Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza - Pagina 5

Pagina 5 di 101 PrimaPrima ... 345671555 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 2002

Discussione: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

  1. #81
    Senior Member L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    317

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Sulla questione personaggi: Kylo è preso direttamente da Twilight come concept, il suo essere tentato non ha il senso di Luke, perché Luke è tentato dal lato Oscuro (più volte durante la trilogia classica), anche per motivi affettivi (ma non "giusti"). Essere tentati dal lato chiaro è come dire che il sacrificio, l'essere missionario, sia più appetibile di una vita in discesa. Come ho detto avrebbe avuto senso se egli avesse deciso di rispondere ad un'entità altra, divinamente ineccepibile (ho pensato questo quando chama Snoke "wise"), ma la supposizione crolla quando si riflette sul fatto che Kylo a questo punto non parte da una situazione di equilibrio fra due realtà, lui ha già abbracciato il Lato Oscuro, che teme di tradire. Ma il Lato Oscuro si manifesta già eticamente in ciò che è, male assoluto, quindi dubito che Abrams abbia abbracciato il concetto che il Male ed il Bene si equivalgano come valori morali o entità astratte. Anzi è ben chiaro che ne da un giudizio in vari punti del film, quindi Kylo è incomprensibile come personaggio. Non è credibile perché vi è tentazione del bene, fosse un malvagio tout court (che poi magari si redime come Vader) o uno che deve ancora decidere da che parte stare, quindi influenzato dal fascino del male, avrebbe più senso dal punto di vista narrativo, anche se vi sembra meno complesso (e non lo è, non lo è Don Rodrigo e nemmeno l'Innominabile, che poi si redime, altrimenti diremmo che Abrams vale un Manzoni). Uno che compie atti malvagi ma si strugge? Perchè ha paura di cedere alla sua parte buona? Chi è? Andreotti (per fare una battuta)?..
    Parliamo di un personaggio complessato e disturbato. Cresciuto e imparentato con leggende ed eroi di guerra. Molti hanno perfino ipotizzato che il suo "passaggio al lato oscuro" sia solo una tappa di un fine più ampio (e da qui il discorso che fa al casco di Vader "finirò ciò che hai iniziato" che può essere interpretato in vari modi) ed è combattuto. La vecchia trilogia, in linea di principio, ci insegnava che chi si macchia del male anche solo una volta non può più redimersi, ma verso la fine la storia ci dimostrava che questo non era vero. Luke cede al lato oscuro anche se per pochi istanti e addirittura Vader si redime poco prima di morire. Quindi la cosa del "lato oscuro per sempre" va a farsi friggere già nella vecchia trilogia. La "tentazione del bene" potrebbe nascondere buone intenzioni nel cammino "oscuro" di Kylo.
    L'importante è come si svilupperà il personaggio nel prossimo film.

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Rey è l'altro problema, seppure anche lei è un aspetto di Luke, non presenta lo "struggle", sia interiore che esteriore, che dovrebbe avere il "Lato Chiaro" di Luke. Luke soffre, è tentato, ha dubbi umani, ma ha fede e dimostra con l'impegno di rispettare quella fede. Sbaglia, cade e si rialza.
    Rey no. Rey va dritta come un treno, verso una fede che la premia incondizionatamente. Non fa nulla per meritare un riconoscimento del proprio atto di fede, chiude gli occhi e via. Tanto che lei non si rende partecipe di un percorso di crescita, non ascolta ammonimenti che la indirizzino, il momento chiave della vicenda lo vive grazie a Kylo, il male, che le indica la Forza. Come se i Pharaons avessero fatto capire a Curt la "cosa giusta da fare" invece di indurlo alla bravata. E senza nemmeno un atto di contrasto, qualcosa che faccia perlomeno scattare in lei una risposta contraria giustificata (e non parlo della morte di Han, parlo di una rivelazione effettiva della Fede\Forza per cui lei sappia da se la risposta alle parole di Kylo), anche perché se si accetta l'idea che sia una ragazza che sa badare a se stessa, quindi pure mettendo da parte che sappia o meno combattere alla pari con la lightsaber, si converrà che ha vissuto anche situazioni moralmente discutibili fino ad allora, quindi difficilmente può venire scossa a tal punto da far esplodere questa rivelazione, per bocca poi di Kylo. ..
    Questo se la ragazza fosse semplicemente ciò che ci presenta il film, ovvero un'orfana cresciuta autosufficiente in un mondo difficile. Ma il film ci suggerisce che ci sia dell'altro dietro. COSA è solo ipotizzabile per il momento. Il compito del prossimo film sarà raccogliere ciò che ha seminato episodio7 e dargli un degno significato.
    Quindi è prematuro bollare come "nonsense" il background dei personaggi senza prima averne un quadro completo.

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    In realtà il fatto è che Abrams ha cannato completamente i ruoli se avesse voluto mantenere la coerenza con il soggetto. Non possono essere Han e Maz a sostituire Luke come "guida" per Rey nel film. Han fa Obi Wan nella figura paterna e Maz quella spirituale, ma non sono credibili, perché Han è ancora uno scavezzacollo (per motivi inspiegabili, visto che pure lui ha avuto il suo percorso verso la retta via e la sua guida in Leia) e Maz un personaggio secondario di nessuna rilevanza per Rey, tralasciando il fatto che della Forza sa solo cose generiche..
    Han è chiaramente un personaggio che ha provato a comportarsi "civilmente" ma poi si è reso conto che non fa per lui. Come Zalone nel suo ultimo film : )
    Maz è un discorso a parte. Tra le scene eliminate ce n'era una in cui Maz usa la Forza per seppellire un gruppo di stormtrooper con le macerie del suo palazzo. Quindi in origine si è pensato a Maz come a un personaggio che SA cos'è la forza e come usarla ma che non è un jedi. Poi ci ha pensato il montaggio a ridimensionare il personaggio. Quindi i sui discorsi sulla Forza potevano avere un senso preciso. Vedremo cosa succederà se la riutilizzeranno nei prossimi film.
    Citazione Originariamente Scritto da alternat Visualizza Messaggio
    ma secondo voi vedremo mai un cameo della Serenity?
    Dubito. Il design dell'astronave ricorda troppo quelle di Star Trek (la concorrenza diretta)

    Citazione Originariamente Scritto da caesarx Visualizza Messaggio
    Questa discussione non finirà mai...
    Tra pochi mesi si trasformerà nella discussione su Rogue One, nel quale ricomparirà Darth Vader che ne uscirà un po' più "frignetta" e scatenerà l'ira dei fan di vecchia data
    Ultima modifica di AllKpr; 17-01-16 alle 14:01 Motivo: errori grammaticali
    Anche il capitano del Titanic diceva: "E' solo un rumorino"

  2. #82
    Quello col piede in bocca L'avatar di Zeppeli
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.675

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da AllKpr Visualizza Messaggio
    Parliamo di un personaggio complessato e disturbato. Cresciuto e imparentato con leggende ed eroi di guerra. Molti hanno perfino ipotizzato che il suo "passaggio al lato oscuro" sia solo una tappa di un fine più ampio (e da qui il discorso che fa al casco di Vader "finirò ciò che hai iniziato" che può essere interpretato in vari modi) ed è combattuto. La vecchia trilogia, in linea di principio, ci insegnava che chi si macchia del male anche solo una volta non può più redimersi, ma verso la fine la storia ci dimostrava che questo non era vero. Luke cede al lato oscuro anche se per pochi istanti e addirittura Vader si redime poco prima di morire. Quindi la cosa del "lato oscuro per sempre" va a farsi friggere già nella vecchia trilogia. La "tentazione del bene" potrebbe nascondere buone intenzioni nel cammino "oscuro" di Kylo.
    L'importante è come si svilupperà il personaggio nel prossimo film.


    Questo se la ragazza fosse semplicemente ciò che ci presenta il film, ovvero un'orfana cresciuta autosufficiente in un mondo difficile. Ma il film ci suggerisce che ci sia dell'altro dietro. COSA è solo ipotizzabile per il momento. Il compito del prossimo film sarà raccogliere ciò che ha seminato episodio7 e dargli un degno significato.
    Quindi è prematuro bollare come "nonsense" il background dei personaggi senza prima averne un quadro completo.


    Han è chiaramente un personaggio che ha provato a comportarsi "civilmente" ma poi si è reso conto che non fa per lui. Come Zalone nel suo ultimo film : )
    Maz è un discorso a parte. Tra le scene eliminate ce n'era una in cui Maz usa la Forza per seppellire un gruppo di stormtrooper con le macerie del suo palazzo. Quindi in origine si è pensato a Maz come a un personaggio che SA cos'è la forza e come usarla ma che non è un jedi. Poi ci ha pensato il montaggio a ridimensionare il personaggio. Quindi i sui discorsi sulla Forza potevano avere un senso preciso. Vedremo cosa succederà se la riutilizzeranno nei prossimi film.

    Dubito. Il design dell'astronave ricorda troppo quelle di Star Trek (la concorrenza diretta)


    Tra pochi mesi si trasformerà nella discussione su Rogue One, nel quale ricomparirà Darth Vader che ne uscirà un po' più "frignetta" e scatenerà l'ira dei fan di vecchia data
    Questo è il tuo problema, stai cercando spiegazioni esterne, ipotesi, ad un problema interno al soggetto. E questo in qualunque tipo di critica letteraria è un elemento dirimente, perché vuol dire che il ricevente non ha ben chiaro il messaggio proposto. Siccome non parliamo di un'opera particolarmente complessa, come le altre di Abrams, non c'è nemmeno la scusa che il lettore\spettatore medio non abbia accesso a tutti i mezzi necessari alla lettura dell'opera.

    Hai messo l'accento su aspetti che nel contesto che ho provato a spiegarti non hanno proprio ragione di essere citati. E questo è un fatto che mi ha portato a comprendere quanto fosse inutile approfondire la discussione nell'altra sede, perché torni sempre sugli stessi argomenti e gli stessi errori.
    Kylo non è ad una tappa, è il comandante delle operazioni di ricerca della mappa, ordina un massacro indiscriminato, inoltre ha piena coscienza e padronanza dei suoi poteri, non come un Luke in Empire strikes back. Un percorso di perdizione presuppone che tu stia ancora dall'altro lato, non il contrario, si esaurisce nella caduta, non nello struggersi perché si teme di tornare indietro, al "bene". Di disturbi ne possiamo parlare quanto ne vogliamo, ma questo non è Portnoy, questo è Bella di Twilight.
    Il fatto poi che citi Luke e Vader dimostra anche che hai letto male o non letto il mio testo, visto che la loro condizione l'ho ben spiegata (e si che ho tirato in ballo pure il povero Innominato di Manzoni!), non me lo aspetterei da uno che dichiari altissimo livello intellettivo.
    E ripeto, io non giudico un film dai seguiti, anche e soprattutto se devo giudicare una sceneggiatura che nel seguito vedrà un altro autore. Giudicherò quella di Johnson singolarmente, visto che Abrams stesso ha dichiarato di non averci messo proprio mano, nemmeno al soggetto (l'ha solo letta e gli è piaciuta, a detta sua). Questo personaggio è costruito male, non c'è altro da dire, aspettare che Johnson ci metta la pezza, è come ammettere che Abrams non ha scritto un buono script implicitamente.

    Poi è abbastanza chiaro che non hai, come Abrams d'altronde, capito la prima trilogia ed il messaggio basato sui concetti cardine del metodismo. La redenzione è possibile, ma difficile, e a prezzo di gravi sacrifici (Vader muore, non torna dai suoi cari, e le ultime parole a Luke lo esemplificano come elemento salvifico che lo ha portato al sacrificio\redenzione). NON c'è scampo, come per John in American Graffiti. Solo che lì Lucas si rivolge a dei giovani adulti, può dire che John muore stupidamente ed in modo anonimo (non c'è tragedia n'è redenzione, solo la didascalia. Ed è un diretto contrasto con quella alla memoria in guerra di Terry), qui si rivolge a dei bambini. "Vedete? Vader ha pagato il prezzo più alto per il bene di tutti". Questo è il massimo che può chiedere ai suoi spettatori.

    Potevi perlomeno evitare il refrain di "aspettiamo i seguiti" almeno con Rey, non lo hai fatto, mi chiedo questo QI quando lo metterai a frutto. Anche qui non capisci che il fatto che sia un'orfana cresciuta in difficoltà l'ho usato come topos proprio a giustificazione della freddezza con cui affronta le vicende e delle sue capacità marziali, non il contrario. Quello che ho messo in evidenza è la mancanza di percorso nella sua evoluzione come persona e come utente della Forza. Ovvero un percorso di sofferenza, di difficoltà, di comprensione e, sopratutto, di caduta e costanza. Rey della Forza capisce zero, anche sapesse usarla, non ha i mezzi culturali per elaborarne il significato, non basta Maz con una battuta a farle capire il senso spirituale (e quindi ciò che ti da accesso al suo potere in senso lato). Luke viene bastonato di lezioni prima da Obi e poi da Yoda, eppure sbaglia, eppure cade. Rey è sempre in piedi, pure nella fortuita cattura perché semplicemente colta alla sprovvista, rigetta l'assalto mentale di Kylo successivo nel momento in cui è, pure, solo parzialmente in grado di rispondere (legata e, si dovrebbe pur supporre, spaventata, che diamine!).
    Anche la sua fuga è illuminante in questo. Ho sperato fortemente, pur avendo storto il naso al tentativo di mind trick iniziale, fuori luogo, che si sarebbe tutto risolto con una bella sberla da parte del trooper dopo il primo tentativo, invece no.
    Invece ne esce vincitrice, senza struggle, senza percorso, senza guida. E questo cosa avrebbe a che fare con il SOGGETTO di Star Wars?
    Niente.
    C'è qualcosa a sostituire dunque l'impianto del soggetto di altrettanto forte? No, non si sa, tutto alla prossima, se Johnson ci farà la grazia di avere un'intuizione che dia una sua consistenza ad esso.

    E poi l'accenno tristissimo alla presunta scena tagliata di Maz, vuoi davvero darmi spiegazioni con qualcosa che nel film nemmeno c'è? Allora domani scrivo un romanzo e salto le pagine a caso, poi te le vai a cercare nel mio cestino, però non devi dire che mancassero, perchè stanno nel cestino...

    Mi spiace, ma soggetto e sceneggiatura di questa specie di reboot spacciato per sequel (un sequel rispetta il soggetto dell'autore appunto), falliscono miseramente, perché oltre a tentar di incollare la sovrastruttura degli eventi di A New Hope, non è capace di creare i nuovi presupposti alla base del soggetto, semplicemente non ci sono. Non c'è intento pedagogico, non c'è un filo conduttore (se non vogliamo parlare di filosofia o pensiero) che determini il perché vediamo ciò che vediamo. Accade e basta, lasciandoci vuoti come gusci di noce rispetto ad una trilogia classica di cui dovrebbe essere il SEQUEL, visto che si definisce tale. E si che se voleva cambiare le carte in tavola, pur lasciando la sovrastruttura di A New Hope, poteva farlo e benissimo, magari traslando, come ho detto, il soggetto verso una concezione verticistica della Forza, come ineluttabile e a cui ci si deve sottomettere a prescindere dalla natura dell'azione (e quindi equiparando Lato Chiaro e Lato Oscuro sia in forza che in etica). Questo avrebbe aperto le porte al "grigio" in un senso vero, un poco come provarono a fare gli Obsidian con Kreia, che era proprio quella la sua forza. IL LATO OSCURO HA una sua dignità morale e quindi non c'è giusto o sbagliato, cosa che per Lucas era invece mandatorio.
    Ultima modifica di Zeppeli; 17-01-16 alle 15:16

  3. #83
    Quello col piede in bocca L'avatar di Zeppeli
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.675

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da AllKpr Visualizza Messaggio
    Tra pochi mesi si trasformerà nella discussione su Rogue One, nel quale ricomparirà Darth Vader che ne uscirà un po' più "frignetta" e scatenerà l'ira dei fan di vecchia data
    In realtà non credo, Rogue One ha un suo soggetto autonomo, non c'entra una fava la Forza spero, sarà un war movie molto probabilmente. Quindi il problema non si pone proprio, sfrutta solo l'ambientazione.

  4. #84
    Senior Member L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    317

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Stai diventando ripetitivo nei tuoi attacchi alla persona (e non alle idee). La cosa del QI proprio non ti va giù. Adesso la porterai avanti x 10 pagine come hai fatto l'ultima volta con i Bantha? evidentemente le tue idee non sono sufficientemente valide da andare avanti con il loro esclusivo sostegno, hai bisogno di attaccare la credibilità dei tuoi interlocutori. Peccato, speravo davvero che la discussione potesse proseguire in modo più civile.
    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Questo è il tuo problema, stai cercando spiegazioni esterne, ipotesi, ad un problema interno al soggetto..
    Sto semplicemente ipotizzando il seguito di una storia in 3 parti della quale abbiamo potuto vedere solo la prima. Perché la storia non si è autoconclusa, siamo alla "pausa tra primo e secondo tempo.

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Kylo non è ad una tappa, è il comandante delle operazioni di ricerca della mappa, ordina un massacro indiscriminato, inoltre ha piena coscienza e padronanza dei suoi poteri. Questo personaggio è costruito male, non c'è altro da dire, aspettare che Johnson ci metta la pezza, è come ammettere che Abrams non ha scritto un buono script implicitamente. .
    Se guardi il primo film della prima trilogia Vader era un semplice cattivo con superpoteri, comandava IN PARTE le truppe nemiche (in realtà rispondendo agli ordini di Tarkin), aveva un precedente con il protagonista (aveva ucciso suo padre) e con il suo maestro (era stato allievo di Obi-Wan) ma niente di più.
    Tutta la complessità del personaggio è venuta fuori dal secondo film.
    Semplicemente mi aspetto qualcosa di simile.

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Poi è abbastanza chiaro che non hai, come Abrams d'altronde, capito la prima trilogia ed il messaggio basato sui concetti cardine del metodismo..
    Tu hai un approccio troppo celebrale a un film che pretende di essere una fiaba fantascientifica. E' come se ci mettessimo a discutere dei paradossi temporali inevitabili della serie "ritorno al futuro". TECNICAMENTE la trilogia non starebbe in piedi in modo logico e molti non hanno nemmeno compreso del tutto il secondo (a fine visione mi è toccato spiegare la trama a diversi amici che l'hanno visto con me) ma se lo guardi come semplice intrattenimento funziona e diverte.
    Questo approccio a te manca del tutto.
    E' ovvio che non può piacerti...

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    E poi l'accenno tristissimo alla presunta scena tagliata di Maz, vuoi davvero darmi spiegazioni con qualcosa che nel film nemmeno c'è? .
    http://www.bestmovie.it/news/star-wa...rooper/439832/
    Per c@zziare un personaggio devi anche comprendere cosa doveva essere il suddetto personaggio nella mente di chi lo ha ideato.
    Maz è un'essere millenario che usa la Forza ma non è un jedi né un Sith. parla della Forza xchè la conosce. Avverte la presenza di Han e soci senza neppure vederli. Avverte il legame tra la lightsaber e la protagonista. E nella scena tagliata usava attivamente la Forza in combattimento. In questo quadro aveva perfettamente senso che desse a Rey indicazioni e lezioni sulla Forza.
    Ultima modifica di AllKpr; 17-01-16 alle 16:14
    Anche il capitano del Titanic diceva: "E' solo un rumorino"

  5. #85
    Quello col piede in bocca L'avatar di Zeppeli
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.675

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da AllKpr Visualizza Messaggio


    Tu hai un approccio troppo celebrale a un film che pretende di essere una fiaba fantascientifica. E' come se ci mettessimo a discutere dei paradossi temporali inevitabili della serie "ritorno al futuro". TECNICAMENTE la trilogia non starebbe in piedi in modo logico e molti non hanno nemmeno compreso del tutto il secondo (a fine visione mi è toccato spiegare la trama a diversi amici che l'hanno visto con me) ma se lo guardi come semplice intrattenimento funziona e diverte.
    Questo approccio a te manca del tutto.
    E' ovvio che non può piacerti...
    Il punto è tutto qui. Tu non capisci che Lucas aveva delle idee che ha trasposto in due soggetti: uno era American Graffiti e l'altro Star Wars. O forse non lo vuoi capire, per questo ho battuto su una cosa che tu hai usato per litigare, tra l'altro, con un altro utente in altra sede. Mi ci appellavo visto che te ne sei vantato, ma evidentemente per te è una fiaba punto e basta come Hook capitan uncino di Spielberg, senza niente di più (e pure lì ci sarebbe da discutere, perché ogni autore mette qualcosa in un'opera, ma per te, per esempio, Pinocchio di Collodi è "solo" una fiaba). Però poi non tirare fuori più questa storia di test di intelligenza, se pensi che io abbia un approccio troppo cerebrale al soggetto (poi fossi solo io, essendo questa conclusione arrivata da una discussione a seguito di una conferenza, evidentemente non è esattamente campata in aria).

    E non sto sindacando il divertimento, c'è gente che si diverte con Vacanze di Natale, ma non è che se uno vuole analizzare un film, magari per dargli pure un premio vero, deve basarsi su quanto si diverta la gente, la gente ride pure per un peto in pubblico. A me The Goonies piace e diverte, ma non lo considero certo un grande film. A Star Wars ed al suo soggetto sono semplicemente più affezionato, proprio perché c'è dell'altro oltre il fun factor.

    Chiudo ricordandoti che A) Star Wars è basato su Luke, non su Vader, Vader è solo un paradigma di ciò che NON deve diventare Luke secondo l'autore, quindi che lo sviluppo (neanche tanto alla fin fine) ci sia dopo poco importa. Mentre qui Kylo non assolve questa funzione. B) vorrei sapere cosa c'entra ora Ritorno al futuro nel discorso che ho affrontato, visto CHE non si sta parlando di parti, MA dei presupposti del SOGGETTO, è quelli restano dall'inizio alla fine tali a meno di miracoli di scrittura di Johnson (che dovrebbe aver compreso l'errore di Abrams e correggerlo inserendo un impianto nuovo nel secondo episodio, cosa ardua). C) Chi se ne importa di cosa rappresenta Maz in capo agli autori se gli stessi autori l'hanno tagliata dall'opera. Se tagli è andata, a meno di non riproporla in una versione restaurata ti rimarrà il dubbio di cosa rappresenti quel maledetto origami a forma di unicorno fino alla director's cut! E sarà comunque una correzione postuma.
    Ultima modifica di Zeppeli; 17-01-16 alle 17:00

  6. #86
    Senior Member L'avatar di Maybeshewill
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.341

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza


  7. #87
    Senior Member L'avatar di Daled
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    1.240
    Gamer IDs

    Steam ID: Daled

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Conoscendo il film non è molto azzeccata per rappresentare quel che pensi di episodio 7, praticamente doveva essere al contrario

    (sempre se conosci il film da cui è tratto)
    +5765 Messaggi


    Daled#2759 on Overwatch

  8. #88
    Delirio Errante L'avatar di Mr Yod
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Atlantide
    Messaggi
    1.466

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da Daled Visualizza Messaggio
    Conoscendo il film non è molto azzeccata per rappresentare quel che pensi di episodio 7, praticamente doveva essere al contrario

    (sempre se conosci il film da cui è tratto)
    No, invece va bene così: poster di SW 7, il tizio si mette gli occhiali che gli filtrano il segnale degli alieni e vede che in realtà è SW classico.

  9. #89
    Senior Member L'avatar di Maybeshewill
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.341

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Daled ma mettermi ignore pare brutto ?

  10. #90
    Il Nonno L'avatar di Kanjar
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    L'Ultima Casa Accogliente
    Messaggi
    251

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Star Wars è la storia di Anakin e dei suoi discendenti.
    Non resta più ricordo degli antichi,
    ma neppure di coloro che saranno
    si conserverà memoria
    presso coloro che verranno in seguito

  11. #91
    quello che fa l'aikido L'avatar di Viggio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Tosev 3
    Messaggi
    2.432
    Gamer IDs

    PSN ID: Viggio Steam ID: Viggio1979

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Cioè la telenovela della famiglia Skywalker

    Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

    Playstation 4, Playstation 3, Playstation Vita, Playstation TV, Sega Dreamcast, Sega Saturn, Sony PSX, Sega Mega Drive - PC: CPU Intel i5 2500K ,MoBo Asus , 4x2GB Corsair Vengeance DDR3 1600 Mhz , GeForce GTX 570 1280MB DDR5, SSD OCZ 60 GB, HD Maxtor SATA 320 GB 7200 rpm, Sound Blaster Extreme Gamer Fatal1ty 64 MB, sistema audio Creative 5.1 -

  12. #92

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    io, onestamente, trovo tutto questo sfoggio di competenze, conoscenze e amicizie futile.

    non siamo al tuo livello, zeppeli, è palese.
    sei come Federer al torneo di tennis della bocciofila. Ci possono essere quelli bravi, quelli che da giovani sono stati campioni provinciali, ma tu sei Federer, fai le volée tra le gambe e le mandi sulla linea, sei un'altra classe, non c'è proprio storia.
    perché non cerchi qualcuno con cui giocare una partita equa, che so, un caffè letterario, un salotto ben frequentato, e lasci discutere in pace noi poveri ignoranti?

  13. #93
    Il Nonno L'avatar di Kanjar
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    L'Ultima Casa Accogliente
    Messaggi
    251

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da Viggio Visualizza Messaggio
    Cioè la telenovela della famiglia Skywalker

    Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
    Esatto
    Si tratta di un mix di Flash Gordon, Sentieri e Lo Hobbit XD

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da alternat Visualizza Messaggio
    io, onestamente, trovo tutto questo sfoggio di competenze, conoscenze e amicizie futile.
    Io credo stesse scherzando
    Ho fatto plauso anche io al suo discorso argomentativo, bello, sì ma non stiamo parlando di chissà cosa. Nulla che superi lo stile e l'approfondimento e la tipologia di ragionamento che potrei riportare in interventi o saggi brevi scritti da vari miei conoscenti da ragazzini: parliamo di un intervento da forum, non di un lavoro di saggistica che implichi chissà quali ricerche e conoscenze approfondite e anni di cristallizzazione di nozioni accompagnata da ragionamenti sempre più chiari, precisi, profondi.
    Un bell'intervento, per carità, complimenti: è interessante. Nulla che non abbia visto scrivere a dei quindicenni, anche
    Non resta più ricordo degli antichi,
    ma neppure di coloro che saranno
    si conserverà memoria
    presso coloro che verranno in seguito

  14. #94

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da Kanjar Visualizza Messaggio
    Ho fatto plauso anche io al suo discorso argomentativo, bello, sì ma non stiamo parlando di chissà cosa. Nulla che superi lo stile e l'approfondimento e la tipologia di ragionamento che potrei riportare in interventi o saggi brevi scritti da vari miei conoscenti da ragazzini: parliamo di un intervento da forum, non di un lavoro di saggistica che implichi chissà quali ricerche e conoscenze approfondite e anni di cristallizzazione di nozioni accompagnata da ragionamenti sempre più chiari, precisi, profondi.
    Un bell'intervento, per carità, complimenti: è interessante. Nulla che non abbia visto scrivere a dei quindicenni, anche
    boh, sarà.
    io però certe citazioni mica le ho capite.

    cioè, American Graffiti era solo un Grease senza le canzoni, no?

  15. #95
    Il Nonno L'avatar di Kanjar
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    L'Ultima Casa Accogliente
    Messaggi
    251

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Ho riletto la diatriba: credo di concordare su molta parte dell'analisi di Zeppeli (anche se spesso riduce troppo tutto ad assoluti, ad astratti fuori contesto, fa metafisica più che analisi letteraria) ma non sui giudizi finali.

    Intanto trovo ci sia un errore di fondo, di metodo: non si può analizzare col metro delle intenzioni autoriali che un giovane regista indipendente infuse 40 anni fa nella sua prima stesura di una sceneggiatura di una fiaba spaziale, quello che è invece un blockbuster del 2015 che tenta di rilanciare la più grande saga di blockbuster di tutti i tempi.

    La prima stesura della sceneggiatura di Star Wars era completamente differente e neanche si chiamava "Star Wars". Nei vari gradi di sviluppo del soggetto nel corso degli anni '70, abbiamo Han che è un alieno verde vestito da corsaro, abbiamo Annikin Starkiller protagonista, abbiamo molte storie diverse tra loro e diverse dal risultato finale. Risultato finale che è in larghissima misura fonte delle influenze che su Lucas ebbero i vari amici coi quali discuteva (che non erano della levatura culturale e morale di un Socci, bensì molto più elevata) e SOPRATTUTTO la sua compagna, poi moglie e infine ex-moglie Marcia, che diede l'impulso finale alla maggior parte degli elementi di Star Wars che noi fan consideriamo fondamentali: e qui crolla tutto il castello metafisico della lettura assolutizzante di "Star Wars opera metodista".


    Anche perché, ribadisco, il protagonista di Star Wars è sempre stato Anakin, persino prima che la Saga Prequel riscrivesse la percezione del personaggio di Vader e benché le necessità narrative e di mercato portassero a mettere maggiormente in luce il l'Eroe Erede Luke Skywalker.

    - - - Aggiornato - - -

    Ah, sia chiaro che non mi permetto di cassare l'analisi di Zeppeli, che trovo invece molto interessante. Trovo però che le premesse siano eccessivamente metafisiche perché portando gli elementi fuori contesto non c'è analisi che regga, è un metodo che utilizzavano gli strutturalisti ma in questi casi dimostra i suoi grandi limiti perché porta ad associazioni di idee che possono essere erroneamente prese per identità di fatto: Indra è Zeus è Mars Pater è Iuppiter è Odino è Superman è Ragnar di Vikings? (la risposta è "nì").

    L'altro limite è che a mio avviso è sbagliato analizzare un'opera nuova col metro tramite il quale si è svolta l'analisi di una bozza scritta circa 42 anni fa!

    Però vedo molti punti interessanti nella analisi di Zeppeli. Iniziando dall'idea che il Lato Oscuro non sia una valida alternativa e non sia MAI una scelta, il che implica un forte intento pedagogico nella storia
    Ultima modifica di Kanjar; 17-01-16 alle 22:05
    Non resta più ricordo degli antichi,
    ma neppure di coloro che saranno
    si conserverà memoria
    presso coloro che verranno in seguito

  16. #96
    Quello col piede in bocca L'avatar di Zeppeli
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.675

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da alternat Visualizza Messaggio
    io, onestamente, trovo tutto questo sfoggio di competenze, conoscenze e amicizie futile.

    non siamo al tuo livello, zeppeli, è palese.
    sei come Federer al torneo di tennis della bocciofila. Ci possono essere quelli bravi, quelli che da giovani sono stati campioni provinciali, ma tu sei Federer, fai le volée tra le gambe e le mandi sulla linea, sei un'altra classe, non c'è proprio storia.
    perché non cerchi qualcuno con cui giocare una partita equa, che so, un caffè letterario, un salotto ben frequentato, e lasci discutere in pace noi poveri ignoranti?
    Veramente la sezione libri e cinema di TGM era questo luogo, prima che ci venisse di tutto. E comunque, per quanto mi manchi Seblon, ci sono ancora Nevade e gli altri, con cui se ne può parlare più seriamente.

    Io poi evito accuratamente di entrare in topic dove c'è l'alta possibilità di whine dai fan, tipo i topic dedicati al Marvel Universe (vado solo in quelli Netflix, che peraltro sono una sopresa inaspettata), ci butto al massimo una battuta come con Batman vs Superman, ma Star Wars è un caso a parte, purtroppo, anche per me.

  17. #97
    Quello col piede in bocca L'avatar di Zeppeli
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.675

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da Kanjar Visualizza Messaggio
    Ho riletto la diatriba: credo di concordare su molta parte dell'analisi di Zeppeli (anche se spesso riduce troppo tutto ad assoluti, ad astratti fuori contesto, fa metafisica più che analisi letteraria) ma non sui giudizi finali.

    Intanto trovo ci sia un errore di fondo, di metodo: non si può analizzare col metro delle intenzioni autoriali che un giovane regista indipendente infuse 40 anni fa nella sua prima stesura di una sceneggiatura di una fiaba spaziale, quello che è invece un blockbuster del 2015 che tenta di rilanciare la più grande saga di blockbuster di tutti i tempi.

    La prima stesura della sceneggiatura di Star Wars era completamente differente e neanche si chiamava "Star Wars". Nei vari gradi di sviluppo del soggetto nel corso degli anni '70, abbiamo Han che è un alieno verde vestito da corsaro, abbiamo Annikin Starkiller protagonista, abbiamo molte storie diverse tra loro e diverse dal risultato finale. Risultato finale che è in larghissima misura fonte delle influenze che su Lucas ebbero i vari amici coi quali discuteva (che non erano della levatura culturale e morale di un Socci, bensì molto più elevata) e SOPRATTUTTO la sua compagna, poi moglie e infine ex-moglie Marcia, che diede l'impulso finale alla maggior parte degli elementi di Star Wars che noi fan consideriamo fondamentali: e qui crolla tutto il castello metafisico della lettura assolutizzante di "Star Wars opera metodista".


    Anche perché, ribadisco, il protagonista di Star Wars è sempre stato Anakin, persino prima che la Saga Prequel riscrivesse la percezione del personaggio di Vader e benché le necessità narrative e di mercato portassero a mettere maggiormente in luce il l'Eroe Erede Luke Skywalker.

    - - - Aggiornato - - -

    Ah, sia chiaro che non mi permetto di cassare l'analisi di Zeppeli, che trovo invece molto interessante. Trovo però che le premesse siano eccessivamente metafisiche perché portando gli elementi fuori contesto non c'è analisi che regga, è un metodo che utilizzavano gli strutturalisti ma in questi casi dimostra i suoi grandi limiti perché porta ad associazioni di idee che possono essere erroneamente prese per identità di fatto: Indra è Zeus è Odino è Superman è Ragnar di Vikings? (la risposta è "nì").

    L'altro limite è che a mio avviso è sbagliato analizzare un'opera nuova col presunto metro tramite il quale analizzare una bozza scartata scritta circa 42 o 43 anni fa!

    Però vedo molti punti interessanti nella analisi di Zeppeli. Iniziando dall'idea che il Lato Oscuro non sia una valida alternativa e non sia MAI una scelta, il che implica un forte intento pedagogico nella storia
    Ecco una risposta interessante, ho però premesso una cosa, che sarebbe una lettura eccessiva dell'opera, se non esistesse il coevo American Graffiti: se hai letto il mio primo post più lungo, cito questo film, presentato come soggetto contemporaneamente a Star Wars, come esempio lampante che questi assunti sono reali.

    American Graffiti presenta gli stessi temi tra "la strada giusta" e "la strada sbagliata" in un contesto reale, perché diretto ad un pubblico di young-adult. Peraltro ho fatto anche i parallelismi tra i personaggi dell'uno e dell'altro film, che sono abbastanza evidenti: Curt e Luke sono tentati dal "lato oscuro o strada sbagliata" ma scelgono quella giusta, anche con una rinuncia (Curt la ragazza misteriosa, Luke il padre ritrovato): John e Han hanno la stessa funzione, solo che in un film più adulto puoi far vedere che l'amico del protagonista muore, anche se in didascalia, per via della sua vita spericolata, ad un bambino no, indi per cui Han viene messo sulla retta via dall'altra catechista di A New Hope, ovvero Leia. Bob Farfa, il bullo ormai perduto, è Vader, ma anche Vader si deve in qualche modo redimere, per dare più forza anche alla "scelta giusta" di Luke (e siamo sempre in un film per preadolescenti). Senza contare i Pharaohs che sono i badass del "lato oscuro"...

    La differenza è nel pubblico che Lucas si era prefissato di raggiungere. Ma l'intento pedagogico ed il paradigma tipico del metodismo tra "giusto" e "sbagliato", la dottrina dell'impegno sociale e del proprio ruolo, c'è. In American Graffiti manca la spiritualità, ma parla appunto a persone più grandi, il catechismo lo fanno i più giovani.


    Sono anche concorde che sia difficile rilanciare con lo stesso intento il franchise, però ho anche aggiunto che, se si vuole abbandonare l'intenzione pedagogica del soggetto e anche l'impianto di base riguardo la Forza e il rapporto tra bene e male di Lucas, lo si provi perlomeno a sostituire con qualcosa di valido, di intrigante. Ho fatto un esempio apposta, cioè mettere sullo stesso piano etico e morale Lato Chiaro e Lato Oscuro, permettendo un ragionamento sui "grigi". Ma Abrams ha ripetuto lo schema per cui il Lato Oscuro è il male in modo pedissequo, dimenticandosi per strada però a quel punto gli assunti che tenevano in piedi questa dicotomia tra le due posizioni.
    Ultima modifica di Zeppeli; 17-01-16 alle 19:41

  18. #98
    Senior Member L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    317

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Il punto è tutto qui. Tu non capisci che Lucas aveva delle idee che ha trasposto in due soggetti: uno era American Graffiti e l'altro Star Wars. O forse non lo vuoi capire, per questo ho battuto su una cosa che tu hai usato per litigare, tra l'altro, con un altro utente in altra sede. Mi ci appellavo visto che te ne sei vantato, ma evidentemente per te è una fiaba punto e basta come Hook capitan uncino di Spielberg, senza niente di più (e pure lì ci sarebbe da discutere, perché ogni autore mette qualcosa in un'opera, ma per te, per esempio, Pinocchio di Collodi è "solo" una fiaba). Però poi non tirare fuori più questa storia di test di intelligenza, se pensi che io abbia un approccio troppo cerebrale al soggetto (poi fossi solo io, essendo questa conclusione arrivata da una discussione a seguito di una conferenza, evidentemente non è esattamente campata in aria)..
    Rieccoti all'attacco sullo stesso identico punto della discussione. Sei a corto di argomenti.
    Appurato questo, si, io ritengo che tu "pensi troppo" quando affermi che Star Wars aveva l'idea di essere istruttivo x i ragazzini dell'epoca. Anche se in origine il regista avesse avuto questo concetto in mente al momento dell'esecuzione, x forza di cose, sei costretto a scendere a compromessi con fondi, finanziatori, attori, scrittori, possibilità dell'epoca in cui vivi e il risultato finale non può essere quello che avevi in mente inizialmente. L'alternativa è restare fedele al 100% alla tua idea e NON girare nessun film.
    E, come altri utenti hanno fatto notare, ce ne sono stati eccome di cambiamenti rispetto alla prima stesura del film.

    Al contrario non pensi affatto quando nel vedere un film uscito 40 anni dopo (che ha come obbiettivo il riportare di moda NON il film originale di 40 anni fa ma ciò che è diventato in 40 anni di fumetti, film, cartoni, libri, videogiochi, ecc... Perché nel frattempo l'identità del soggetto si è trasformata diventando tutt'altro ) ti interroghi sulla (comprensibilissima) situazione politica, sull'illogicità di una stazione spaziale che spara soli o sul caratteraccio del cattivo di turno senza chiederti PERCHE'.
    PAGINE FA io ho affermato (ed è vero) che tuti i dubbi che avevi espresso io non ce li avevo affatto perché mentre vedevo il film le risposte erano venute da sé.
    "Qualcuno" ha detto che non era possibile. Al che io ho risposto che, boh, avendo un'intelligenza un bel po' superiore alla media probabilmente x me era stato più facile che x altri trovare le risposte.
    Ma il punto è che voi non le avete proprio cercate. X motivi vostri siete rimasti delusi dal film e vi siete attaccati a sciocchezze allo scopo di giustificare la vostra delusione. Tutto qui.

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Chiudo ricordandoti che A) Star Wars è basato su Luke, non su Vader, Vader è solo un paradigma di ciò che NON deve diventare Luke secondo l'autore, quindi che lo sviluppo (neanche tanto alla fin fine) ci sia dopo poco importa. Mentre qui Kylo non assolve questa funzione. B) vorrei sapere cosa c'entra ora Ritorno al futuro nel discorso che ho affrontato,). C) Chi se ne importa di cosa rappresenta Maz in capo agli autori se gli stessi autori l'hanno tagliata dall'opera. Se tagli è andata, a meno di non riproporla in una versione restaurata ti rimarrà il dubbio di cosa rappresenti quel maledetto origami a forma di unicorno fino alla director's cut! E sarà comunque una correzione postuma.
    No. Il vero protagonista, l'eroe, "colui che riporta l'equilibrio" alla fine è proprio Vader che da cattivo si ravvede e salva tutti. L'uke è solamente colui che lo spinge a ravvedersi. Ma lo diventa nel corso della trilogia. Ed è per questo che ti dico di aspettare a giudicare i personaggi che, allo stato attuale, non sono ancora ciò che "sono destinati a diventare".
    Citazione Originariamente Scritto da Kanjar Visualizza Messaggio
    Star Wars è la storia di Anakin e dei suoi discendenti.
    Esatto
    Citazione Originariamente Scritto da alternat Visualizza Messaggio
    io, onestamente, trovo tutto questo sfoggio di competenze, conoscenze e amicizie futile.

    non siamo al tuo livello, zeppeli, è palese.
    sei come Federer al torneo di tennis della bocciofila. Ci possono essere quelli bravi, quelli che da giovani sono stati campioni provinciali, ma tu sei Federer, fai le volée tra le gambe e le mandi sulla linea, sei un'altra classe, non c'è proprio storia.
    perché non cerchi qualcuno con cui giocare una partita equa, che so, un caffè letterario, un salotto ben frequentato, e lasci discutere in pace noi poveri ignoranti?
    Ovviamente sei sarcastico
    Approvo.
    Zeppeli fa uso spropositato di paroloni per nascondere l'irrilevanza dei suoi ragionamenti.
    Lo faccio anche io. Parla la mia lingua. Capisco ciò che scrive molto meglio di quello che crede ed è questo, forse, che davvero lo infastidisce
    Anche il capitano del Titanic diceva: "E' solo un rumorino"

  19. #99

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Citazione Originariamente Scritto da Zeppeli Visualizza Messaggio
    Veramente la sezione libri e cinema di TGM era questo luogo, prima che ci venisse di tutto. E comunque, per quanto mi manchi Seblon, ci sono ancora Nevade e gli altri, con cui se ne può parlare più seriamente.
    eh, c'era un centro luminoso della galassia, ed ora guarda quanto distanti ne siamo finiti...

  20. #100
    Lavora Troppo L'avatar di Ceccazzo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.019

    Re: Star Wars Episodio 7 - Il risveglio della forza

    Alternat, zeppeli sta portando avanti una discussione civile e argomentando il suo punto di vista, non mi pare il caso di attaccarlo in maniera così decisa

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su