My Time at Portia Steam PC anteprima

My Time at Portia

PC

My Time at Portia - Provato

È indubbio che nell’ultimo periodo i videogiochi di stampo sandbox stiano vivendo una seconda giovinezza, soprattutto quelli nati dopo il grande successo di Stardew Valley. My Time at Portia si inserisce proprio in questo particolare filone che strizza l’occhio ad Harvest Moon, offrendo ai giocatori l’opportunità di immergersi in un’ambientazione tanto colorata quanto spensierata.

AI CONFINI DELLA CIVILTÀ

L’opera in lavorazione presso Pathea Games ed edita da Team17 ci mette nei panni di un giovane che riceve in eredità una bottega nella remota cittadina di Portia, in un mondo post-apocalittico che ha visto l’umanità sull’orlo della distruzione a causa dell’utilizzo di tecnologie sempre più devastanti. Al contrario di quanto si possa pensare dopo questo breve preambolo, My Time at Portia non è ambientato in una terra devastata, bensì in una landa rigogliosa e popolata da individui sempre cordiali: ci troviamo nel bel mezzo di un’utopia in cui l’uomo ha deciso di tornare a uno stile di vita semplice, impiegando solamente tecniche e tecnologie ecosostenibili.

My Time at Portia Steam PC anteprima

My Time at Portia si inserisce proprio in quel particolare filone che strizza l’occhio ad Harvest Moon

È facile lasciarsi prendere da un ambiente così festoso, tanto che le mie prime ore di gioco sono scivolate via in un attimo, il tutto mentre svolgevo attività in apparenza ripetitive per soddisfare le richieste degli abitanti di Portia. Già perché, in quanto proprietari di una delle botteghe cittadine, il nostro compito è proprio quello di contribuire allo sviluppo dell’insediamento, aiutando i suoi cittadini. Essendo da poco approdato nel programma di Accesso Anticipato su Steam, My Time at Portia non presenta ancora un sistema di quest particolarmente elaborato: per adesso è possibile soltanto accettare incarichi più o meno generici, come la produzione di determinate quantità di oggetti o la costruzione di ponti e altri elementi simili, a uso e consumo della collettività.

Le potenzialità di un impianto ludico del genere sono teoricamente infinite, dal momento che è stato implementato anche un semplice sistema che tiene traccia delle relazioni tra il protagonista e i diversi cittadini, un po’ come avviene in una qualsiasi incarnazione della saga di Animal Crossing. Ed è proprio dal franchise di Nintendo che Panthea Games ha preso ispirazione per la creazione di questa ragnatela di rapporti; un struttura che, nonostante sia ancora in uno stadio poco più che embrionale, contribuisce a definire quella medesima atmosfera di cooperazione spensierata tra i vari personaggi.

CREAZIONE DA COMBATTIMENTO

Di cose da fare in questa prima versione in divenire di My Time at Portia non ce ne sono ancora molte, ma sono sufficienti per capire la direzione che il team di sviluppo ha intrapreso nel delineare un videogioco che porta in dote anche una componente action RPG relativamente marcata. Effettuando qualsiasi azione, dalla raccolta della legna alla semina di piante, passando per la creazione di oggetti e l’estrazione di minerali, si accumulano punti esperienza da spendere in un albero delle abilità, diviso in tre rami ben distinti: uno dedicato all’aspetto sociale, un altro relativo alle attività della bottega, e un terzo che racchiude le capacità da impiegare negli scontri con i nemici.

My Time at Portia Steam PC anteprima

My Time at Portia sembra promettere davvero bene

Proprio in relazione ai combattimenti, va detto che questi sono molto semplici e molto spesso si risolvono dopo aver ripetuto più volte la pressione sul medesimo tasto; sono tuttavia propedeutici all’ottenimento dei materiali più rari, come le pelli di animali e altre risorse che si possono acquisire solamente attraverso l’eliminazione dei mostri. Non manca nemmeno la possibilità di personalizzare il proprio alter-ego con indumenti in grado di fornire bonus negli scontri, per non parlare della necessità di forgiare armi come spade e mazze per essere sempre pronti a ogni evenienza, soprattutto durante l’esplorazione delle rovine della civiltà passata. All’interno di quelli che sono dei veri e propri dungeon si possono trovare sia materiali unici, sia ricette di oggetti aggiuntivi, nonché potenziamenti per le stazioni di creazione di base.

Insomma, al momento la carne al fuoco di sicuro c’è, anche se poco o nulla è stato approfondito a dovere. Ciononostante, My Time at Portia sembra promettere davvero bene, ed è per questo che lo terrò d’occhio con molto piacere. Bisognerà capire come si evolveranno tutti questi elementi, più quelli già promessi dagli sviluppatori e che verranno aggiunti nel corso del tempo, come i mini-giochi, quest elaborate e un intrigante sistema di allevamento degli animali, che poi potranno essere cavalcati e quindi utilizzati per esplorare la regione che circonda la cittadina di Portia. Per ora, bene così.

Articolo precedente
Pillars of Eternity II Deadfire immagine PC 15

Pillars of Eternity II: Deadfire - Provato

Articolo successivo
Ni no Kuni II Il Destino di un Regno immagine PC PS4 01

Ni no Kuni II: Il Destino di un Regno - Provato

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata