Il topic della Rassegna Stampa radical-chic - Pagina 4
Pagina 4 di 9 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 80 di 169

Discussione: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

  1. #61
    Senior Member L'avatar di Odradek
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    679

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    “Ho imparato il ruolo nel Real. Dopo l’1 a 0 decidevamo di chiudere tutto, io e i quattro che mi giocavano dietro. Quelli davanti avevano a quel punto il solo compito d’attaccare, attaccare e attaccare negli spazi che inevitabilmente si riaprivano. Al resto pensavamo noi.”
    http://zonacesarini.net/2016/02/15/claude-makelele/

  2. #62
    since 07-10-01 L'avatar di Frykky
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Firenze
    Messaggi
    2.307

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Qualcuno ha visto l'intervista di condò a mancini?


  3. #63
    Havoc L'avatar di MrWashington
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4.763
    Gamer IDs

    PSN ID: hante1989 Steam ID: MrWashington

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Citazione Originariamente Scritto da Frykky Visualizza Messaggio
    Qualcuno ha visto l'intervista di condò a mancini?

    io!

    Ben fatta, certo mancini mi sta sul cazzo ma si vede che condò è un gran giornalista.

    Battletag: MrWashington#21181

  4. #64
    fullmetalshinigami
    Guest

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Un gran bel modo per fare gli auguri a Baggio:
    "La partita, per me, finì lì. Certo, poi ci furono i supplementari, il fallo su Benarrivo, il rigore (palo-gol) trasformato ancora da Baggio, la festa in campo, il ritorno a casa, la notte piena di sogni di gloria. Più avanti, ci fu la vittoria con la Spagna, vista - questa volta – nella casa di Castorano, perché i nostri padri avevano aggiustato l’antenna, con un altro gol di Baggio dopo che Tassotti aveva spaccato il naso a Luis Enrique; la doppietta sempre di Baggio contro la Bulgaria, vista in una televisioncina caprese odorosa di gerani e acquesantiere; e così via. Ma quel Mondiale era finito lì, con quel pareggio di Baggio, quel tiro furbo, disinvolto, bello, quel momento di sollievo dopo una corsa a perdifiato. Giustizia era fatta: per me, per lo zio Diego, per Giorgio, per Zola, per l’Italia tutta. Quello rimane il mio gol mondiale preferito, perché è quello che ho più desiderato che venisse segnato. Non per vincere qualcosa, ma perché sapevo che dopo sarebbe valsa la pena vivere, e non solo per la curiosità, ma anche per il piacere."

    Codice:
    http://www.lacrimediborghetti.com/2014/12/tutto-merito-di-mussi.html

    Metto sotto codice perché il foro oggi ha problemi tecnici.
    Ultima modifica di fullmetalshinigami; 18-02-16 alle 18:38

  5. #65
    fullmetalshinigami
    Guest

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Visto che ieri hanno vinto con stile ed eleganza contro lo United... sapevate che sono costruiti stile Moneyball?

    Ha vinto il campionato danese grazie alla matematica. Con cui è stata fatta la campagna acquisti, con cui vengono schierati in campo. Si chiama, religiosamente, "il Modello". Che cos'è, di preciso?
    Di Marco Zucchetti

    E solo usando la testa, quella che i frivoli abitanti di Copenhagen amano abbellire con acconciature alla moda, il Midtjylland poteva emergere. Con la testa, i capitali e un’idea rivoluzionaria: fare nel calcio (lo sport più imprevedibile del mondo secondo gli studi del Los Alamos National Laboratory, dato che le favorite vincono solo il 50% delle partite, mentre nella Nfl si arriva al 70%) quel che il mitico Billy Beane fece nel baseball americano con gli Oakland Athletics, in una esaltante avventura sportiva poi diventata un film con Brad Pitt (Moneyball). Ovvero vincere applicando modelli matematici e statistici.


    Codice:
    http://www.rivistaundici.com/2015/09/03/midtjylland-report/


    Citazione Originariamente Scritto da Frykky Visualizza Messaggio
    Qualcuno ha visto l'intervista di condò a mancini?
    Se ti interessa, qui c'è un estratto:
    Codice:
    http://www.rivistaundici.com/2016/02/19/i-grandi-allenatori-italiani-con-paolo-condo/

  6. #66
    Senior Member L'avatar di ABS
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.281

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic


  7. #67
    Privo di glutine dal '84 L'avatar di Alastor_Tiziano
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Potenza
    Messaggi
    3.071

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Sepe ha chiesto scusa intanto
    Inviato da Microsoft Lumia 640 XL

  8. #68
    fullmetalshinigami
    Guest

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Auguri ad un altro grandissimo numero 10 della storia.

    Alla domanda del giornalista su quali sono i tipi di giocate che normalmente visualizza, Rooney rispondeva – in maniera ancora più sorprendente - che la maggior fonte di ispirazione gli proviene da Jari Litmanen. Non Messi, Ronaldo, Zidane, Pelè, Maradona. No. Jari Litmamen.

    Racconta Aki Kaurismaki che quando scrive una sceneggiatura lavora quasi solo in termini di subconscio. Fissa su carta il soggetto del film e qualche elemento della trama, poi attende per tre mesi che il suo subconscio – il più brillante ed economico dei mercenari - finisca il lavoro. È il metodo ideale per una persona pigra come lui. Anche il suo attore di culto, il mitico e compianto Matti Pellonpää, lo utilizzava per sviluppare il proprio personaggio. Scorreva la sceneggiatura tutta di un fiato, poi se ne dimenticava per i successivi tre mesi, finché arrivava il momento di girare ed era costretto a leggerla di nuovo, quanto meno per memorizzare i dialoghi. Ho qualcosa in più di un’impressione che sia questo il metodo che anche Litmanen ha impiegato durante tutta la sua carriera di calciatore. Non è che fosse lento; è che faceva giocare il suo subconscio.


    http://www.lacrimediborghetti.com/20...-litmanen.html

    Se riuscite recuperate un documentario che si intitola The King, su Litmanen.
    Ultima modifica di fullmetalshinigami; 20-02-16 alle 12:51

  9. #69
    Senior Member L'avatar di ABS
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.281

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Dall'Economist (faccio copia incolla perché c'è il limite degli articoli leggibili)

    FIFA had just 474 employees but spent $115m on personnel expenses in 2014

    EVERY so often, organisations become bywords for something else. Apple means elegance, Berkshire Hathaway loyalty and BlackBerry decline. Alas, FIFA, the governing body of world football, spells corruption. Sprucing up this most tarnished of brands will take more than a bit of tinkering with the way FIFA is run.

    On February 26th FIFA’s member associations will hold a secret ballot—what else?—in Zurich to choose a new president who will replace Sepp Blatter. The omens are not good. Mr Blatter bequeathed his successor an organisation in crisis. His fifth term was cut short after the indictment last year of several of the game’s biggest-wigs for alleged money-laundering. He has since been suspended from football for eight years for making an undocumented SFr2m ($2.1m) payment to Michel Platini, then head of Europe’s football body. (Mr Platini, once a favourite to succeed Mr Blatter, has also been suspended from the game; both men deny wrongdoing.)

    The five candidates left to vie for the top job talk warmly of the need for term limits and better disclosure. But a radical reform would start with an idea put forward by Stefan Szymanski, a sports economist, among others—turning FIFA into a public company. For good measure, the new, cleaner FIFA would be listed in New York.

    A public listing would have several benefits. The first is that the level of transparency would shoot up. Scandals afflict listed firms too, but one thing you do not hear from executives at public companies is complaints about the absence of scrutiny.

    For FIFA to be under the referee’s beady eye would be precisely the point. According to its annual report, an organisation with just 474 employees spent an impressive $115m on personnel expenses in 2014. A listing would require FIFA to break out how much its executives get. They might expect to face questions from shareholders about the $35m they spent on meetings expenses that year, too.

    Opening FIFA to America’s justice system would also have a salutary effect. The reach of the Department of Justice and the FBI is already long: they were behind indictments in 2015 that eventually dethroned Mr Blatter. But a listing in America would bring some of the world’s most enthusiastic law-enforcers to the organisation’s door. In particular, it would make FIFA subject to the Foreign Corrupt Practices Act. Given the allegations that still swirl around the award of the 2018 and 2022 World Cups to Russia and Qatar, seeking a home with a punitive anti-bribery regime would send a clear statement.

    Becoming a public company would also formalise and sharpen FIFA’s incentives to make as much money as it can through legitimate means. Of the $5.7 billion in revenue that FIFA pulled in between 2011 and 2014, the biggest chunk was from the sale of television rights for the 2014 tournament in Brazil. More revenue—from the sale of broadcasting, marketing and licensing rights to World Cups—and tighter cost control ought to be enough both to keep shareholders happy and also to raise money to foster grassroots initiatives worldwide. The profit motive would also encourage faster development of the women’s World Cup.

    Fantasy football
    The beautiful game should not be handed to Wall Street without safeguards. To protect FIFA’s mission to develop football, a portion of revenues would have to be ring-fenced for distribution to its member associations, perhaps by a separate charitable arm (which would also be responsible for the rules of the game). To ensure that some private-equity baron doesn’t take FIFA over and load it up with debt, this charitable arm would need to retain majority voting rights over the listed firm. That would still leave plenty of scope for shenanigans as money sloshed between FIFA and football’s member associations. But it would also ensure that FIFA received harsher scrutiny.

    Sadly, not one of the candidates vying to take over from Mr Blatter is likely to countenance a listing in New York. But when you judge their promises to restore FIFA’s integrity, that should be the yardstick.

  10. #70
    Addestratore di dodo L'avatar di bado
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    590

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Io è da una vita che sogno questa cosa.
    Finalmente non mi sento più solo.

    http://www.ultimouomo.com/all-star-game-serie-a-2016/

    Dai su, non fate i bigotti tradizionalisti...
    Lasciatevi andare un po' alla sana spensieratezza di questo progetto!

  11. #71
    Senior Member L'avatar di ABS
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.281

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Boh, io innoverei il calcio in maniera da far rizzare i capelli al 99,99% degli appassionati e dei tradizionalisti, ma di 'sta cosa francamente non sento proprio il bisogno...

  12. #72
    紅黑軍團 L'avatar di Numero_6
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    dove i mona sbattono le porte
    Messaggi
    1.413

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Con la differenza che in NBA i giocatori passano la partita a cazzeggiare ma divertendosi, in Serie A la passeranno a pascolare in campo.

  13. #73
    Addestratore di dodo L'avatar di bado
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    590

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Citazione Originariamente Scritto da ABS Visualizza Messaggio
    Secondo me, per le dimensioni che sta assumendo UltimoUomo, la mole di lavoro che c'è dietro e la quantità di materiale qualitativamente elevato che butta fuori, pochi spicci non bastano più: suppongo che qualcuno (una cooperativa?) ci abbia buttato dentro un po' di migliaia di euri e conti di rientrarci e guadagnare nel medio/lungo periodo grazie a sponsorizzazioni, editori importanti che notano il progetto e ci buttano dentro altri soldi (molti di più), e cose così.
    A supporto di questa ipotesi c'è il fatto che nella mia timeline di Facebook ricevo continuamente post sponsorizzati di UltimoUomo.
    Quindi qualcuno che ci butta un po' di soldi (e che prima o poi spera di guadagnarci sopra) deve esserci per forza.

  14. #74
    Senior Member L'avatar di ABS
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.281

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic


  15. #75
    fullmetalshinigami
    Guest

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic


  16. #76
    Senior Member L'avatar di felaggiano
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    791

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Citazione Originariamente Scritto da ABS Visualizza Messaggio
    Boh, io innoverei il calcio in maniera da far rizzare i capelli al 99,99% degli appassionati e dei tradizionalisti, ma di 'sta cosa francamente non sento proprio il bisogno...
    Tipo?

  17. #77
    Senior Member L'avatar di Odradek
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    679

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Non fosse per Ranieri gli augurerei di vincere

    When the Spurs go marching in

  18. #78
    fullmetalshinigami
    Guest

  19. #79
    Senior Member L'avatar di Odradek
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    679

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    Quello sulla Premier League è molto interessante e lo sottoscrivo al 100%, anche se non hanno affrontato una mio dilemma, lo stesso espresso in questo commento:

    C'è una cosa che mi suona un po' male, anche contraddittoria (magari nell'articolo è anche spiegata ma non l'ho capita): io mi aspetterei immobilismo tattico se, per dire, ci fossero 15 allenatori su 20 di provenienza "britannica" e gran parte dei giocatori fosse inglese, tutti con il loro culto dell'intensità, atletismo e fisicità; ma con una maggioranza sia di giocatori che di allenatori di provenienza estera le innovazioni tattiche dovrebbero esserci eccome, no? (Io lo chiedo, ma che poi di tattica in PL ce ne sia poca mi sembra palese)

  20. #80
    since 07-10-01 L'avatar di Frykky
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Firenze
    Messaggi
    2.307

    Re: Il topic della Rassegna Stampa radical-chic

    pfui, sempre detto che la premier è rimasta alla fine del 1900


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su