Tripoli bel suol d'amor - Pagina 7
               
Pagina 7 di 8 PrimaPrima ... 5678 UltimaUltima
Risultati da 121 a 140 di 143

Discussione: Tripoli bel suol d'amor

  1. #121
    Senior Member L'avatar di Edward Green
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.400

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da iWin uLose Visualizza Messaggio
    Fatto. Circa un quinto. Chi mette gli altri 27.000?
    In verità diversi analisti parlavano di 60.000/80.000 per stabilizzare bene il paese e annientare le formazioni terroristiche.

    E' ovvio che oltre alle truppe, devi ripristinare il welfare state. E quello all'inizio costerà parecchio, ma potrà essere ripianato con le famose risorse libiche. L'occupazione dovrebbe durare almeno 5/10 anni in modo da ricostruire la parvenza di una classe media.

    In tutto questo però ci sono alcune variabili pericolose:

    - la politica estera delle maggiori potenze islamiche: Egitto, Turchia, Arabia Saudita, Qatar. Che anche in Libia giocano a risiko.

    - l'efficienza delle forze occidentali nel ripristinare la ricchezza diffusa. Senza questo si va verso crociati vs nord africa.

    - la resistenza iniziale a molteplici attentati da parte dell'Isis, con magari anche video con prigionieri dei mozzateste.

    - la durata della "non-ripresa" occidentale. Una nuova crisi globale potrebbe pregiudicare la volontà di impegnarsi in lunghe campagne militari.

    Detto questo, per l'Italia sarebbe bene nel caso ritirare le truppe dal Libano e dall'Afghanistan per concentrarle eventualmente in futuro in Libia. Già le risorse sono scarse. Evitiamo di sprecarle per far contenti i soliti padroni.
    In nome dell'Equilibrium...

  2. #122

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da caesarx Visualizza Messaggio
    Gli stanziamenti dovrebbero essere sul sito del parlamento, vengono rifinanziate di anno in anno. Sarebbe una interessante tesi di laurea vedere quanto abbiamo speso.
    Penso sia una interessante tesi di laurea anche solo spiegare come si possano trovare i dati esaustivi. Ammesso esistano

  3. #123
    Marotta Vattene L'avatar di MrVermont
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    La provincia fiorentina
    Messaggi
    3.687

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da Manu Visualizza Messaggio
    Se andassimo a ripescare i post di 5 anni fa ci sarebbe da ridere: solo io e pochi altri dicevamo che l'intervento in Libia era una cazzata e che al massimo avremmo dovuto aiutare Gheddafi, altro che bombardare il suo esercito.

    Io boh, penso che in quei giorni si sia toccato il nostro punto più basso in politica estera dai tempi dell'unità d'Italia ad oggi.
    This. Eran tutti a piangere per le fosse comuni in spiaggia

    Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

  4. #124
    Senior Member L'avatar di caesarx
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Nel Villaggio dell'Emiro, con la speranza di scappare
    Messaggi
    2.184

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Ma anche no, andatevi a rileggere il thread...
    ...there's no need to say thank you, the best way to say it is beeing here and fight with us. - Skip

  5. #125
    Marotta Vattene L'avatar di MrVermont
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    La provincia fiorentina
    Messaggi
    3.687

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Caesarx io mi son beccato i peggio insulti quando dissi che Gheddy faceva bene a prendere a cannonate quei beduini che si ribellavano e che anzi avremmo dovuto fornirgli più armi per finire prima la questione

    Riporto un po' di commenti a caso qua e la:

    20/02/2011 il buon Bukowski

    Quindi?
    Tirare fuori un episodio violento in un momento violento è decontestualizzare quello che sta succedendo.

    Finalmente i popoli nordafricani grazie particolarmente alle nuove tecnologie di comunicazione e alla crisi economica che li ha privati del minimo di benessere che avevano racimolato sono insorti e si stanno liberando dei loro governi oppressori.

    Può piacere oppure no, ma questo è un momento che i nostri nipoti studieranno sui libri di scuola. Ovviamente finita la rivolta i vari gruppi di potere nella nazione faranno a gara per rimpiazzare i vecchi governanti e la situazione in quei luoghi implica anche la vicenda religiosa.

    Tuttavia un precedente è stato instillato, quei popoli ora sanno che se s'incazzano possono cambiare le cose, o almeno provare a cambiare.

    Sminuire il tutto è il patetico tentativo di quelli che amano i Gheddafi, i Ben Ali, gli Ahmadinejad e i Putin.

    Una rivolta è il momento per eccellenza in cui si commettono crimini perchè la violenza diviene uso comune e perchè c'è nella folla e nei malviventi quel senso d'impunità momentanea.

    Ovviamente dispiace a tutti che la biondona è stata stuprata da una folla di egiziani, ma ovviamente anche Giuliano Ferrara capirebbe che non c'entra un beamato cazzo con un fatto storico che sta cambiando la storia del mediterraneo, o meglio, non è altro che un irrisoria conseguenza di un momento di violenza generale in quelle zone.
    Vox lo stesso giorno dimostrava che al solito è 3 passi avanti a tutti

    il problema non sono le rivoluzioni ma il dopo.
    non ci vuole uno statista per capire che il nord africa e tutte le zone del continente che affacciano sulla penisola arabica (l'africa che conta) doveva la sua poca, stabilità, ai vari regimi per fortuna filo occidentali.

    purtroppo non sono popoli in grado di sviluppare un'idea di democrazia e come è avvenuto in somalia succederà il finimondo, ovvero ci sarà una dittatura militare dei vari valvassori negri oppure ben peggio il vento della religione e della vera fede integralista, dei fratelli dell'islam avrà la meglio e ci ritroveremo con un bel blocco integralista.

    saltno quindi i presupposti di equilibrio per il medioriente e il casus belli è ovviamente quel pezzo di terra pralinato di giudei.

    bisogna vedere il partito degli indecisi tipo Russia, Cina, India e altri stati negri
    Sempre Bukowski
    Io dico che ci sono milioni di persone che per la prima volta nella loro vita stanno respirando un piccolo pezzetto di libertà. Di fronte a questo il fatto che io mi possa comprare l'ultimo i-phone passa in secondo piano.

    Ma probabilmente ho queste idee perchè sono ripieno di pericolosa ideologia comunista
    E sempre Vox un pezzo avanti a tutti
    non sei comunista. sei fesso.
    se fossi comunista staresti sistemando missili nel giardino di nichi
    E qua Harlock in piena disperazione
    Questo sta BOMBARDANDO degli ESSERI UMANI e voi pensate alla benzina.

    Non so se vomitare o cosa...

    MrVermont e MrWashinton dovreste vergognarvi di quello che scrivete. Seriamente.
    LE BOOMBBE sulla GGENTE

    poi ci fu Sarpedon che la toccò piano

    Guarda negli anni '80 le stesse bombe che oggi Gheddafi scarica sui suoi avrebbero potuto togliercelo dalle palle, solo che gli indignati di oggi rompevano i maroni anche 30 anni fa e allora ce lo siamo dovuti tenere. Perché al netto della solita italica ipocrisia la gente dovrebbe fare pace con il cervello: perché non si può piagnucolare sulle atrocità del dittatore e poi rompere il cazzo quando qualcuno prova a scoperchiargli il culo a suon di bombe. Chiaro?

    Zio Saddamme sterminava il suo popolo con il gas nervino eppure quando lo hanno preso a calci nel culo quelli che piangevano davanti alle malefatte del tiranno improvvisamente hanno scambiato il gas nervino per le scoregge e scoperto che forse il baffone non era così male...

    E allora cosa minchia volete? Il dittatore non lo puoi stecchire perché con le bombe ammazzi i poveri civili, non lo puoi blandire perché con i tuoi soldi lui ammazza i poveri civili, non puoi lasciarlo cuocere nel suo brodo perché senno lui ammazza i poveri civili senza che nessuno lo fermi.
    Decidetevi una buona volta quale politica volete portare avanti di fronte a satrapi come Gheddafi e decidetevi a pagarne il prezzo, altrimenti la vostra sarà solo indignazione finta come una moneta da tre euro e non meno squallida del pragmatismo di chi pone sullo stesso piano il pieno del Golf e la morte di 100 civili.
    Questi son giusto qualche esempio di come era il pensiero all'epoca
    Ultima modifica di MrVermont; 11-03-16 alle 18:02

  6. #126
    Senior Member L'avatar di iWin uLose
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.275

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da caesarx Visualizza Messaggio
    Il comando non è una questione limitata alle truppe impiegate. Non comanda chi ci mette più truppe, non in una missione di peace enforcing quantomeno, ma comanda chi ha più agganci sul terreno, che per le ex colonie si identifica quasi sempre nella ex madrepatria. In Libia nessuno è ammanicato come noi, ergo se si va a fare da pacieri la faccia che è meglio piazzare davanti è la nostra.
    Vedremo. Io faccio la mia previsione: l'Italia non comanderà un cazzo, almeno non finché ci sarà Renzi. Poi il tempo sarà galantuomo e ci dirà come saranno andate le cose

  7. #127
    Senior Member L'avatar di iWin uLose
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.275

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da Edward Green Visualizza Messaggio
    In verità diversi analisti parlavano di 60.000/80.000 per stabilizzare bene il paese e annientare le formazioni terroristiche.
    Si certo, io sono andato dietro a quei calcoli per non perdere tempo in polemiche sui numeri, ma sono convinto che servano ben più di 32.000 unità, anche perché non sono valutazioni che si possono fare con le equivalenze sulla popolazione.

    In Libia ci sono migliaia di combattenti stranieri che potenzialmente potrebbero diventare decine di migliaia, oltre agli autoctoni. Altro che "invasione della Libia con 5000 soldati", per usare le sue parole, di quel poveretto di Renzi.

  8. #128
    Senior Member L'avatar di stuckmojo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    322

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da iWin uLose Visualizza Messaggio
    Si certo, io sono andato dietro a quei calcoli per non perdere tempo in polemiche sui numeri, ma sono convinto che servano ben più di 32.000 unità, anche perché non sono valutazioni che si possono fare con le equivalenze sulla popolazione.

    In Libia ci sono migliaia di combattenti stranieri che potenzialmente potrebbero diventare decine di migliaia, oltre agli autoctoni. Altro che "invasione della Libia con 5000 soldati", per usare le sue parole, di quel poveretto di Renzi.
    con 5,000 soldati forse - ma forse - si riesce a tenere una piccola green zone in una citta, con rischi giganteschi. I numeri sopra (80,000 - 100,000) sembrano piu' ragionevoli.

  9. #129
    Senior Member L'avatar di caesarx
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Nel Villaggio dell'Emiro, con la speranza di scappare
    Messaggi
    2.184

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Nel 1912 la libia l'abbiamo conquistata con un corpo di spedizione di 100000 uomini.


    Con quei metodi oggi ne basterebbero 20000.


    Per una seria missione di Peace Enforcing credo si debba andare almeno sui 30-40000 uomini, ma con una occupazione prolungata di decenni.


    Poi bisognerà vedere come reagirà il popolo libico. Non mi preoccupano gli attacchi diretti. Le basi saranno piazzate fuori dai centri abitati (Nassiriyah ci ha fatto capire tante cose), quello che mi preoccupa seriamente è l'eventuale guerriglia che ne potrebbe seguire se non si riesce a piazzare un interlocutore utile al vertice.
    Questo interlocutore utile al momento non c'è. L'Iraq ha fatto scuola da questo punto di vista. Nelle società tribali bisogna scendere a patti con le tribù, ma gli accordi se li devono fare loro.
    ...there's no need to say thank you, the best way to say it is beeing here and fight with us. - Skip

  10. #130
    Grande Capo Estiqaatsi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Edinbrah
    Messaggi
    1.552

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Questo sta BOMBARDANDO degli ESSERI UMANI e voi pensate alla benzina.

