Eisenhorn XENOS anteprima immagine steam pc

Eisenhorn: XENOS

Mobile PC

Eisenhorn: XENOS - Provato

Quando si parla di Warhammer 40K mi sale l’inquisizione: trovo che questo gioco da tavolo vanti uno degli universi più affascinanti di sempre, talmente ricco di storie, personaggi e avvenimenti da richiedere anni di vero e proprio studio per poterlo comprendere appieno. Ecco perché esulto ogni volta che viene annunciato un nuovo videogioco ambientato nel Materium: posso approfondire la storia degli Space Marines, della Guardia Imperiale o delle altre razze aliene mentre mi dedico al mio passatempo preferito. Dopo anni di mestizia, vi è stata una sorta di rinascita: che si parli di Warhammer Fantasy o del suo fratello fantascientifico, abbiamo assistito a un proliferare di buoni titoli che portano i diritti di Games Workshop. È bastato il trailer di questo Eisenhorn: XENOS a mandarmi in brodo di giuggiole. E sono bastati dieci minuti di gioco per deprimermi.

I SENSE HERESY

Eisenhorn è un Inquisitore della Ordo Xenos, ordine dedicato all’annientamento delle minacce di origine aliena, protagonista dell’omonima trilogia scritta da Den Abnett e, ovviamente, anche dell’ultimo titolo della giovane Pixel Hero Games, piccola casa sviluppatrice specializzata in titoli per dispositivi mobili. Eisenhorn: XENOS, un action-adventure in terza persona, segue per filo e per segno gli avvenimenti del primo libro, e questo non può che essere un bene: oltre a un’ottima scrittura – non così scontata – bisogna lodare la cura che la software house inglese ha riposto nel riprodurre personaggi e ambientazioni.

Eisenhorn XENOS anteprima immagine steam pc

Ci troviamo davanti all’ennesimo titolo nato e pensato per iOS e trasportato a forza sullo schermo dei nostri PC

Il problema è che l’elenco dei pregi finisce qui: ci troviamo davanti all’ennesimo titolo nato e pensato per iOS e trasportato a forza sullo schermo dei nostri PC. Il comparto grafico non è così malaccio, a parte un’esagerata rigidità nei movimenti dei personaggi, ma ciò che proprio non riesce – almeno per il momento – a strappare la sufficienza sono le meccaniche di gioco: lunghi corridoi, spogli e ripetitivi, senza nulla con cui interagire, inframmezzati da brevi sessioni platform in cui dobbiamo solamente premere un tasto per vedere il buon inquisitore superare le avversità automaticamente. Il combattimento rischia di essere addirittura peggiore: circondati da nemici dalle capacità combattive e strategiche pari a quelle di un posacenere, ci limitiamo a premere un paio di tasti per prendere a spadate in faccia gli eretici o per schivare i lentissimi colpi. Nelle fasi più concitate (concitate per modo di dire) abbiamo la possibilità di mettere “in pausa” Eisenhorn: XENOS richiamando un’interfaccia simile al V.A.T.S. di Fallout e piazzare così qualche colpo ben assestato alle minacce attorno a noi.

MESTIZIA SPAZIALE

Un inventario ricco di armi (a detta degli sviluppatori), la presenza di due NPC al nostro fianco e ben quattordici capitoli che richiederanno più di dieci ore di gioco sarebbero aggiunte più che gustose, ma non su PC: avessi provato Eisenhorn: XENOS su tablet, comodamente svaccato sul divano e limitato dagli scomodi controlli del dispositivo portatile, avrei sicuramente reagito diversamente, ma dubito fortemente che un titolo del genere possa ritagliarsi il proprio spazio su Steam. Avrei preferito che l’opera Pixel Hero Games rimanesse confinata nella piattaforma più adeguata per la tipologia di gioco che offre, perché attualmente non trovo nemmeno un motivo per consigliare Eisenhorn: XENOS a qualcuno, se non per l’interessante trama di cui ho avuto un gradito assaggio. Speriamo in un miracolo. Eisenhorn: XENOS uscirà su Steam il 19 maggio, e il tempo per qualche ritoccatina non manca. Io, nel dubbio, sono già alla ricerca dei romanzi.

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata