Steep: svelati i contenuti del Season Pass

Steep

PC PS4 Xbox One

Steep - Anteprima e Videoanteprima

Come annunciato da un famoso regnante in un’altrettanto famosa saga letteraria e televisiva, l’inverno è arrivato, portando con sé il freddo delle grandi occasioni. Fortunatamente per noi videogiocatori, questa stagione meteorologicamente ingrata ha portato anche diverse migliorie a Steep.


Il titolo Ubisoft, dopo essersi preso la palma di sorpresone all’E3 e averci rinfrescato il palato durante la prova in quel di Colonia, si è infatti mostrato negli uffici milanesi dello studio, in una versione praticamente definitiva, spazzando via con un colpo di sci i piccoli dubbi riguardanti un aspetto visivo non proprio al passo del gameplay, vero e proprio punto di forza dell’esperienza e motivo principale per attendere la nuova fatica dello studio transalpino.

SKI PASS

L’aspetto grafico va a valorizzare con gusto il vero protagonista di Steep, ovvero la super catena montuosa assemblata dal team di sviluppo principale, residente in quella Annecy che sta proprio al di là del Monte Bianco. Proprio il Mont Blanc, assieme alle pendici del Tirolo provate lo scorso agosto e ad altre montagne tra le più suggestive d’Europa, compongono il cuore pulsante dell’esperienza, un vero e proprio parco giochi tinto di bianco in cui scorrazzare liberamente fin da subito. Concluso il rapido tutorial, grazie al quale prendere le misure con le diverse discipline presenti e il validissimo motore fisico che le tiene insieme, Steep propone infatti l’esplorazione come principale mezzo di scoperta degli eventi e delle gare presenti nel mondo di gioco, lasciando principalmente alla curiosità e alla libertà di approccio dei giocatori il ritmo dell’esperienza. Che siate novelli Messner guidati da flemma e spirito ascetico, o al contrario dei novelli Shawn White tutti propensi al trick più duro e puro, Steep saprà darvi quello che cercate, scoprendosi poco a poco e regalando tante belle soddisfazioni lungo il percorso.

Steep PC PS4 Xbox One Hub

Steep fa la felicità tanto di chi ama l’esplorazione quanto di chi si perde nei trick

La crescita del nostro avatar all’interno del gioco, infatti, è legata ai diversi stili di approccio possibili, andando quindi a premiare il numero di punti chiave e attività scoperte, così come la pulizia durante le discese, lo stile dei trick eseguiti e la capacità di… beh, non farsi troppo male durante i vari voli di cui ci renderemo protagonisti, con un mezzo o con l’altro. A seconda del livello raggiunto, sbloccheremo alcuni nuovi eventi sponsorizzati, che andranno ad aggiungersi a quelli trovati in maniera “organica”, e arricchiranno ulteriormente l’offerta del grande complesso roccioso messo a nostra disposizione da Steep. Nostra e, ovviamente, come da tradizione Ubisoft, anche dei nostri amici.

SCENDI TU CHE SCENDO ANCH’IO

Lo studio di Annecy, non a caso, si è sempre occupata di curare la componente multiplayer dei titoli Ubisoft, ed era dunque naturale che il suo primo titolo principale sentisse fortissimo la voglia di fare casino in compagnia. Tanto la discesa libera e l’esplorazione quanto gli eventi e le gare possono essere affrontati in gruppo, in maniera del tutto fluida e senza stacchi, aumentando esponenzialmente i brividi e le gioie di una performance particolarmente riuscita. Senza contare che, come ricorderanno bene gli orfani di SSX, sarà anche possibile menare gli avversari a tiro di schiaffone, tanto per mettere un po’ di pepe extra alla contesa.

Steep Anteprima

Steep si pone a metà tra arcade e simulazione

Sci, snowboard, parapendio e tuta alare, oltre ad essere mezzi di trasporto con cui solcare la candida neve, si trasformano dunque in veri e propri strumenti per portare avanti le gare che, sicuramente, faranno la gioia di chi come me è cresciuto a pane e giochi di sport invernali, meglio se estremi. A dire la verità, come dicevo a Colonia, Steep si pone a metà tra il gusto arcade che fu della serie EA Big e un rigore simulativo proprio di un Amped, proponendo sia su sci che sulla tavola un giusto mix tra le evoluzioni più arzigogolate e una gestione della stamina fantastica, che esprime gli effetti delle rotazioni più folli e degli atterraggi più forzati e ci costringe a continuare la discesa in maniera più oculata. In aggiunta, troviamo una tuta alare dalla gestione immediata ma tutt’altro che facile, complice anche una riproposizione delle correnti e dei venti ascensionali credibile e in grado di ostacolarci. Anche e soprattutto a bordo del parapendio che, forse, anche complice il tasso tecnico richiesto per guidarlo al meglio, si è rivelato il mezzo più ostico durante le sfide e le gare, ma indubbiamente il migliore per quanto riguarda l’esplorazione libera e la scoperta degli elementi nella mappa.

L’importante comunque, tanto nella vita quanto in Steep, è scegliere il proprio percorso, il proprio mezzo, un gruppo di amici fidati e, soprattutto, il proprio stile. Anche perché, grazie ai proventi delle nostre esibizioni, con l’andare del gioco potremo acquistare delle personalizzazioni per il nostro avatar che spaziano dal modaiolo al gustosamente folle, tra cui spiccano sicuramente la testa d’alce e la tuta da unicorno rosa. Perché sì, è importante darsi un tono alla ricerca della discesa perfetta, ma anche arrivare in cima alle classifiche e farsi beffe dei punteggi degli amici con addosso l’outfit più improbabile del mondo ha un suo bel perché.

Steep uscirà il prossimo 2 dicembre su PC, PlayStation 4 e Xbox One, e potrete provarlo durante un doppio periodo di beta: closed dal 10 al 14 novembre e open dal 18 al 21 novembre. Allacciate gli scarponi!

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata