RORTOS annuncia Marina Militare - Italian Navy Sim

Marina Militare - Italian Navy Sim

PC

RORTOS annuncia Marina Militare - Italian Navy Sim

RORTOS, azienda italiana leader nello sviluppo di simulatori di volo per dispositivi mobile, ha annunciato il nuovo simulatore aeronavale Marina Militare – Italian Navy Sim, disponibile a breve per Android e iOS, e in seguito anche su PC e Mac. Il gioco, licenziato ufficialmente dalla Marina Militare, permetterà a tutti i giocatori, anche a quelli in erba, di assumere il comando di navi, aerei ed elicotteri della Marina Militare. “Il nostro obiettivo è di creare insieme alla Marina Militare un’esperienza di gioco unica sotto il segno del Made in Italy”, ha commentato Roberto Simonetto, CEO di RORTOS. “Per la prima volta ci siamo avventurati in un gioco che non è solo simulazione aerea pura, e riteniamo che il risultato finale sia davvero ottimo e avvincente. Siamo sicuri che i giocatori apprezzeranno la qualità ed il realismo che da sempre contraddistinguono i nostri titoli.”

Caratteristiche principali:

  • Tre aree di simulazione fedelmente riprodotte con tecnologia satellitare: Taranto, La Spezia e Catania. Per ciascun’area è disponibile uno scenario integrato e ispirato a situazioni reali, che immergono il giocatore in una sequenza di avvincenti missioni. Il pilota, o il Comandante, sarà chiamato a svolgere il proprio ruolo su mezzi sempre differenti della Marina Militare (anche più mezzi durante la medesima missione) e per ciascuna verrà assegnato un punteggio in base alle performance.
  • Manovrare il Cacciatorpediniere Andrea Doria D553, appontare sulla portaerei Cavour con un caccia AV-8B Harrier II+, salvare naufraghi con un RHIB Hurricane 753, uscire in ricognizione FLIR con un elicottero EH101, o veleggiare con la famosa nave scuola Amerigo Vespucci (fedelmente realizzata), sono solo alcune delle missioni disponibili.
  • Gli scenari sono stati realizzati in alta risoluzione, e durante le missioni sarà possibile selezionare o cambiare le condizioni meteo, i venti e il mare, l’ora del giorno, la propria posizione e la missione stessa.

Qui sotto vi lasciamo alle prime immagini pubblicate.

Condividi con gli amici










Inviare

Rispondi

  1. Cosa dobbiamo fare? scappare dalle minacce perché il consiglio dei ministri ci vieterà l'uso della forza per difenderci?

Password dimenticata