Powers - Stagione 1 - Recensione


Dopo Netflix, Hulu e Amazon, anche PlayStation si “getta” nel mondo dei serial televisivi e lo fa con Powers un prodotto accattivante e pulp mirato ad attrarre il maggior numero di spettatori possibile. Nonostante la prima stagione di Powers sia stata pubblicata nel 2015, ve ne parliamo solo ora dacché la serie è stata resa gratuita per tutti i possessori del servizio PlayStation Plus.

Tratto dall’omonimo fumetto edito da Marvel, Powers racconta le vicende di due poliziotti appartenenti a una squadra speciale della omicidi. La task force è impegnata a indagare, ed eventualmente disinnescare, la minaccia di quei powers, persone dotate di superpoteri, che hanno deciso di usare il proprio dono per scopi puramente malvagi o criminali.

Come tanti altri prodotti televisivi, la serie PlayStation alterna punte di qualità a bassi veramente inspiegabili. Nonostante la fonte cartacea di riferimento, in alcuni passaggi risultano palesi richiami ad altre opere cinematografiche o videoludiche da cui si è attinto per la realizzazione delle icone presenti nello show: durante la visione verrà difatti spontaneo pensare a Watchmen, Gli Incredibili e Heroes o, persino, a DC Universe Online. Non è dato sapere se questi rimandi rappresentino il segno di una certa saturazione del genere supereroistico, nondimeno è proprio la loro presenza che impedisce a Powers di decollare.

powers recensione psn ps4 (1)

Powers è una serie abbastanza leggera

Le dieci puntate, inoltre, si concentrano troppo su elementi di contorno che, con buona probabilità, verranno sviluppati nella seconda stagione, iniziata da pochi giorni. Nel contesto del primo giro di giostra, tali divagazioni paiono tuttavia introdotte con l’unico scopo di allungare il succo della storia, che beneficerebbe invece di una maggiore “secchezza”, volendo semplicemente rappresentare uno scontro “buoni vs. malvagi” in maniera diretta e cattiva. Altri elementi inseriti nel narrato, come i powerskid – ragazzi che cercano di sviluppare i loro poteri – e le agenzie pubblicitarie che lucrano su questi eroi e criminali con eventi dedicati e relativo gossip, spostano la Los Angeles di Powers fuori dal contesto rendendola tutto sommato mal digeribile.

Le puntate migliori ruotano intorno allo scontro con Wolfe, in precedenza guida spirituale dei powers, ora divenuto un killer inspiegabilmente feroce che divora letteralmente ogni uomo che gli si para dinnanzi. Momenti quali la detenzione di Wolfe, la conseguente fuga e la risoluzione finale del confronto hanno le carte in regola per essere ricordati come il cuore centrale dello show.

In conclusione, Powers è una serie abbastanza leggera, da vedere se non si hanno impegni pressanti. Spero che il potenziale riesca a manifestarsi appieno nella seconda stagione i cui episodi, al momento della scrittura di questo articolo, sono già disponibili su Plus.

VOTO 6

powers recensione psn ps4 (1)Genere: azione, supereroi
Publisher: Sony
Regia: Vari
Colonna Sonora: Jeff Rona
Intepreti: Sharlto Copley, Noah Taylor, Deena Pilgrim, Michelle Forbes
Durata: 10 puntate

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata