No Straight Roads – Provato

No Straight Roads

PC PS4 Xbox One Switch

No Straight Roads – Provato

Sono commosso: il vetero-hardrockettaro che è in me piange di felicità, apprendendo dell’esistenza di un gioco in cui i cattivi producono e suonano musica da discoteca!

Immagino che molti di voi abbiano avuto di che discutere, in fatto di gusti musicali. Perché vedete, al giorno d’oggi il concetto di ‘fare musica’ si divide in due grandi scuole di pensiero: quelli che ritengono di essere musicisti perché programmano un computer affinché esso suoni una melodia con l’asettica perfezione di una macchina e quelli che, per raggiungere la medesima inumana precisione, passano almeno due ore al giorno a perfezionarsi nello studio di uno o più strumenti, mantenendo su di sé il controllo dell’esecuzione e dando alla medesima sfumature emotive sempre diverse.

No Straight Roads Provato

Mayday e Zuke sono pronti a sabotare un artista della NSR Music.

Queste due anime della musica leggera si portano dietro uno straordinario universo di stilemi che collidono: l’abbigliamento (felpona o giubbotto), il luogo di fruizione (discoteca o birreria), generi musicali (rap, trap, disco o punk, metal, thrash)…

Chi ascolta musica fa spesso una scelta di campo, con dinamiche a volte deprecabili e l’impossibilità di comprendere chi ascolti quell’altra robaccia

Spesso, chi ascolta musica fa una scelta di campo destinata a trasformarsi in tifoseria, con dinamiche deprecabili: odio per il “nemico”, impossibilità di comprendere come si faccia ad ascoltare “quell’altra robaccia”, aggregazione in compagnie che seguono pedissequamente il nostro stile. Solo un’elite di sperimentatori dalle capacità sovrumane può concedersi il lusso di attingere da entrambe le fazioni.

No Straight Roads Provato

Un DJ sempre più affannato cerca di avere la meglio sui nostri eroi.

Oppure, più prosaicamente, basta crescere abbastanza per sbattersene di tutte queste sciocchezze e godersi la musica per come viene, dato che saper suonare la tromba è apprezzabile, ma trombare è molto meglio.

PER VOI METALLARI

Ebbene, tutto questo panegirico solo per dire che No Straight Roads è il gioco che ho sempre sognato da giovane uomo, quando disdegnavo la musica techno per abbeverarmi del melodico stridore delle chitarre elettriche proferito, a tutto volume, dai diffusori del mio impianto hi-fi. Lo stesso che i miei vicini di casa avrebbero tanto desiderato sfondare con un paracarro, pur di porre fine a ciò che essi consideravano un supplizio.

In no straight roads i cattivi suonano musica EDM (electronic dance music), mentre i nostri protagonisti sono due indomiti metallari

Non un gioco qualsiasi, dunque, ma un gioco in cui i cattivi suonano la musica EDM (electronic dance music) e, con la medesima, riescono a stordire i cittadini di Vinyl City e a prendere il potere, imponendo a tutti il loro dominio cadenzato in quattro quarti. Ma, per fortuna, a scuotere le coscienze dei poveri Vinylcitesi ci penseranno due indomiti metallari, l’iraconda chitarrista Mayday e il compassato batterista Zuke, al secolo i Bunk Bed Junction.

No Straight Roads Provato

Uno dei boss mostra la propria anima inquietante.

I due si presentano a un’audizione del talent show locale e, pur ottenendo uno straordinario successo di pubblico, vengono inspiegabilmente scartati dal potentato dei giudici che, non contenti di questa ingiustizia, impongono anche un bando totale alla musica Rock, vietando a chiunque di provare a riportarla in auge.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
NPC Personaggio Non Giocante

Vita e morte di un NPC

Articolo successivo

Cooler Master MS110 – Recensione

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata