Assetto Corsa Competizione Console – Anteprima

Assetto Corsa Competizione

PC

Assetto Corsa Competizione Console – Anteprima

Kunos lancia la sfida a GT Sport con l’imminente approdo di Assetto Corsa Competizione su console, cercando di prendersi il monopolio dell’eRacing all’alba della nuova generazione, come un sorpasso all’ultima curva.





Il lockdown imposto dalla pandemia da Covid-19 come occasione per sdoganare definitivamente l’eSport e in particolare l’eRacing. La voglia di guidare, di assistere alle competizioni motoristiche, desideri soffocati da qualcosa che nessuno si sarebbe mai aspettato di vivere. E allora viene naturale buttarsi nel virtuale, un po’ per evadere dalla paura, un po’ per concedersi quei brividi che difficilmente i limitati metri quadri di un appartamento possono regalare. Un sentimento comune ai mortali come noi o agli dei del volante come Leclerc, mai così vicini. Pad, volante, playseat da gara, ogni periferica è diventata buona per regalarsi qualche ora al giorno di libertà motoristica, che fosse su Forza, GT Sport, Project Cars, F1 2019 o, appunto, Assetto Corsa Competizione, punto di riferimento della simulazione videoludica ormai dal 2014 e da allora in continua evoluzione, puntando con sempre maggior decisione, dedizione e infine successo il competitivo.

Assetto Corsa Competizione Console anteprima

Difficile mantenere un metro di distanza ed evitare gli assembramenti se la vittoria è a una staccata di distanza.

È infatti con Assetto Corsa Competizione e la partnership con SRO Motorsport, società che gestisce i campionati del GT World Challenge, che l’opera Kunos Simulazioni, l’anno scorso, ha letteralmente cambiato le regole dell’e(motor)Sport, diventando stella Polare del movimento in ambito PC (dividendosi la scena videoludica con GT Sport su PS4), con campionati paralleli (non alternativi) e perfettamente integrati nel tessuto del mondo corsistico. E il prossimo 23 giugno, ormai imminente, Assetto Corsa Competizione cercherà di trovare spazio anche su console, in nome dell’accessibilità (promettendo un sistema di controllo adatto anche ai normali pad) e di qualche compromesso tecnico (ma non fisico).

Assetto Corsa Competizione ha cambiato le regole dell’e(motor)Sport, divenendo vera stella polare del movimento in ambito PC

Per l’occasione abbiamo partecipato a un interessantissimo panel online, che ha visto la presenza di personalità di spicco del motorsport virtuale e reale, tra cui David Perel (pilota Ferrari 488 GT3), Bryan Heitkotter (uno tra i primi a fare il salto dai simulatori alle competizioni reali, vincendo il torneo GT Academy) e il coach professionista Guy Cosmo, in compagnia di Davide Brivio, game designer director di Kunos, Robbie Montinola e Anthony Comas di SRO Motorsport.

Assetto Corsa Competizione Console anteprima

Il bagnato fa selezione, fin dalla notte dei tempi e, nella tensione di un torneo, divide i coraggiosi dai pavidi.

LA COLLISIONE TRA REALE E VIRTUALE

Perché se te lo dicono piloti che sull’asfalto ci passano praticamente tutta la vita, spingendo l’asticella sempre più in là, il fiato del cronometro sul collo e l’avversario che ti vuole infilare in staccata, che il confine tra simulazione e gara non è mai stato così reale e poco tangibile viene da credergli sulla parola. Perel vive in prima persona questo dualismo, fresco vincitore delle finali del GT Rivals Invitational in attesa di rimettersi dietro il volante della sua Ferrari.

Il simulatore diventa valvola di sfogo e corsa al perfezionamento personale, del professionista come del petrolhead della domenica

Stressato, con le mani sudate a fine gara, raccontando che si, a volte le gare virtuali sono anche più tese di quelle reali, perché nell’intimità del playseat il cuore sbatte contro la cassa toracica come non ci si rende conto immersi tra i rumori di un abitacolo rovente, tutti i sensi occupati e preparati ad agire in modo meccanico, in simbiosi con l’auto.

Assetto Corsa Competizione Console anteprima

Vedere messi a confronto gli on board camera reali e virtuali è abbastanza incredibile, come potete vedere nel video di presentazione.

Il simulatore diventa valvola di sfogo e corsa al perfezionamento personale, del professionista come del petrolhead della domenica che magari, seduto in canotta e mutande davanti al monitor sogna il salto nelle competizioni reali, vittoria dopo vittoria. Non una prospettiva campata per aria, ma una reale possibilità data dalla continua erosione percettiva tra questi due mondi in Assetto Corsa Competizione.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente

Elgato Wave:1 – Recensione

Articolo successivo

Tutorial for dummies

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata