(dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo? - Pagina 49
Pagina 49 di 104 PrimaPrima ... 394748495051 59 99 ... UltimaUltima
Risultati da 961 a 980 di 2064

Discussione: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

  1. #961
    Senior Member L'avatar di Daniel_san
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Londra
    Messaggi
    271

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Zhuge Visualizza Messaggio

    se non sbaglio, la scelta del premier è interna al partito, non si va a nuove elezioni


    Legalmente non e' necessario (l'avvicendamento Blair/Brown era avvenuto appunto cosi'). In questo caso pero' la vedo un po' dura, sicuramente i conservatori eleggeranno un euroscettico, il quale avrebbe pero' vita dura con una maggioranza parlamentare eurofila.


    Citazione Originariamente Scritto da Manu
    Questo sarebbe un degnissimo politico italiano mi immagino laggente che ha votato per cacciare via gli immigrati i prossimi mesi saranno tutti da gustare
    A dire il vero queste cose le dicevano un po' tutti sul fronte del Leave anche durante la campagna elettorale (Farage incluso). Il discorso immigrazione era piu' che altro concentrato sul limitare i flussi futuri, certo anche li' bisogna vedere che tipo di accordo trovano . Sicuramente ci saranno dei peerla che si aspettano la chiusura immediata delle frontiere ma non credo siano la maggioranza.
    Ultima modifica di Daniel_san; 27-06-16 alle 16:45

  2. #962
    Grande Capo Estiqaatsi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Edinbrah
    Messaggi
    1.408

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Daniel_san Visualizza Messaggio


    Legalmente non e' necessario (l'avvicendamento Blair/Brown era avvenuto appunto cosi'). In questo caso pero' la vedo un po' dura, sicuramente i conservatori eleggeranno un euroscettico, il quale avrebbe pero' vita dura con una maggioranza parlamentare eurofila.




    A dire il vero queste cose le dicevano un po' tutti sul fronte del Leave anche durante la campagna elettorale (Farage incluso). Il discorso immigrazione era piu' che altro concentrato sul limitare i flussi futuri, certo anche li' bisogna vedere che tipo di accordo trovano . Sicuramente ci saranno dei peerla che si aspettano la chiusura immediata delle frontiere ma non credo siano la maggioranza.
    in b4 centinaia di migliaia di sudeuropei pronti a trasferirsi in UK in un battibaleno

  3. #963
    Senior Member L'avatar di Daniel_san
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Londra
    Messaggi
    271

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Manu Visualizza Messaggio
    in b4 centinaia di migliaia di sudeuropei pronti a trasferirsi in UK in un battibaleno
    Quello succede gia' da diversi anni

    Nel frattempo, la catastrofe finanziaria continua:

    Brexit, nuovi minimi storici tassi Gilt, 10 anni sotto 1% per prima volta



  4. #964
    Grande Capo Estiqaatsi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Edinbrah
    Messaggi
    1.408

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Daniel_san Visualizza Messaggio
    Quello succede gia' da diversi anni
    Sì, ma tutti insieme, intendo

    Detto questo, ho intenzione a breve di spostare tutti i miei soldi italiani qui. Appena la sterlina rimbalza vado

  5. #965
    Senior Member L'avatar di Glorfindel
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.362
    Gamer IDs

    Steam ID: glorfindel1975

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    trovato queste considerazioni interessanti.

    chi è economista magari potrebbe rispondere punto per punto argomentando (Bagnai è l'autore):

    PS: non sono miei pareri!


    La semplice macroeconomia del Brexit





    Sto leggendo lo studio di Matthes e Busch del quale vi parlo oggi sul Fatto Quotidiano. Nascondo, per innata pudicizia, l'inverecondo orgasmo intellettuale (altro che i tassi che schizzano!) che provo nel vedere i volenterosi carnefici degli scenari disapprovare i modelli mainstream (GGE, DSGE, VAR) e forward-looking solo perché non dicono quello che secondo loro dovrebbero dire. Potranno condividerlo con me, dopo essersi procurati un megarotolo di Scottex intellettuale, solo i colleghi del SEX, pardon: SECS-P/05.