    Non so se vomitare o cosa...

    MrVermont e MrWashinton dovreste vergognarvi di quello che scrivete. Seriamente.
    se obbama o sarkozy leggono questo post gli danno la cittadinanza onoraria

  11. #131
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    2.140

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da Manu Visualizza Messaggio
    se obbama o sarkozy leggono questo post gli danno la cittadinanza onoraria
    Quantomeno mi auguro sia rimasto di là
    No, comunque "e voi pensate alla benzina" è ormai, ovviamente, un MEME potente




    ()

  12. #132
    Senior Member L'avatar di Edward Green
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.400

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da Marlborough's Visualizza Messaggio
    Quantomeno mi auguro sia rimasto di là
    No, comunque "e voi pensate alla benzina" è ormai, ovviamente, un MEME potente




    ()
    In nome dell'Equilibrium...

  13. #133
    Senior Member L'avatar di Edward Green
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.400

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Parliamo un attimo del nuovo governo di unità nazionale libico

    Milizie ostili, gruppi armati rivali, infiltrazioni dell’Isis, strade sbarrate e spari. Tripoli è nel caos e il consiglio presidenziale guidato dal premier designato Fayez al Sarraj sbarcato mercoledì nella capitale, a bordo di una motovedetta libica partita da Sfax, si è dovuto asserragliare in una base navale, quella di Abusita, viste le condizioni di sicurezza praticamente inesistenti.


    Il capo del governo di Tripoli, Khalifa al-Ghweil, ha invitato il governo di unità nazionale e il Consiglio presidenziale designato dall’Onu che lo ha nominato ad abbandonare immediatamente la capitale libica, minacciandone l’arresto nel caso in cui rimarranno. L’avvertimento è stato diffuso in televisione e poco dopo diverse milizie armate hanno circondato la base navale. Testimoni assicurano che blindati e altri veicoli militari si sono posizionati all’esterno e che sono stati uditi spari. «Si tratta di un governo illegale che è stato designato dall’Onu. Deve abbandonare la capitale, in cui è arrivato in modo clandestino. Se no dovranno assumersi le conseguenze legali»
    Che la situazione potesse precipitare era nell’aria: il governo di Tobruk aveva infatti detto che avrebbe riconosciuto il nuovo esecutivo di unità solo se avesse ricevuto l'approvazione della Camera dei Rappresentanti (che risiede a Tobruk). Mentre il «premier» del governo di Tripoli, Khalifa Ghwell, in una conferenza stampa nella capitale libica aveva minacciato: «Serraj ha due opzioni: consegnarsi alle autorità o tornare a Tunisi».


    Si parte alla grande.

    E ovviamente non potevano mancare le reazioni idiote degli occidentali:

    Martin Kobler, che ha sottolineato come si tratti di "un passaggio importante nella transizione democratica libica, sulla strada della pace, della sicurezza e della prosperità"
    Così il segretario di Stato americano John Kerry: "Non è il momento per gli ostruzionisti di frenare il progresso, ma per tutti i libici in tutto il Paese di abbracciare questa opportunità storica per una Libia pacifica e più prospera".
    La soddisfazione di Renzi. "Ci auguriamo che il governo Serraj possa ora lavorare nell'interesse della Libia e del popolo libico", ha commentato il presidente del Consiglio Matteo Renzi dagli Stati Uniti dove è in visita. Parole che riecheggiano quelle pronunciate poco prima dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni: "È un altro passo avanti per la stabilizzazione della Libia. Sulla base della determinazione del premier Serraj e del Consiglio presidenziale sono ora possibili nuovi progressi per il popolo libico. L'Italia è stata sempre in prima linea con numerose iniziative diplomatiche per l'obiettivo della stabilizzazione della Libia".


    In nome dell'Equilibrium...

  14. #134
    Senior Member L'avatar di TeoN
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Gorgonzola
    Messaggi
    1.656
    Gamer IDs

    Steam ID: teon72

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Fonti?

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk



    Un Uomo non educato dal dolore rimane sempre bambino
    Thomas Mann

  15. #135
    Senior Member L'avatar di Edward Green
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.400

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da TeoN Visualizza Messaggio
    Fonti?
    Corriere, Repubblica. Ma trovi resoconti simili anche su altri canali e portali di geopolitica.
    In nome dell'Equilibrium...

  16. #136
    Senior Member L'avatar di iWin uLose
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.275

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Dove sono i pozzi in Libia? Perché all'ennesimo caso di paese spaccato in due (almeno) forse sarebbe il caso di capire che tutti questi stati composti da nazioni diverse, a partire dal nostro, sono destinati ad esplodere prima o poi. Certo, se i pozzi sono solo da una parte il problema diventa più spinoso, altrimenti fare due stati diversi avrebbe più senso che "stabilizzare", che in burocratese significa favorire l'impostore di turno ad impadronirsi del potere.

  17. #137
    Senior Member L'avatar di abaper
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Pavia, provincia di
    Messaggi
    1.810

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Citazione Originariamente Scritto da iWin uLose Visualizza Messaggio
    Dove sono i pozzi in Libia? Perché all'ennesimo caso di paese spaccato in due (almeno) forse sarebbe il caso di capire che tutti questi stati composti da nazioni diverse, a partire dal nostro, sono destinati ad esplodere prima o poi. Certo, se i pozzi sono solo da una parte il problema diventa più spinoso, altrimenti fare due stati diversi avrebbe più senso che "stabilizzare", che in burocratese significa favorire l'impostore di turno ad impadronirsi del potere.
    Zio gheddy mica era scemo. Da una parte i pozzi e dall'altra tutta la logistica

    Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

  18. #138
    Grande Capo Estiqaatsi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Edinbrah
    Messaggi
    1.552

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    La maggior parte dei pozzi è in Cirenaica, nell'est del paese. Comunque la mia soluzione è sempre la solita: sigillarli lì e lasciare che si scannino, se lo vogliono. Una volta che avranno finito, forse, sì potrà trovare un accordo.

    Voi mi direte "e come fai a sigillarli-ih". Non concedi più visti per l'Europa ed appena arriva un barcone lo riporti indietro (sì lo so, impossibile).

  19. #139
    Senior Member L'avatar di Lord Derfel Cadarn
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    890

    Re: Tripoli bel suol d'amor

    Libia, Usa bombardano roccaforte Isis su richiesta del governo di Al Sarraj

    Mondo
    L'annuncio è arrivato da Tripoli. Pochi minuti più tardi la conferma del Pentagono. Il premier ha rivelato che il suo esecutivo aveva chiesto un "sostegno diretto agli Stati Uniti per effettuare raid aerei contro l’Isis a Sirte", scrive il sito Alwasat, confermando il "rifiuto del suo governo ad ogni tipo di ingerenza straniera senza mandato o autorizzazione"



    La notizia è arrivata da Tripoli. Pochi minuti più tardi la conferma del Pentagono: il governo di unità libico promosso dalle Nazioni Unite e insediatosi a Tripoli ha chiesto ufficialmente agli Stati Uniti di bombardare l’Isis a Sirte. Lo ha annunciato il premier Fayez Al Sarraj, in conferenza stampa citato dai media locali, affermando che i primi bombardamenti sulla città natale di Muammar Gheddafi, controllata da gruppi affiliati allo Stato Islamico, sono stati effettuati oggi. L’aviazione Usa aveva già condotto attacchi aerei in Libia, l’ultimo dei quali contro un campo di addestramento del gruppo jihadista nella città di Sabrata a febbraio.
    Nel suo discorso in tv, Sarraj ha precisato che “oggi caccia americani hanno effettuato dei raid aerei contro l’Isis a Sirte conformemente alla richiesta presentata dal Consiglio presidenziale del governo di intesa nazionale ed in coordinamento con la ‘Operation Room’ dell’operazione Al Bunyan al Marsous” a Sirte.
    Sarraj ha rivelato che il suo governo aveva chiesto un “sostegno diretto agli Stati Uniti per effettuare raid aerei contro l’Isis a Sirte”, scrive il sito Alwasat, confermando il “rifiuto del suo governo ad ogni tipo di ingerenza straniera senza mandato o autorizzazione del governo di intesa nazionale”.
    “L’aviazione Usa ha colpito alcune postazioni dell’Isis a Sirte – ha aggiunto – infliggendo loro pesanti perdite“. Questo “aiuto solo aereo sarà limitato ad un asso di tempo ben determinato, nell’are di Sirte e della sua periferia” e “non ci saranno presenze militari Usa sul terreno”.
    Conferma dei bombardamenti è arrivata anche dal Pentagono. Il portavoce Peter Cook ha sottolineato che i “raid di precisione” puntano a negare allo Stato Islamico “paradisi sicuri” e sono stati autorizzati dal presidente americano, Barack Obama, su raccomandazione del segretario alla Difesa, Ash Carter. “Altri bombardamenti continueranno sino a quando il governo di unità nazionale libico lo richiederà”, “non è prevista una scadenza in questo preciso momento” e “ci sarà un accordo attento e coordinato” con le autorità libiche ” per consentire loro di “compiere un’avanzata decisiva e strategica”, ha detto ancora Cook, secondo il quale nella città costiera ci sono circa “1.000 combattenti” del califfato.
    La notizia arriva dopo che nei giorni scorsi i media libici hanno riportato di un messaggio del comando dell’operazione Al-Bunyan Al-Marsous al governo di Al Sarraj chiedendo l’ausilio di raid aerei Usa nella battaglia contro l’Is anella città costiera. Nel messaggio, secondo quanto riportato da diversi media libici, l’operazione Al-Bunyan Al-Marsous chiede l’intervento Usa sulla base di coordinate fornite delle forze fedeli a Serraj presenti sul terreno.
    Il primo plauso all’operazione parte da Roma: “L’Italia valuta positivamente le operazioni aeree avviate oggi dagli Stati Uniti su alcuni obiettivi di Daesh a Sirte” – si legge in una nota della Farnesina – esse avvengono su richiesta del governo” guidato da Fayez al Sarraj “a sostegno delle forze fedeli al governo, nel comune obiettivo di contribuire a ristabilire la pace e la sicurezza in Libia”, prosegue il testo. L’Italia sostiene il governo guidato da Sarraj e “lo incoraggia a realizzare le iniziative necessarie per ridare stabilità e pace al popolo libico”.
    L’Italia, da parte sua, è stata informata ma non ha partecipato alle operazioni, hanno riferito all’ANSA fonti qualificate, secondo cui i caccia da sorveglianza e ricognizione italiani non hanno supportato il blitz, né gli aerei americani sono partiti da basi situate in territorio italiano.




    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016...arraj/2948760/
    che è successo? non arrivavano più abbastanza barconi? :
    o è solo campagna elettorale per le presidenziali made in usa?



  20. #140
    Senior Member L'avatar di Lord Derfel Cadarn
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    890

    Re: Tripoli bel suol d'amor


    ieri i turchi e gli americani, oggi i russi...

    ...la strategia di non contare un cazzo inizia a traballare.


    ...

    Dopo la Brexit e il golpe fallito contro Erdogan, due crisi che hanno aperto falle nel fronte della Nato e dell’Ue, favorendo l’offensiva globale putiniana, la Libia potrebbe diventare cruciale per sfidare gli Stati Uniti in uno scacchiere dove finora non avevano tenuto conto dei russi. E soprattutto «giocare sulle differenze tra europei e americani», suggerisce Matuzov. Scommettendo in particolare sull’Italia, che molti a Mosca considerano «l’anello debole» del fronte anti-russo nella Nato e nell’Ue.

    ...
    http://www.lastampa.it/2016/08/03/es...jM/pagina.html
    non solo a Mosca.
    Ultima modifica di Lord Derfel Cadarn; 03-08-16 alle 09:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su