Cartoline da Marte? No.

Cartoline da Marte? No.

Mi sanguinano gli occhi. Ho passato il fine settimana inchiodato al monitor a sparare a cacodemoni, baroni dell’inferno e mancubus, divertendomi come un pazzo e come non mi succedeva da tempo, e a breve vi spiegherò anche perché, in una recensione un goccino più approfondita. Non è però questo il motivo per cui mi sanguinano gli occhi.

Il dolore nasce dalla difficoltà di (non) riuscire a grabbare video dal gioco, che gira con le OpenGL, e credetemi se vi dico che ci ho provato in tutti i modi possibili. Il recorder integrato di Windows 10 non funziona, ovviamente, perché richiede DirectX 12. Quello integrato nei driver di AMD non ne ha voluto sapere di partire, e non chiedetemi perché. Ho provato con XSplit e Open Broadcaster, i programmi che usiamo anche per twitchare, che permettono di registrare in locale le sessioni di gioco, e quando non crashava tutto, riuscivo giusto a mettere in cascina filmati con un ottimo audio e uno schermo perennemente nero. Ho persino ripescato il vecchissimo FRAPS, che con il suo encoding “lineare” (30 giga per 10 minuti di gioco, mica pizza e fichi) non riesce a fare molto di più. Insomma, un flop assoluto su tutta la linea, e lo dico vergognandomi un pochino, perché insomma…

20160216_editoriale_2

Possibile che, nel 2016, il PC fatichi ancora a darci un modo semplice ed efficace di registrare video da condividere online?

La riflessione più ampia parte da questa ordinaria storia di insuccesso per chiedersi come mai, nel 2016, il PC fatica ancora a star dietro a quel che le console ci mettono a disposizione fin dal giorno della loro uscita, cioè un modo semplice, e soprattutto efficace, di registrare video da condividere online. In questo caso la “colpa”, se colpa si può definire, sta probabilmente nella combo AMD + OpenGL, perché comunque su PS4 e Xbox One lo share di DOOM funziona normalmente, gestito a basso livello dai sistemi operativi delle console. Windows ci sta lentamente arrivando, e le funzioni messe a disposizione dall’app Xbox vanno sicuramente in quella direzione, ma l’obbligo di avere un titolo DX12 è una limitazione abbastanza importante.

Mi chiedo se, almeno su PC, non dovrebbero essere gli sviluppatori a mettere a disposizione strumenti di capture direttamente in game, o se magari non è una richiesta eccessiva, visto che comunque le console ci pensano già di loro, e in generale i vari Shadowplay & C. funzionano comunque nella stragrande maggioranza dei casi, e quindi perché fare il lavoro doppio?

E comunque, per colpa della nostra principessina Shea che ormai mi ha instillato il tarlo, in DOOM ho anche sentito la mancanza di un bel Photo Mode, che magari non avrei usato per scattare chissà quali panorami (per quanto alcuni scorci di Marte sono notevoli), ma mi avrebbe regalato grande gusto nel ritrarre alcuni scontri particolarmente brutali. Certo, se ci fosse stato, probabilmente sarei ancora alla seconda o terza missione, invece di essere arrivato a gustarmi i bellissimi titoli di coda della campagna.

Condividi con gli amici










Inviare

Rispondi

Password dimenticata