Milan Games Week ha ospitato quest'anno oltre 138 mila visitatori infrangendo un nuovo record

Si è conclusa ieri, presso FieraMilanoCity, la sesta edizione di Milan Games Week, il consumer show dedicato ai videogiochi che ha intrattenuto la città per tutta la scorsa settimana e continuerà a farlo con alcuni appuntamenti di Fuori Milan Games Week fino a domani. Anche quest’anno l’evento promosso da AESVI e organizzato da Campus Fandango Club ha battuto un nuovo record: sono stati, infatti, 138.000 i visitatori arrivati da tutta Italia per partecipare alla fiera, con un incremento di afflusso di oltre il 15% rispetto al 2015. Significativa anche la presenza degli espositori (oltre 100) e dei media, con la partecipazione di oltre 500 giornalisti, blogger e influencer.

Il successo dell’evento di quest’anno è stato possibile grazie al mix di spazi e di contenuti che posiziona Milano come centro dell’intrattenimento del futuro anche in questo ambito. I due padiglioni di FieraMilanoCity che hanno ospitato il salone, in uno spazio complessivo di 32.000 mq, sono stati il palcoscenico per oltre 40 anteprime e novità a livello internazionale, più di 40 videogiochi “Made in Italy”, un ricco programma di attività per famiglie e bambini, sfilate cosplay, retrogaming, game art e un’incredibile arena dedicata ai tornei powered by ASUS | Republic of Gamers. E per finire una nuova area speciale, Milan Games Week Tech, uno spazio dove poter provare le tecnologie più avanzate, tra cui realtà virtuale e droni di ultima generazione. Grandissima l’affluenza allo store Unieuro, partner retail della manifestazione, presente con uno shop da oltre 1500 mq. Diversi luoghi della città, dal 6 al 19 ottobre, hanno ospitato invece un articolato palinsesto di eventi collaterali di carattere artistico, culturale e di intrattenimento per tutte le età e le passioni: tornei, mostre, lezioni di guida e workshop dedicati al mondo dei videogiochi con ospiti speciali e un grande party finale.

Ospiti speciali di Milan Games Week 2016 due leggende dell’industria dei videogiochi: John Romero, premiato game designer, level designer e programmatore, che ha lavorato a oltre 130 videogiochi, 107 dei quali sono stati pubblicati commercialmente, inclusi lavori iconici come Wolfenstein 3D, DOOM e Quake, e Brenda Romero, premiata game designer e artista, che ha contribuito a molti importanti titoli, incluse le serie Wizardry e Jagged Alliance e titoli dei franchise Ghost Recon e Dungeon & Dragons. Grazie a Milan Games Week sono arrivati a Milano anche special guest e star internazionali del mondo della musica e dello showbiz, come il dj Alan Walker e il wrestler Mark Henry.

A far sintonizzare il pubblico sul mondo del gaming hanno contribuito Radio 105, radio ufficiale dell’evento che ha trasmesso in diretta da FieramilanoCity e animato il palco centrale con i propri ospiti e speaker; e Twitter, che dopo Sanremo e il Festival del Cinema di Venezia ha scelto proprio Milan Games Week per installare la #BlueRoom, uno spazio in cui i protagonisti dell’evento si sono avvicendati per raccontare il proprio rapporto con il mondo del gaming grazie a video, gif e dirette Periscope.

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata