Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori" - Pagina 2
               
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 45

Discussione: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

  1. #21
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Il punto è che non mi sto ponendo come più intelligente di altri giocatori, anzi l'opposto, come si vede dall'op. Al contrario di tutti i giocatori non sto criticando l'uva acerba, come qualcuno in quel forum, e come Bullock quando snobbamente dice "errori di design". E sarei pronto a concedere pure che questi giochi erano anche lievemente ingiusti, quando ti bloccano. Ma quegli enigmi, fino a prova contraria, richiedono un ragionamento "outside of the box" che è superiore a tutti, richiede più intelligenza del 99% dei giochi esistenti e sono enigmi strutturati a ragnatela in modo impeccabile, e ti intrappolano. Sono perfetti, non sono casuali nè involontarie falle di design. E poi basta accettare di dover rigiocare il gioco. Chi non vuole farlo è forse un po' immaturo.

    Insomma sono avventure grafiche ingiuste e da un certo punto di vista addirittura ingiocabili? Può darsi. Ma sono cmq giochi superiori e fanno capire quanto oggi il mondo dei vg è patetico. Hanno una sacrosanta funzione di specchio.
    Ancora, sigh, sei veramente convinto quindi che mettere vicoli ciechi senza un minimo di avviso sia un buon design allora non so che dirti, ci sarà una ragione per cui quel tipo di design non si usa più anche se per gli sviluppatori tecnicamente è molto più semplice da implementare.

    E no, gente che ci lavorava all'epoca ha detto più volte che facevano quelle cose perché semplicemente non avevano dei veri riferimenti su cosa fosse un buon puzzle o meno visto che molti produttori di avventure grafiche non avevano esperienze oltre a una conoscenza superficiale delle avventure testuali e delle sale giochi, gente come Gilbert ha iniziato proprio con quel tipo di design (pensa a Zack McCraken), gli unici che si incaponirono a continuare così erano i Williams perché forti del successo dei loro primi titoli erano troppo arroganti per imparare dai loro errori.
    Ultima modifica di Det. Bullock; 04-07-16 alle 22:01
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  2. #22
    紅黑軍團 L'avatar di Numero_6
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    dove i mona sbattono le porte
    Messaggi
    1.584

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    "Non sono errori di design, sono enigmi che richiedono intelligenza superiore" was the old "Non è un bug, è una feature"

  3. #23

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Semantica. Date allo stesso oggetto un altro senso.

    Chiamateli come volete, sono enigmi che richiedono grande intelligenza. Voi concludete che se sono troppo difficili fino al punto di essere impossibili sono design sbagliato. Per me restano però equilibrati e giocabilissimi. Io vi capisco. Il ragionamento che fate è che un designer, qui Ken Williams, ha creato una struttura senza pensare al giocatore stesso, e che quindi è stupida nel suo non tenere conto della giocabilità. Quasi come il famoso brano "insuonabile" di Chopin (o Bach, ma mi pare più Chopin). È normale che oggi quegli stessi designer la pensino così, cmq, senza più la direzione dei capi, e prede della piattezza della cretinaggine moderna. È per questo che loro erano subalterni, chi è subalterno non fa altro che adattarsi al pensiero vigente. I geni invece procedono da soli per la loro strada, e solo a volte cambiano la realtà. È proprio un pensiero contagioso, quello del mainstream, della faciloneria. Per questo esistono solo film brutti (tranne qcsina buona x miracolo, e MadMax), Star Trek è morto ecc. ecc. Magari un giorno tornerà, nell'interazione, la ricerca estrema di una sfida "vera", non una sfida piallata per il mainstream. E allora tornerà la struttura Sierra, non dubitate di questo.

    Ma per ora capisco che sembri un design fatto senza pensare alla giocabilità, che è quello che state pensando voi.

    OT. Ma dov'è finito Neo-Geo, vecchio consollaro? Avrebbe adorato questo topic. Approposito posso chiedere che è successo? Hanno cancellato tutti gli utenti storici?
    Ultima modifica di Fenriz; 05-07-16 alle 12:24

  4. #24
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Fenriz, lo sono per te perché sei un nostalgico con le lenti rosa confetto.

    La musica è un'arte troppo antica per avere esempi paragonabili, un esempio più calzante sono i primi episodi di Doctor Who, alcuni belli e altri superlativi ma tanti avevano un sacco di "imbottitura" e un ritmo troppo lento per allungare il brodo visto che ogni storia doveva durare tre o quattro puntate da mezz'ora invece di una da 45 minuti come oggi soffrendo spesso di una impostazione troppo "teatrale" perché all'epoca la TV on aveva ancora una sua grammatica esattamente come le avventure grafiche all'epoca.

    A me quei vecchi episodi in gran parte piacciono personalmente MA sono consapevole che molti di questi episodi sono invecchiati molto male.

    Anche i paragoni che fai col cinema sono inesatti, se c'era un'era del cinema paragonabile a quella dei videogiochi negli anni '70 e '80 è quella del muto prima della Grande Guerra quando il cinema era spessissimo pantomima filmata più che cinema propriamente detto, non certo i film di trent'anni fa.
    Ultima modifica di Det. Bullock; 05-07-16 alle 17:52
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  5. #25

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Det. Bullock Visualizza Messaggio
    Fenriz, lo sono per te perché sei un nostalgico con le lenti rosa confetto.

    La musica è un'arte troppo antica per avere esempi paragonabili, un esempio più calzante sono i primi episodi di Doctor Who, alcuni belli e altri superlativi ma tanti avevano un sacco di "imbottitura" e un ritmo troppo lento per allungare il brodo visto che ogni storia doveva durare tre o quattro puntate da mezz'ora invece di una da 45 minuti come oggi soffrendo spesso di una impostazione troppo "teatrale" perché all'epoca la TV on aveva ancora una sua grammatica esattamente come le avventure grafiche all'epoca.

    A me quei vecchi episodi in gran parte piacciono personalmente MA sono consapevole che molti di questi episodi sono invecchiati molto male.

    Anche i paragoni che fai col cinema sono inesatti, se c'era un'era del cinema paragonabile a quella dei videogiochi negli anni '70 e '80 è quella del muto prima della Grande Guerra quando il cinema era spessissimo pantomima filmata più che cinema propriamente detto, non certo i film di trent'anni fa.
    Capisco, tu parli di elementi che non sono necessari alla fruizione della storia, e che eliminati rendono questa migliore e più veloce. Ma non vale sempre, questo discorso.

    Nel caso di videogiochi questo passaggio non è avvenuto in modo indolore, perché si è perso un alto grado di sfida, cioè un'interazione davvero complicata che si è poi verificata solo in qualche titolo anni '90. Nei giochi Sierra, come ho detto, c'era questa complessità, c'era qualcosa di oscuro e difficile da intuire, qualcosa che è come se il giocatore stesso dovesse inventarlo dal nulla, eppure il gioco lo permetteva ma non diceva niente al riguardo (una creatività che viene premiata). Ricordo ad esempio un enigma di Fallout, in cui niente ti suggeriva che per far succedere una cosa importante dovevi aspettare la notte, altrimenti semplicemente non potevi risolvere una quest nel modo migliore. Io credo che Fallout abbia tratto ispirazione dalla tradizione Sierra. Riguarda il passare del tempo, e la possibilità che una quest abbia esito diverso. Tutto questo, nerettiamolo, è oscurità di un enigma.

    E dunque? Non mi pare c'entri molto parlare di pellicole anni '20 o i primi DWho, si parla di oscurità messa nei giochi, che è perduta grazie al mainstream. L'oscurità sporca i quadri, la Gioconda che non si capisce niente chi diavolo è (forse è Leonardo femmina o forse solo un quadro fatto male), sporca Blade Runner che dice e non dice niente, quindi è oscuro e pare incongruente, a tratti pare un indovinello. Innegabilmente a volte mi dico che Blade Runner è stato fatto per metà. Ci vuole questa oscurità, mette in moto le cellule del cervello. Se tutto è glosso e col hdbloom non pensiamo più.

    Sono stato alla mostra Escher due giorni fa, diversi quadri sono enigmi da decifrare. Nessuno ti da una soluzione, è oscura, sono pure in bianco e nero. Ma sono enigmi che fanno riflettere, e la chiave magari sta in un oggettino disegnato male all'angolo. Seguendo il tuo ragionamento sono un mezzo obsoleto e brutto, Escher, arrogante com'era, non ha scelto di fare video musicali o cartoni animati.

    A me pare che questa oscurità, questo non-dire, sia intanto una specie di "particella di Dio" dell'arte in genere, nonché libertà data al giocatore, e visto che qcn è riuscito a trasportarla nel mondo dei videogiochi, penso sia la cosa più importante mai successa nel nostro ambito. Tutto il resto è grafica luccicosa, sparatoie, schede video e premere spazio per saltare.
    Ultima modifica di Fenriz; 05-07-16 alle 19:10

  6. #26
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"



    Non parlavo di pellicole anni '20, ma di quelle prima della prima guerra mondiale e giusto per essere precisi parlavo del Doctor Who degli anni '60.

    Parlo di punti in cui i film e le serie TV erano ancora in una forma grezzissima che non aveva ancora l'abc di come si facessero le cose in quel dato contesto artistico, come le AG dei Williams.

    I quadri di Escher per esempio non c'entrano nulla, visto che lì è uno che gioca con le convenzioni della prospettiva non una persona (che come i Williams col design dei puzzle) non sapeva cos'era la prospettiva e quindi gli venivano i quadri a caso.
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  7. #27

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Det. Bullock Visualizza Messaggio


    Non parlavo di pellicole anni '20, ma di quelle prima della prima guerra mondiale e giusto per essere precisi parlavo del Doctor Who degli anni '60.

    Parlo di punti in cui i film e le serie TV erano ancora in una forma grezzissima che non aveva ancora l'abc di come si facessero le cose in quel dato contesto artistico, come le AG dei Williams.

    I quadri di Escher per esempio non c'entrano nulla, visto che lì è uno che gioca con le convenzioni della prospettiva non una persona (che come i Williams col design dei puzzle) non sapeva cos'era la prospettiva e quindi gli venivano i quadri a caso.
    haha siii scusa, primi due decenni del '900 invece che anni '20, fondamentale

    Si, capisco il paragone, e dunque il tuo punto sarebbe che le AG della LA sarebbero il cinema evoluto rispetto a quello grezzo anni preguerra.

    Mi sembra una forzatura ingenua. Per le AG dei Williams non riesco a fare questo semplice accostamento, come esperimenti grezzi e ingenui solo perché stanno nel primo periodo, le prendo come esempi migliori dell'interazione, allora e ancora all'avanguardia, e che sono state l'ispirazione per idee di alcuni dei giochi migliori avvenire (vedi Fallout). Scusa!

    Si, lo so, ho le lenti rosa ecc., ma è così, non si sfugge, ognuno vede il mondo a modo proprio e cerca di dire all'altro che il suo è illusorio. C'èst la vie.

    Nono, di Escher non mi riferivo alle opere più note, o almeno non solo a quelle. Mi riferivo ad es. agli Emblemata, quando ancora non aveva preso a studiare tutti gli inganni della percezione, appunto opere grezze. Sono sicuro cmq che anche in molte altre opere ci sono appunto enigmi da decifrare. Peraltro mi sembra un po' offensivo sminuire tutta l'opera di Escher dicendo che sono giochini di prospettiva. Ci sono messaggi nascosti, raccontano qcs.
    Ultima modifica di Fenriz; 06-07-16 alle 23:17

  8. #28
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    haha siii scusa, primi due decenni del '900 invece che anni '20, fondamentale
    Negli anni '20 c'erano già Mabuse, Caligari e Nosferatu, prima della Grande Guerra il cinema si limitava spesso a sketch di una mezzoretta su una fata che tirava fuori bambini da sotto i cavoli con poche eccezioni.

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Si, capisco il paragone, e dunque il tuo punto sarebbe che le AG della LA sarebbero il cinema evoluto rispetto a quello grezzo anni preguerra.

    Mi sembra una forzatura ingenua. Per le AG dei Williams non riesco a fare questo semplice accostamento, come esperimenti grezzi e ingenui solo perché stanno nel primo periodo, le prendo come esempi migliori dell'interazione, allora e ancora all'avanguardia, e che sono state l'ispirazione per idee di alcuni dei giochi migliori avvenire (vedi Fallout). Scusa!

    Si, lo so, ho le lenti rosa ecc., ma è così, non si sfugge, ognuno vede il mondo a modo proprio e cerca di dire all'altro che il suo è illusorio. C'èst la vie.

    Nono, di Escher non mi riferivo alle opere più note, o almeno non solo a quelle. Mi riferivo ad es. agli Emblemata, quando ancora non aveva preso a studiare tutti gli inganni della percezione, appunto opere grezze. Sono sicuro cmq che anche in molte altre opere ci sono appunto enigmi da decifrare. Peraltro mi sembra un po' offensivo sminuire tutta l'opera di Escher dicendo che sono giochini di prospettiva. Ci sono messaggi, raccontano qcs.
    E lo fanno giocando in maniera consapevole con le convenzioni artistiche e cognitive, i Williams al contrario non erano del tutto consapevoli di cosa rendesse un puzzle un bel puzzle, ma spesso facevano cose un po' "a muzzo", come si dice dalle mie parti, e hanno continuato a farlo anche quando tutti gli altri avevano migliorato sulle loro fondamenta al grido di (sto parafrasando una frase della dagli stessi Williams) "abbiamo fatto i King's Quest, non abbiamo nulla da imparare dalle plebi" e questo non lo dico solo io ma gente che quell'epoca l'ha vissuta non da giocatore ma da creatore.

    E non continuare a tirare in ballo Fallout che non c'entra una beneamata minchia visto che Fallout non ti fa girare a vuoto perché un'azione perfettamente normale ha "rotto" il gioco rendendolo non completabile, e me lo ricordo bene perché l'ho giocato e finito appena due anni fa, non ha nulla a che vedere col design di merda dei King's Quest.
    Ultima modifica di Det. Bullock; 06-07-16 alle 23:22
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  9. #29

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Heh. Se è vero che hanno detto questo li adoro il doppio, ma grazie di avermelo detto, confesso che hai una grande cultura del tempo, e cosa lodevolissima, conosci così bene sviluppatori che detesti.

    Voglio andare per quanto posso col tuo verso.

    Quindi la colpa della Sierra è di aver trascinato avanti una struttura vetusta, antiquata e goffa, ricavata dai loro primi giochi, ma che per questo ha in sè il germe dell'origine, come una fiaccola della creazione donata al mondo degli anni '90 dicendo "dovete ricordare" da cosa tutto è nato. Che vergogna.

    E questo ammettendo che non è una buona struttura, che non faccia riflettere affatto, è solo punitiva inutilmente nella sua ingiocabilità. Almeno ha una funzione di testimoniare l'origine del vg, convogliando come un abbraccio giochi di ogni tipo, pc, apple e arcade? O non c'era niente di buono nel passato e le uniche avventure possibili sono quelle di oggi, della Phoenix, della Wadjet e dei Telltale?
    Ultima modifica di Fenriz; 07-07-16 alle 01:00

  10. #30
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Heh. Se è vero che hanno detto questo li adoro il doppio, ma grazie di avermelo detto, confesso che hai una grande cultura del tempo, e cosa lodevolissima, conosci così bene sviluppatori che detesti.
    Perché queste cose vengono menzionate pressoché in tutte le retrospettive sulle vecchie avventure grafiche e ho pure provato King's Quest andando pure discretamente avanti, solo che ad un certo punto non avevo il tempo di giocarci come si deve e l'ho lasciato lì senza mai avere il bisogno di riprenderlo.

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Quindi la colpa della Sierra è di aver trascinato avanti una struttura vetusta, antiquata e goffa, ricavata dai loro primi giochi, ma che per questo ha in sè il germe dell'origine, come una fiaccola della creazione donata al mondo degli anni '90 dicendo "dovete ricordare" da cosa tutto è nato. Che vergogna.
    Ti faccio una metafora da appassionato di Spacesim: le avventure Sierra dei Williams sono come i primi tre Wing Commander, lodevoli per aver iniziato un genere e con tante belle idee (i primis la presentazione "cinematografica" sia animata che in FMV, oggi tristemente abusata) ma invecchiati parecchio male per via di problemi di design che hanno deciso di trascinarsi dietro anche quando la concorrenza e alcuni loro colleghi li avevano risolti.
    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    E questo ammettendo che non è una buona struttura, che non faccia riflettere affatto, è solo punitiva inutilmente nella sua ingiocabilità. Almeno ha una funzione di testimoniare l'origine del vg, convogliando come un abbraccio giochi di ogni tipo, pc, apple e arcade? O non c'era niente di buono nel passato e le uniche avventure possibili sono quelle di oggi, della Phoenix, della Wadjet e dei Telltale?
    Ti sei perso il punto in cui faccio intendere di essere fan di Gabriel Knight e delle avventure Lucasarts (più altre che non ho menzionato come Simon The Sorcerer e i Tex Murphy)?
    Ho mai negato il valore storico delle avventure Sierra?
    No, ho negato la loro inerente superiorità che te tanto fallacemente decanti.
    Ultima modifica di Det. Bullock; 07-07-16 alle 20:36
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  11. #31

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    È strano..A me sembrano capolavori che radunano un gameplay vario, particolare.
    Prendi la mia AG preferita, che è senza dubbio Longbow Robin Hood. è perfetta, cavolo, in ogni suo momento, è varia, ha il passaggio del tempo, ha momenti d'azione, di strategia, di duelli vari in mezzo alla strada (Robin è sempre là davanti e affronta vari personaggi che si danno il cambio come in una passerella, e richiedono scelte diverse per ogni ruolo), d'esplorazione, accenni dotti di storia, naturalismo/druidismo, gemmologia, folklore fantasy, minigiochi (indovinelli seguendo il manuale) e pure per fare una partita a "dama". Tutti i momenti hanno scelte multiple, scelte bonus, e si può sempre andare avanti ma poi si resta bloccati, ci sono vari finali, non ricordo quanti.

    È perfetta!

    Anzi, ecco, ti faccio anch'io un esempio paragone. Le AG sierra sono primitive, come il teatro elisabettiano, che era un circo, radunava momenti di vero drama, ma anche giochi, combattimenti, dialoghi col pubblico, lotte di cani, barzellette, scherzi e comizi veri e propri di politica all'interno appunto del play, diventando metateatro e, come si dice, si rompe la quarta parete?

    Il teatro inglese che viene dopo è stato criticato moltissimo per essere rigido, univoco, un teatro troppo consapevole dei suoi canoni. Il teatro aveva acquisito come sappiamo quella forma rettangolare.
    Ultima modifica di Fenriz; 08-07-16 alle 15:02

  12. #32
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Altro paragone sbagliatissimo, il teatro esisteva da millenni e aveva convenzioni con cui il teatro elisabettiano giocava, quelli che ci scrivevano conoscevano la poetica di Aristotele a memoria, non erano certo gente che sparava nel buio sperando di centrare qualcosa.

    Il videogioco e le AG in particolare erano puro terreno inesplorato, secondo te perché ho usato il cinema come paragone?
    Ultima modifica di Det. Bullock; 08-07-16 alle 18:35
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  13. #33

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Det. Bullock Visualizza Messaggio
    Altro paragone sbagliatissimo, il teatro esisteva da millenni e aveva convenzioni con cui il teatro elisabettiano giocava, quelli che ci scrivevano conoscevano la poetica di Aristotele a memoria, non erano certo gente che sparava nel buio sperando di centrare qualcosa.

    Il videogioco e le AG in particolare erano puro terreno inesplorato, secondo te perché ho usato il cinema come paragone?
    Non sto dicendo che non avevano convenzioni, sto dicendo però che le mescolavano, in modo del tutto unico e nuovo, a tante altre cose da circo, piazza, mystery.

    Anche la Sierra aveva convenzioni, ma volevano impastarle con altre.

    Non capisco perché questo caso deve obbedire alla regola che l'inizio di un genere è negativo e poi diventa migliore, e non essere invece la regole il meglio c'era in origine e poi è decaduto verso le porcherie e il dumbing down inesorabile.
    Ultima modifica di Fenriz; 08-07-16 alle 19:12

  14. #34
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Non capisco perché questo caso deve obbedire alla regola che l'inizio di un genere è negativo e poi diventa migliore, e non essere invece la regole il meglio c'era in origine e poi è decaduto verso le porcherie e il dumbing down inesorabile.
    Elitismo misto a nostalgia, pessima accoppiata.

    Se io fossi come te starei a lamentarmi di come Tie Fighter è un dumbing down di X-wing perché ti segnala prontamente quando hai fallito un obbiettivo missione invece di dirtelo solo dopo che hai finito gi giocare, o che Wing Commander I e II erano meglio del III meglio perché c'erano gli sprite che confondevano la prospettiva e non quel 3D che ti consente di vedere a occhio se sei troppo vicino a un incrociatore nemico.
    Ultima modifica di Det. Bullock; 08-07-16 alle 22:49
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  15. #35

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    non capisco perché questi esempi sono compatibili con le AG della Sierra, solo per l'analogia di passaggio cronologico e il forzato accostamento fra saghe.

    Sono critiche simili fatte al teatro elisabettiano, poi. C'erano cose davvero primitive e ingenue. Ma sono meglio di certi forzati raziocini realisti.

    https://books.google.it/books/about/...0C&redir_esc=y

    Sempre secondo il tuo punto di vista, cambiare qcs della struttura delle AG Sierra avrebbe comportato una facilitazione ma che tu consideri non tale, bensì un risolvere evidenti e obbiettivi problemi strutturali. Non consideri neppure la possibilità che in questo caso si perda qcs di importante e giusto da tenere. No, concludi che non va bene e che deve essere facilitato il funzionamento. Poi, un'evoluzione di quella struttura già complessa è possibile, l'evoluzione può sempre esserci, ma ci vorrebbe un pc odierno.

    Soprattutto considerando un dato di fatto: il FATTO che nei giochi Sierra, se potessi calcolare il consumo di materia grigia come, chesso, ampere elettrici, innegabilmente il valore sarebbe più alto rispetto alla maggiorparte dei giochi esistenti (eccetto, probabilmente, massicci wargame)

    Appurato questo, come può essere rilevante che è una struttura antica, primitiva e anche fallace, se assolve allo scopo di farti spremere le meningi, di più rispetto alle avventure LA?
    Ultima modifica di Fenriz; 09-07-16 alle 19:14

  16. #36
    Vecchio e buono L'avatar di masvil
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    78
    Gamer IDs

    Steam ID: masvil

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Se ci pensate nei vg di oggi non esiste alcuna sfida seria che non siano riflessi scimmieschi, pazienza nel ripetere parti, abilità nelle dita, sempre da gorilla.
    Vero per molti AAA, ma nel panorama indie i giochi con alti gradi di sfida ci sono.


    Wii U: masvil

  17. #37

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da masvil Visualizza Messaggio
    Vero per molti AAA, ma nel panorama indie i giochi con alti gradi di sfida ci sono.
    Certamente. Ma nel mainstream non può esserci nessuna sfida. Spesso la sfida è solo la pazienza di esplorare o una mezz'ora per capire le meccaniche, o appunto la pazienza di rifare pezzi di combattimenti, poi fine.

  18. #38
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio

    Sono critiche simili fatte al teatro elisabettiano, poi. C'erano cose davvero primitive e ingenue. Ma sono meglio di certi forzati raziocini realisti.

    https://books.google.it/books/about/...0C&redir_esc=y
    Non si applicano comunque per le ragioni che ti ho detto, gli elisabettiani partivano da una forma d'arte che aveva già le sue convenzioni e secoli di storia, se vai in giro trovi gente che ti distrugge pure Goethe e Schiller, ma non c'è da negare che i Williams non avevano la consapevolezza del genere che invece avevano gli elisabettiani nel bene e nel male.

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Certamente. Ma nel mainstream non può esserci nessuna sfida. Spesso la sfida è solo la pazienza di esplorare o una mezz'ora per capire le meccaniche, o appunto la pazienza di rifare pezzi di combattimenti, poi fine.
    Chiediti perché nessun indie fa le avventure stile Sierra.
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

  19. #39

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Det. Bullock Visualizza Messaggio
    Non si applicano comunque per le ragioni che ti ho detto, gli elisabettiani partivano da una forma d'arte che aveva già le sue convenzioni e secoli di storia, se vai in giro trovi gente che ti distrugge pure Goethe e Schiller, ma non c'è da negare che i Williams non avevano la consapevolezza del genere che invece avevano gli elisabettiani nel bene e nel male.



    Chiediti perché nessun indie fa le avventure stile Sierra.
    Aparte che in realtà ci sono, almeno come interfaccia e stile grafico, che dimostra quanti fan ancora ci sono. Non so se ricalcano la struttura (quest for infamy, order of the thorne e non ricordo quale altro, quelli degli "infamous quests", che hanno i miei soldi qsiasi cosa facciano ), e aparte poi i remake di quelle in SCI, ricordiamo l'esistenza di una grande fanbase delle serie più popolari, quest for glory e Space quest, che tutti amano nonostante il sistema di punti e immancabile vicolo cieco. E c'è un motivo per cui hanno supportato (me incluso nat.) il progetto kickstarter di Corey e Lori Cole (Hero-U).

    I motivi veri per cui non ci sono nuoviSSIMI giochi con quella struttura possono essere tanti: che la struttura è troppo complessa e nessuno è capace di riprodurla, o è troppo difficile appunto per i giocatori di oggi. Un giorno...

    Però ricordo che molti giochi hanno raccolto e ripreso quelle idee. Penso a The Last Express, o Pathologic.

    Riguardo il teatro, io l'ho studiato all'uni a suo tempo solo dall'elisabettiano; non credo che gli autori avessero chissà quante convenzioni anteriori, tranne vaghe idee dell'italia, dunque di conseguenza teatro greco e romano, ma più nomi di paesi e di persone!. Erano intrisi più di medioevo. Ma questo lo credo io. Perciò mi sembra calzante il paragone con le poche convenzioni raccattate dal mondo antico (grecia e roma) con le convenzioni raccolte dai Williams provenienti dal primo mondo arcade-Atari e le avventure infocom per Apple. Non era poi così poco. Mi sembrano simili le cose.
    Ultima modifica di Fenriz; 10-07-16 alle 18:20

  20. #40
    Senior Member L'avatar di Det. Bullock
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lipari, Isole Eolie, dimora di Eolo il Signore dei venti.
    Messaggi
    1.950

    Re: Perché questo e molti altri giochi sono "giochi superiori"

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Aparte che in realtà ci sono, almeno come interfaccia e stile grafico, che dimostra quanti fan ancora ci sono. Non so se ricalcano la struttura (quest for infamy, order of the thorne e non ricordo quale altro, quelli degli "infamous quests", che hanno i miei soldi qsiasi cosa facciano ), e aparte poi i remake di quelle in SCI, ricordiamo l'esistenza di una grande fanbase delle serie più popolari, quest for glory e Space quest, che tutti amano nonostante il sistema di punti e immancabile vicolo cieco. E c'è un motivo per cui hanno supportato (me incluso nat.) il progetto kickstarter di Corey e Lori Cole (Hero-U).

    I motivi veri per cui non ci sono nuoviSSIMI giochi con quella struttura possono essere tanti: che la struttura è troppo complessa e nessuno è capace di riprodurla, o è troppo difficile appunto per i giocatori di oggi. Un giorno...

    Però ricordo che molti giochi hanno raccolto e ripreso quelle idee. Penso a The Last Express, o Pathologic.
    E quanti di questi giochi hanno vicoli ciechi di cui il gioco non rende conto al giocatore in nessuna maniera?
    Persino il fan remake di King's Quest che ho provato qualche settimana fa (ai tempi giocai la versione col parser) ha un'opzione per eliminare quei vicoli ciechi perché pensa un po', anche tra i nostalgici non è che fosse una caratteristica popolare dei giochi Sierra.

    Citazione Originariamente Scritto da Fenriz Visualizza Messaggio
    Riguardo il teatro, io l'ho studiato all'uni a suo tempo solo dall'elisabettiano; non credo che gli autori avessero chissà quante convenzioni anteriori, tranne vaghe idee dell'italia, dunque di conseguenza teatro greco e romano, ma più nomi di paesi e di persone!. Erano intrisi più di medioevo. Ma questo lo credo io. Perciò mi sembra calzante il paragone con le poche convenzioni raccattate dal mondo antico (grecia e roma) con le convenzioni raccolte dai Williams provenienti dal primo mondo arcade-Atari e le avventure infocom per Apple. Non era poi così poco. Mi sembrano simili le cose.
    Pure io l'ho studiato all'uni, il teatro elisabettiano non era certo un branco di cavernicoli che aveva scoperto il teatro per conto suo, c'era già il teatro medioevale e gli "university wits" avevano una conoscenza di pezzi teatrali greci e latini, e il teatro ha sempre delle convenzioni anche se è "medioevale".

    I videogiochi invece erano qualcosa di completamente nuovo.
    Ultima modifica di Det. Bullock; 11-07-16 alle 15:04
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
    La configurazione del mio PC.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Sito ufficiale
www.thegamesmachine.it
Seguici su