    (...anzi: potrebbero. Purtroppo loro sono i più ideologizzati, quelli che "Bagnai non fa scienza quindi l'aula per il seminario non te la do", ma lasciamo perdere...)
    Peraltro, la loro linea di attacco nel ritrattare la modellistica in cui hanno sempre creduto è, a grandi linee, che ci sarebbero problemi politici dei quali i modelli non tengono conto, la lunghezza dei negoziati, le ritorsioni della Germagna. Nel pezzo di oggi parlo anche di questo. Potrei evocare il concetto di minaccia non credibile e di subgame perfect equilibrium, così, per rassicurare il povero Ricchiardo (una prece). Mi limito a dire che da chiacchierate fatte con amici di Bruxelles sono emerse cose che la lettura di Majone lasciava comunque intuire. In pratica, da quando l'iniziativa Brexit è partita (di fatto, dal termine del negoziato con Cameron), la DG-ECFIN ha sospeso qualsiasi analisi di scenario, qualsiasi studio di un possibile piano B. La retorica è sempre la solita: "abbiamo solo un piano A, and this is it". In realtà, questa retorica non risponde solo all'esigenza (pure vitale) di convincere se stessi che quanto si sta facendo è la cosa giusta (e quindi chi se ne frega se la gente muore). Oltre a questo problema esistenziale c'è un problema organizzativo: in una organizzazione mastodontica, la probabilità che un piano B rimanga segreto (cioè la probabilità che tutti stiano zitti) si calcola applicando il teorema delle probabilità composte: moltiplica che ti moltiplica, da funzionario a ricercatore, da ricercatore a caposervizio, da caposervizio a vicedirettore, ecc., ti avvicini di molto a zero. Ora, siccome il semplice sapere che un piano B ci fosse (indipendentemente da quale fosse) avrebbe dato un segnale politico, l'unico modo per non far sapere che un piano c'era, in questa come in altre circostanze, era non prepararlo.

    E questa storia contiene una lezione cruciale, che chiarisce perché il progetto di megastato europeo è delirante e antistorico. Dato che i contingency plans (vedete oggi come parlo forbito?), cioè, appunto, i piani B, hanno un ovvio valore politico e devono essere tenuti segreti, perché svelarli creerebbe problemi di time consistency (oh, come godo a perculare i miei cosiddetti colleghi...), e dato che la probabilità di mantenerli segreti è inversamente proporzionale alle dimensioni dell'organizzazione che li produce, ne consegue che solo organizzazioni sufficientemente piccole potranno dotarsi di contingency plans. Di converso, organizzazioni mastodontiche sono condannate ad arrivare impreparate agli appuntamenti con la SStoria. Questa osservazione fa il paio con quella di Alesina, secondo cui gli stati piccoli sono dotati di maggiore capacità decisionale perché è più facile per loro costruire un consenso politico. Ne consegue che nel mondo della globalizzazione, dove un piano B in tasca fa sempre comodo (la Brexit lo dimostra), e dove è opportuno decidere in fretta, stati piccoli sopravvivono meglio di imperi giganteschi.

    Mettiamola così: se sei una preda e arriva un predatore, un buon contingency plan è nascondersi. Secondo voi, ci riesce meglio un topo o uno gnu? Chi si fa gnu il leone se lo mangia, e questa è la storia dell'UE.

    A pagina 6 dello studio di Matthes e Busch trovo la perla della quale volevo parlarvi. Gli autori sostengono che "the country would lose free access to the Internal Market of the EU if no other agreement were concluded". Intanto li rassicuro: da Bruxelles mi dicono che la Commissione non intende avere un atteggiamento confrontational. Faranno ponti d'oro alla Gran Bretagna, in particolare ponti d'oro nero, proponendole una soluzione "norvegese": accesso allo Spazio Economico Europeo, e via andare. In parte questo è il risultato della mancanza di piano B, e in parte della permanenza di un residuo di buon senso.



    Ma supponiamo invece che la Gran Bretagna venga isolata dalla Germagna, che le proporrebbe faticose trattative lunghe ben cinque anni (dicono i bene informati, i quali evidentemente non hanno mai sentito parlare di Doha Round...). I poveri inglesi dovrebbero quindi elaborare il lutto di non essere più legati all'Eurozona (che è magna pars di quel che resta dell'UE).

    Ora, facciamo un ragionamento semplicissimo, da Econ102 (settore disciplinare SECS-P/01 o P/02), partendo dalla solita premessa: che l'economia del Brexit è banale e poco interessante (molto più interessante la politica, come la prima parte di questo post spero dimostri). Ragioniamo cioè in termini di commercio internazionale. Mi dite voi che interesse può avere un paese come la Gran Bretagna a stringere legami commerciali con un'area che appena arriva una crisi:

    1) è costretta a tagliare la propria domanda interna (praticando politiche di austerità, cioè di svalutazione interna) per ripristinare i rapporti di competitività interni, e così facendo però si priva nell'aggregato di risorse per comprare i beni altrui (e quindi anche quelli tedeschi);

    2) grazie a questa politica delirante manda regolarmente in dissesto le proprie finanze, il che rende la valuta del proprio vicino (la sterlina) un bene rifugio, costringendola ad apprezzarsi (perché tutti comprano gilt) nel momento in cui avrebbe magari bisogno di cedere anche lei (perché dollaro, euro e yen hanno ingaggiato una race to the bottom), compromettendo ulteriormente l'equilibrio esterno inglese?

    Sì, avete capito bene: quando arriva una crisi, sia l'effetto reddito (distruzione della domanda dell'Eurozona) che l'effetto prezzo relativo (apprezzamento del cambio reale inglese, dovuto all'apprezzamento del cambio nominale della sterlina e alla inevitabile deflazione nell'area euro) penalizzano il commercio britannico, che accusa pesantemente il colpo. Ai gazzettieri propagandisti mostro questo disegnino, che tanto non capiscono (tranquilli, Upton Sinclair non aveva capito nulla: la maggior parte di essi non lo capisce aggratise...):




    Chiaro il concetto?

    Ah, sì, per quelli che si sono svegliati adesso, ovviamente questo è il rapporto saldo partite correnti/Pil della Gran Bretagna (studiate prima di aprire bocca, cazzo, altrimenti diventate complici dei delinquenti che vi stanno massacrando: ogni minuto che mi sottraete per rispiegarvi l'ovvio è un minuto che regalate a quei criminali e ai loro corifei...). Il punto in evidenza è il 2011, inizio delle politiche di austerità, che, come vedete, inverte la tendenza provocata dalla svalutazione fra 2008 e 2009 (descritta nel Tramonto dell'euro, presto in edizione economica), e condanna la Gran Bretagna e un pesantissimo deficit, cioè a essere acquirente di ultima istanza delle nostre merci.

    Se la sterlina è ai minimi storici (cosa che non è vera rispetto all'euro, peraltro: ma su questo i gazzettieri equivocano, perché gli pesa tanto scrivere gli undici caratteri: "sul dollaro"), questo dipende dal fatto che il saldo delle partite correnti britannico è ai minimi storici. Questo minimo storico è sempre legato alle deliranti dinamiche monetarie del resto dell'Europa (guardate un po' dov'è l'altro minimo?).

    E se la Germania non farà ritorsioni, è per il motivo che potrete vedere alla figura 2.3 dello studio di Matthes e Busch, i quali, evidentemente, nei loro studi mettono disegnini dei quali però non sono esattamente in grado di cogliere la portata politica.

    Bene: ribadito che questo non è il motivo principale per il quale è stata votata la Brexit, confermo anche che in termini puramente razionali questo avrebbe dovuto essere il motivo per il quale la Gran Bretagna si sarebbe dovuta sganciare. Nel mare della globalizzazione non ha alcun senso legarsi mani e piedi a un peso morto simile. Anzi! La scelta razionale sarebbe starsene fuori, e invocare la clausola della valuta scarsa del Fmi, o l'ordinamento del Wto, per applicare dazi difensivi contro la Germania (visto che comunque la sterlina rimarrebbe, come rimarrà, un bene rifugio, soggetto pertanto a apprezzamento in caso di crisi, cioè a un andamento prociclico del cambio).

    Ma queste cose, in tutto questo porco mondo di cialtroni, di colleghi che credono ai propri modelli solo se dicono quello che gli è stato detto di dire, di gazzettieri che non hanno capito che è finita la pacchia, queste cose, in tutto il globo, potete leggerle solo qui. Sono troppo semplici perché i miei colleghi ci si sporchino le mani, e troppo complesse perché i gazzettieri le capiscano. Ma questi ultimi, lo abbiamo visto per tutta lagiornata di ieri, sono colti, hanno fatto er classico, mica sono straccioni come gli incauti elettori britannici. Saranno quindi in grado di leggere queste parole:


    πρῶτον οὖν τοῦτο θεωρητέον, ὅτι τὰ τοιαῦτα πέφυκεν ὑπ᾽ ἐνδείας καὶ ὑπερβολῆς φθείρεσθαι, (δεῖ γὰρ ὑπὲρ τῶν ἀφανῶν τοῖς φανεροῖς μαρτυρίοις χρῆσθαι) ὥσπερ ἐπὶ τῆς ἰσχύος καὶ τῆς ὑγιείας ὁρῶμεν: τά τε γὰρ ὑπερβάλλοντα γυμνάσια καὶ τὰ ἐλλείποντα φθείρει τὴν ἰσχύν, ὁμοίως δὲ καὶ τὰ ποτὰ καὶ τὰ σιτία πλείω καὶ ἐλάττω γινόμενα φθείρει τὴν ὑγίειαν, τὰ δὲ σύμμετρα καὶ ποιεῖ καὶ αὔξει καὶ σῴζει. οὕτως οὖν καὶ ἐπὶ σωφροσύνης καὶ ἀνδρείας ἔχει καὶ τῶν ἄλλων ἀρετῶν.

    Ultima modifica di Glorfindel; 27-06-16 alle 17:18

  6. #966
    The Crimson Ghost L'avatar di Kayato
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3.253
    Gamer IDs

    Steam ID: kayato601

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Chiwaz Visualizza Messaggio
    Occhio a chiedere certe cose
    Tranquillo, il risultato non invalida lo stato di moderatore!

    Vabbè Glor, dopo Gesù e Barabba cosa ci tiri fuori? Anche qualcosa su Sodoma e Gomorra?
    Parlando del fatto che non vuoi credere (e non capisco perché) che qualche inglese che ha votato per il "leave" abbia cambiato idea, tieni conto:

    - su milioni di votanti ce ne può essere qualcuno che abbia cambiato idea? Statisticamente parlando.
    - magari vedendo l'effetto economico del risultato qualcuno abbia cambiato idea?
    - conta anche i milioni di inglesi che sono andati a informarsi DOPO il voto
    - ma sopratutto l'ammissione dei promotori del "leave" di aver raccontato balle, magari in tanti hanno votato basandosi su quelle balle.
    Referral:
    Guns of Icarus: nEPHyg (cappellino per voi, achievement per me)
    Linkem: contattatemi per PM (un mese gratis per entrambi)

    Disponibile per COOP LINK

    "...nel 2006 predisporre le nuove abitazioni alla rete telefonica vuol dire restare ancorati al passato! Poi questi muri meglio schermarli, che questi cellulari fanno male." ipotetica cit di chi ha costruito il mio condominio.

  7. #967
    Senior Member L'avatar di Glorfindel
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.362
    Gamer IDs

    Steam ID: glorfindel1975

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Kayato Visualizza Messaggio
    Tranquillo, il risultato non invalida lo stato di moderatore!

