Fortnite season 5

Fortnite

PC PS4 Xbox One

Fortnite iOS - Provato

Da qualche giorno è disponibile la versione iOS di Fortnite (quella Android seguirà tra qualche mese), che ripropone in maniera sostanzialmente identica il gioco di Epic che da mesi sta spopolando su PC e console, e tallonando da presso PlayerUnknown’s Battlegrounds come il più giocato di questo periodo. Il client è scaricabile gratuitamente dall’App Store, ma sono autorizzati ad accedervi solo gli account che hanno ricevuto un invito da parte di Epic (e che si porta appresso tre ulteriori inviti da girare ai propri amici dotati di dispositivi Apple compatibili). La software house tiene a sottolineare, e dopo averla provata possiamo confermarvelo, che la versione mobile di Fortnite non è una sorta di “cugino sfigato” del gioco su console e PC, ma è identico per gameplay, mappa, contenuti e persino al passo con gli aggiornamenti settimanali.

fortnite ios

Il gioco è lo stesso, anche dal punto di vista estetico, di fatto indistinguibile dalla controparte console

Fortnite su iOS ospita solo la modalità Battle Royale (e del resto, non avrebbe avuto molto senso fare diversamente); una volta autorizzato l’account all’interno dell’applicazione, il proprio personaggio viene importato automaticamente, con i progressi e gli equipaggiamenti già sbloccati disponibili e pronti all’uso, così come eventuali valute e item in-game. L’intera esperienza di Fortnite su iOS è identica a quella vissuta su PC e console, dalla lobby all’attesa dell’autobus, dal volo planare sulla mappa di gioco alla battaglia vera e propria.

Dal punto di vista estetico, l’art direction tipicamente cartoon e low-poly ha aiutato un porting di fatto indistinguibile dalle versioni “maggiori”, laddove la maggior potenza del dispositivo mobile permette un miglior dettaglio grafico. Abbiamo fatto un po’ di partite su un iPhone 7 Plus, con risultati davvero egregi a vedersi, uniti a una fluidità sempre eccellente. Da tenere in conto, come qualsiasi applicazione ludica “importante”, un certo qual riscaldamento del dispositivo e un consumo importante della batteria.

fortnite ios

Se il gameplay è assolutamente identico, in tutto e per tutto, al gioco originale, i controlli sono stati adattati agli schermi touch e, con tutte le limitazioni del caso, se la cavano abbastanza bene (è stata replicata anche la basilare “picconata continua”); gli stick virtuali da controllare con i pollici simulano quelli del pad, si spara con un “tap” sullo schermo, nella parte destra del monitor ci sono – a portata di dito – i comandi per salto, crouch e mira con le armi, mentre la parte inferiore consente di accedere all’inventario e passare alla modalità costruzione.

I controlli virtuali sul touch screen funzionano bene, ma il ritmo di gioco ne esce comunque un po’ rallentato

Il ritmo generale risente delle limitazioni al sistema di controllo, che richiede per forza di cose un po’ di tempo perché ci si faccia l’abitudine, e in ogni caso non garantisce la prontezza e il “flow” di un pad tradizionale, per esempio nella modalità costruzione. Non stupitevi, insomma, se doveste assistere – o vivere in prima persona – a battaglie un po’ ridicole e impacciate. C’è però un’importante aggiunta, nell’interfaccia utente della versione mobile, ed è la presenza di indicatori visivi che segnalano direzione e intensità dei passi e del fuoco nemico; da un lato, una simile scelta deriva probabilmente dal fatto che in mobilità risulta più difficile mantenere la concentrazione – o anche solo il silenzio – richiesta da una battle royale; d’altro canto, questi “aiuti” a schermo tendono a rendere i giocatori meno prudenti nel movimento, e in generale un po’ meno tattiche le partite (il che, lo ribadisco di nuovo, non stona affatto con la fruizione da cellulare).

Con l’arrivo della versione iOS del gioco, Fortnite supporta il crossplay tra console (per ora solo PlayStation 4, Xbox One arriverà a breve), PC e dispositivi mobile, che funziona in maniera ancora abbastanza grezza, è una funzione social limitata agli amici, ed è comunque facoltativo. In ogni caso, anche per questo motivo, siamo ragionevolmente sicuri che il supporto ai pad MFI sia destinato a essere aggiunto quanto prima. Fortnite mobile è disponibile per dispositivi con iOS 11 (iPhone 6S/SE e successivi, iPad Mini 4, iPad Pro, iPad Air 2, iPad 2017), con la versione Android in arrivo nei prossimi mesi. Per maggiori informazioni, collegatevi a fortnite.com/mobile.

Articolo precedente
Avengers Infinity War: nuovo trailer e data d'uscita per l'atteso film Marvel

Avengers Infinity War: nuovo trailer e data d'uscita per l'atteso film Marvel

Articolo successivo

Mobile Machine #11

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata