Reservoir Dogs Bloody Days ha una data d'uscita, pubblicato nuovo trailer

Reservoir Dogs: Bloody Days

PC Xbox One

Reservoir Dogs: Bloody Days - Provato

Prendete Hotline Miami, fenomeno indie, con la sua estetica sparatissima al neon, uscita per direttissima dal cinema di Nicolas Winding Refn, il ritmo serrato e, soprattutto, la riscrittura pulp e ultraviolenta di quello che, fino a quel momento, eravamo abituati a inquadrare come twin-stick shooter. Prendete Monaco, altra chicca dello sviluppo indipendente, in cui più personaggi dalle caratteristiche diverse devono muoversi all’unisono, cooperando nei limiti dell’avidità e della sopravvivenza, per mettere in atto la pianificazione certosina della rapina perfetta e portare a casa il malloppo. Prendete Super Time Force, capolavoro (quasi) nascosto degli ultimi cinque anni, gioiello di game design e meccaniche shooting, allo stesso tempo capace di omaggiare i classici e riscriverli completamente, grazie a una meccanica di paradossi temporali che rende possibile morire con un personaggio, ricomparire qualche secondo prima e salvarsi la pelle in qualche modo, per portare a termine quadri che, sulla carta, durano solo 60 secondi.

Reservoir Dogs Bloody Days immagine PC Xbox One 02

Reservoir Dogs: Bloody Days mescola meccaniche dai celebri Hotline Miami, Monaco e Super Time Force

Lasciate ora i videogiochi e passate al cinema. Prendete Le Iene, un capolavoro – indiscusso e indiscutibile – che, grazie al talento e alla visione del suo regista, riesce a omaggiare i classici del passato ma, allo stesso tempo, trasmette con una violenza visionaria e psicologica un film completamente nuovo, che nulla ha a che vedere con la categoria degli heist movie a cui era stato accostato all’epoca, venticinque anni fa. Una pièce teatrale in cui dei malviventi si seviziano tra loro, parlano sporco e disquisiscono di musica pop, facendo finire tutto in un bagno di sangue che ha cambiato il modo di fare cinema e ha ispirato uno stuolo infinito di cineasti che, purtroppo (o per fortuna), non saranno mai pazzi, citazionisti, geni e logorroici come Quentin Tarantino. Prendete tutte queste cose, mischiatele insieme, come fareste con gli ingredienti di una ricca sangria spagnola, e otterrete Reservoir Dogs: Bloody Days.

LITTLE GREEN BAG

Il team catalano di Big Star Games è riuscito a contattare Lionsgate e lo stesso Quentin Tarantino, per mettere in cantiere un nuovo gioco su licenza de Le Iene che potesse in qualche modo farci dimenticare quello visto sugli scaffali nel 2006. E, tra lo stupore degli stessi sviluppatori, grandi fan del mentuto regista, è riuscito nell’impresa, confezionando questo curioso mix di esperienze di gameplay che, seppur non inedite, si amalgamano in Reservoir Dogs: Bloody Days in maniera eccellente, dando un buon feeling, mentre si pestano mouse e tastiera nel tentativo di portare a casa la refurtiva e la pelle.

Reservoir Dogs Bloody Days immagine PC Xbox One 07Reservoir Dogs: Bloody Days vedrà il giocatore affrontare diciotto rapine nei panni delle nostre iene preferite, fino al raggiungimento del fatidico colpo in banca che dà il la agli eventi narrati del film. E, proprio come accadeva in Metro, ogni “cane da rapina” avrà la sua particolare capacità: chi ha a disposizione più punti vita prima di crollare, chi può scassinare le cassaforti più velocemente, chi guadagna di più dalla refurtiva raccolta e così via, per tutti e sei i colori dei nostri Mister. Come era prevedibile, per motivi di diritti d’immagine, dal punto di vista estetico i personaggi nulla hanno a che vedere con gli attori del film originale, ma va anche detto che sarebbe stato molto poco “cool” affrontare il gioco con quel vecchio mustazzone di Mr. Blue.

CON L’ATTREZZO CI SCAVA I TUNNEL

Ogni missione dovrà essere affrontata con una diversa Iena principale, che si muoverà accompagnata da altri comprimari, per un gruppo di massimo quattro rapinatori contemporaneamente, anche se “contemporaneamente” non è la parola giusta. In effetti, il ritmo di gioco è sostanzialmente quello di un Hotline Miami “a turni”, in cui la prima iena va avanti come fosse una one man army, sparando a destra e a manca, accumulando bottino e stando attenta a raccogliere armi nel momento in cui le munizioni finiscono.

Reservoir Dogs Bloody Days immagine PC Xbox One 04

il ritmo di gioco, sostanzialmente, è quello di un Hotline Miami “a turni”

Prima che le cose si mettano male, il giocatore può “riavvolgere” il tempo e, come accadeva in Super Time Force, utilizzare il secondo “dog” per lavorare strategicamente d’anticipo, fornendo fuoco di copertura e salvando la pelle della prima iena, che nel suo ruolo principale è l’unica che non deve morire durante la missione. Una meccanica forse un po’ astrusa da assorbire a parole, ma che risulta subito immediata grazie a un sistema di gioco croccante, piacevole e piuttosto immediato, seppur capace di offrire un buon grado di sfida e uno strato tattico non banale.

Difficile dire di più dopo una prova risicata, per di più segnata dalle fatiche della sempre splendida GDC di San Francisco. Senza dubbio, il progetto di Big Star Games è sembrato capace di puntare in alto e di rispettare le sue ambizioni, al netto di uno stile grafico che – forse – sdrammatizza un po’ troppo l’anima pulp del brand. Ad ogni modo, ottenere l’avvallo di Tarantino per un progetto del genere non è cosa da tutti, e senza dubbio il gioco saprà arrivare pronto all’uscita primaverile su PC, e successivamente su Xbox One.

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata