Dati di vendita auto nel mondo
               
Risultati da 1 a 20 di 20

Discussione: Dati di vendita auto nel mondo

  1. #1
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Dati di vendita auto nel mondo

    Gruppo PSA Nel 2015 vendute quasi 3 milioni di vetture

    L’anno scorso il Gruppo PSA ha venduto 2,97 millioni di vetture, facendo registrare una crescita dell’1,2% rispetto ai risultati del 2014. Il costruttore francese è riuscito a incrementare le consegne nonostante la leggera flessione del mercato cinese, il forte calo della domanda in Sud America e il tiepido successo del suo nuovo brand DS. A portare il totale in terreno positivo è stato principalmente il marchio Peugeot che ha pesato per il 58% del globale venduto, oltre ai risultati ottenuti in Europa dove PSA è riuscita a crescere seppur meno del totale del mercato. La quota delle vendite in Europa è salita sopra il 60% rendendo evidente la dipendenza su questo mercato.



    Peugeot e DS. Il totale per brand mostra un aumento delle vendite di auto con il logo Peugeot del 4,6% e un incremento della quota di 2 punti percentuali. In particolare, il successo della 308 in Europa e della 408 in Cina ha contribuito alla crescita del marchio. Non è stato il caso di Citroën, il secondo marchio del Gruppo, il quale ha visto diminuire le vendite del 2% pari per un totale di 1,16 milioni di unità. L’anno scorso i modelli della nuovo brand premium DS (3, 4, 5 e altri commercializzati in Cina) hanno venduto 102.335 unità, il 3,44% del totale del Gruppo, con una flessione del 13,6% dovuta soprattutto ai risultati in Europa.



    I risultati nel Vecchio Continente. Il 62,7% delle vendite è rimasto in Europa (esclusa la Russia) con i marchi Peugeot e Citroën che sono cresciuti rispettivamente del 9,4% e 3%. DS invece non ha avuto un buon primo anno e il suo totale si è ridotto del 10,8% rispetto alle vendite delle Citroën DS3, DS4 e DS5 registrate nel 2014. Nel complesso il Gruppo ha perso quota considerando l’aumento totale del mercato auto in Europa. I tre modelli più importanti di Peugeot, 208, 308 e 2008, hanno avuto un impatto molto positivo sui risultati complessivi. Grazie al successo della Peugeot 308 (+31%), il terzo aumento annuale consecutivo delle vendite della 2008 (+10%) e l’aumento dei volumi registrati dalla piccola 208, Peugeot non solo è riuscita a crescere, ma ha avuto anche un peso importante nella crescita globale. Purtroppo, il risultato positivo della Peugeot è stato ridimensionato dalla performance di Citroën e DS che sono cresciute molto meno. Situazione analoga anche per quanto riguarda le immatricolazioni: in Europa + EFTA, PSA si è piazzata al secondo posto come costruttore, ma ha perso 0,3 punti percentuali di quota a fronte di una crescita del 6% nel suo immatricolato contro un aumento totale del mercato del 9,2%. Nel complesso, il Gruppo francese ha perso quote di mercato nei cinque principali Paesi europei, passando dall’11,24% del 2014 al 10,97% dell’anno scorso.



    Asia e Africa. Nel resto del mondo, fatta eccezione per Medio Oriente e Africa, il Gruppo ha subito una flessione delle vendite. In Cina e nel sud est asiatico PSA ha venduto 736.000 auto, con una flessione dello 0,9%. Quasi la totalità di queste vetture sono rimaste in Cina, dove Peugeot è riuscita a crescere grazie al modello 408 (+68% e 26% del totale del brand nel Paese). Citroën invece ha chiuso in calo del 6% nonostante l’arrivo della nuova C4 Saloon (introdotta a ottobre), le 67.000 unità della C3-XR e le 90.000 della C-Elysee. L’anno scorsco la Cina ha contruibuto con il 21% delle vendite globali del brand DS, con un calo del 20% dei volumi a causa del rallentamento generale del mercato e, soprattutto, del segmento premium. Malissimo in Russia e in Eurasia con vendite in giù del 73% e con DS che ha venduto solo 88 unità. Il peso di questa regione è passato dall’1,5% del 2014 allo 0,4% dell’anno scorso. Anche in Sud America i risultati sono stati deludenti: da 200.000 unità del 2014 il Gruppo è passato a 157.000 nel 2015. In Brasile Peugeot e Citroën hanno immatricolato 58.000 macchine e hanno perso quota di mercato (da 2,83% nel 2014 al 2,35% nel 2015). Ancora più pesante la flessione subita in Argentina, altro mercato importante per PSA, dove le immatricolazioni sono scese del 26% a fronte di una flessione totale del mercato del 6,6%. Il calo registrato in Sud America ha fatto sì che Africa e Medio Oriente superassero in termini di volumi con 180.000 auto, pari al +6,4%. Il Gruppo è stato il primo in Tunisia, il secondo in Algeria e Marocco.


    http://www.quattroruote.it/news/merc...i_vetture.html

  2. #2
    Perchè noi siamo tanti L'avatar di heXen
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.784

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    In America Latina un -21% non me lo aspettavo proprio

  3. #3

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Ottimo topic!

  4. #4
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Grazie!

    Record di vendite per Jeep

    Nel 2015 il marchio americano ha stabilito il record assoluto nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa)




    Nel 2015 Jeep ha stabilito il record assoluto di vendite nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) con 117.620 unità vendute e volumi in crescita del 55,7% rispetto al 2014.

    In Europa Jeep è stato il marchio automobilistico con il più rapido tasso di crescita, pari al 132,2% in un anno, che è stato anche il migliore di sempre per volumi, con 88.200 unità Jeep immatricolate e un incremento del 113% rispetto al 2014.
    Nel 2015, molti paesi della regione EMEA hanno registrato il risultato di vendita annuale migliore di sempre. In Italia, il primo mercato della regione in termini di vendite, Jeep ha stabilito il nuovo record assoluto con vendite quasi triplicate rispetto al 2014.
    Con 14.995 immatricolazioni, Jeep ha stabilito il miglior anno di sempre anche in Germania dove le vendite sono cresciute del 42,6% rispetto al 2014. Nel Regno Unito sono state vendute più vetture Jeep lo scorso anno rispetto al totale dei 4 anni precedenti (dal 2011 al 2014) con una crescita del 176,1% rispetto al 2014. Il 2015 è stato l’anno migliore di sempre nel mercato britannico per Jeep, che è stato il marchio automobilistico con il più veloce tasso di crescita.

    Le vendite in Francia hanno registrato il miglior anno di sempre con una crescita del 208,5% (8.585 unità) rispetto al 2014, grazie soprattutto ai risultati commerciali della Renegade.

    Anche in Spagna Jeep ha chiuso il 2015 come il marchio con il più alto tasso di crescita nel settore automotive (205,4%) e ha stabilito il record assoluto di vendite annuali.

    Nel mercato spagnolo sono state vendute più vetture Jeep nei dodici mesi del 2015 che negli ultimi tre anni insieme (2012-2014).
    In termini di prodotto, la Renegade ha trainato i risultati del marchio in EMEA, e con più di 54.800 unità ha contribuito per il 49,8% alle vendite totali di Jeep nella regione. A oggi prodotta in oltre 200.000 unità presso il rinnovato stabilimento FCA di Melfi in Basilicata, la Renegade ha ottenuto numerosi riconoscimenti nel corso dell’anno a conferma del successo del modello in termini di vendite e apprezzamento da parte del pubblico.
    Con 28.159 unità vendute, l’ammiraglia Grand Cherokee ha dato un importante contributo al successo commerciale del brand. Secondo modello più venduto della gamma Jeep nella regione EMEA, Grand Cherokee ha rappresento circa il 24% (precisamente il 23,9%) delle vendite Jeep nel 2015. Jeep Cherokee ha incrementato in modo significativo le vendite rispetto al 2014 e l’icona Jeep Wrangler ha confermato la sua solida performance commerciale con 14.109 unità vendute.
    http://www.repubblica.it/motori/sezi...eep-131514974/

  5. #5

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Dati di vendita in Italia per marchio per il mese di dicembre e per l'intero 2015:

    http://www.unrae.it/dati-statistici/...-dicembre-2015

    Top ten segmento dicembre 2015:

    http://www.unrae.it/dati-statistici/...-dicembre-2015

  6. #6
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Jaguar-Land RoverVendite, nel 2015 sfiorate le 500.000 unità



    Nel 2015 il quinto gruppo automobilistico premium al mondo, dopo Volvo, è stato Jaguar-Land Rover, che fa capo al colosso indiano Tata: complessivamente sono state vendute 487.000 unità, il 5% in più rispetto al 2014. Un risultato reso possibile dall’arrivo di nuovi prodotti e dall’ottimo andamento delle vendite in Regno Unito, Europa e Nord America. In Cina, invece, le vendite sono crollate del 24% per un totale di 92.500 esemplari. Land Rover è il marchio che contribuisce maggiormente alla crescita grazie al fatto che la sua gamma è composta da Suv e premium, due dei segmenti più richiesti al momento. Jaguar, invece, fatica a tenere il passo nonostante l’arrivo della XE. A breve, tuttavia, il lancio della F-Pace, la prima Suv del marchio del Giaguaro, dovrebbe invertire la tendenza.



    Land Rover, bene in Europa e Usa. Il marchio Land Rover ha venduto 403.000 unità (+ 6%), l’83% del totale del Gruppo. Le Suv del brand sono state particolarmente richieste in Europa e negli Stati Uniti grazie alla spinta della nuova Discovery Sport (con una media di 10.000 unità vendute al mese) e al record di vendite raggiunto dalle Range Rover e Range Rover Sport. Il marchio inglese è stato uno dei pochi in Europa a crescere più del 20% incrementando la sua quota dallo 0,9% all’1%. Sono state immatricolate 140.500 Land Rover in Europa occidentale più i Paesi EFTA, di cui l’84% sono rimaste nei cinque principali mercati: Francia (+228%), Germania (+24%) e Italia (+23%). Il Regno Unito ha rappresentato il 47% del totale europeo e il resto dell’Europa (Spagna esclusa) è cresciuto solo del 2%. Negli Stati Uniti Land Rover ha incassato una forte crescita in termini di volumi, che sono saliti del 37% rispetto allo stesso periodo del 2014, consegnando 70.600 Suv.



    Lieve crescita per Jaguar. Non altrettanto positivo il risultato di Jaguar, che ha consegnato 84.000 esemplari dei modelli XE, XF e XJ, e le sportive XK e F-Type. L’anno scorso le vendite sono cresciute solo del 3%, nonostante l’introduzione della nuova XE, la berlina media che dovrebbe aiutare il brand a conquistare nuovi clienti. In Europa, invece, il totale immatricolato è salito del 41%, il terzo maggior incremento dopo quello fatto registrare da Jeep e Smart, mentre il volume di vendita negli Stati Uniti è sceso dell’8% in un mercato che è aumentato del quasi 6%. Da sottolineare la crescita fatta registrare in Francia, che ha più che raddoppiando i volumi del 2014 (+118%), e la quota raggiunta nel Regno Unito: quasi l’1%. Al di fuori dei cinque principali Paesi europei le immatricolazioni sono passate dalle 3.300 unità del 2014 alle 6.400 dell’anno scorso.
    http://www.quattroruote.it/news/merc...000_unita.html

  7. #7
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Gruppo DaimlerNel 2015 nuovo boom di vendite

    Il Gruppo Daimler ha chiuso il 2015 con un nuovo record di vendite grazie al boom delle Suv e della sua gamma compatta: complessivamente ha consegnato nel mondo quasi due milioni di vetture, facendo segnare un aumento del 14% rispetto all’anno precedente. Tra i brand Mercedes-Benz ha realizzato la maggior parte dei volumi (94% del totale), ma Smart è cresciuto maggiormente (+33%). Il merito di questi risultati è da attribuire principalmente al buon andamento delle vendite in Cina, il mercato più importante per il costruttore tedesco, oltre all’aumento della domanda in Europa (+ 10,5%) e in Nord America (+ 5,2%). Ottimi risultati che non si limitano solamente al consuntivo degli ultimi dodici mesi: quelli appena trascorsi sono stati il miglior dicembre (178.000 unità, +9,1%) e il miglior quarto trimestre (495.000 pezzi, +8,8%) nella storia del Gruppo.



    Segno più in tutta Europa. Mercedes-Benz ha venduto quasi 800.000 auto in Europa, la sua regione più importante. Il totale è cresciuto del 10,5% non tanto grazie alla Germania (+4,7%; dove comunque è stato il brand Premium più venduto), quanto al Regno Unito (+17%) e all’aumento a doppia cifra in quasi tutti i Paesi del Continente. Da sottolineare la performance di Italia (+13,8%), Spagna (+27%), Turchia (+31%), Svizzera (+22%) e Olanda (+31%). La quota di entrambi marchi nei cinque principali mercati europei è passata dal 6,01% del 2014 al 6,40% dell’anno scorso, con incrementi, anche in questo caso, in tutti i Paesi, guidati dal Regno Unito dove la quota è salita dal 5,20% al 5,84%), mentre in Germania si è attestata al 10,13%.



    Cresce anche Asia-Pacifico. La seconda regione per volumi è stata l’Asia-Pacifico, che ha rappresentato il 33% delle vendite globali del marchio Mercedes-Benz. Nel complesso, le consegne del Gruppo sono aumentate del 25%, un risultato che poteva essere anche migliore se non fosse stato mitigato da crescite più contenute in stati come il Giappone. La Cina ha pesato per il 61% delle vendite in questa regione ed è stato il singolo mercato più grande (100.000 unità in più delle vendite realizzate in Germania). Mercedes-Benz è stato uno dei pochi brand in Cina a non accusare il deciso rallentamento del mercato, andando addirittura in controtendenza e aumentando considerevolmente le vendite. Grazie all’avvio della produzione locale dei modelli GLA e GLC, il brand tedesco è infatti riuscito a offrire il prodotto giusto nel momento giusto. Dal punto di vista delle immatricolazioni, è diventato il brand estero più venduto in Giappone superando Volkswagen, mentre in Corea ha sottratto quote a BMW, il leader tra i marchi d’importazione, targando 47.000 unità, il 33% in più (BMW ha immatricolato 47.900 macchine, con una crescita del 19%).



    Negli Usa traina la Mercedes GLA. A causa della crescita contenuta (+3,8%) gli Stati Uniti hanno perso il primo posto come mercato per Mercedes-Benz. Il numero di vetture vendute in questo Paese ha pesato per l’87% del totale commercializzato in Nord America. Una percentuale che cresce ancor di più se si includono i veicoli commerciali Sprinter e Metris: in questo caso Mercedes occupa il primo posto come costruttore premium superando BMW e Lexus. I risultati del brand di Stoccarda si devono principalmente al successo della sua gamma di Suv (+ 17%) e, soprattutto, della GLA (+272%), dal momento che l’introduzione dei modelli GLC e GLE non è bastata per mitigare il calo di vendite delle vecchie GLK e ML. Per contro, le vendite della gamma sedan/sportiva sono scese del 3%.

    I modelli più venduti. La classe C è stato il modello più popolare del brand Mercedes-Benz: l’anno scorso ne sono state vendute 444.000 unità, il 40% in più. Il successo di questa vettura è stato tale che in alcuni mercati ha superato nella classifica di vendita la sua diretta rivale, la BMW serie 3. La famiglia compatta (classe A, B, CLA e GLA) ha raggiunto 580.000 nuovi clienti, con una crescita del 26% rispetto all’anno precedente. La gamma di Suv (classe G, GL, GLA, GLC, GLE, ML e GLK) ha seguito quasi le stesse orme delle compatte: 526.000 esemplari consegnati, pari al +27%. Smart ha fatto molto bene grazie alla nuova generazione della fortwo e al buon andamento della forfour. Nel complesso il marchio ha venduto 119.400 vetture, realizzando una crescita del 33%.
    http://www.quattroruote.it/news/merc...i_vendite.html

  8. #8
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Toyota: è ancora lei la n°1 al mondo

    Anche nel 2015 la casa giapponese ha superato i 10 milioni di vendite, piazzandosi così al primo posto nella graduatoria delle case.


    IN CALO MA SEMPRE PRIMA - Il gruppo Toyota è il costruttore che ha venduto più veicoli nel corso del 2015. La casa giapponese ha pubblicato i risultati di vendita dell’anno scorso e il totale ammonta a 10.151.000 unità, che nonostante significhino un calo dello 0,8% rispetto al 2014, confermano il gruppo sul gradino più alto del virtuale podio mondiale dei costruttori. Per la precisione 9.189.000 vendite sono state realizzate dalla marca Toyota, a cui si aggiungono le 794.000 della Daihatsu e le 168.000 della Hino, che produce camion. Per chiarezza va detto che la Lexus non è una società autonoma ma formalmente fa parte della Toyota.

    DUE INSEGUITORI QUASI PARI - Con 10.151.000 di veicoli il gruppo Toyota distacca di 219.400 unità il gruppo Volkswagen, che nel corso del 2015 ha sommato 9.930.600 veicoli venduti (nel 2014 erano stati 10.137.400). Alla terza posizione della graduatoria c’è la General Motors, pochissimo distante dalla Volkswagen. Il gruppo americano ha infatti venduto 9.840.786 veicoli, che sono lo 0,2% in più rispetto al 2014.

    QUARTO RENAULT-NISSAN - Per la cronaca, alle spalle del terzetto di testa si può mettere il gruppo Renault-Nissan, che non è un gruppo unico sotto il profilo formale ma certamente sotto molti aspetti opera come una entità unica. La somma dei dati di vendita delle due case nel 2015 ammonta a 8.223.396 veicoli, di cui 5.421.804 da parte della Nissan (in aumento del 2,1%) e 2.801.592 dalla Renault (+3,3%). Impressionante è il dato della Nissan in Giappone: comprendendo le minicar, le vendite “nazionali” per la casa giapponese sono state soltanto 589.046 (pari al 12,1% in meno rispetto al 2014). Le vendite extra Giappone sono invece aumentate del 4,2% arrivando a 4.832.758 unità. Tutto il resto è stato venduto all’estero. Questo mentre le vendite in Giappone della leader Toyota sono state 4.035.434.
    http://www.alvolante.it/news/toyota-...do-2015-344986

  9. #9
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    FiatNel 2015 guadagna quote in Europa, perde in America e Asia





    Fiat 500X


    1 di 1






    Il marchio Fiat ha chiuso il 2015 in rosso in quasi tutti i mercati più importanti. Le vendite complessive in Europa, Russia, Turchia, India, Cina, Corea, Giappone, Australia, Stati Uniti, Canada, Brasile e Argentina sono scese del 16% passando da 1,57 milioni di unità nel 2014 a 1,32 milioni l’anno scorso. Ciò nonostante il buon andamento delle immatricolazioni in Europa, dove la Casa ha aumentato la sua quota grazie al lancio della 500X. In generale, i motivi della flessione sono da ricercare principalmente nella crisi del mercato in Brasile (il marchio torinese è rimasto comunque il più venduto nel Paese), oltre che nei forti cali subiti in Nord America e in quasi tutti i Paesi asiatici. Ha influito sui risultati anche la diminuzione delle vendite della piccola della famiglia, la Fiat 500.



    Vendite su in Europa. L’Europa ha realizzato la maggior parte dei volumi con 657.000 unità, pari a una quota del 4,62% (un anno prima erano state rispettivamente 586.000 e 4,51%). Una parabola ascendente che si riflette anche sulla variazione totale dal momento che Fiat è stato il brand generalista con la crescita più alta nel Vecchio Continente. Non solo, l’aumento delle immatricolazioni del brand torinese è stato superiore a quello fatto registrare da Volkswagen, Ford, Opel, Renault, Peugeot e Citroën. Quest’ottimo risultato si deve alla ripresa del mercato italiano e al successo della Fiat 500X, arrivata nelle concessionarie i primi mesi del 2015. Italia a parte, la Germania rappresenta il mercato più grande del continente con 70.700 unità (+3.8%), dopo la flessione del Regno Unito (-2.6%), dove la 500 (-1%) non ha approfittato del miglior anno nella storia per il settore automotive. L’incremento più rilevante, però, è stato registrato in Francia (+19%) e Spagna (+28%), con quote rispettivamente del 2,84% (nel 2014 era 2,55%) e del 3,59% (l’anno precedente era 3,39%). In termini di aumento delle quote, Austria e Ungheria sono ai primi posti, mentre in Olanda e Grecia (il secondo Paese europeo con la quota più alta per Fiat) il brand torinese ha avuto le perdite maggiori.



    Boom di 500X. Sul totale delle immatricolazioni in Europa, l’Italia ha pesato per il 50% (nel 2014 era il 48%), pari a 329.200 unità che hanno rappresentato il 20,90% del mercato locale di autovetture. La crescita nello Stivale si spiega non solo con il boom della 500X (che è diventata la crossover compatta più venduta superando la Qashqai), ma anche della Panda (+21%). Dal’altro lato, né la 500 – nonostante il restyling presentato a luglio - né la 500L, ormai con quasi quattro anni di età, sono riuscite a tenere il passo e hanno chiuso l’anno in negativo rispettivamente del 6% e del 3%. La Punto, invece, si conferma la seconda auto più venduta in Italia con 56.500 esemplari, anche se in flessione dell’1% nel suo decimo anno di vita. Da sottolineare, infine, che il totale immatricolato della Panda ha superato il venduto complessivo di tutta la gamma 500.



    Pesa la crisi in Brasile. Le immatricolazioni cumulate dei principali stati americani (Messico escluso) sono diminuite del 33%, con una perdita di 280.000 unità rispetto al 2014. Il volume complessivo di Brasile, Argentina, Stati Uniti e Canada è passato da 837.300 esemplari nel 2014 a 557.200 nel 2015. Gran parte del calo (37%) è da attribuire al crollo del mercato brasiliano, ma la flessione è stata considerevole anche in Canada (-31%) e in Argentina (-17%). Nonostante tutto, in Brasile la Fiat ha mantenuto la prima posizione in classifica, pur perdendo considerevoli quote di mercato (passando dal 20,97% del 2014 al 17,73% nel 2015), anche in seguito a una flessione piu moderata di altri brand come Ford e Hyundai. Per fortuna per il Gruppo FCA, il marchio Jeep ha avuto un inizio eccezionale. La Fiat Palio ha perso la vetta del podio tra le auto più vendute nel Paese carioca ed è stata superata dalla Chevrolet Onix. Anche in Argentina il brand ha perso quote di mercato (-1,51%), mentre negli Stati Uniti la gamma 500 ha ottenuto risultati disomogenei: la 500 ha venduto 25.000 unità (-26%), il secondo risultato piu basso da quando è stata lanciata nel 2011; la 500L ha perso il 37%, con solo 7.900 vetture, mentre la 500X è partita di slancio nel suo primo anno di commercializzazione con 9.500 unità.
    Tonfo in Asia. In Asia si è registrata la situazione peggiore. Le vendite cumulate di Cina (escluse le vetture importate), Giappone, Corea, Australia e India hanno subito un tonfo del 44%, passando da 96.300 unità del 2014 a 53.700 l’anno scorso. In particolare, in Cina la domanda dei modelli Fiat Viaggio e Ottimo è diminuita del 54% pari a 31.500 unità in un mercato che ha venduto complessivamente 24,6 milioni di macchine. L’inizio della produzione locale della Jeep Cherokee dovrebbe aiutare il Gruppo a migliorare la sua posizione. In India, il secondo mercato asiatico piu importante per il brand, il restyling della Fiat Linea e il lancio della Fiat Avventura non sono riuscite a frenare la caduta (-30%) in netta controtendenza rispetto all’andamento del mercato locale, che ha raggiunto il record storico di 2,77 milioni di auto. Negli altri Paesi, le vendite della Fiat sono diminuite del 2% in Giappone (7.500 unità), del 22% in Australia (5.500) e del 47% in Corea (615 esemplari).
    http://www.quattroruote.it/news/merc...ca_e_asia.html

  10. #10
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Per la prima volta nella storia delle vendite di auto in europa, si sono venduti più SUV che city car e compatte tradizionali, con un incremento del 24%....


    02/02/2016
    Invia email
    Stampa articolo








    Le immatricolazioni europee nel 2015 sono aumentate del 9,3% , spinte dall’ incredibile boom di SUV che hanno contribuito in grande parte alla crescita totale. Per la prima volta nella storia delle vendite di auto in europa, si sono venduti più SUV che city car e compatte tradizionali, con un incremento del 24% a 3,2 milioni di unità. La loro la quota di mercato è cresciuta dal 19,8% nel 2014 al 22,5% nel 2015, lasciando alle “piccole” la seconda posizione con una quota del 22,0% sul totale, seguite dal segmento del compatte con il 20,6%. Questi tre segmenti , insieme con le berline e SW medie e le auto sportive, sono stati gli unici a guadagnare quote di mercato nel 2015.

    SUV PICCOLI
    La crescita in termini di vendita dei SUV è imputabile in gran parte alla notevole richiesta dei Suv più piccoli, che rappresentato sino al 38% del totale dei Suv immatricolati nel 2015 . La loro percentuale è salita del 38% rispetto al 2014, superando, per la prima volta, il milione di unità vendute, 1.2 per l’ esattezza. Malgrado la loro notevole crescita sono ancora, di poco, i Suv compatti quelli più richiesti, dato che rappresentano il 40% di quota con 1,28 milioni di unità vendute. I Suv medi raggiungono invece le 470,400 unità vendute, quelli più grandi le 243,000 unità ( +27% rispetto al 2014).

    FIAT
    La richiesta di Suv è aumentata in tutti e 29 mercati analizzati, con il primato della Gran Bretagna che ha fatto segnare l’ incremento più significativo passando dalle 501,200 unità del 2014 alle 630,400 del 2015. Portogallo, Spagna, Danimarca, Croazia e Grecia hanno fatto segnare tutti incrementi del 40%. Per quanto concerne i marchi, Nissan è ancora leader con oltre 376,000 unità consegnate e una quota di mercato dell 11.8% . Al secondo posto troviamo Renault, aiutata dall’ arrivo del nuovo Kadjar con un sostanzioso incremento del 44%. Volkswagen ha fatto registrate un piccolo aumento piccolo (+1.4%),mentre in termini di quote di mercato Fiat e la sua 500X hanno fatto segnare il l’incremento maggiore, seguita da Citroen e Jeep.
    http://www.automobilismo.it/vendite-...opa-auto-24609

    - - - Aggiornato - - -

    a inizio 2016. In particolare, c'è da segnalare il +47,56% di Jeep/Dodge, seppur su volumi minori (3.779 unità), seguita da Alfa Romeo (+11,69%, 2.761) e Lancia/Chrysler (+10,34% 5.560).
    Tutti in positivo, o quasi. Gennaio è stato un mese positivo per tutti i marchi principali, dalla Volkswagen (+20,18%, 11.869 unità) alla Ford (+17,44%, 11.111) dalla Renault (+22,7%, 9.82 alla Opel (+12,17%, 8.17. L'unica Casa a far registrare una perdita - seppur lieve - è stata la Toyota con un -0,11%, pari a 6.209 unità. Il Costruttore giapponese può comunque consolarsi con il quarto anno consecutivo da leader mondiale.
    Scarica i dati della struttura di mercato di gennaio 2016

    Ok noleggio e privati. Va detto che il noleggio ha giocato un ruolo importante questo mese, con 4.250 vetture immatricolate in più rispetto a gennaio 2015 (+15,3%), un risultato che ha consentito di raggiungere una quota di mercato del 20,5%. Alla crescita ha contribuito in modo decisivo il breve termine (+29,4%), ma è salito anche il lungo termine, con un +6,2% ottenuto grazie alle esigenze di rinnovo dei contratti, allungati nei periodi più difficili. Analizzando la struttura del mercato, infine, è emerso come le forti azioni commerciali abbiano spinto nettamente le vendite ai privati: con il +23,7% di gennaio, la quota è salita al 66% del totale.


    Scarica la top ten del mercato auto di gennaio 2016

    Scarica la top ten per carrozzeria di gennaio 2016

    Scarica la top ten per segmento di gennaio 2016

    Scarica la top ten per alimentazione di gennaio 2016

    Gas: prosegue la crisi. Dopo le cifre in calo del mese di dicembre, anche a gennaio l’analisi delle immatricolazioni per alimentazione ha evidenziato perdite per le vetture a gas, con un -27,4% per il metano e un -27,8% per il Gpl. Fra le possibili cause, anche la diminuzione dei prezzi di benzina e gasolio, scesi, rispettivamente, del 10 e del 13%. Le auto a benzina hanno così incrementato la propria quota di mercato fino a raggiungere il 33,3%, il risultato migliore degli ultimi due anni, mentre le diesel hanno toccato il 55,9%. Per quanto riguarda ibride e elettriche, infine, a gennaio hanno mantenuto la stessa quota del mese precedente, il 2,2%, contro l’1,8% di un anno fa.
    Le top. Fra le auto più vendute di gennaio c'è ancora la Fiat Panda (13.362 unità), seguita dalla Lancia Ypsilon (5.55 e dalla Fiat 500 (5.037). Al quarto posto troviamo la Fiat 500X (4.425). A condurre la classifica delle diesel troviamo invece la Fiat 500X (4.144 unità), seguita dalla Renault Clio (3.372) e dalla Fiat 500L (3.357). Al quarto posto da segnalare la Jeep Renegade (3.032), risalita di due posizioni rispetto al mese scorso. Bene, infine, il mercato dell’usato: con 374.184 trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture, l'incremento è stato pari al 6,3% rispetto a gennaio 2015.
    http://www.quattroruote.it/news/merc..._un_17_4_.html

    - - - Aggiornato - - -

    VW Passat: rallenta la domanda, ferme alcune fabbriche

    1 febbraio 2016 - Tempi duri per le fabbriche di Emden e Kessel della Volkswagen. Decresce la domanda di Passat, e contestualmente si sono visti dei problemi di stampaggio dei materiali e alla scatola del cambio



    Non inizia nel migliore dei modi il 2016 per Volkswagen. La casa di Wolfsburg è stata costretta a fermare la produzione nello stabilimento di Emden – ove si realizza la Passat nelle varianti coupé, berlina e station wagon – a causa di problemi di natura tecnica al cambio.
    Tra i perché di questo stop in uno stabilimento che occupa circa 9.000 persone, va indicato, forse come motivo principale, anche il rallentamento della domanda di una delle auto simbolo del marchio.
    Ancor più grigia è la situazione a Kessel, la cui fabbrica occupa 16.000 persone. L'impianto, adibito alla produzione di oltre 4 milioni di cambi l'anno, verrà fermato i giorni 1, 5 e 8 febbraio, come rivelato da un portavoce Volkswagen al locale quotidiano Hessische Niedersaechsische Allgemeine.
    http://www.automoto.it/news/volkswag...fabbriche.html

  11. #11
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Skoda A gennaio vendite su grazie a Europa e Cina









    Skoda, il terzo marchio per volumi del Gruppo Volkswagen, ha iniziato l’anno facendo registrare una crescita delle consegne del 5,2% rispetto a gennaio 2015. In totale ha venduto 91.600 unità, di cui quasi due terzi tra Europa occidentale e Cina, i suoi mercati principali. I risultati positivi ottenuti in queste aree hanno permesso al brand ceco di continuare a espandersi dopo aver chiuso il 2015 con oltre il milione di auto vendute in tutto il mondo. Skoda tra l’altro è uno dei brand del Gruppo tedesco che ha tratto maggiore vantaggio della ripresa del mercato europeo e questo si evidenza dall’ottimo andamento in Germania, il suo secondo mercato singolo più importante. Un bilancio che potrebbe essere ancora più roseo se non fosse per le performance negative di Russia ed Europa orientale.



    Cresce la domanda in Europa. A gennaio Skoda ha consegnato 32.900 auto in Europa occidentale, il 36% del totale (nel 2015 era il 34%). Complessivamente, nel Vecchio Continente le consegne sono aumentate del 10,4% grazie soprattutto al risultato positivo ottenuto in Germania (+4,7%) che da sola “pesa” per il 32% del totale nella regione. Skoda è il brand straniero piu venduto in questo mercato e a gennaio la sua quota si è attestata al 4,53%. Nonostante la crescita delle consegne, le immatricolazioni in Germania sono diminuite del 7,3% a fronte di una crescita del mercato del 3,3%. Forti crescite, invece, si sono registrate in Svizzera (+74%), Norvegia (+28%), Portogallo (+44%), Austria (+32%) e Italia (+25%). Dal punto di vista delle immatricolazioni, il totale è in flessione in Regno Unito (-2,4%) e Spagna (-8,5%), mentre è più che in positivo in Francia (+20%) e Italia (+10,6%).



    Bene la Cina, altro tonfo in Russia. In Cina sono state consegnate 31.300 unità con un aumento dell’8,8% rispetto a gennaio del 2015. L’altro mercato importante è l’India dove l’anno scorso Skoda ha venduto complessivamente 15.500 vetture, pari al +1% (il brand, però, non ha comunicato i dati di gennaio). In Israele, invece, le consegne hanno superato la soglia di 3.000 unità (+34%) e in Europa centrale il brand ceco ha consegnato 14.200 esemplari (+5,7%), il 45% dei quali nel suo mercato locale, la Repubblica Ceca. Più a oriente, in Russia, la crisi ha fatto crollare le consegne del 30,6%, pari a solo 3.600 unità, mentre negli altri Paesi dell’Europa del’Est il totale si è ridotto del 10%.
    I modelli più venduti. Per quanto riguarda l’andamento dei vari modelli in gamma, Skoda ha visto crescere solo le consegne delle nuove Fabia e Superb. A gennaio il totale consegnato della Fabia è aumentato del 26% pari a 14.500 unità, la terza Skoda più venduta. La Octavia è rimasta al primo posto, ma il totale è diminuito dello 0,8%. La compatta è stata seguita dalla Rapid, seconda in classifica, che a causa della forte dipendenza dal mercato dell’Europa del’Est ha chiuso il mese in negativo (-11%). La Superb, invece ha consegnato quasi 10.000 unità con una crescita del 62% rispetto a gennaio 2015. Infine, segnaliamo il buon risultato della Yeti, che nonostante la sua età è riuscita a chiudere il mese scorso con un +29%.
    http://www.quattroruote.it/news/merc....html#loadMore

  12. #12
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Mercato europeoGennaio positivo: FCA vola, Volkswagen perde quota








    Il 2016 del mercato europeo inizia con il segno più, registrando il 29° mese consecutivo di crescita: secondo i dati appena diffusi dall'Acea, il mese di gennaio si è chiuso con 1.061.150 immatricolazioni (escluse quelle dei Paesi Efta, altre 32.415), pari a un aumento del 6,2% rispetto a un anno fa. Una partenza più prudente rispetto al +16,6% di dicembre e al +9,3% del 2015 nel suo complesso, ma comunque positiva. Tra i Costruttori si segnala la grande performance di FCA (trainata dal dato italiano), sia per vendite (+14,4%) che per quota di mercato (+0,5%), mentre il Gruppo Volkswagen aumenta le immatricolazioni (+0,8%) cedendo sul fronte market share (-1,3%).

    Scarica i dati del mercato europeo dell'auto 2016

    Italia al vertice. Come detto, tra i Paesi la parte del leone spetta all'Italia (155.157 immatricolazioni, +17,4%) e alla Spagna (76.395, +12,1%), entrambe con una crescita a doppia cifra. Mercato positivo anche in Francia (138.400 veicoli, +3,9%), Germania (218.365, +3,3%) e Regno Unito (169.678, +2,9%).
    FCA, esordio col turbo. Il Gruppo ha registrato un gennaio da incorniciare, con 71.732 consegne (+14,4% rispetto al 2015) e una quota di mercato in aumento dal 6,3 al 6,8%. Tra i marchi, spiccano Jeep (7.610 veicoli, +34,1%), Alfa Romeo (4.511, +14,7%) e Fiat (53.508, +13,7%), mentre Lancia/Chrysler si ferma a 5.695 immatricolazioni (+2,4%).

    Audi e Skoda in evidenza. Come detto, Wolfsburg ha registrato un aumento complessivo delle consegne (256.989, +0,8%), cedendo una sensibile quota di mercato (passata dal 25,5% al 24,2). Ad eccezione di Audi (forte di 60.933 immatricolazioni, +13,7%) e di Skoda (45.067, +5%), il Gruppo registra il calo dei marchi Volkswagen (124.149, -3,8%), Seat (22.020, -9,2%) e Porsche (4.600, -6,9%, dato su cui influisce il restyling della 911).
    I Costruttori francesi. Il rapporto dell'Acea prosegue con il Gruppo PSA: i francesi guadagnano in immatricolazioni (112.332, +3,9%) ma perdono sul fronte della quota di mercato (10,5% contro il 10,8 di gennaio 2015). Il dettaglio vede Peugeot con 64.632 consegne (+3,3%), Citroën con 42.199 (+4,9%) e DS con 5.501 (+4,5%). Anche il Gruppo Renault registra più immatricolazioni (96.095, +0,7%) e una flessione della quota di mercato (dal 9,5 al 9,1%): nello specifico, il marchio Renault ha chiuso il mese di gennaio con 65.822 consegne (+1,1%), mentre Dacia si è fermata a 30.273 (-0,1%).
    Opel, BMW e Daimler. Con 70.649 nuove vetture (+12,2%) e market share in aumento dal 6,3 al 6,7%, il 2016 si apre positivamente per Opel/Vauxhall. Sempre in Germania, BMW migliora sul fronte delle immatricolazioni (62.977, +4%) ma cede su quello della quota di mercato (dal 6,1 al 5,9%): a gennaio, il marchio BMW ha immatricolato 52.045 auto (+4,9%), mentre Mini è stabile (10.932 vetture). Buone notizie per Daimler, forte di 61.062 consegne (+8,5%) e di una quota di mercato passata dal 5,6 al 5,8%: nel dettaglio crescono sia Mercedes-Benz (54.363 vetture, +9%) sia Smart (6.699, +4,6%).
    Le altre Case. Con 75.710 immatricolazioni (+11,4%), Ford inaugura il 2016 aumentando la quota di mercato dal 6,8 al 7,1%. Toyota, invece, ha registrato 50.511 consegne (+2,8%), passando dal 4,9 al 4,8%: in particolare, il marchio Lexus ha contribuito con 3.385 registrazioni (+8,4%). I dati dell'Acea proseguono con Nissan (40.901 consegne, -4,2%, e quota di mercato dal 4,3 al 3,9%); Hyundai (35.220 auto, +8,9% e quota dal 3,2 al 3,3%); Kia (28.863, +13,2%, quota dal 2,6 al 2,7%), Volvo (18.362, +1,9%, quota dall'1,8 all'1,7%); Mazda (18.112, +36,2%, quota dall'1,3 all'1,7%); Suzuki (13.178, +20,2%, quota dall'1,1 all'1,2%); Honda (12.122 vetture, +41,9%, quota dallo 0,9 all'1,1%); Mitsubishi (9.034, -11,6%, quota dall'1 allo 0,9%). Infine, il grande balzo di Jaguar Land Rover, forte di 16.520 consegne (+53,8%) e di una quota di mercato passata dall'1,1 all'1,6%: i numeri di gennaio sono ottimi sia per Land Rover (12.744 immatricolazioni, +37%) sia per Jaguar (3.776, +162,4%, merito dell'introduzione della XE).
    Il boom elettrico. Per quanto riguarda le alimentazioni alternative (elettriche, ibride, a metano e a Gpl), gli ultimi dati dell'Acea sono positivi: a livello europeo (Paesi Efta esclusi), i veicoli a batteria hanno chiuso il quarto trimestre a quota 164.718 immatricolazioni (pari a una crescita del 21,1%), mentre il saldo finale del 2015 è di 582.135 consegne (+20%). In tutto questo si registra il boom delle vetture elettriche, extended range, elettriche plug-in (e a idrogeno, per ora numericamente trascurabili): il quarto trimestre ha registrato 58.689 immatricolazioni (+160,5% rispetto allo stesso periodo del 2014), mentre il 2015 si è chiuso con 146.161 consegne, pari a una crescita del 108,8%. Nel 2015, l'Italia ha contribuito con 2.283 nuove vetture a batteria (+60,8%).
    http://www.quattroruote.it/news/merc....html#loadMore

  13. #13
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Mercato italianoFebbraio da record








    In Italia l'auto continua a viaggiare a doppia cifra: dopo il +17,4% registrato nel primo mese dell'anno, febbraio si conferma come un mese particolarmente brillante, con vendite in aumento del 27,3%. Una vera e propria locomotiva, trainata dal noleggio e dalle campagne promozionali per i privati.
    I numeri. Secondo i dati diffusi oggi dall'Unrae e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, febbraio si è chiuso con un immatricolato di 162.241 auto, in crescita del 27,3% rispetto alle 135.317 unità dello stesso mese del 2015. Merito, tra l'altro, del giorno lavorativo in più. Allo stesso tempo, il primo bimestre segna una crescita del 22,6% e 327.963 auto vendute rispetto alle 267.428 del gennaio-febbraio 2015, che a sua volta aveva già evidenziato un incremento del 13%.

    Scarica i dati di vendita di febbraio 2016 per Gruppi

    Festeggiano quasi tutti. Tra i Gruppi, dati molto positivi sono evidenziati da FCA (50.232 immatricolazioni, +32,18% rispetto a febbraio 2015 e quota di mercato del 29,16%), Volkswagen (21.702, +31,22%), PSA (16.515, +30,98%), Ford (12.662, +33,78%) e Daimler (8.652, +32,92%). Meno brillanti, pur nel generale entusiasmo, sono stati BMW (7.790 vendite, +22,89%), Toyota (7.525, +23,48%), GM 9.620, +24,9%) e Renault (14.438, +19,02%), Hyundai (8.712, +10,83%). In controtendenza Nissan (5.446 immatricolazioni, -6,55%), mentre va notato il boom di Jaguar Land Rover, a quota 2.150 (+73,39%), ottenuto grazie all'introduzione della XE.

    Scarica la struttura del mercato di febbraio 2016

    Boom dei privati. La struttura del mercato evidenzia un vero e proprio record delle vendite ai privati: se nel febbraio del 2015 erano state 78.076, ora si vola a 107.808, per una crescita pari al 38,1%. Come detto, anche il noleggio ha fatto la sua parte (42.788 immatricolazioni, +16,7%), in particolare quello a breve termine (22.737, +28,6%).


    Scarica la top ten di febbraio 2016

    La top ten. La classifica dei modelli vede ancora largamente al comando la Fiat Panda con 14.704 immatricolazioni, seguita dalla Lancia Ypsilon (6.770), dalla Fiat 500L (5.143, balzata in un mese dal 7° al terzo posto), dalla 500 (5.036) e dalla Volkswagen Golf (4.597), risalita al 5° posto. La Fiat 500X scende in sesta posizione con 4.572 immatricolazioni (a gennaio era quarta), seguita dalla Ford Fiesta (4.321, nona a gennaio), dalla Volkswagen Polo (3.871), dalla Renault Clio (3.853) e dalla Fiat Punto, rientrata nella top 10 con 3.722 vendite.

    Scarica la top ten di febbraio 2016 per alimentazione

    Le ibride volano. Per quanto riguarda le alimentazioni, il gasolio si conferma in ottima forma con 97.451 immatricolazioni (+26,7% su febbraio 2015, contro il 20,2 di gennaio), mentre la benzina allunga la corsa con 58.644 unità (+44,8% rispetto a un anno fa). Continua, invece, la crisi delle vetture a Gpl (9.411 immatricolazioni, -16,1% rispetto a febbraio 2015) e a metano (4.774, -15%), penalizzate dalla diminuzione dei prezzi dei carburanti principali. La perdita, comunque, è ridotta rispetto al mese di gennaio. Le ibride, invece, hanno registrato un vero e proprio boom con 3.528 unità complessive (+78,5%) di cui 3.480 con alimentazione benzina-batteria.
    La top ten per alimentazione. Tra le vetture a benzina, la Panda non ha avversari con 10.034 immatricolazioni, mentre la Lancia Ypsilon (4.332 vendite a febbraio, contro le 3.420 di gennaio) è riuscita a scalzare dal terzo posto la 500 (3.372 unità). La Fiat Punto (2.466) conquista la quarta posizione a scapito della Volkswagen Polo (2.245). Tra le diesel, la 500X si conferma nuovamente regina con 4.310 immatricolazioni, seguita dalla 500L (4.104, terza a gennaio) e dalla Clio (2.891), scesa dal secondo al terzo posto. In quarta posizione la Jeep Renegade è stabile con 2.794 immatricolazioni, mentre la Golf si conferma quinta con 2.704 vetture, una quarantina in più rispetto a gennaio. Tra le vetture a Gpl, la classifica è la stessa di gennaio ad eccezione della prima posizione, in cui si avvicendano l'Opel Corsa (ora prima con 1.068 immatricolazioni) e la Ford Fiesta (seconda con 1.056). Sempre terza la Lancia Ypsilon (992), seguita dalla Fiat Panda (967) e dalla Dacia Sandero (644). Nel metano, la Panda e la Golf (rispettivamente con 1.246 e 1.104 immatricolazioni) "doppiano" la Punto, stabile in terza posizione con 625 unità. Tra le ibride continua incontrastato il dominio Toyota, in vetta con Yaris (1.643 immatricolazioni), Auris (814) e la nuova Rav4 (465), seguite dalle tre Lexus NX, RX e CT. Infine le elettriche, con 32 immatricolazioni per la Leaf, 13 per la Citroën Z-Zero e 10 per la Tesla Model S.

    Scarica la top ten di febbraio 2016 per segmento

    Il dettaglio dei segmenti. Il mese di febbraio vede il segmento A a quota 31.086 vetture (17,9%), di cui quasi la metà sono rappresentate dalla Panda. Il segmento B vede 72.214 unità (41,5%) è guidato dalla Ypsilon, mentre il C (47.824 vetture, 27,5% del mercato) è appannaggio della Golf. Nel segmento D (19.250 unità, 11,1%) continua la battaglia tra la BMW Serie 3, l'Audi A4 e la Volkswagen Passat (rispettivamente a quota 1.381, 1.299 e 1.097 unità). Nel segmento E (3.110 vetture, 1,8% del mercato) l'Audi A6 è invece prima con 553 unità, seguita dalla BMW Serie 5 (447). Infine il segmento F (399 vetture, 0,2%), con la Ghibli in prima posizione (86 vetture), seguita dalla Porsche 911 (60) e dalla BMW Serie 7 (41).

    Scarica la top ten di febbraio 2016 per carrozzeria

    La top ten per carrozziera. Anche a febbraio, Panda, Ypsilon e 500 guidano la classifica delle berline. Tra le crossover, la 500X supera la Captur (2.848 unità) e la Qashqai (2.306), mentre nei fuoristrata la Renegade (1.422 immatricolazioni) stacca le Land Rover Range Evoque (939) e Discovery Sport (771). Sempre più serrato il confronto tra le station wagon e le familiari, con la Peugeot 308 (1.441 vendite) tallonata dalla Ford Focus (1.140), dall'Audi A4 (1.133) e dalla BMW Serie 3 (1.127). Considerando le monovolume, tra le piccole la 500L è sola al comando, mentre le compatte vedono la sfida tra la Ford C-Max (1.504 auto) e la BMW Serie 2 (1.031); tra le grandi monovolume, la Ford S-MAX (187) se la deve vedere con la Galaxy (186), la Renault Espace (152) e la Volkswagen Sharan (113). Infine la Fiat Qubo (895 auto) guida la classifica delle multispazio, l'Alfa Romeo Mito (533) quella delle coupé, la Mini (112, un boom) quella di cabrio e spider, con la MX-5 (72) salita al secondo posto a scapito della Volkswagen Maggiolino.
    http://www.quattroruote.it/news/merc....html#loadMore

  14. #14
    Senior Member L'avatar di Marlborough's
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Brescia
    Messaggi
    2.147

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Bel lavoro questo thread, grazie

  15. #15
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo


    Mercato europeoFebbraio, FCA col turbo: vendite e quota da record

    Il mercato europeo segna il trentesimo mese consecutivo di crescita: secondo i dati Acea, febbraio si è chiuso con 1.092.825 immatricolazioni (incluse le 35.923 dei Paesi Efta), per un incremento del 14% rispetto a febbraio 2015. Buona anche la performance dei primi due mesi dell'anno con un totale di 2.186.605 veicoli, pari a un incremento del 10,1% rispetto al primo bimestre del 2015.
    L'Italia traina tutti. Tra i mercati principali, l'Italia continua la sua cavalcata con 172.241 vendite (+27,3% rispetto a un anno fa e +22,6% rispetto al primo bimestre dell'anno). Crescita a due cifre anche per la Francia (166.728 veicoli, +13%), la Spagna (97.650, +12,6%) e la Germania (250.146, +12%).
    FCA a tutta velocità. Tra i Costruttori, emerge il record del Gruppo FCA, coerente con il dato italiano: a febbraio, il Costruttore ha registrato 80.963 immatricolazioni, per un aumento del 22,4% rispetto al 2015. Numeri che vanno ben oltre la crescita media del mercato. Ottimo anche il rilievo della quota, salita dal 6,9 al 7,4%. Tra i marchi, Fiat fa la parte del leone (60.730 vetture, +24,4%), seguita da Jeep (7.871, +23,9%), da Lancia/Chrysler (6.890, +16,9%) e da Alfa Romeo (5.090, +8,6%). Vendite in crescita per il Gruppo Volkswagen, anche se a una velocità dimezzata rispetto al mercato: per Wolfsburg, febbraio si è chiuso con 262.670 immatricolazioni (+7,7%) e una quota del 24%, scesa di 1,4 punti rispetto a un anno fa. Tra i marchi tedeschi, Volkswagen ha registrato 125.058 vetture (+4,6%), mentre Seat risulta in calo (25.383 vetture, -4,2%). Di contro, crescono Audi (57.753 auto, +16%), Skoda (49.797, +14,4%) e Porsche (4.477, +4,9%).
    Ford e i francesi. Febbraio è stato un mese molto positivo anche per Ford: l'Ovale Blu ha immatricolato 73.440 automobili (+19,2%), aumentando la quota di mercato dal 6,4 al 6,7%. Con un totale di 121.715 vendite (+12,7%), invece, il Gruppo PSA registra una quota dell'11,3%, in calo di 0,2 punti rispetto a febbraio 2015. Il dettaglio vede Peugeot con 71.131 immatricolazioni (+14,1%), Citroën con 45.309 (+11,3%) e DS con 5.275 (+7,3%). Con 106.652 vetture (+10,2%), anche il Gruppo Renault cede sul fronte market share, passato dal 10,1 al 9,8%: in particolare, Renault si attesta su 77.005 veicoli (+10,6%), mentre Dacia si ferma a 29.647 (+9,1%).
    I tedeschi. In Germania, il Gruppo di Stoccarda registra un'ottima performance con 63.019 immatricolazioni (+20,6% e quota dal 5,5 al 5,8%): Mercedes-Benz, in particolare, cresce del 21,2% con 54.640 vetture, mentre Smart migliora il dato del 16,9% con 8.379 vendite. Buoni anche i numeri di Opel (71.214 auto, +17,9% e quota di mercato dal 6,3 al 6,5%), mentre il Gruppo BMW (67.580 vetture, +13,9%) è stabile al 6,2%: nel dettaglio, Mini cresce del 9,3% con 11.649 auto.
    Le altre Case. A febbraio, il Gruppo Toyota ha immatricolato 47.197 automobili (+10,8%), di cui 44.745 Toyota (+9,8%) e 2.452 Lexus (+31,2%), per una quota di mercato complessiva del 4,3% (4,4 a febbraio 2015). Seguono Nissan (40.076 consegne, +1,7% e quota dal 4,1 al 3,7%), Hyundai (35.324, +14,1% e quota stabile al 3,2%), Kia (31.308, +22% e quota dal 2,7 al 2,9%), Volvo (20.580, +21,1% e quota dall'1,8 all'1,9%). In particolare evidenza Mazda (17.531 consegne, +44,6% e quota dall'1,3 all'1,6%) e Jaguar Land Rover: a febbraio, il Costruttore inglese ha infatti consegnato 12.267 auto (+58,7%), incrementando la quota di mercato dallo 0,8 all'1,1%. In particolare, la XE ha fatto balzare Jaguar da 982 immatricolazioni a 2.741, pari a un aumento del 179,1%. Infine, il rapporto Acea si chiude con Suzuki (12.796, +4,6% e quota dall'1,3 all'1,2%), la buona performance di Honda (11.777, +48,6% e quota dallo 0,8 all'1,1%) e Mitsubishi, con 9.015 veicoli (+3,2%) e una quota di mercato scesa dallo 0,9 allo 0,8%.
    Redazione online
    http://www.quattroruote.it/news/merc...to_record.html

  16. #16
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Mercato europeoMarzo positivo, continua la corsa di FCA







    Il mese di marzo ha registrato una crescita del 5,7%




    il mercato europeo registra il 31° mese consecutivo di crescita: secondo i dati dell'Acea, a marzo le immatricolazioni sono state 1.744.986 (incluse le 44.312 dei Paesi Efta), per un incremento del 5,7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Stando all'associazione dei Costruttori, i numeri riportano le lancette dell'orologio al 2007, dunque ai livelli pre-crisi.
    Italia col turbo. Tra i mercati principali, l'Italia continua a registrare le performance migliori: a marzo, il nostro Paese ha registrato 190.381 consegne, pari a un aumento del 17,4% rispetto al 2015. Segno più anche in Francia, (211.254, +7,5%), Regno Unito (518.717, +5,3%), mentre il mercato risulta sostanzialmente invariato in Spagna (111.512 veicoli, -0,7%) e Germania (322.913, -0,04%). Nel bilancio va tuttavia considerata la Pasqua, caduta a marzo.
    Primo trimestre. Per quanto riguarda i dati dei primi tre mesi dell'anno, il mercato europeo indica 3.931.903 immatricolazioni, pari a una crescita complessiva dell'8,1% rispetto allo stesso periodo del 2015. I numeri confermano la brillante prestazione dell'Italia (519.523 consegne, +20,8%): il nostro Paese mette a segno una crescita più che doppia rispetto alla Francia (516.382 immatricolazioni, +8,2%), staccando la Spagna (285.495 vetture, +6,9%), il Regno Unito (771.780, +5,1%) e la Germania (791.424, +4,5%).
    FCA a tutta velocità. Trainato dal dato italiano, FCA continua a collezionare numeri importanti: a marzo, il Gruppo ha registrato 110.592 immatricolazioni (+13,3%), aumentando la quota di mercato dal 5,9 al 6,3%. Tra i marchi, Fiat è a quota 85.494 consegne (+14%), seguita da Jeep (10.650, +14,5%), Lancia/Chrysler (7.309, +16,8%) e Alfa Romeo (6.331, +0,8%). Con 389.819 immatricolazioni (+2,3%), il Gruppo Volkswagen registra invece una crescita inferiore al mercato, perdendo dunque quote (22,3% contro il 23,1% di marzo 2015). Volkswagen scende a 180.797 consegne (-1,6%), mentre gli altri brand risultano tutti in crescita: Audi ha immatricolato 94.880 vetture (+8%), Skoda 67.645 (+6,8%), Seat 38.783 (+0,5%) e Porsche 7.612 (+1,6%).
    I francesi. Con 159.361 immatricolazioni (+8,9%), il Gruppo Renault passa da una quota di mercato dell'8,9% al 9,1: il dettaglio indica le buone performance della Renault (118.641 auto, +10,4%), mentre Dacia è a quota 40.720 (+4,9%). Il Gruppo PSA ha venduto 169.895 veicoli (+1,1%), perdendo quote di mercato (dal 10,2 al 9,7%): Peugeot ha consegnato 98.406 vetture (+2%), Citroën 62.190 (+0,6%) e DS 9.299 (-5,3%).
    Germania, BMW accelera. Tra gli altri Costruttori tedeschi, Monaco registra la crescita più importante: il Gruppo BMW ha immatricolato 120.345 vetture (+14,8%), conquistando una quota di mercato del 6,9% (6,3 nel 2015). Nel dettaglio, BMW ha consegnato 94.833 auto (+15,2%) e Mini 25.512 (+13,4%). Positivo anche il marzo di Daimler, con 102.529 vetture (+11%) e market share in aumento dal 5,6 al 5,9%: Mercedes ha venduto 90.696 vetture (+9,8%), Smart 11.833 (+21,5%). Con 126.307 immatricolazioni (+6,2%), Opel registra una quota di mercato invariata (7,2%).
    Le altre Case. A marzo, il Gruppo Toyota ha consegnato 75.475 auto (+4,2%), di cui 69.569 Toyota (+2,9%) e 5.906 Lexus (+22,5%): la quota di mercato passa dal 4,4 al 4,3%. Seguono Nissan (78.471 consegne, -3,5% e quota dal 4,9 al 4,5%), Hyundai (55.012, -1,5% e quota dal 3,4 al 3,2%), Kia (49.990, +12,5% e quota dal 2,7 al 2,9%), Volvo (30.862, +11,2% e quota dall'1,7 all'1,8%), Mazda (31.074, +15,6%, quota dall'1,6 all'1,8%) e Jaguar Land Rover. Il Costruttore inglese continua a crescere vistosamente, aumentando le consegne (36.538, +29,7%) e la quota di mercato (dall'1,7 al 2,1%). Nel dettaglio, Land Rover registra 27.763 immatricolazioni (+20,2%), mentre Jaguar, trainata dalla XE, vola a 8.775 (+72,7%). I dati Acea si chiudono con Suzuki (23.469 auto, +4,4% e quota dall'1,4 all'1,3%), Honda (25.359, +14,6% e quota dall'1,3 all'1,5%) e Mitsubishi, con 14.392 consegne (-5,6%) e quota dallo 0,9 allo 0,8%.

    http://www.quattroruote.it/news/merc....html#loadMore

  17. #17
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    Mercato europeoLa crescita prosegue. FCA sopra la media

    7 commenti









    Mercato europeo La crescita prosegue. FCA sopra la media


    1 di 1






    Prosegue la serie positiva per il mercato dell'auto in Europa: ad aprile nell'Unione Europea sono state vendute 1.273.733 unità, con una crescita del 9,1%. L'aumento, il 32° consecutivo, segna il risultato migliore dall'aprile 2008 e riporta dunque le vendite ai livelli precedenti la crisi economica che ha colpito il settore.
    Spagna e Italia davanti a tutti. Tra i mercati che hanno ottenuto i risultati migliori ad aprile ci sono la Spagna (100.281 mezzi, +21,2%) e l'Italia (166.966, +11.5%), seguiti da Germania (315.921, +8.4%) e Francia (182.863, +7,1%), mentre nel Regno Unito la crescita si è fermata al 2%, con 189.505 vetture vendute.
    Ottimo quadrimestre. I dati di aprile portano la crescita delle vendite dall'inizio dell'anno a +8,5%, con un totale di 5.094.026 mezzi immatricolati. Nei primo quadrimestre Spagna e Italia hanno registrato le performance migliori, rispettivamente con 385.775 e 687.021 mezzi venduti, pari a una crescita del 18,3% e del 10,3%. In Francia, le vendite sono state pari a 699.245 unità (+7,9%), in Germania sono state immatricolate 1.107.345 macchine (+5,6%), mentre il Regno Unito è, tra i grandi mercati, quello con la crescita più contenuta: 961.285 veicoli (+4,4%).

    FCA sempre i corsa. Risultati positivi per tutti i costruttori. FCA, in particolare, mette a segno un altro ottimo mese, con 8.373 vetture vendute, pari a una crescita del 14,3%. Il gruppo porta così la propria quota di mercato dal 6,6% dell'aprile 2015 al 6,9%. Tra i marchi, Fiat ha venduto 67.482 unità (+14.4%, 5,3% di quota di mercato), Jeep 8.606 (+25,2%, 0,7% di quota) e Lancia 7.065 (+15,6%, 0,6%). L'unico dato negativo è quello dell'Alfa Romeo che, in attesa dell'arrivo della Giulia, ad aprile ha venduto 4.750 esemplari, con un calo dello 0,6% e una quota dello 0,4%.
    Bene le tedesche premium. Tra i tedeschi, il gruppo VW ha registrato un aumento del 5,4%. Risultati positivi per l'Audi (74.648 auto, +10,3%, quota del 5,9%), per Seat (29.163 auto, +2%%, quota del 2,3%) e Skoda (57.078, +7,6%, quota al 4,5%), mentre la Volkswagen ha venduto 152.619 unità, con un aumento del 2,7% (quota al 12%). Molto bene anche la Porsche (7.343 unità, +13,4%, quota dello 0,6%). Tra i marchi premium, il gruppo Daimler fa segnare un ottimo +21,2%: Mercedes-Benz, in particolare, ha venduto 69.948 vetture (+22,9%, quota del 5,5%), mentre la Smart ha immatricolato 9.498 unità (+9,9%, quota dello 0,7%). Bene anche il gruppo BMW, che cresce dell'11,9%: la casa di Monaco ha venduto 64.329 (+11%, quota del 5,1%), la Mini 16.293 (+15,7%, quota dell'1,3%).
    Le altre premium. Tra le premium, bene anche il gruppo Jaguar-Land Rover, cresciuto del 19,7%: la Jaguar ha consegnato 4.499 auto (+139,4%, quota di mercato dello 0,4%), mentre Land Rover ha venduto 11.182 unità (-0,3%, quota dello 0,9%). La Volvo ha invece consegnato 23.641 auto (+9.2%, quota dell'1,9%).

    Generalisti in crescita. Il mese di aprile è stato buono anche per gli altri grandi costruttori. La Ford ha venduto 87.291 unità (+4%, uota del 6.9%), la Opel 81.310 (+7.3%, quota del 6,4%). Per quanto riguarda le francesci, il gruppo PSA archivia un mese di aprile con 133.464 vetture vendute (6,2%). La Peugeot ha venduto 77.476 mezzi (+7,5%, quota del 6,1%), la Citroën 50.240 (+7,1%, quota al 3,9%). Unico marchio del gruppo a perdere è DS (5.748 unità, -13,6%, quota dello 0,5%). Il gruppo Renault ha fatto segnare un aumento del 5,1%: bene la Casa della Losanga (92.923, +8%, quota del 7,3%), meno la Dacia (37.755, -1,5%, quota al 3%).
    Orientali al passo. Numeri positivi anche per il gruppo Toyota, cresciuto dell'11,8%: il marchio Toyota ha venduto 46.868 vetture (+12,9%, quota del 3,7%), la Lexus 3.087, con un calo del 2,6% (quota dello 0,2%). Risultati sostanzialmente stabili per la Nissan (40.381 vetture vendute, +1,2%). Da segnalare anche il dato della Mazda che, con 15.638 vetture, ha registrato una crescita del 28%. Quanto alle altre Case del Sol Levante, la Suzuki ha consegnato 15.096 vetture (+11,9%, quota dell'1,2%), la Honda 10.785 (+53,7%, quota dello 0,8%) e la Mitsubishi 9.513 (-7,3%, quota dello 0,7%). Tra le coreane, molto bene per la Hyundai (42.452 auto, +15,2%, quota al 3,3%) e la Kia (37.100 unità, +13,7%, quota del 2,9%).
    http://www.quattroruote.it/news/merc..._la_media.html

  18. #18
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    In classifica ci sono auto che neanche sapevo che esistessero

    Le auto più vendute al mondo nei primi 6 mesi del 2016



    La Toyota Corolla resta leader, ma l’aumento più significativo fra le auto di testa è registrato dai pick-up Ford della serie F.





    BENE I PICK-UP - La Toyota Corolla (nella foto l'edizione europea) mantiene con ampio margine il primato fra le automobili più vendute al mondo, nonostante il calo registrato fra gennaio-giugno 2016 e lo stesso periodo dell’anno scorso (-1,2%): nella prima metà del 2016 la berlina è stata commercializzata in 634.298 unità. La graduatoria viene stilata dal sito Focus2Move, che raccoglie i dati provenienti da 140 mercati nazionali, e include sia le automobili tradizionali (berline, suv, crossover) che i vendutissimi pick up, popolari soprattutto negli Stati Uniti. Al secondo posto si colloca un’altra berlina, la Volkswagen Golf, venduta in 500.630 esemplari ma in calo dell’1,8% rispetto alla prima metà del 2015. Il terzo gradino del podio è occupato dai pick up della linea Ford serie F, che guadagnano una posizione rispetto alla classifica del 2015 e crescono del 12,6%: da gennaio a giugno sono stati venduti 478.384 esemplari. Il successo della serie F va a scapito della Ford Focus, quarta, che scivola giù dal podio e smarrisce il 16,4% delle vendite (367.479 unità).
    ITALIANE LONTANISSIME - La classifica dei primi dieci modelli è completata dalla Hyundai Elantra (363.490 unità, -9,7%), dalla Volkswagen Polo (358.602 unità, -1,8%), dalla Toyota Rav4 (346.791 unità, +10,8%), dalla Toyota Camry (339.611 unità, -11,7%), dalla Honda Cr-V (33.597, +3,9%) e dalla Chevrolet Silverado (307.845 unità, -1,0%). Fra gennaio e giugno la Rav4 è passata dalla decima alla settima posizione, mentre la Camry è scivolata dal sesto all’ottavo posto. Fra gli incrementi più significativi ci sono anche quelli registrati dalle Honda Civic (305.706 unità, +14,7%), Volkswagen Lavida (287.354 unità, +23,2%) e soprattutto dalla Hyundai Tucson, rinnovata nel 2015, cresciuta del 202,4% fra la prima metà del 2015 e quella del 2016: da gennaio a giugno è stata venduta in 285.060 unità. La prima vettura del gruppo FCA sono i pick up della Ram, in 17° posizione, che hanno guadagnato l’8,4% a 281.767 esemplari. Le prime due Fiat si trovano all’89° e 90° posizione: sono le 500 (111.914 unità, -8,3%) e Panda (110.998 unità, +20,4%).
    LA TOP 100 DELLE PIÙ VENDUTE AL MONDO
    Posiz. Modello 1° sem. 2016 1° sem. 2015 Variaz.
    1 Toyota Corolla 634.298 641.850 -1,2%
    2 Volkswagen Golf 500.630 509.829 -1,8%
    3 Ford F-Series 478.384 424.884 12,6%
    4 Ford Focus 367.479 439.584 -16,4%
    5 Hyundai Elantra 363.490 402.526 -9,7%
    6 Volkswagen Polo 358.602 365.257 -1,8%
    7 Toyota RAV4 346.791 312.993 10,8%
    8 Toyota Camry 339.611 384.421 -11,7%
    9 Honda CR-V 333.597 321.038 3,9%
    10 Chevrolet Silverado 307.845 310.981 -1,0%
    11 Honda Civic 305.706 266.423 14,7%
    12 Volkswagen Jetta 297.087 290.519 2,3%
    13 Wuling Hongguang 294.313 326.316 -9,8%
    14 Toyota Hilux 287.438 290.302 -1,0%
    15 Volkswagen Lavida 287.354 233.211 23,2%
    16 Hyundai Tucson 285.060 94.267 202,4%
    17 Ram Pick-up 281.767 259.846 8,4%
    18 Kia Sportage 265.663 220.441 20,5%
    19 Volkswagen Passat 258.927 306.864 -15,6%
    20 Honda Accord 250.696 240.410 4,3%
    21 Renault Clio 241.976 237.074 2,1%
    22 Ford Fiesta 240.447 302.850 -20,6%
    23 Haval H6 240.253 172.006 39,7%
    24 Volkswagen Tiguan 233.242 254.479 -8,3%
    25 Chevrolet Cruze 226.157 287.767 -21,4%
    26 Mazda3 225.653 227.442 -0,8%
    27 Other China LCV 224.889 207.192 8,5%
    28 Skoda Octavia 224.091 216.868 3,3%
    29 Nissan Qashqai 219.950 182.509 20,5%
    30 Toyota Yaris 209.630 211.613 -0,9%
    31 Toyota Prius 208.477 152.668 36,6%
    32 Nissan X-Trail 204.336 178.112 14,7%
    33 Hyundai Sonata 190.511 202.913 -6,1%
    34 Nissan Altima 188.380 189.955 -0,8%
    35 Audi A3 185.789 179.493 3,5%
    36 Ford Escape 184.153 179.504 2,6%
    37 Jeep Cherokee 182.866 140.489 30,2%
    38 Mazda CX-5 175.798 181.100 -2,9%
    39 Baojun 560 174.529
    40 Chevrolet Malibu 171.371 161.600 6,0%
    41 Honda Fit 171.115 195.332 -12,4%
    42 Hyundai Santa fe 170.813 169.676 0,7%
    43 Mercedes C Class 170.476 192.353 -11,4%
    44 Volkswagen Sagitar 170.426 134.505 26,7%
    45 Nissan Sentra 170.132 158.747 7,2%
    46 Nissan Rogue 169.438 154.510 9,7%
    47 Peugeot 208 169.084 156.197 8,3%
    48 Buick Excelle GT 168.160 105.000 60,2%
    49 Ford Fusion 159.698 168.340 -5,1%
    50 Ford Transit 159.247 120.690 31,9%
    51 Opel Corsa 155.817 158.949 -2,0%
    52 Tata Trucks 155.616 155.477 0,1%
    53 Ford Explorer 152.820 144.652 5,6%
    54 Volkswagen Santana 151.779 152.636 -0,6%
    55 Nissan Sylphy 151.497 148.209 2,2%
    56 GAC Trumpchi GS4 150.795 16.581 809,4%
    57 Kia Sorento 147.564 137.623 7,2%
    58 BMW 3 Series 147.467 164.030 -10,1%
    59 Ford Edge 144.150 92.184 56,4%
    60 Honda HR-V 144.137 76.320 88,9%
    61 Baojun 730 144.095 158.036 -8,8%
    62 Kia Rio 142.445 147.397 -3,4%
    63 Isuzu D-Max 142.225 137.980 3,1%
    64 Jeep Grand Cherokee 140.124 133.162 5,2%
    65 Toyota Highlander 138.784 115.024 20,7%
    66 GMC Sierra 137.905 131.038 5,2%
    67 Chevrolet Equinox 137.674 155.466 -11,4%
    68 Subaru Forester 135.802 132.828 2,2%
    69 Ford Kuga 132.774 134.032 -0,9%
    70 Hyundai Accent 132.408 137.610 -3,8%
    71 Opel Astra 131.657 109.588 20,1%
    72 Nissan Versa 130.270 110.440 18,0%
    73 Peugeot 308 129.716 121.563 6,7%
    74 Hyundai i20 129.649 144.521 -10,3%
    75 Ford Escort 128.107 106.687 20,1%
    76 Maruti Alto 127.712 149.424 -14,5%
    77 Jeep Renegade 127.211 50.056 154,1%
    78 Foton Light Truck 126.895 135.089 -6,1%
    79 Honda City 126.091 140.732 -10,4%
    80 Peugeot 2008 125.616 122.700 2,4%
    81 Renault Captur 125.269 114.736 9,2%
    82 Jeep Wrangler 124.609 129.806 -4,0%
    83 Honda Odyssey 120.638 103.092 17,0%
    84 Honda Vezel 117.381 93.571 25,4%
    85 Audi A4 117.306 101.021 16,1%
    86 Buick Envision 115.937 65.851 76,1%
    87 Ford Ecosport 115.901 129.554 -10,5%
    88 Wuling Mini-truck 115.546 109.429 5,6%
    89 Fiat 500 111.914 122.016 -8,3%
    90 Fiat Panda 110.998 92.212 20,4%
    91 Chevrolet Spark 110.177 101.990 8,0%
    92 Dacia Sandero 108.351 93.389 16,0%
    93 Geely EC7 107.765 101.660 6,0%
    94 Toyota Tacoma 106.016 97.745 8,5%
    95 Ford Ranger 105.860 102.312 3,5%
    96 Skoda Fabia 105.483 90.704 16,3%
    97 KIA PRIDE 101.181 124.027 -18,4%
    98 Subaru Outback 99.468 92.945 7,0%
    99 Dongfeng Fengguang 330/370 99.443 76.253 30,4%
    100 Dodge Grand Caravan 99.151 58.449 69,6%

    http://www.alvolante.it/news/auto-pi...si-2016-347931

  19. #19
    Utente Antico L'avatar di Enriko!!
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.497

    Re: Dati di vendita auto nel mondo

    La prima auto come vendite del gruppo Fiat-Chrisler praticamente è il RAM
    praticamente si vendono più "camion" che panda...

  20. #20
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    713
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Dati di vendita auto nel mondo


    Le city car più vendute nel 2016

    12 gennaio 2017
    mercato
    classifiche



    La Fiat Panda sale al terzo posto della classifica mondiale 2016, ma al top ci sono Suzuki Alto e Chevrolet Spark.





    PANDA SUL PODIO MONDIALE - La Fiat Panda è la terza city car più venduta al mondo nel 2016. La piccola italiana, con 187.749 unità acquistate, aumenta la sua percentuale di vendita di 11,4 punti: nella “top ten” di vendita delle city car, nessuna è cresciuta in doppia cifra. Grazie a questi numeri più che positivi, la Panda è passata dal sesto posto del 2015, con 168.582 auto vendute, al terzo dell’anno successivo.
    LA MARUTI CALA MA RESTA AL VERTICE - Davanti alla Panda, la capolista Maruti Suzuki Alto (nella foto sopra) e la Chevrolet Spark (qui sotto). La Maruti si conferma al vertice della classica di vendite nonostante una diminuzione considerevole: dai 313.783 esemplari piazzati sul mercato nel 2015, si è passati ai 256.514 dell’anno appena trascorso con una flessione del 18,3%. La Spark, al contrario, ha vissuto una situazione di crescita dal 2015 al 2016, passando dalle 200.335 alle 220.211 auto vendute per un 9,9% in più.

    MEDAGLIA DI LEGNO PER LA 500 - Dopo la Panda, nella classifica pubblicata da Focus2Move, c’è la Fiat 500. In questo caso, c’è stata una diminuzione di vendite pari al 5,2% tra 2015 e 2016. Numeri alla mano, la 500 ha venduto 191.391 esemplari nel 2015 e 181.387 nell’anno scorso.
    COS'È UNA CITY CAR - Le city car sono vetture dalle dimensioni ridotte che non superano i 3 metri e 70 centimetri di lunghezza. Il loro uso è pensato prevalentemente per le aree metropolitane e le zone trafficate. Stando alla definizione usata nel Vecchio Continente, introdotta dalla Commissione Europea, le city car sono vetture del segmento A.

    CITYCAR: LE 50 PIÙ VENDUTE NEL 2016
    Posiz. '16 Posiz. '15 Modello Consegne '16 Consegne '15 Variazione
    1 1 Maruti Alto 256.514 313.783 -18,3%
    2 2 Chevrolet Spark 220.211 200.335 9,9%
    3 6 Fiat Panda 187.749 168.582 11,4%
    4 3 Fiat 500 181.387 191.391 -5,2%
    5 5 Maruti Wagon R 172.175 170.467 1,0%
    6 9 Hyundai Grand i10 171.101 163.272 4,8%
    7 4 Volkswagen Up! 163.463 179.265 -8,8%
    8 11 Daihatsu Tanto 160.603 157.756 1,8%
    9 7 Hyundai i10 147.144 168.227 -12,5%
    10 8 Ford KA 135.678 164.728 -17,6%
    11 10 Suzuki Alto 129.745 159.903 -18,9%
    12 15 Kia Picanto 122.178 115.114 6,1%
    13 13 Suzuki WagonR 104.247 120.953 -13,8%
    14 16 Kia Morning 97.239 103.531 -6,1%
    15 19 Maruti Celerio 89.353 86.878 2,8%
    16 12 Nissan Dayz 88.528 150.696 -41,3%
    17 17 Honda N-WGN 87.377 96.038 -9,0%
    18 14 Daihatsu Move 86.055 120.835 -28,8%
    19 24 Smart Fortwo 82.130 76.863 6,9%
    20 18 Daihatsu Mira 79.835 92.988 -14,1%
    21 23 Toyota Aygo 78.480 77.869 0,8%
    22 22 Suzuki Spacia 78.113 79.375 -1,6%
    23 38 Daihatsu Cast 76.932 32.324 138,0%
    24 26 Haval H1 76.056 74.571 2,0%
    25 27 Citroen C1 68.089 67.714 0,6%
    26 25 Hyundai Eon 64.731 75.838 -14,6%
    27 28 Peugeot 108 55.730 59.327 -6,1%
    28 30 Opel Adam 51.056 54.553 -6,4%
    29 31 Renault Twingo 48.835 53.368 -8,5%
    30 33 ChangAn Benben 48.476 47.312 2,5%
    31 21 Volkswagen Fox/CrossFox 47.984 79.590 -39,7%
    32 29 Toyota Agya 47.922 56.683 -15,5%
    33 20 Fiat Uno 43.711 86.759 -49,6%
    34 32 Suzuki Beidouxing 41.602 50.328 -17,3%
    35 35 Daihatsu Ayla 41.472 36.522 13,6%
    36 47 Opel Karl 37.831 21.767 73,8%
    37 34 Skoda Citigo 36.915 37.533 -1,6%
    38 36 Suzuki Mehran 36.470 35.489 2,8%
    39 37 Suzuki Celerio 35.236 33.661 4,7%
    40 42 Mitsubishi eK 29.946 26.501 13,0%
    41 40 Chery QQ 26.202 28.778 -8,9%
    42 49 Maruti Ritz 25.899 19.809 30,7%
    43 71 Ravon Spark R2 22.415 6.080 268,7%
    44 43 Seat Mii 21.236 24.227 -12,3%
    45 50 Toyota Pixis 19.778 18.550 6,6%
    46 46 Honda N-One 19.045 22.829 -16,6%
    47 86 Ravon Matiz R1 17.678 2.790 533,6%
    48 41 FAW Xiali N3/N5/N7 17.170 26.658 -35,6%
    49 51 Opel Mokka 17.158 18.292 -6,2%
    50 57 Skoda Octavia 16.980 14.199 19,6%
    http://www.alvolante.it/news/classif...el-2016-349915

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su