rad rodgers

Rad Rodgers

PC PS4

Rad Rodgers - Anteprima

Prende il via quest’oggi la campagna Kickstarter di Rad Rodgers, platform d’azione dall’approccio tipicamente anni Novanta (che a noi piace un sacco, specialmente di questi tempi) sviluppato da Interceptor Entertainment; i dev della piccola software house danese sono cresciuti nell’epoca d’oro dei vari Mario, Sonic, Earthworm Jim e Jazz Jackrabbit, e la loro intenzione è dar vita a qualcosa che renda il giusto omaggio al genere, in una cornice che non sfiguri nel 2016, il che significa Unreal Engine 4, sessanta frame al secondo e tutte quelle cosine carine lì.

UN PO’ DI STORIA

Rad Rodgers è un tributo in chiave moderna dei platform degli anni Novanta

Giusto per capire meglio di cosa stiamo parlando, Rad è un ragazzetto di dodici anni piuttosto vivace, che gioca un po’ troppo ai videogame, e che al termine dell’ennesima notte passata col pad in mano, si risveglia accanto a Dusty, la sua console che ha misteriosamente deciso di diventare autocosciente. Un vecchio scassone a 16 bit, che sopperisce alla mancanza di cicli di clock con il suo umorismo da quattro soldi. Che poi, altro che 4K o sensori di movimento: Dusty possiede due power glove in grado di tirare cartoni che levati, e sicuramente ci si diverte di più così. All’improvviso, un vortice trascina entrambi all’interno del televisore a tubo catodico della stanzetta di Rad, e da lì comincia la loro avventura.

rad rodgers

Il capitolo iniziale del gioco, quello che verrà realizzato qualcosa venga raggiunto l’obiettivo minimo della campagna Kickstarter, si intitola First World; tra le sei ambientazioni che lo compongono, al momento sappiamo di una fitta giungla colpita da una maledizione che sta lentamente distruggendola: la missione del duo dinamico (con Dusty che viaggia comodo comodo nello zainetto di Rad) è salvare i suoi abitanti e far sì che l’Antico Albero torni a fare il custode di quelle terre. A disposizione, i due hanno un Bolt Blaster con munizioni infinite, a cui si affianca il Phoenix Cannon che spara un volatile in grado di spazzare via i nemici a colpi d’ala; in questo primo capitolo ci saranno almeno cinque armi differenti, da sbloccare nei vari stage.

PLATFORMING DI CLASSE

rad rodgers

Tra easter egg, meta-giochi e varietà di armi, Rad Rodgers farà la gioia degli amanti dei platform. E c’è anche la voce di Jon St. John!

Oltre alle sezioni di platform d’azione classiche, Rad Rodgers offrirà i suoi begli easter egg, a disposizione di coloro che hanno pazienza, voglia di esplorare e trovare le sezioni segrete di ogni stage, e un meta-universo parallelo chiamato Pixelverse, accessibile solo a Dusty, dove la console può riparare bug e glitch del mondo di gioco vero e proprio e permettere ai due protagonisti di proseguire nell’avventura principale. Sul fronte artistico, la colonna sonora è scritta ed eseguita da Andrew Hulshult, in pieno stile retrogaming, con l’uso di tastiere MIDI e sintetizzatori. La voce di Rad è del giovane (e per noi assolutamente sconosciuto) Hunter Pratt, mentre quella di Dusty appartiene nientemeno che a Jon St. John (Duke Nukem vi dice niente?).

Tra gli stretch goal della campagna, oltre a possibili altre piattaforme per il gioco (Xbox One, Mac, Linux), gli sviluppatori hanno pensato a una companion app denominata Dusty’s Surfatron, un arcade per smartphone ambientato interamente nel Pixelverse, in cui Dusty può guadagnare power-up e armi da trasferire in tempo reale all’interno del gioco vero e proprio.

C’È ANCHE 3D REALMS

rad rodgers

Se vi prendete la briga di osservare i primi screenshot pubblicati sul sito della campagna Kickstarter, vedrete il bella vista il logo 3D Realms. Scott Miller, uno dei suoi fondatori, ha dichiarato che «nei primi anni Novanta Apogee era tra le prime dieci compagnie PC nel settore shareware, con titoli come Duke Nukem, Commander Keen, Cosmo e molti altri. L’idea di sviluppare un titolo dall’approccio analogo, ma con la tecnologia moderna, è per me molto invitante. E per quanto oggi il marchio Apogee sia sotto una nuova gestione, possiamo comunque coinvolgere i talenti migliori di 3D Realms per co-produrre Rad Rodgers, e fornire a Interceptor consigli e idee per garantire al loro lavoro di rispettare gli elevati standard qualitativi dei platform di quel periodo». Per essere più chiari, Rad Rogers NON è un gioco di 3D Realms, che lo co-produce, fornendo supporto agli sviluppatori danesi.

La campagna Kickstarter di supporto al progetto ha preso il via oggi, e si concluderà il prossimo 5 ottobre. Il nostro consiglio spassionato è di supportarlo, come abbiamo già fatto anche noi, nella speranza che a breve venga pubblicato un primissimo demo giocabile, e farsi così un’idea più concreta di Rad Rodgers, che dalle premesse pare avere tutte le carte in regola per divertire.

Condividi con gli amici










Inviare

Rispondi

Password dimenticata