Il profumato topic del calcio internazionale - Pagina 44
Pagina 44 di 234 PrimaPrima ... 344243444546 54 94 144 ... UltimaUltima
Risultati da 861 a 880 di 4665

Discussione: Il profumato topic del calcio internazionale

  1. #861
    Marotta Vattene L'avatar di MrVermont
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    La provincia fiorentina
    Messaggi
    3.384

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da tomlovin Visualizza Messaggio
    Soprattutto, sì.
    Ma anche della incapacità dell'UEFA di darsi una regolamentazione che ponesse un argine allo sfacelo che quella sentenza ha creato.
    Un salary cap sarebbe stato l'ideale.


    Manco Totti?
    A breve la sua maglia potrebbe diventare un cimelio.
    Mah. Dubito potessero fare qualcosa. La colpa di questa situazione è della UE.

    Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

  2. #862
    Senior Member L'avatar di ABS
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.275

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Piove, UE ladra. Suvvia, in epoca di globalizzazione, mezzi di trasporto e di comunicazione che annullano/riducono le distanze, ecc. pensare che potesse reggere ancora per molto una roba ultranazionalistica e autarchica come i tre stranieri per squadra (o quanti erano) è un po' utopistico. Mi pare che in USA/Canada attraverso dei sistemi di regole complesse siano riusciti in varie popolari discipline a creare campionati altamente spettacolari ed equilibrati (almeno nel senso che chi è messo male un anno può nell'arco di qualche stagione rimettersi in carreggiata e tornare competitivo, e dove non vincono sempre gli stessi)(ovviamente c'è chi può continuare legittimamente a pensare che la mancanza di equilibrio a questi livelli non sia un problema e continuare a divertirsi guardando partite scontate e contando i peli nel culo di Messi e Cristiano Ronaldo).

  3. #863
    Geppe Brillo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.818

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da ABS Visualizza Messaggio
    Piove, UE ladra. Suvvia, in epoca di globalizzazione, mezzi di trasporto e di comunicazione che annullano/riducono le distanze, ecc. pensare che potesse reggere ancora per molto una roba ultranazionalistica e autarchica come i tre stranieri per squadra (o quanti erano) è un po' utopistico. Mi pare che in USA/Canada attraverso dei sistemi di regole complesse siano riusciti in varie popolari discipline a creare campionati altamente spettacolari ed equilibrati (almeno nel senso che chi è messo male un anno può nell'arco di qualche stagione rimettersi in carreggiata e tornare competitivo, e dove non vincono sempre gli stessi)(ovviamente c'è chi può continuare legittimamente a pensare che la mancanza di equilibrio a questi livelli non sia un problema e continuare a divertirsi guardando partite scontate e contando i peli nel culo di Messi e Cristiano Ronaldo).
    Quoto tutto, il problema non è bosman, il problema è l'incapacità delle squadre e del calcio in generale di darsi delle regole e soprattutto di farle rispettare. Tutti vogliono tenersi il proprio pezzo di giardino, anche se fa schifo. In altri sport e altri contesti la globalizzazione e l'apertura hanno portato ad un livellamento dei valori e non il contrario, senza contare che come dice ABS sono processo inevitabili. Comunque la sparizione delle squadre slave, rumene etcetc, non è figlia di bosman, è figlia della situazione economica di quei paesi e della sparizione dei regimi che quelle squadre le foraggiavano: mettete insieme in un'unica squadra i migliori giocatori rumeni com'era una volta con la steaua, avete una squadra da Champions? Mah, forse vi viene fuori una squadra da gironi di Europa league...
    Ultima modifica di Sbonk; 17-02-16 alle 12:35

  4. #864
    ghost_master L'avatar di Drake Ramoray
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Verona
    Messaggi
    2.122

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    tipo?

  5. #865
    Geppe Brillo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.818

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da Drake Ramoray Visualizza Messaggio
    tipo?
    Tipo che? Mi sa che avevo editato

  6. #866
    Senior Member L'avatar di felaggiano
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    789

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da Sbonk Visualizza Messaggio
    Comunque la sparizione delle squadre slave, rumene etcetc, non è figlia di bosman, è figlia della situazione economica di quei paesi e della sparizione dei regimi che quelle squadre le foraggiavano: mettete insieme in un'unica squadra i migliori giocatori rumeni com'era una volta con la steaua, avete una squadra da Champions? Mah, forse vi viene fuori una squadra da gironi di Europa league...
    Questo vale per le rumene però, al massimo, perché di slavi forti ce ne sono diversi in giro. Poi ci sono anche le varie scozzesi, olandesi, belghe etc che non hanno certo sofferto per via di cambi di regime.
    Comunque il problema secondo me non sono solo le frontiere aperte ma anche il fatto che i giocatori a fine contratto sono svincolati. Prima non era così, bisognava comunque pagare il "cartellino" e questo rendeva più semplice trattenere i giocatori.

  7. #867
    Senior Member L'avatar di ABS
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.275

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da felaggiano Visualizza Messaggio
    Comunque il problema secondo me non sono solo le frontiere aperte ma anche il fatto che i giocatori a fine contratto sono svincolati. Prima non era così, bisognava comunque pagare il "cartellino" e questo rendeva più semplice trattenere i giocatori.
    Eh, beh, ma è semplicemente giusto che sia così... C'è quel piccolo aspetto chiamato "diritti/tutela dei lavoratori" (che può far sorridere se si pensa a quanto guadagnano i calciatori, ma non tutti sono miliardari e la carriera dura poco). Pensa se ti scadesse il contratto dove lavori e se non ti lasciassero libero di cambiare posto perché la nuova ditta e quella vecchia non si mettono d'accordo, e la vecchia ditta prende a mobbizzarti, annullando di fatto le tue prospettive future di trovare un altro impiego.

  8. #868
    Moderatore L'avatar di tomlovin
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.912

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da ABS Visualizza Messaggio
    Piove, UE ladra. Suvvia, in epoca di globalizzazione, mezzi di trasporto e di comunicazione che annullano/riducono le distanze, ecc. pensare che potesse reggere ancora per molto una roba ultranazionalistica e autarchica come i tre stranieri per squadra (o quanti erano) è un po' utopistico. Mi pare che in USA/Canada attraverso dei sistemi di regole complesse siano riusciti in varie popolari discipline a creare campionati altamente spettacolari ed equilibrati (almeno nel senso che chi è messo male un anno può nell'arco di qualche stagione rimettersi in carreggiata e tornare competitivo, e dove non vincono sempre gli stessi)(ovviamente c'è chi può continuare legittimamente a pensare che la mancanza di equilibrio a questi livelli non sia un problema e continuare a divertirsi guardando partite scontate e contando i peli nel culo di Messi e Cristiano Ronaldo).
    Non ci si riferiva tanto ai tre stranieri quanto al "cartellino", credo.

    E' vero che non era più possibile tollerare una situazione di semi-schiavismo (col cartellino, le squadre detentrici potevano decidere che la tua carriera era finita) ma è anche vero, di contro, che la sentenza-bosman (che ha, di fatto, abolito il cartellino) ha sbilanciato tutto nel senso opposto: oggi, puoi spendere 92 mln per comprare Ronaldo e poi, se alla fine del contratto lui non rinnova, lo perdi senza guadagnarci nulla.
    Questo che significa? Che prima le varie squadre slave, rumene, russe, ecc potevano anche cercare di tenersi i loro campioni o cercare di farli pagare a carissimo prezzo, oggi no: sanno che se tirano troppo la corda, alla fine il giocatore non rinnova e loro lo perdono a zero.

    Per di più, a sbilanciare ancora di più le cose, manca un elemento essenziale che invece fa la fortuna di quei campionati a cui accennavi tu: il salary cap.
    Nelle leghe professionistiche americane non può esistere un real madrid che compra tutti i migliori e poi gioca a palleggiare sulle teste degli altri: non importa quanti soldi abbia il proprietario della squadra, dovrà sempre e comunque fermarsi a un certo tetto di stipendi.
    Qua in europa abbiamo pochissime squadre che (tra fatturati enormi e magnati pieni di soldi) monopolizzano il mercato, prendono tutti i migliori e lasciano le briciole alle altre. Dove, ovviamente, le "altre" sono squadre di seconda fascia (Juve, Atletico, Borussia, ecc), mica TUTTE le altre... a quellle che non sono manco di seconda fascia, non rimangono manco le briciole.
    E il risultato è quello che si vede: Real Madrid-Malmoe 8-0, Barcellona-Roma 6-1, Bayern-Roma 7-1, Bayern-Dinamo Zagabria 5-0, Schalke-Chelsea 0-6, Bayern-Porto 6-1 (solo prendendo in esame le ultime due champions e le squadre con un minimominimo di blasone), ecc...

    E' un sistema che è destinato a scoppiare perchè prima o poi ci si romperà i coglioni di vedere sempre e soltanto le solite 4-5 squadre giocarsi il titolo.
    E a livello di campionati nazionali rischia di diventare pure peggio, la cosa: lì già averne due, che si combattono ad armi pari, è tanto.
    Ultima modifica di tomlovin; 17-02-16 alle 13:26

  9. #869
    Marotta Vattene L'avatar di MrVermont
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    La provincia fiorentina
    Messaggi
    3.384

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da ABS Visualizza Messaggio
    Piove, UE ladra. Suvvia, in epoca di globalizzazione, mezzi di trasporto e di comunicazione che annullano/riducono le distanze, ecc. pensare che potesse reggere ancora per molto una roba ultranazionalistica e autarchica come i tre stranieri per squadra (o quanti erano) è un po' utopistico. Mi pare che in USA/Canada attraverso dei sistemi di regole complesse siano riusciti in varie popolari discipline a creare campionati altamente spettacolari ed equilibrati (almeno nel senso che chi è messo male un anno può nell'arco di qualche stagione rimettersi in carreggiata e tornare competitivo, e dove non vincono sempre gli stessi)(ovviamente c'è chi può continuare legittimamente a pensare che la mancanza di equilibrio a questi livelli non sia un problema e continuare a divertirsi guardando partite scontate e contando i peli nel culo di Messi e Cristiano Ronaldo).
    Tutto bello e tutto vero.
    Il fatto è che gli USA sono una nazione unica.
    Nella UEFA ci stanno 60 stati differenti, di cui una trentina sottoposti ai regolamenti UE. E' decisamente più complessa la situazione. Inoltre negli USA non c'è il sistema delle retrocessioni tanto per dire.
    Fare paragoni col sistema americano ihmo è sbagliatissimo perchè i contesti sono totalmente diversi. A me il sistema delle leghe USA piace eh. Ma fuori dagli USA è assolutamente inapplicabile.

    E ribadisco: la sparizione delle storiche squadre dell'est, olandesi, belghe e scozzesi è colpa principalmente della sentenza bosman.
    Io mi riferisco soprattutto ai 3 stranieri in campo. Quelli per forza di cose faceva si che quelle realtà potevano tenersi buona parte dei loro giocatori migliori.
    Ultima modifica di MrVermont; 17-02-16 alle 13:30

  10. #870
    Moderatore L'avatar di tomlovin
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.912

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Ah, e aggiungo che (al di là del discorso delle solite 4-5 che monopolizzano tutto) una partita che finisce 5-0, 6-0 o simili, è BRUTTA.
    E' brutta a prescindere perchè non c'è gara, non ha nemmeno senso stare a guardarla.

    E ormai, in CL, ce ne sono tante.

  11. #871
    Senior Member L'avatar di EddieTheHead
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.056

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    imho nel suo piccolo togliere i gironi di CL e fare tutto a scontro diretto come una volta un minimo aiuterebbe. Certo le squadre top top probabilmente andrebbero avanti cmq e quindi per loro non sarebbe così decisiva, ma al di fuori di quelle potrebbe essere una buona mossa per redistribuire un po' di soldi e immagine anche ai team minori.

  12. #872
    Geppe Brillo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.818

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da felaggiano Visualizza Messaggio
    Questo vale per le rumene però, al massimo, perché di slavi forti ce ne sono diversi in giro. Poi ci sono anche le varie scozzesi, olandesi, belghe etc che non hanno certo sofferto per via di cambi di regime.
    Comunque il problema secondo me non sono solo le frontiere aperte ma anche il fatto che i giocatori a fine contratto sono svincolati. Prima non era così, bisognava comunque pagare il "cartellino" e questo rendeva più semplice trattenere i giocatori.
    Mi espongo ad inesattezze, ma le squadre olandesi, scozzesi (belghe boh, han vinto davvero così tanto? ) etcetc erano comunque squadre-stato di campionati inferiori agli altri, non è che siccome l'Ajax o il psv vinceva la Champions allora il campionato olandese era mediamente migliore degli altri, i rapporti di forza sono sempre stati a favore dei grandi campionati europei.

    In ogni caso lo scorso anno abbiamo avuto un dnipro in finale di EL, abbiamo avuto vincitrici portoghesi/ucraine/russe... certo, la Champions è affare fra quelle 5-6 squadre, ma negli ultimi 10 anni ci son state anche sorprese, ovvio che però i valori siano quelli lì.

    Discorso slavi, è vero che ce ne sono di forti, ma la nazionale croata o quella serba (perché quella jugoslava non c'è più e la colpa non è certo di bosman ) messa in un contesto di squadra di club sarebbe una squadra da finale si Champions? Ho i miei dubbi
    Ultima modifica di Sbonk; 17-02-16 alle 13:51

  13. #873
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.414

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Poi quando ci andavano solo le vincitrici capitava l'hanno che per l'italia si presentasse il verona o per la spagna l'atletico o per la germania l'amburgo.Questo dava la possibilita' a squadre di campionati minori di emergere.
    Oggi ci son sempre le solite corazzate

  14. #874
    Senior Member L'avatar di SimoSky
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.331

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da tomlovin Visualizza Messaggio
    Ah, e aggiungo che (al di là del discorso delle solite 4-5 che monopolizzano tutto) una partita che finisce 5-0, 6-0 o simili, è BRUTTA.
    E' brutta a prescindere perchè non c'è gara, non ha nemmeno senso stare a guardarla.
    Dipende.
    Nel senso che se un tifoso del Barca va al Camp Nou e vede la sua squadra dare spettacolo e segnare un sacco di gol per me si diverte.... la pensassero tutti come te il Barca non avrebbe abbonati (abbonamento che costa l'ira di Dio, peraltro ) visto che si annoierebbero a morte a vedere la propria squadra distruggere il 90% delle squadre che affronta.

    Possono essere belle sia le partite tattiche che quelle in cui una squadra domina in modo netto e regala colpi straordinari dal punto di vista tecnico....
    Ultima modifica di SimoSky; 17-02-16 alle 14:27

  15. #875
    Geppe Brillo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.818

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da MrVermont Visualizza Messaggio
    Tutto bello e tutto vero.
    Il fatto è che gli USA sono una nazione unica.
    Nella UEFA ci stanno 60 stati differenti, di cui una trentina sottoposti ai regolamenti UE. E' decisamente più complessa la situazione. Inoltre negli USA non c'è il sistema delle retrocessioni tanto per dire.
    Fare paragoni col sistema americano ihmo è sbagliatissimo perchè i contesti sono totalmente diversi. A me il sistema delle leghe USA piace eh. Ma fuori dagli USA è assolutamente inapplicabile.
    Basterebbe che la UEFA stabilisse criteri per l'accesso alle sue competizioni un po' più seri della barzelletta del FPF e davvero uguali per tutti, ma le squadre non sarebbero d'accordo mai.
    E ribadisco: la sparizione delle storiche squadre dell'est, olandesi, belghe e scozzesi è colpa principalmente della sentenza bosman.
    Io mi riferisco soprattutto ai 3 stranieri in campo. Quelli per forza di cose faceva si che quelle realtà potevano tenersi buona parte dei loro giocatori migliori.
    Giocatori che magari oggi invece di passare dalle pluribancarottate squadre dell'est (perchè la realtà è questa, con la fine del bipolarismo le squadre dell'est sono andate quasi tutte in mona dal punto di vista finanziario), sarebbero andati a prendere i soldi in Giappone/Cina/Stati Uniti privando di loro le competizioni europee

    Si possono mettere regole/limitazioni/incentivi etc.etc., ma i giocatori forti vanno dove ci sono i soldoni, è così da quando esiste lo sport professionistico. Il calcio italiano è in crisi perchè ha regole diverse rispetto a quelle delle altre potenze europee? No, il calcio italiano è in crisi perchè rispetto ai tempi d'oro ci sono moooolti meno soldi

  16. #876
    Senior Member L'avatar di Eliwan
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.971

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale


  17. #877

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    i 2 avvenimenti che hanno mutato profondamente lo scenario calcistico causando lo squilibrio che si vede oggi sono stati la riforma delle coppe con l'allargamento della champions e l'avvento degli sceicchi, ed il calcio italiano più di tutti gli altri paesi ne ha risentito

    fateci caso, fino alla riforma della champions del 99 vincevamo la coppa uefa praticamente ogni anno e da allora non ne abbiamo più vinta una
    in champions c'è stato il ciclo del milan ancelottiano e la coppa del triplete dell'inter, cioè le squadre di berlusconi e moratti ovvero i 2 presidenti italiani che nella storia hanno speso più soldi per le loro squadre, una volta arrivati gli sceicchi i 2 paperoni di casa nostra non sono più riusciti ad essere competitivi ed il divario è aumentato, d'altronde per quanto un moratti potesse essere appassionato e "folle" non poteva di certo mettersi a competere sul mercato con gente che spende 80 milioni per un de bruyne qualsiasi

    purtroppo il nostro calcio non è ancora riuscito ad adeguarsi ed è rimasto fermo a parte la juve che si è portata avanti con lo stadio nuovo eccetera ma il divario resta ancora ampio e non colmabile in tempi brevi

    per quanto riguarda i paesi minori gli exploit di steaua stella rossa ecc resteranno nei ricordi dei nostalgici, al massimo potrà esserci qualche sorpresa da qualche club medio che azzecca la stagione della vita (zenit? porto, come nel 2004?)
    Mi rendo disponibile ad essere insultato ai sensi dell'art. 1 del 29/3/2016 legge Salgari

  18. #878

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da Spyro23 Visualizza Messaggio
    Chi è il tipo dell'avatar?
    dovrebbe essere adinolfi, l'ho fatto scegliere al primo che passava in j4s

  19. #879
    Senior Member L'avatar di Spyro23
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    810

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da JohnnyStecchino Visualizza Messaggio
    dovrebbe essere adinolfi, l'ho fatto scegliere al primo che passava in j4s
    Ottima scelta farlo scegliere in j4s

    Lavezzi alla fine è andato in Cina

  20. #880

    Re: Il profumato topic del calcio internazionale

    Citazione Originariamente Scritto da CRONALDO
    blablabla
    beh spero che non gliela chieda nessuno la maglia a sto punto

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su