    Vabbè Glor, dopo Gesù e Barabba cosa ci tiri fuori? Anche qualcosa su Sodoma e Gomorra?
    Parlando del fatto che non vuoi credere (e non capisco perché) che qualche inglese che ha votato per il "leave" abbia cambiato idea, tieni conto:

    - su milioni di votanti ce ne può essere qualcuno che abbia cambiato idea? Statisticamente parlando.
    - magari vedendo l'effetto economico del risultato qualcuno abbia cambiato idea?
    - conta anche i milioni di inglesi che sono andati a informarsi DOPO il voto
    - ma sopratutto l'ammissione dei promotori del "leave" di aver raccontato balle, magari in tanti hanno votato basandosi su quelle balle.
    perchè non esistono prove. Basta solo quello: portami tu le tue. Dobbiamo fare le persone serie, non la figura degli sciocchi che credono alle pecore che volano.

    E qui non si scappa: non hai foto dentro la cabina elettorale con la faccia di chi firma, che poi il giorno dopo si pente. E' una questione di cui non ne vale la pena nemmeno parlarne. Potresti inventarti di tutto. La propaganda FUNZIONA COSI'.

    Per fortuna non funziona così.

    Chi cambia idea il giorno dopo: milioni di persone? Il giorno dopo? What?

    Effetto economico? Ma se si sapeva del crollo delle borse il giorno dopo: pure io lo immaginavo. Ma non funziona così l'analisi degli effetti. Chi la racconta così e ci insiste sta facendo propaganda: non ascoltarlo.

    I milioni di inglesi che sono andati a informarsi il giorno dopo? Anche qui non ha senso: hai avuto anni per essere informato. La colpa di chi è? Dell'informazione e della politica.

    L'ammissione dei Leave è una chiacchiera.

    Ora è partita la macchina del fango, è solo questa la realtà.

    In tutto questo NON VI E' IL MIO PARERE.

    Io avrei votato REMAIN, sia chiaro (ma poi avrei voluto i fatti, e cavolo, che qui non stiamo andando da nessuna parte).

    Difendo solamente l'esito del referendum: hanno voluto usare la bicicletta referendaria? DEVONO PEDALARE con quella, si chiama democrazia. Altrimenti è grave pensare di fare una votazione e cambiarla il giorno dopo perchè... ci eravamo sbagliati... e anche qui "chi me lo dice?" Te lo dico io: chi aveva votato il REMANI, furbi loro.

    La loro scelta influenza anche noi, ma noi non siamo padroni dei territori dell'UK, dove peraltro continuano da sempre a farsi i cazzi loro, come lo fa la Germania. Dobbiamo accusare la botta e ripartire. Questo è.

    Ora, che si alzino le maniche e si inizino a risolvere i casini, se e dove ce ne sono (anche in EU)

    Avevo detto che se da noi si votasse avrei scelto LEAVE. Come voto di pancia sì, lo farei, ma sotto sotto all'ultimo momento anche io voterei il REMAIN.

    Però per l'ultima volta: non voglio vedere dopo come va piazza affari, voglio vedere BEN ALTRO.
    Ultima modifica di Glorfindel; 27-06-16 alle 17:39

  8. #968
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.401

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Glorfindel Visualizza Messaggio
    Bagnai

  9. #969
    Senior Member L'avatar di Glorfindel
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.362
    Gamer IDs

    Steam ID: glorfindel1975

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da alberace Visualizza Messaggio
    ho riportato quelle considerazioni. Al limite chiedo di risponderne nel merito. Se sono frottole.

  10. #970
    Senior Member L'avatar di Guardian80
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    546

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Glorfindel ma sei Fox?
    Scrivete in modo simile

  11. #971
    Grande Capo Estiqaatsi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Edinbrah
    Messaggi
    1.408

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Glorfindel Visualizza Messaggio
    ho riportato quelle considerazioni. Al limite chiedo di risponderne nel merito. Se sono frottole.
    lettouncazzo, ma non è esattamente quello che si dice una fonte imparziale, anzi personalmente fottesego, anche perché nessuno ha idea di cosa accadrà. Potrebbe cambiare quasi nulla come tutto.

  12. #972
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.401

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Glorfindel Visualizza Messaggio
    ho riportato quelle considerazioni. Al limite chiedo di risponderne nel merito. Se sono frottole.
    bagnai ce l'ha col mondo.
    forse perchè la sua soluzione consiste nel fare debito e stampare moneta senza freni, così siamo tutti più ricchi (), ma la verità è che non capisco molto di economia e mi limito ad appuntarmi gli effetti nefasti che le sue ricette hanno in altri contesti.
    Citazione Originariamente Scritto da Guardian80 Visualizza Messaggio
    Glorfindel ma sei Fox?
    Scrivete in modo simile
    non è lui, garantisco

  13. #973
    The Crimson Ghost L'avatar di Kayato
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Veneto
    Messaggi
    3.253
    Gamer IDs

    Steam ID: kayato601

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Ma che prove vuoi? Lettera originale di proprio pugno con scritto "Dear Mr. Glorfindel I'm a British citizen who voted stay in the referendum and now repents"?
    Referral:
    Guns of Icarus: nEPHyg (cappellino per voi, achievement per me)
    Linkem: contattatemi per PM (un mese gratis per entrambi)

    Disponibile per COOP LINK

    "...nel 2006 predisporre le nuove abitazioni alla rete telefonica vuol dire restare ancorati al passato! Poi questi muri meglio schermarli, che questi cellulari fanno male." ipotetica cit di chi ha costruito il mio condominio.

  14. #974
    Senior Member L'avatar di Glorfindel
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.362
    Gamer IDs

    Steam ID: glorfindel1975

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Manu Visualizza Messaggio
    lettouncazzo, ma non è esattamente quello che si dice una fonte imparziale, anzi personalmente fottesego, anche perché nessuno ha idea di cosa accadrà. Potrebbe cambiare quasi nulla come tutto.
    non mi interessa se sia parziale o meno:

    ci sono considerazioni tecniche, approfondite o meno, sbagliate o meno, non pareri (o meglio non roba del tipo: moriremo tutti, o staremo tutti meglio, allegria!!!).

    in realtà mi piacerebbe qualche risposta puntuale a quelle affermazioni, magari ringrazierei anche (giusto per evitare interventi tipo: ho letto cazzate, la borsa precipita, voi non capite).

    Mi va bene anche un articolo di un economo catastrofista, con risposte sul merito che possano contrastare le sue affermazioni.

  15. #975
    Il Drago Dormiente L'avatar di Zhuge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.198
    Gamer IDs

    Steam ID: zhuge88

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Manu Visualizza Messaggio
    http://www.repubblica.it/esteri/2016...ti_-142897956/

    Boris Johnson:
    "Non c'è una grande fretta di lasciare l'Unione europea", ha ribadito Boris Johnson citato dal Daily Mail. L'ex sindaco di Londra ha poi ringraziato Osborne per aver messo "fine al progetto paura", ovvero alle fosche previsioni sugli effetti della Brexit per l'economia britannica da parte della campagna 'Remain', di cui Osborne è stato paladino. "Non ci sarà una finanziaria di emergenza, le pensioni della gente sono al sicuro, i mercati sono stabili. Sono buone notizie." Johnson ha anche voluto rassicurare i cittadini Ue residenti nel Regno Unito: "Avranno i loro diritti pienamente garantiti e lo stesso accadrà per i britannici che vivono nei Paesi del continente".

    Questo sarebbe un degnissimo politico italiano mi immagino laggente che ha votato per cacciare via gli immigrati i prossimi mesi saranno tutti da gustare aggiungiamoci la storia dei 350 milioni di sterline settimanali trasferiti dall'UE al NHS ogni anno, già smentita, e siamo apposto
    al di là della ridarella che uno come Boris Johnson può instillare naturalmente in chiunque io non penso che né lui né alcun altro il UK possa rassicurare nessuno circa la piena garanzia dei diritti dei cittadini britannici attualmente sul continente

    Now reading: I giardini della Luna (S. Erikson)

    https://www.worldoftrucks.com/en/onl...e.php?id=92274
    Corsair Carbide 200R - Asrock Z97 Extreme4 - Intel Core i7 4790 3.60GHz Quad Core - Arctic Cooling Freezer 13 - Corsair Vengeance 8GB 1600MHz - Samsung 840 EVO 250GB MZ-7TE250BW - Seagate Barracuda 2TB ST2000DM001 - Gigabyte G1 Gaming GTX 1070 8GB - Corsair CS650M 650W - Windows 8.1 64bit DSP OEI


  16. #976
    Senior Member L'avatar di Glorfindel
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.362
    Gamer IDs

    Steam ID: glorfindel1975

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Kayato Visualizza Messaggio
    Ma che prove vuoi? Lettera originale di proprio pugno con scritto "Dear Mr. Glorfindel I'm a British citizen who voted stay in the referendum and now repents"?
    quindi a te basta uno che per la strada ti dica che si è pentito? Magari è uno dei 77mila truffatori e più che ha creato la petizione per rifare il referendum?

    Ok.

  17. #977
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.401

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Kayato Visualizza Messaggio
    Ma che prove vuoi? Lettera originale di proprio pugno con scritto "Dear Mr. Glorfindel I'm a British citizen who voted stay in the referendum and now repents"?
    di che minchia state parlando ancora?

    http://www.giornalettismo.com/archiv...truffa-bufala/

  18. #978
    Il Drago Dormiente L'avatar di Zhuge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.198
    Gamer IDs

    Steam ID: zhuge88

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da Daniel_san Visualizza Messaggio
    Quello succede gia' da diversi anni

    Nel frattempo, la catastrofe finanziaria continua:

    Brexit, nuovi minimi storici tassi Gilt, 10 anni sotto 1% per prima volta


    i Gilt sono i loro bot? non capisco dove sarebbe il male se gli si abbassa l'interesse; soprattutto non capisco perché si abbassa l'interesse

    in buona sostanza, non capisco un cazzo; aita, qualcuno mi esplichi

    Now reading: I giardini della Luna (S. Erikson)

    https://www.worldoftrucks.com/en/onl...e.php?id=92274
    Corsair Carbide 200R - Asrock Z97 Extreme4 - Intel Core i7 4790 3.60GHz Quad Core - Arctic Cooling Freezer 13 - Corsair Vengeance 8GB 1600MHz - Samsung 840 EVO 250GB MZ-7TE250BW - Seagate Barracuda 2TB ST2000DM001 - Gigabyte G1 Gaming GTX 1070 8GB - Corsair CS650M 650W - Windows 8.1 64bit DSP OEI


  19. #979
    Senior Member L'avatar di Glorfindel
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.362
    Gamer IDs

    Steam ID: glorfindel1975

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da alberace Visualizza Messaggio
    di che minchia state parlando ancora?

    http://www.giornalettismo.com/archiv...truffa-bufala/
    appunto, perchè noi dovremmo non credere a chi si pente? Perchè siamo come San Tommaso?

  20. #980
    Il Drago Dormiente L'avatar di Zhuge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.198
    Gamer IDs

    Steam ID: zhuge88

    Re: (dis)Unione Europea, vicino il fallimento definitivo?

    Citazione Originariamente Scritto da alberace Visualizza Messaggio
    bagnai ce l'ha col mondo.
    forse perchè la sua soluzione consiste nel fare debito e stampare moneta senza freni, così siamo tutti più ricchi (), ma la verità è che non capisco molto di economia e mi limito ad appuntarmi gli effetti nefasti che le sue ricette hanno in altri contesti.

    non è lui, garantisco
    adesso capisco meglio la prospettiva di Bagnai, grazie alberacio

    Now reading: I giardini della Luna (S. Erikson)

    https://www.worldoftrucks.com/en/onl...e.php?id=92274
    Corsair Carbide 200R - Asrock Z97 Extreme4 - Intel Core i7 4790 3.60GHz Quad Core - Arctic Cooling Freezer 13 - Corsair Vengeance 8GB 1600MHz - Samsung 840 EVO 250GB MZ-7TE250BW - Seagate Barracuda 2TB ST2000DM001 - Gigabyte G1 Gaming GTX 1070 8GB - Corsair CS650M 650W - Windows 8.1 64bit DSP OEI


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su