolgono in maniera importante anche l’abitacolo. Quando ieri pomeriggio mi sono presentato negli uffici milanesi di Electronic Arts per una “prova su strada”, l’ultima cosa che mi sarei aspettato di trovarmi davanti era una postazione con volante e pedaliera. Avete capito bene: la principale novità introdotta da Ghost Games per i giocatori PC è proprio il supporto alle periferiche di guida (con i principali prodotti di Logitech, Thrustmaster e Fanatec). Che, in un titolo smaccatamente arcade come Need for Speed è l’ultima cosa che ti aspetti, ma che si è invece rivelata una più che piacevole sorpresa.

La principale novità introdotta da Ghost Games per la versione PC di Need for Speed è il supporto alle periferiche di guida

Per affrontare il pomeriggio tra le strade di Ventura Bay mi sono comprato una Honda NSX, adeguatamente pompata con nitro e qualche kit aftermarket (e orrendamente verniciata giallo fluo); appena uscito dal garage ho cominciato a dare di matto con gas e freno a mano, affrontando con piglio deciso le curve che portano alla superstrada, e da lì correre a perdifiato verso un paio di missioni di livello medio e qualche sfida. Il tempo necessario per prendere confidenza con la macchina si è attestato intorno ai due/tre secondi: la sensazione di controllo è stata fin da subito immediata, la risposta della vettura estremamente prevedibile e “realistica”, per quanto possa esserlo il contesto di un gioco come NFS.

need_for_speed_pc_preview (4)

Con un volante in mano, il modello di guida cambia tanto, tantissimo, e in meglio

Nei mesi passati ho macinato un discreto numero di chilometri a Ventura Bay su PlayStation 4, e il modello di guida con il volante cambia tanto, tantissimo, e in meglio. Fa strano cercare di guidare in maniera più pulita in un gioco dove la ruvidezza ignorante la fa da padrone, ma incredibilmente ci si riesce, con naturalezza e senza grande fatica. Ghost Games è riuscita a creare un feeling davvero affascinante, gratificante e in un certo qual modo “maturo”, in cui le curve veloci si pennellano con facilità e sempre con il pieno controllo del mezzo, ma che al tempo stesso permette di schiacciare decisi il freno e affrontare un incrocio a T in piena derapata, spaccando qualche cassonetto con il retrotreno. Le ciambelle, o donut, sono un vero spasso: tutti e due i pedali schiacciati, acceleratore a tavoletta, rilascio lento del freno e volante ruotato fino a fine corsa. Ho trovato invece un po’ più ostiche le parti di drifting puro (anche col pad su PS4, però), con le impostazioni della macchina adeguatamente spinte in quella direzione; padroneggiare quella tecnica, probabilmente, richiederà un po’ di pratica in più.

CAMBIO DI MANO, CAMBIO DA VILLANO

need_for_speed_pc_preview (6)

Il gioco permette di impostare il cambio in modalità manuale (richiesta a gran voce dalla community, dice Ghost Games), opzione che sarà resa disponibile anche nelle versioni console in concomitanza con l’uscita del gioco su PC. Con il volante usato ieri, dotato di levette dietro la corona, le cambiate manuali funzionano che è un piacere; va detto però che, diversamente da titoli di guida più “tradizionali”, dove tendenzialmente si corre e basta, in Need for Speed c’è anche da rispondere al telefono, scappare dalla polizia, usare spesso il freno a mano, attivare la nitro, e il rischio di “impastarsi” è decisamente più alto.

L’altra novità è l’introduzione del cambio manuale, che arriverà anche sulle versioni console

A tal proposito, inoltre, nella configurazione in prova ieri, l’impostazione del cambio manuale attivava la scalata di marcia sullo stesso pulsante della nitro, rendendone di fatto impossibile l’utilizzo; il codice del test non permetteva poi di personalizzare i tasti del volante, un limite che ha portato con sé altri piccoli problemucci, come la necessità di usare la tastiera per alcuni comandi (far partire una gara, per esempio). Tutte magagne minori, legate a problemi di gioventù del codice, e che verranno sicuramente risolti nella versione finale. Al momento, il supporto per i volanti è limitato alla sola versione PC; non è da escludere che venga esteso anche a quelle console, con ogni probabilità in una patch disponibile nei prossimi mesi, o in concomitanza con l’uscita del gioco su PC, ma si tratta esclusivamente di una mia ipotesi, non confermata in alcun modo da Electronic Arts.

NEED FOR BEAUTY

need_for_speed_pc_preview (5)

Dal punto di vista estetico, Need for Speed su PC si presenta che è una meraviglia. Se già ci aveva positivamente colpiti la versione console, quella provata ieri ha dimostrato ancora una volta cosa può fare un hardware più performante.

NFS su PC è uno spettacolo, e supporterà risoluzioni 4K con framerate variabile

I requisiti ufficiali verranno annunciati solo nei prossimi giorni, e non ci sono state svelate le specifiche della macchina su cui girava il gioco, che possiamo immaginare essere discretamente pompata: smanacciando nelle impostazioni video abbiamo settato la risoluzione massima consentita dal monitor in uso, 1440p (2560×1440 pixel) a 144Hz, con una scheda Nvidia e il G-SYNC attivato. I modelli delle macchine sono gli stessi, ma la presenza delle texture in alta risoluzione li rende ancor più belli e credibili; dal canto suo, il framerate decisamente più elevato rispetto ai 30 della versione console regalano una sensazione di fluidità semplicemente fantastica. La versione finale di NFS supporterà comunque risoluzioni fino a 4K.

IMMAGINI 4K

Le immagini qui sotto sono le stesse che trovate nell’articolo, ma alla risoluzione originale a cui sono state scattate, ossia 4K.

COSA C’È, COSA NON C’È

Electronic Arts ha confermato che, come accade spesso con le uscite “tardive”, la versione PC di Need for Speed conterrà tutti gli aggiornamenti e le migliorie già disponibili per quelle console, a partire dai pacchetti Icons e Legends, e l’intelligenza artificiale degli avversari pesantemente rivista. Rimane fuori, per il momento, l’update Showcase, ossia la modalità fotografica, che verrà introdotto solo in un secondo momento. Considerata la bellezza degli scorci che sa regalare Ventura Bay, non arriverà mai troppo presto.

Condividi con gli amici










Inviare

Rispondi

  1. ti dirò. un po' sì, ma anche un po' no. tanto la visuale dall'interno non c'è, però ho provato il bumper
    ottimo il supporto per i volanti su PC, ci voleva. Chi sarà abituato a giochi difficili come Dirt questo con il volante se lo mangerà a colazione :asd:

Password dimenticata