Il topic dell'immigrazione - Pagina 13
Pagina 13 di 184 PrimaPrima ... 31112131415 23 63 113 ... UltimaUltima
Risultati da 241 a 260 di 3665

Discussione: Il topic dell'immigrazione

  1. #241
    Senior Member L'avatar di iWin uLose
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.158

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Si, la maggiore mincaccia per l'esistenza della società occidentale come la conosciamo è proprio al suo interno, come in tutte le civiltà decadenti.

  2. #242
    The green one L'avatar di cima99
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    71

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Derfel Cadarn Visualizza Messaggio
    morto un bobo se ne fa un altro.
    ovvero la morte della civiltà occidentale.
    Non so chi sia questo bobo.
    Beh, io ho fatto il mio tentativo. Pazienza, almeno ho la coscienza a posto Mi auguro anche la vostra.
    Ultima modifica di cima99; 20-01-16 alle 22:58

  3. #243
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    24

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Beh Cima a quanto pare ho pure punto nell'angolino dove ti fa male visto che hai continuato a citarmi riguardo il tuo articolo. Non ho neanche sottolineato i continui errori che fai nel portare dati (tipo Turchia secondo paese più popoloso d'Europa! Ma insegni veramente storia in una scuola media? Il territorio turco in Europa è risibile, il 99% e più è in Asia. E se la Turchi è Europa, la Russia dov'è?)

    Se vuoi lo ripeto: un articolo scritto da qualcuno con un'istruzione superiore, per essere considerato tale, deve portare fonti e dati. Altrimenti è un tema delle scuole medie. Alle scuole medie scrivevo articoli del genere; alle superiori citavo nell'articolo informazioni e dove recuperarle; all'università senza fonti bibliografiche per ogni affermazione non sarebbe stato accettato; dal dottorato in poi bibliografia completa, peer review e inviti a discutere i risultati in università/convegni. Non sarei stato così pesante se tu non avessi scritto più e più volte che avresti postato questo articolo, per poi vedere cosa fosse effettivamente.

    Sei andato poi volutamente fuori tema. La questione non è mai stata: "Esiste l'Islam moderato?", ma piuttosto: "Siamo sicuri di poter integrare milioni di persone di una cultura diversa in Europa?". Tu non hai mai risposto alla seconda domanda, ma ti sei concentrato sulla prima, domanda che effettivamente non ha molto senso. In questo momento nessuno ha abbastanza dati per poter rispondere alla domanda sull'integrazione. Il tuo collega afghano non è una risposta, è al massimo un aneddoto. Sappiamo alcune cose però:

    - in alcuni paesi europei vi sono immigrati di terza generazione che non si considerano come appartenenti alla nazione in cui sono nati; la grossa maggioranza sono musulmani;

    - l'immigrazione attuale è data in maggior parte da uomini tra i 18 e i 35 anni, che costituiscono circa il 70% degli immigrati. Nessuno sa chi sia, né da dove vengano, se abbiano un addestramento militare. Non sappiamo nulla. Quello che sappiamo è che cercheranno lavoro in paesi già in forti crisi economica. Hai anche affermato che in Europa chi cerca lavoro è laureato, quando invece gli ultimi francesi (che ho visto passare ieri) affermano che più della metà dei disoccupati del paese non ha neanche la maturità. La guerra dei poveri che non può fare altro che aumentare le tensioni.

    - Tu vivi in Ticino, io ti consiglio di andare in altri paesi europei e in quartieri ad alta presenza di immigrati/discendenti di immigrati. Quando vedi la disperazione che c'è, data dalla mancanza di lavoro e dalla non-volontà di integrarsi, in decine e decine di città, cambierai idea. Sempre che tu possa viverci, i bianchi non sono visti di buon occhio.

    - Ci sono già campi jihadisti in Europa e sono....in Bosnia! Chiaramente non vedrete i problemi a Sarajevo, dato che le captali sono solitamente ben controllate, ma è sufficiente spostarsi campagna più isolata. http://www.ibtimes.co.uk/isis-sets-t...illage-1511546

    - L'arabia saudita e i paesi del golfo non vogliono accettare nessun immigrato, ma sono pronti a finanziare la costruzione di centina di moschee in Europa. E' un po' strano come atteggiamento, non trovi? Senza contare i finanziamenti continui del Qatar nelle banlieu parigine. Strano vero?

    - I jihadisti uccidono di più nei paesi musulmani perché sono nei paesi musulmani. Gli uomini yazidi sono stati tutti uccisi e le donne vendute come schiave ai jihadisti.

    - I vari paesi che hai citato stanno tutti procedendo verso la radicalizzazione (Turchia, Egitto, Tunisia...). Non conosco bene la situazione in Marocco e Algeria, ma in Marocco è attuata una versione soft della shari'a.

    - In quanto conoscitore dell'Islam, dovresti sapere che la Shari'a è la legge consegnata da Allah agli uomini. Chi non rispetta la Shari'a non rispetta Dio. Ora non andiamo a citare, come fanno molti, il Deuteronomio, dato che tutto ciò che è scritto nel Vecchio Testamento è considerato obsoleto dalla parola di Cristo. Basta andarsi a rileggere, ad esempio, il passo sull'adultera.

    - Secondo me l'indizio più forte della difficoltà di integrare masse di cultura islamica in Europa è data dalla Dichiarazione Islamica dei Diritti dell'Uomo. Praticamente tutto il mondo si rispecchia nella Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo, a parte i paesi islamici, che hanno sottoscritto la Dichiarazione Islamica dei Diritti dell'Uomo. http://www.alterhistory.altervista.o...olotesto=Islam

    Hai portato il tuo esempio aneddotico del Ticino come posto tranquillo dove i problemi sono dati da sudamericani e italiani. Prova a vivere in una grande città. Per darti un'idea di una grande città, se faccio un giro nel mio quartiere e in quello vicino, sono passato in mezzo alle abitazioni di tante persone quante tutto il Ticino. Quando sarai uscito il venerdì sera per divertirti e trovarti in una città assediata, con centinaia di morti, senza sapere che succede e con centinaia di morti, con coprifuoco consigliato per tutto il giorno seguente, riparleremo di sicurezza.

  4. #244
    The green one L'avatar di cima99
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    71

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da Jack Visualizza Messaggio
    Beh Cima a quanto pare ho pure punto nell'angolino dove ti fa male visto che hai continuato a citarmi riguardo il tuo articolo. Non ho neanche sottolineato i continui errori che fai nel portare dati (tipo Turchia secondo paese più popoloso d'Europa! Ma insegni veramente storia in una scuola media? Il territorio turco in Europa è risibile, il 99% e più è in Asia. E se la Turchi è Europa, la Russia dov'è?)

    Se vuoi lo ripeto: un articolo scritto da qualcuno con un'istruzione superiore, per essere considerato tale, deve portare fonti e dati. Altrimenti è un tema delle scuole medie. Alle scuole medie scrivevo articoli del genere; alle superiori citavo nell'articolo informazioni e dove recuperarle; all'università senza fonti bibliografiche per ogni affermazione non sarebbe stato accettato; dal dottorato in poi bibliografia completa, peer review e inviti a discutere i risultati in università/convegni. Non sarei stato così pesante se tu non avessi scritto più e più volte che avresti postato questo articolo, per poi vedere cosa fosse effettivamente.

    Sei andato poi volutamente fuori tema. La questione non è mai stata: "Esiste l'Islam moderato?", ma piuttosto: "Siamo sicuri di poter integrare milioni di persone di una cultura diversa in Europa?". Tu non hai mai risposto alla seconda domanda, ma ti sei concentrato sulla prima, domanda che effettivamente non ha molto senso. In questo momento nessuno ha abbastanza dati per poter rispondere alla domanda sull'integrazione. Il tuo collega afghano non è una risposta, è al massimo un aneddoto. Sappiamo alcune cose però:

    - in alcuni paesi europei vi sono immigrati di terza generazione che non si considerano come appartenenti alla nazione in cui sono nati; la grossa maggioranza sono musulmani;

    - l'immigrazione attuale è data in maggior parte da uomini tra i 18 e i 35 anni, che costituiscono circa il 70% degli immigrati. Nessuno sa chi sia, né da dove vengano, se abbiano un addestramento militare. Non sappiamo nulla. Quello che sappiamo è che cercheranno lavoro in paesi già in forti crisi economica. Hai anche affermato che in Europa chi cerca lavoro è laureato, quando invece gli ultimi francesi (che ho visto passare ieri) affermano che più della metà dei disoccupati del paese non ha neanche la maturità. La guerra dei poveri che non può fare altro che aumentare le tensioni.

    - Tu vivi in Ticino, io ti consiglio di andare in altri paesi europei e in quartieri ad alta presenza di immigrati/discendenti di immigrati. Quando vedi la disperazione che c'è, data dalla mancanza di lavoro e dalla non-volontà di integrarsi, in decine e decine di città, cambierai idea. Sempre che tu possa viverci, i bianchi non sono visti di buon occhio.

    - Ci sono già campi jihadisti in Europa e sono....in Bosnia! Chiaramente non vedrete i problemi a Sarajevo, dato che le captali sono solitamente ben controllate, ma è sufficiente spostarsi campagna più isolata. http://www.ibtimes.co.uk/isis-sets-t...illage-1511546

    - L'arabia saudita e i paesi del golfo non vogliono accettare nessun immigrato, ma sono pronti a finanziare la costruzione di centina di moschee in Europa. E' un po' strano come atteggiamento, non trovi? Senza contare i finanziamenti continui del Qatar nelle banlieu parigine. Strano vero?

    - I jihadisti uccidono di più nei paesi musulmani perché sono nei paesi musulmani. Gli uomini yazidi sono stati tutti uccisi e le donne vendute come schiave ai jihadisti.

    - I vari paesi che hai citato stanno tutti procedendo verso la radicalizzazione (Turchia, Egitto, Tunisia...). Non conosco bene la situazione in Marocco e Algeria, ma in Marocco è attuata una versione soft della shari'a.

    - In quanto conoscitore dell'Islam, dovresti sapere che la Shari'a è la legge consegnata da Allah agli uomini. Chi non rispetta la Shari'a non rispetta Dio. Ora non andiamo a citare, come fanno molti, il Deuteronomio, dato che tutto ciò che è scritto nel Vecchio Testamento è considerato obsoleto dalla parola di Cristo. Basta andarsi a rileggere, ad esempio, il passo sull'adultera.

    - Secondo me l'indizio più forte della difficoltà di integrare masse di cultura islamica in Europa è data dalla Dichiarazione Islamica dei Diritti dell'Uomo. Praticamente tutto il mondo si rispecchia nella Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo, a parte i paesi islamici, che hanno sottoscritto la Dichiarazione Islamica dei Diritti dell'Uomo. http://www.alterhistory.altervista.o...olotesto=Islam

    Hai portato il tuo esempio aneddotico del Ticino come posto tranquillo dove i problemi sono dati da sudamericani e italiani. Prova a vivere in una grande città. Per darti un'idea di una grande città, se faccio un giro nel mio quartiere e in quello vicino, sono passato in mezzo alle abitazioni di tante persone quante tutto il Ticino. Quando sarai uscito il venerdì sera per divertirti e trovarti in una città assediata, con centinaia di morti, senza sapere che succede e con centinaia di morti, con coprifuoco consigliato per tutto il giorno seguente, riparleremo di sicurezza.
    Ti rispondo con ordine
    1) Non mi hai punto da nessuna parte dato che conosco la correttezza di quanto asserito nel caso specifico. A quanto pare, visto che hai deciso di postare decentemente, ho fatto bene a citarti più volte
    2) Insegno storia e geografia, con un discreto profitto oserei dire, e se i dati non ti piacciono rivolgiti a Medici Senza Frontiere, dato che i dati sono loro. Poi, io parlavo della quota totale di migranti, dato che al secondo posto c'è il Pakistan. Non parlavo di Europa, anche perché comunque i PS in totale accolgono il 14% dei rifugiati (stessa fonte)
    3) Dispiace di averti rovinato l'hype, mi auguro saprai sopravvivere alla delusione. Ora la fonte ce l'hai, mi auguro ti possa andare bene (probabilmente no, ma non è importante)
    4) Non sono andato voutamente fuori tema, non credo che tu mi possa conoscere così bene da arrogarti il diritto di formulare simili affermazioni. Ho trattato svariati temi, tout simplement. Ti rispondo senza problemi. Naturalmente è possibile integrare milioni di musulmani, ovviamente esigendo il pieno rispetto delle nostre legislazioni. Il che non significa che sia facile (o necessario). E neppure probabile. Dipende poi dal tipo di islam che seguono: tre milioni di wahabiti o di salafiti sarebbero un problema.
    5) Neanch'io mi sento svizzero o italiano. Non vedo il problema. E non lo dovrebbe vedere neppure una persona che vive nella Comunità Europea, per motivi che mi sembrano ovvi. Ma posso comprendere l'eventuale patriottismo di taluni.
    6) Non è vero quello che affermi: si sanno molte cose di quelli che arrivano, dato che capita che dei migranti passino anche due anni in un campo di accoglienza, come capitato ad un curdo in Sicilia che domani racconterà a scuola della sua esperienza. Dei 20 ragazzi eritrei che frequentano la nostra scuola media attualmente tramite la Croce Rossa sappiamo la maggior parte dei loro trascorsi, ivi compreso l'addestramento militare coatto che li ha convinti a fuggire. Ritengo probabile un deficit nei sistemi di identificazione. Comunque, dato che ti piacciono le fonti, porta pure quella alla quale hai attinto per divulgare questa informazione.
    7) Non ho affermato che chi cerca lavoro è laureato, cerca di non travisare i miei interventi. Ho detto che vi sono molti laureati senza lavoro e che non accettano di fare lavori con standard inferiori al loro titolo di studio, che è una cosa ben diversa.
    Conosco le situazioni di alcune periferie e non ho mai negato che vi siano difficoltà e, anzi, mi pare di averlo già detto. Lo stesso capita nei quartieri poveri abitati da italiani. Hai scoperto l'acqua calda. Però mi soffermerei anche sulle eventuali colpe di chi accoglie. Il curdo di cui ti dicevo è stato in questo campo da quando aveva 12 a quando aveva 14 anni. Nessuno del campo si è occupato di insegnare a lui o alla famiglia qualche parola di italiano, dare qualche conoscenza dell'Italia, degli accenni storici, geografici, economici, usi, costumi, leggi. Dopo 2 anni, finalmente completata la registrazione, hanno mollato 100 euro alla famiglia, aperto i cancelli e buona fortuna. Ecco, direi che su questo si può lavorare.
    9) Non solo in Bosnia, ovviamente. E l'aumento del sedicente jihadismo ha delle cause che ho già evocato (che piacciano o meno).
    10) Non è strano per chi conosce la situazione. Il governo saudita e quello qatariota sono wahabiti, una scuola sunnita ormai molto vicina al salafismo e, come saprai, di recente decisamente poco incline ad avere ospiti, specialmente sciiti (parlo dei sauditi). Non credo sia mistero che appoggiano ISIS contro Al Qaeda e che comprano da ISIS petrolio sottobanco per poi rivenderlo a prezzi competitivi, tanto da far crollare il costo al barile. Non credo che sia utile fare domande da saccente come se mi dovessi insegnare chissà che cosa
    11) Ovviamente, ma soprattutto i sedicenti jihadisti uccidono di più nei paesi musulmani perché l'obiettivo sono i musulmani, creare uno stato loro come ho già spiegato e instaurare un califfato come già detto.
    12) L'utilizzo del termine shari'a è invero improprio, dato che la legge di Dio non può essere compresa appieno. Semmai è meglio parlare di fiqh. La radicalizzazione è data dai vuoti di potere creati dagli ultimi conflitti destabilizzanti; dagli effetti psicologici che il terrorismo islamico ha; dalle azioni degli europei e dal conflitto religioso tra cristianità e islam, ovviamente artificiale ma non per questo meno reale.
    13) Sei impreciso. La Shari'a, cioè legge di Dio, non può essere compresa dagli uomini in quanto, appunto, legge di Dio. Esistono le interpretazioni, fiqh, che tuttavia non potendo essere inequivocabilmente riconosciute come legge divine possono variare e si applicano quindi alla sfera personale. Sono i wahabiti e i salafiti, tra cui quindi l'Arabia Saudita, che fanno della propria fiqh una legge di Stato che sconfina anche nell'ordinamento pubblico. Questo è un problema nel problema, perché anche su questa presunzione wahabiti e salafiti ritengono di incarnare il vero islam e si autolegittimano come superiori alle altre scuole, che nella loro ottica diventano apostate.
    Pertanto, è vero che chi non rispetta la Shari'a non rispetta Dio, ma dato che al di fuori di salafiti e wahabiti (a mia conoscenza) nessun'altra scuola ha la presunzione di conoscere la Shari'a (e affermarlo, a ben vedere, è blasfemia) non puoi offendere Dio se non puoi conoscere appieno la sua legge.
    14) La Dichiarazione dei diritti dell'uomo non è rispettata neanche ad Occidente: basti pensare alle carceri della CIA (primo esempio che mi viene in mente). Non lo considero un ostacolo insuperabile sul medio-lungo periodo.
    15) Non so dove abiti quindi non posso rispondere al tuo ultimo punto. Se vuoi essere più preciso ne possiamo discutere. Comunque, 11 anni fa, un mio amico è stato ucciso con una coltellata alla gola da uno svizzero tedesco in un bar che solitamente frequentavo solo perché intervenuto per sedare un alterco. Potevo esserci io al suo posto. Ritengo che non esistano luoghi sicuri, solo luoghi meno pericolosi di altri.
    Alla prossima. Questo post è stato molto costruttivo e, quando vedo costruttività, mi troverai sempre pronto a dialogare ed eventualmente rivedere le mie posizioni
    Ultima modifica di cima99; 21-01-16 alle 01:47

  5. #245
    Senior Member L'avatar di Edward Green
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.223

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da cima99 Visualizza Messaggio
    10) Non è strano per chi conosce la situazione. Il governo saudita e quello qatariota è wahabita, una scuola sunnita ormai molto vicina al salafismo e, come saprai, di recente decisamente poco incline ad avere ospiti, specialmente sciiti (parlo dei saudita). Non credo sia mistero che appoggiano ISIS contro Al Qaeda e che comprano da ISIS petrolio sottobanco per poi rivenderlo a prezzi competitivi, tanto da far crollare il costo al barile. i
    Isis contro Al Qaeda è una semplificazione grossa. Anche perchè ad un certo punto Qatar e Arabia Saudita hanno avuto politiche divergenti. Semmai il primo ha finanziato pesantamente l'Isis e altri. Il secondo pure, all'inizio, salvo poi concentrarsi più su tutto il resto dei jihadisti in Siria.
    La storia del petrolio non ha senso. Dove lo comprano? Non ci colonne di autobotti in direzione Arabia, anche per una semplice questione di confini. Semmai è la Turchia una delle principali acquirenti del petrolio sottocosto dell'Isis (oltre agli iracheni locali e siriani).

    Il costo del barile non c'entra niente con i petrolio dell'Isis. Esso è un insieme di fattori dettato dalla politica dell'Opec guidata dall'Arabia, che mantiene la produzione alle stelle senza tagliarla, dal rallentamento dell'economia globale e quindi aumento della scorte (ci sono petroliere a largo piene di petrolio a fare un tubo) e adesso dal ritorno dell'Iran, che fra l'altro vuole aumentare la produzione.

    Comunque topic interessante, appena ho tempo leggo nel dettaglio.
    In nome dell'Equilibrium...

  6. #246

    Re: Il topic dell'immigrazione

    kualkuno parlafa tell'esempien sfizzefoh?
    L'aeroporto di Ginevra licenzia 30 sospetti jihadisti, esplode la polemica

    Cacciate dal dipartimento cantonale della sicurezza dopo una segnalazione dei servizi di sicurezza francesi, le persone colpite sono tutte musulmane

    17:48 - Licenziati in tronco dall'aeroporto di Ginevra per motivi di sicurezza. Si tratta di una trentina di dipendenti, tutti musulmani, che lavoravano allo scalo svizzero. La misura ha colpito gli addetti ai bagagli, costretti ad andarsene pochi giorni prima di Natale perché sospettati di legami con gli estremisti. Sul caso è esplosa la polemica.
    A prendere la decisione sono stati infatti non i dirigenti dell'aeroporto, ma i vertici del dipartimento cantonale competente, che hanno agito in seguito a una "informativa" arrivata dai servizi di sicurezza francesi. Il caso ha subito suscitato clamore: decisamente insoliti i procedimenti utilizzati e molto fumose le motivazioni. Gli ex dipendenti non sono stati sentiti e adesso i sindacati si sono mossi chiedendo che vengano versati loro almeno indennizzi economici. E i diretti interessati protestano proclamando di essere stati colpiti per irragionevoli pregiudizi.

    Raid Usa contro l'Isis in Afghanistan - Continua intanto l'offensiva Usa contro l'Isis e i raid arrivano anche in Afghanistan. La Casa Bianca ha infatti autorizzato il Pentagono a colpire, nel Paese medio-orientale, non solo Al Qaeda e i talebani, ma anche i militanti dello Stato islamico, secondo quanto riferisce il Wall Street Journal.
    sì, prendiamo esempio.

  7. #247
    The green one L'avatar di cima99
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    71

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da Edward Green Visualizza Messaggio
    Isis contro Al Qaeda è una semplificazione grossa. Anche perchè ad un certo punto Qatar e Arabia Saudita hanno avuto politiche divergenti. Semmai il primo ha finanziato pesantamente l'Isis e altri. Il secondo pure, all'inizio, salvo poi concentrarsi più su tutto il resto dei jihadisti in Siria.
    La storia del petrolio non ha senso. Dove lo comprano? Non ci colonne di autobotti in direzione Arabia, anche per una semplice questione di confini. Semmai è la Turchia una delle principali acquirenti del petrolio sottocosto dell'Isis (oltre agli iracheni locali e siriani).

    Il costo del barile non c'entra niente con i petrolio dell'Isis. Esso è un insieme di fattori dettato dalla politica dell'Opec guidata dall'Arabia, che mantiene la produzione alle stelle senza tagliarla, dal rallentamento dell'economia globale e quindi aumento della scorte (ci sono petroliere a largo piene di petrolio a fare un tubo) e adesso dal ritorno dell'Iran, che fra l'altro vuole aumentare la produzione.

    Comunque topic interessante, appena ho tempo leggo nel dettaglio.
    Prendila come una mia congettura quella sull'Arabia Saudita e del petrolio allora (in realtà mi ero imbattuto in una fonte in lingua inglese che ne parlava, ma vattelapesca ripescarla ora). Ma è un punto della mia argomentazione sul quale posso cedere.
    Al Qaeda e ISIS sono rivali tra loro. Entrambe vogliono istituire un califfato. Riguardo alle azioni politiche dei governi, prendo sempre con le pinze le varie azioni perché non sempre corrispondono alle intenzioni. Ricordiamo chi è l'amicone occidentale dell'Arabia Saudita e dove si faranno i mondiali di calcio del 2022. C'est l'argent qui fait la guerre

  8. #248
    Senior Member L'avatar di caesarx
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Nel Villaggio dell'Emiro, con la speranza di scappare
    Messaggi
    1.946

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da cima99 Visualizza Messaggio
    Ti rispondo volentieri Caesarx e chiudo con un WoT la serata e forse l'esposizione, dal mio punto di vista.
    Il terrorismo sedicente islamico è attualmente unico nel suo genere perché è l'unico che prevede un premio per il martirio. Premio, però, che come detto è assicurato solo ed esclusivamente se derivante da azioni da guerra contro nemici dichiarati. In quest'ottica si può vedere quindi come dottrinalmente conforme agli scritti sacri la recente intifadah dei coltelli. Non è invece dottrinalmente riconosciuto come lecita l'azione di novembre a Parigi, invece. Per cui: perché capita?
    1) Alcuni militanti di Daesh non hanno la possibilità di leggersi da soli il Corano causa analfabetismo, quindi sottostanno all'interpretazione che può dare loro un imam jihadisti
    2) I foreign fighters vengono indottrinati all'interpretazione del Corano data dai salafiti la quale, come ho detto, è manipolata in modo che possa essere forzata alla loro interpretazione (ad esempio omettendo o reinterpretando il concetto di nemico dell'islam. Non è un caso se questi FF prima di agire rientrano in Siria o Iraq per "radicalizzarsi". Va considerato che è probabile, tra l'altro, che i leader di ISIS conoscano tecniche di lavaggio del cervello simili a quelle applicate dalla CIA
    3) Alcuni hanno sviluppato un senso anti-occidentale (forse più forte presso Al Qaeda) dovuto ad un secolo di interventi/ingerenze da parte dell'Occidente nelle questioni mediorientali e usano la religione come una scusa (e forse un'autogiustificazione) per il martirio
    4) Alcuni sono assassini di loro sponte e natura
    5) Alcuni sono vessati o ingiuriati dagli europei e reagiscono così.
    In ogni caso, questi attentati non sono giustificati dall'islam e, conseguentemente, non sono di matrice religiosa ma solo di sedicente matrice religiosa. Tuttavia, a mia conoscenza, questa concezione del martirio è presente solo nell'islam, declinata nelle modalità che ho cercato di spiegare, pertanto costituisce un unicum attualmente.

    Il problema si acuisce, come nel breve articolo che vi ho mostrato e che Jack ha cercato puerilmente di inficiare (con del trolling di risibile livello), considerando che Daesh vuole questo odio e, paradossalmente, ottiene proseliti faticando sempre meno. Perché Daesh vuole che il musulmano sia odiato in Occidente, perché più odio ci sarà, più musulmani saranno costretti ad andarsene dall'Europa e , un po' per rancore, un po' per mancanza di alternative, un po' perché forse inizieranno a pensare che tutto sommato la propaganda di ISIS corrisponde al vero, si affilieranno a movimenti sedicenti jihadisti, unendosi a tutti coloro che hanno visto un parente, amico o figlio ucciso da una bomba statunitense, francese o russa.
    Il fondamentalismo è in vantaggio, e qualsiasi visione o opinione a mio avviso miope come la tua accrescerà questo vantaggio. Stai, purtroppo, opponendo ignoranza ad ignoranza; demagogia a demagogia, populismo a populismo e stai avvantaggiando i tuoi nemici.
    Questa è la mia opinione e mi auguro di non averti offeso. E resta la mia opinione, naturalmente, ma forse non è così campata in aria.
    Ti saluto davvero, non ho più tempo e non credo debba aggiungere altro.
    Cima, ti giuro che non capisco il tuo punto di vista.


    Allora, mettiamo che voglia riassumere la tua posizione potremmo dire che:
    L'islam è una religione di pace. Tutti coloro che ammazzano, distruggono, uccidono nel nome dell'Islam violano la sua dottrina e non sono il vero Islam, ergo l'Islam non è un problema.


    Ok, ci posso anche stare*...


    Non chiamiamoli integralisti Islamici, chiamiamoli "mallevatori dello spaturno".
    Abbiamo il problema dei mallevatori dello spaturno, in aumento in Europa e nel mondo, che minchia ci vogliamo fa? che minchia sta facendo il vero Islam di pace per porre un freno al fenomeno in ascesa? cosa dovrebbe fare il malvagio occidente?




    *Ma anche no, ma non voglio star qui a questionare.
    ...there's no need to say thank you, the best way to say it is beeing here and fight with us. - Skip

  9. #249
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    2.001

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Ti saluto davvero, non ho più tempo e non credo debba aggiungere altro.
    "Davvero" a parte, qualcosa mi dice che lo risentiremo ancora...prima o poi
    Sarà il quinto senso e mezzo oppure qualcos'altro...

    ()

  10. #250
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    2.001

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da caesarx Visualizza Messaggio
    Abbiamo il problema dei mallevatori dello spaturno, in aumento in Europa e nel mondo, che minchia ci vogliamo fa? che minchia sta facendo il vero Islam di pace per porre un freno al fenomeno in ascesa? cosa dovrebbe fare il malvagio occidente?
    Beh, seguendo questa logica(e sentendo il parere degli imam) il vero Islam non si sente tenuto a fare assolutamente niente: i terroristi non sono veri islamici--->ca**o volete da noi veri islamici?
    Pilatismo/atteggiamento trolloso a parte, è abbastanza inattaccabile come ragionamento.

  11. #251
    Senior Member L'avatar di Kraven VanHelsing
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Novara
    Messaggi
    174

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da cima99 Visualizza Messaggio
    15) Non so dove abiti quindi non posso rispondere al tuo ultimo punto. Se vuoi essere più preciso ne possiamo discutere. Comunque, 11 anni fa, un mio amico è stato ucciso con una coltellata alla gola da uno svizzero tedesco in un bar che solitamente frequentavo solo perché intervenuto per sedare un alterco. Potevo esserci io al suo posto. Ritengo che non esistano luoghi sicuri, solo luoghi meno pericolosi di altri.
    Alla prossima. Questo post è stato molto costruttivo e, quando vedo costruttività, mi troverai sempre pronto a dialogare ed eventualmente rivedere le mie posizioni
    Misuse of anecdotal evidence is an informal fallacy and is sometimes referred to as the "person who" fallacy ("I know a person who..."; "I know of a case where..." etc. Compare with hasty generalization). Anecdotal evidence is not necessarily representative of a "typical" experience; in fact, human cognitive biases such as confirmation bias mean that exceptional or confirmatory anecdotes are much more likely to be remembered. Accurate determination of whether an anecdote is "typical" requires statistical evidence.

  12. #252
    Senior Member L'avatar di abaper
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Pavia, provincia di
    Messaggi
    1.620

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da Kraven VanHelsing Visualizza Messaggio
    Misuse of anecdotal evidence is an informal fallacy and is sometimes referred to as the "person who" fallacy ("I know a person who..."; "I know of a case where..." etc. Compare with hasty generalization). Anecdotal evidence is not necessarily representative of a "typical" experience; in fact, human cognitive biases such as confirmation bias mean that exceptional or confirmatory anecdotes are much more likely to be remembered. Accurate determination of whether an anecdote is "typical" requires statistical evidence.
    Che fai? Trolli in inglese?

  13. #253
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    24

    Re: Il topic dell'immigrazione


  14. #254
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.369

  15. #255
    quello che fa l'aikido L'avatar di Viggio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Tosev 3
    Messaggi
    2.138
    Gamer IDs

    PSN ID: Viggio Steam ID: Viggio1979

    Re: Il topic dell'immigrazione

    è shameful che i governi non prendano le dovute azioni...
    di prevenzione ormai meglio non parlare più

    Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

    Playstation 4, Playstation 3, Playstation Vita, Playstation TV, Sega Dreamcast, Sega Saturn, Sony PSX, Sega Mega Drive - PC: CPU Intel i5 2500K ,MoBo Asus , 4x2GB Corsair Vengeance DDR3 1600 Mhz , GeForce GTX 570 1280MB DDR5, SSD OCZ 60 GB, HD Maxtor SATA 320 GB 7200 rpm, Sound Blaster Extreme Gamer Fatal1ty 64 MB, sistema audio Creative 5.1 -

  16. #256
    quello che fa l'aikido L'avatar di Viggio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Tosev 3
    Messaggi
    2.138
    Gamer IDs

    PSN ID: Viggio Steam ID: Viggio1979

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Non voglio fare ironia spicciola ma

    "belloooooo, migriamo in Europa!! ci fanno stare in albergo, ci danno da mangiare, ci danno i telefoni, se strilliamo un po' anche i soldi, e c è tutta quella gnocca da molestare! Ragá, in Europa si scopaaaaa!!"

    Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

    Playstation 4, Playstation 3, Playstation Vita, Playstation TV, Sega Dreamcast, Sega Saturn, Sony PSX, Sega Mega Drive - PC: CPU Intel i5 2500K ,MoBo Asus , 4x2GB Corsair Vengeance DDR3 1600 Mhz , GeForce GTX 570 1280MB DDR5, SSD OCZ 60 GB, HD Maxtor SATA 320 GB 7200 rpm, Sound Blaster Extreme Gamer Fatal1ty 64 MB, sistema audio Creative 5.1 -

  17. #257
    Chiù pilu pi tutti! L'avatar di gmork
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Ovunquente.
    Messaggi
    2.143

    Re: Il topic dell'immigrazione

    purtroppo temo che da un eccesso (famo entrare tutti) si passera' a un altro (so tutti potenziali terroristi), perche' quando un fenomeno viene gestito alla cazzo non puo' che finire con ricadute disastrose. purtroppo, dire che islam, almeno in questa fase storica, e modello occidentale non sono compatibili non è politically correct.

  18. #258
    Grande Capo Estiqaatsi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Edinbrah
    Messaggi
    1.403

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Derfel Cadarn Visualizza Messaggio
    kualkuno parlafa tell'esempien sfizzefoh?

    sì, prendiamo esempio.
    tranquillo, a quei poverelli discriminati basterà piangere un po' in qualche talk show italiano per essere assunti qui... mica siamo rassisti, noi!!1!

  19. #259

    Re: Il topic dell'immigrazione

    andiamo che uno svizzero dia lezioni di integrazione... al massimo di elusione fiscale

  20. #260
    Grande Capo Estiqaatsi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Edinbrah
    Messaggi
    1.403

    Re: Il topic dell'immigrazione

    Citazione Originariamente Scritto da nofaxe Visualizza Messaggio
    andiamo che uno svizzero dia lezioni di integrazione... al massimo di elusione fiscale
    Considerando che in Svizzera gli immigrati sono circa il 30%... sì, possono darci una bella lezione.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su