[Presidenziali USA] The Political Machine 2016 - Pagina 16
Pagina 16 di 192 PrimaPrima ... 61415161718 26 66 116 ... UltimaUltima
Risultati da 301 a 320 di 3822

Discussione: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

  1. #301
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.359

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    qualcuno avrà spiegato a trump che i latinos sono cattolici

  2. #302

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Finalmente sono riuscito ad affrontare il sondaggio da vero falco Repubblicano
    83% Rubio e 75% Jebbino

    Le altre volte partivo bello deciso ma poi mi facevo sempre impietosire da poveri, immigrati e Obamacare e finivo in braccio a Hillary e compagni
    DK

  3. #303
    Senior Member L'avatar di Ray
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    694

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da Jaqen Visualizza Messaggio

    Con tutti i difetti di Trump e del suo movimento, questo fa del Canada un paese molto peggiore, molto meno libero e molto più oligarchico, eh
    Case in point
    Stiamo parlando di un posto dove il primo ministro è una bambocciosa nullità che è lì solo in quanto figlio d'arte, che ha ancora un governatore generale nominato dalla corona, che ha un senato non elettivo, e varie altre gaiezze.



    Vergognoso, vero, che l'elettorato voti come vuole e non come la pensano le intellighenzie nelle torri d'avorio?

    Edito visto che ho letto l'articolo ora che sono su un pc [il link e' rotto] e mi pesava il culo a copia incollare sul cellulare

    La critica mi sembra abbastanza capziosa. Un po' come dire che l'assenza di Ken Ham impoverisce il dibattito scientifico. Il Canada avra' diversi difetti, come tutti gli stati a voler fare cherry picking, ma mi sembra molto piu' civile ed istruito di altri. Poi se come metro di misura della liberta' che offre uno stato usiamo la possibilita' di venire rappresentati da candidati tipo Trump mi sa che siamo a qualche parsec di distanza

    poi che trudino serva piu' a sorridere in foto che altro se ne puo' discutere

    Sent from my Nexus 5 using Tapatalk
    Ultima modifica di Ray; 19-02-16 alle 19:59

  4. #304
    Senior Member L'avatar di BodyKnight
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    248

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da Jaqen Visualizza Messaggio
    Body, per curiosità, fra i vari rimasti nelle primarie del GOP, per chi voteresti adesso se dovessi partecipare al supermartedì?


    Voterei Rand Paul senza esitare, ho optato per l'irrilevanza politica molto tempo fa. Nemmeno so se s'è ritirato, ma probabilmente sì.

  5. #305
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.674

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da BodyKnight Visualizza Messaggio
    Voterei Rand Paul senza esitare, ho optato per l'irrilevanza politica molto tempo fa. Nemmeno so se s'è ritirato, ma probabilmente sì.
    Si è ritirato, tanto ormai la salute mentale per i candidati repubblicani è un optional e la base è talmente estremizzata che considererebbe l'attuale PM inglese un pericoloso comunista mangiabambini.
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  6. #306
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    1.994

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Jaq dimmi che il "bacucco che piace ai giovani(poveri loro fosse vero)" NON ha detto: "Sogno un'America con il volto dell'Europa".
    Probabilmente sono le solite onde deformanti della stampa nostrana...è cosi'?

    ()

  7. #307
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.359

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    buongiorno, marlb

  8. #308
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    1.994

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da alberace Visualizza Messaggio
    buongiorno, marlb
    Era sul Corriere di oggi(oppure ne ho riletto uno vecchio senza farci caso )
    Comunque è vero o no?



    edit: è sulla STAMPA di oggi
    Ultima modifica di Marlborough's; 20-02-16 alle 17:52

  9. #309
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.359

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    sento sanders parlare di modello scandinavo dall'estate scorsa

  10. #310
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    1.994

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da alberace Visualizza Messaggio
    sento sanders parlare di modello scandinavo dall'estate scorsa
    Il che è già abbastanza delirante ma non tanto quanto il sognare un'"America col volto dell'Europa"
    Jaq?

  11. #311
    Senior Member L'avatar di BodyKnight
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    248

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Il Bacucco é l'ultima foglia di fico dell'idea assurda che la Sinistra americana sia una versione annacquata di quelle europee.

  12. #312
    Senior Member L'avatar di Ray
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    694

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Bush si defila...e dire che all'inizio dei gioci si pensava a lui vs Hillary come naturale outcome delle primarie

    Sent from my Nexus 5 using Tapatalk

  13. #313
    Since 2002 L'avatar di alberace
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    6.359

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016


  14. #314
    Senior Member L'avatar di Odradek
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    678

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Non c'entra molto ma è interessante


  15. #315
    Senior Member L'avatar di Edward Green
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.219

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Pure i simpson



    Bush che picchia Trump però non è realistico
    In nome dell'Equilibrium...

  16. #316
    Senior Member L'avatar di Edward Green
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.219

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    A proposito, stavolta L'Huffington americano che copertina ha fatto per la vittoria di Trump?
    In nome dell'Equilibrium...

  17. #317
    Senior Member L'avatar di Gilgamesh
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.092

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da Edward Green Visualizza Messaggio
    A proposito, stavolta L'Huffington americano che copertina ha fatto per la vittoria di Trump?




  18. #318
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    1.994

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Jaq?
    Sei sparito di nuovo?


    ...welp


    ()

  19. #319
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    196

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da alberace Visualizza Messaggio
    sento sanders parlare di modello scandinavo dall'estate scorsa
    a tal proposito, un' interessante analisi su Forbes
    http://www.forbes.com/sites/realspin.../#7485c8bf3aa9

    Bernie Sanders' Scandinavian Utopia Is An Illusion


    It seems as though Bernie Sanders’ Scandinavian Shangri-La primarily exists in his own fantasy world. (Photo by Bill Pugliano/Getty Images)

    Throughout his campaign, Bernie Sanders has stressed that he wants America to be more like Scandinavia. No surprise there, given that the presidential hopeful is a self-proclaimed Democratic socialist.

    In an interview with ABC’s “This Week,” the Vermont Senator said “In those countries, by and large, government works for ordinary people in the middle class, rather than, as is the case right now in our country, for the billionaire class.”



    Sanders’ argument takes its starting point in the perception that the Scandinavian so called third-way economic model between socialism and capitalism works well, and that the U.S. could reach the same socio-economic outcomes and prosperity by simply expanding the size of government.

    If one studies Nordic politics, economy and history in depth, however, it becomes evident that like with most urban legends, the reality of Sanders’ utopia is wrong. Causality rather runs in the other direction.

    Success precedes the contemporary welfare state

    The Swedish economist Tino Sanandaji argues in his book “Scandinavian Unexceptionalism” (2015) that a key factor contributing to the Northern European success story has its roots in cultural factors. The Nordics, Sweden in particular, historically developed remarkably high levels of social trust, a robust sense of work ethics and social cohesion, beliefs which pre-dated the formation of the modern welfare state.

    The relative success of Nordic countries like Sweden, in terms of being characterized by high living standards, long life expectancy and low crime rates combined with a considerable degree of social cohesion and even distributions of income, precedes the contemporary welfare state as well.

    Sweden’s laissez-faire reforms

    In the mid-1800s, Swedish Minister of Finance Johan August Gripenstedt, who had discovered the economist Claude Frédéric Bastiat’s ideas following a visit to France, introduced extensive economic laissez-faire reforms. He deregulated the financial sector, and promoted free enterprise, free competition and free trade. These reforms prompted Sweden’s transition to capitalism with the Scandinavian country reaching one of the fastest global economic growth rates by 1890.

    During the subsequent prosperous 60 years, tax rates were lower than in other European countries and in the U.S. It was in 1950 when Stockholm’s taxation levels first increased to 20% of GDP, although they remained comparatively low.

    Sweden wasn’t always this free. The 30 years to come were characterized by the growth of the generous cradle-to-grave welfare state which Sanders begrudges, based upon government intervention, an increase of tax rates and the re-regularization of previously free markets. The country’s total tax burden reached a crescendo in 1990 at 52.3%, having a negative effect on business and job creation.

    The golden years of socialism weren’t great for the economy

    These socialist golden years, which saw a peak of big government, were not so golden for economic performance. While Sweden’s growth was second in the world in 1970 (Japan was first), it had quickly dropped to the second-lowest within the OECD in 1990.

    It seems as Sanders’ Scandinavian Shangri-La primarily exists in his own fantasy world. The Nordic countries enjoyed productive economic systems before the welfare states we know today were established.

    The Senator — who prides himself in promoting a Scandinavian brand of “democratic socialism” – also tends to forget that Sweden began to reverse its economic model during the 1990s by implementing reforms that would have made his Republican contenders proud: State-owned companies were sold and financial markets were once again deregulated while public monopolies were replaced with competition.

    The success story of nations such as Sweden were hence not achieved thanks to the welfare state model, but perhaps despite its existence.

    The other side of the welfare system

    Rather than persistently suggesting that the U.S. should embrace a Scandinavian utopia as a means to create equality – an argument about as intelligent as telling an average-looking person to look like a Swedish supermodel – it is time for Sanders to reveal the other side of the equation: that extensive welfare systems are financed by high taxes on ordinary working families who produce the wealth of America.

    The Senator should acknowledge that the only way to finance these generous benefits is by imposing a tax hike for the same middle class income earners he claims to represent rather than the “billionaire class” that “cannot have it all.”

    The truthful lesson learned from the Scandinavian experience is that the Nordic welfare state models are not only problematic to duplicate, but that it can be fundamentally unwise for country like America to do so.

  20. #320
    Armchair general L'avatar di Jaqen
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    863

    Re: [Presidenziali USA] The Political Machine 2016

    Citazione Originariamente Scritto da Marlborough's Visualizza Messaggio
    Jaq?
    Sei sparito di nuovo?
    Ecchè, un weekend senza forum ed già è red alert?

    PS: Quando ho tempo rispondo anche agli altri, intanto ringrazio Body, con cui sento una certa comunanza quando dice "le mie idee sono condannate all'irrilevanza politica"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su