MOLOCCHIO, non ho mai visto nessuno morire di obesità, massimo si va all'ortopedico
               
Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: MOLOCCHIO, non ho mai visto nessuno morire di obesità, massimo si va all'ortopedico

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Cesarino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.418

    MOLOCCHIO, non ho mai visto nessuno morire di obesità, massimo si va all'ortopedico

    Giada Marchi non ho mai visto nessuno morire di obesità, al massimo ritrovarsi dall'ortopedico, e neanche così tanto spesso, ma di fumo e alcol ne ho vista tanta ammalarsi e andare all'altro mondo....


    Antonella Garofalo o raga' sciare fa male: ho visto un sacco di gente ingessata,.. e gli incidenti con la moto? Avoja! Dove sono i consigli per la salute sotto le foto della settimana bianca o postati nei video degli amanti delle due ruote? (sono ironica, sciate tranquill* e divertitevi in moto!)

    Sofia Brica Che poi una cosa non la capisco. Io sono grassa. Sono grassa perché sono pigra e amo mangiare. Non ho le ossa grosse, non ho problemi di tiroide, ho un buon metabolismo. Sono grassa. Non obbligo nessuno a guardarmi e tanto meno a trovarmi bella. Se per me non è un problema, perché dovrebbe esserlo per gli altri?


    Carla Manzi Quando tirano in ballo la salute mi sembrano tutti un branco di ipocriti. Non mi sembra di aver mai visto per strada dei ragazzini che insultano qualcuno perché fuma oppure commenti saturi di cattiverie gratuite sotto foto che raffigurano persone con sigarette in mano. E allora dove sta la differenza? Per smettere di fumare non devi nemmeno fare una dieta, smetti di comprare le sigarette e stop, sei libero! Eppure, non vedo questo grande accanimento verso la categoria dei fumatori, e il motivo è semplice: la salute non c'entra un cazzo. A queste persone semplicemente urtano determinati tipi di corpi e quindi accampano le scuse più assurde per giustificare la loro mancanza di tatto. Non hanno capito che la questione non è che tutti debbano amare la stessa cosa ed avere le stesse preferenze, semplicemente ognuno dovrebbe rispettare i gusti e le scelte degli altri e smetterla per una buona volta di far sentire inadeguata una persona per dei canoni di bellezza convenzionali e soggettivi.

  2. #2
    Barba e camicino bianco L'avatar di Shogun
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.871

    Re: MOLOCCHIO, non ho mai visto nessuno morire di obesità, massimo si va all'ortopedi

    Quando l’orgasmo non scatta

    Anorgasmia significa “assenza di orgasmo”: dalla fase di normale eccitazione, in cui prova piacere, la donna non riesce a passare alla fase orgasmica poiché l’orgasmo non scatta né con la penetrazione né attraverso la stimolazione del clitoride. Nella donna anorgasmica il desiderio sessuale non raggiunge il culmine.

    Da non confondere con la frigidità

    Questo disturbo non è da confondersi con la frigidità (assenza di piacere) che invece può essere una conseguenza dell’anorgasmia. Una donna che non riesce a raggiungere l’orgasmo, infatti, corre il rischio di scoraggiarsi fino a diventare frigida e a non provare più alcun piacere, il che porterà inevitabilmente anche alla perdita del desiderio. Una donna frigida soffre di anorgasmia, mentre una donna anorgasmica continua a provare piacere.

    Secondo le statistiche, quasi il 10% delle donne soffre di anorgasmia o di frigidità e una donna su tre si troverà ad affrontare questo problema nel corso della sua vita.

    Due tipi di anorgasmia

    Distinguiamo due tipi di anorgasmia:

    -l’anorgasmia primaria, se la donna non è mai arrivata all’orgasmo, né con la penetrazione né attraverso la stimolazione del clitoride

    -l’anorgasmia secondaria, se la donna ha già avuto un orgasmo nel corso della propria vita sessuale.

    Si parla inoltre di anorgasmia totale se la donna non ha né orgasmi vaginali né clitoridei, e di anorgasmia parziale se la donna raggiunge solo uno dei due orgasmi.

    Le cause

    Le cause dell’anorgasmia sono molteplici e possono essere di ordine fisico, psicologico o comportamentale:

    -un’educazione che ha represso la sessualità e l’erotismo

    -mancanza di autostima, visione distorta del proprio corpo

    -goffaggine o brutalità del partner

    -routine sessuale

    -dolore durante i rapporti sessuali (dispareunia, vaginismo…)

    -un episodio traumatico durante l’infanzia (abusi sessuali, violenze…)

    -assenza di desiderio per il proprio partner

    -dubbi riguardo ai propri sentimenti per il partner

    -paura di lasciarsi andare e di abbandonarsi al piacere

    Le soluzioni

    Fortunatamente le soluzioni per ritrovare il cammino che conduce all’orgasmo esistono!

    Se la causa del problema è di tipo fisico dovrai consultare il tuo medico o il tuo ginecologo, che potranno darti i consigli adatti per venire a capo del tuo disturbo. Se, invece, tutto dipende da una questione psichica sarà meglio rivolgersi ad uno psicoterapeuta o ad un sessuologo che ti proporranno una terapia personalizzata al fine di farti scoprire (o riscoprire) l’erotismo del tuo corpo e arrivare infine al piacere supremo.

    - - - Aggiornato - - -

    Quando l’orgasmo non scatta

    Anorgasmia significa “assenza di orgasmo”: dalla fase di normale eccitazione, in cui prova piacere, la donna non riesce a passare alla fase orgasmica poiché l’orgasmo non scatta né con la penetrazione né attraverso la stimolazione del clitoride. Nella donna anorgasmica il desiderio sessuale non raggiunge il culmine.

    Da non confondere con la frigidità

    Questo disturbo non è da confondersi con la frigidità (assenza di piacere) che invece può essere una conseguenza dell’anorgasmia. Una donna che non riesce a raggiungere l’orgasmo, infatti, corre il rischio di scoraggiarsi fino a diventare frigida e a non provare più alcun piacere, il che porterà inevitabilmente anche alla perdita del desiderio. Una donna frigida soffre di anorgasmia, mentre una donna anorgasmica continua a provare piacere.

    Secondo le statistiche, quasi il 10% delle donne soffre di anorgasmia o di frigidità e una donna su tre si troverà ad affrontare questo problema nel corso della sua vita.

    Due tipi di anorgasmia

    Distinguiamo due tipi di anorgasmia:

    -l’anorgasmia primaria, se la donna non è mai arrivata all’orgasmo, né con la penetrazione né attraverso la stimolazione del clitoride

    -l’anorgasmia secondaria, se la donna ha già avuto un orgasmo nel corso della propria vita sessuale.

    Si parla inoltre di anorgasmia totale se la donna non ha né orgasmi vaginali né clitoridei, e di anorgasmia parziale se la donna raggiunge solo uno dei due orgasmi.

    Le cause

    Le cause dell’anorgasmia sono molteplici e possono essere di ordine fisico, psicologico o comportamentale:

    -un’educazione che ha represso la sessualità e l’erotismo

    -mancanza di autostima, visione distorta del proprio corpo

    -goffaggine o brutalità del partner

    -routine sessuale

    -dolore durante i rapporti sessuali (dispareunia, vaginismo…)

    -un episodio traumatico durante l’infanzia (abusi sessuali, violenze…)

    -assenza di desiderio per il proprio partner

    -dubbi riguardo ai propri sentimenti per il partner

    -paura di lasciarsi andare e di abbandonarsi al piacere

    Le soluzioni

    Fortunatamente le soluzioni per ritrovare il cammino che conduce all’orgasmo esistono!

    Se la causa del problema è di tipo fisico dovrai consultare il tuo medico o il tuo ginecologo, che potranno darti i consigli adatti per venire a capo del tuo disturbo. Se, invece, tutto dipende da una questione psichica sarà meglio rivolgersi ad uno psicoterapeuta o ad un sessuologo che ti proporranno una terapia personalizzata al fine di farti scoprire (o riscoprire) l’erotismo del tuo corpo e arrivare infine al piacere supremo.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su