assassin's creed valhalla razzie fluviali

Assassin's Creed Valhalla

PC PS4 PS5 Xbox One Xbox Series X

Assassin's Creed Valhalla – Anteprima

Fra i titoli in uscita a cavallo tra current e next-gen, Assassin’s Creed Valhalla è sicuramente uno dei più attesi. Fin dal suo annuncio del 29 aprile 2020, l’action RPG di Ubisoft ha ottenuto lo status di osservato speciale e il recente hands-on di una build PC work in progress mi ha confermato che se lo merita.





Il fascino vichingo sommato a quello della cultura norrena è un richiamo irresistibile per molti, ma se a ciò si aggiunge l’effetto che fa conquistare la terra d’Albione nei panni di un Berserkr o una Skjaldmær allora il discorso assume i connotati di un’epopea smisuratamente epica.

PER LA GLORIA DEL VALHALLA

Ambientato nel IX secolo, durante il periodo della Grande Armata Danese e dell’epoca d’oro dei vichinghi, Assassin’s Creed Valhalla ci mette nei panni di Eivor, un feroce predone norvegese destinato a forgiare la propria leggenda conquistando, assaltando e depredando i regni di un’Inghilterra frammentata. Lasciandosi alle spalle una penisola scandinava dilaniata dai conflitti e ormai incapace di provvedere al sostentamento del suo popolo, il guerriero del Nord approda sulla costa anglosassone per garantire un futuro alla propria gente. Per farlo dovrà fondare un insediamento che permetta al suo clan di prosperare in seno al nuovo territorio, portando a termine con successo una missione in cui il fallimento non è contemplato. Questo è il compito che lo attende e non lo si può esattamente definire facile, ma dopo aver visto in azione il leader vichingo piazzerei senza grandi remore tutte le mie fisches sulla sopravvivenza del suo Raven Clan.

assassin's creed valhalla anteprima

La caratterizzazione dei personaggi principali è splendida.

Valhalla apporta delle migliorie alla struttura dei due predecessori e ne perfeziona il gameplay

Procedendo a modo suo lungo il sentiero tracciato dai capitoli Origins e Odyssey, Assassin’s Creed Valhalla apporta delle migliorie alla struttura dei due predecessori e ne perfeziona il gameplay organicamente, contestualizzando cioè le meccaniche di gioco a ciò che è plausibile aspettarsi di trovare nella Sassonia del IX secolo vista con gli occhi di un norreno, come il falco di Odyssey ora divenuto corvo (animale caro a Odino, una divinità norrena). Durante la preview a distanza del nuovo capitolo che dovrebbe chiudere la trilogia iniziata con Origins, ho giocato l’arco narrativo del Ledecestrescire nella regione chiamata Mercia usando un Eivor maschile (ma si può scegliere anche un protagonista femminile egregiamente realizzato), approfittandone per palpeggiare senza ritegno l’open world di Ubisoft e avventurarmi alla scoperta di un mondo selvaggio a piedi, a cavallo o a bordo della drakkar, l’iconica imbarcazione vichinga.

assassin's creed valhalla anteprima

L’albero della drakkar si piega affinché il ponte non diventi un ostacolo insormontabile.

Inizialmente, la sensazione è stata quella di un piacevole deja-vù perché tra i numerosi corsi d’acqua, la diffusa vegetazione dai colori secchi e la grande varietà di fauna selvatica, l’ambientazione di Valhalla mi ha ricordato i panorami di The Witcher 3: The Wild Hunt.

HOME SWEET HOME

Al di là delle analogie artistiche, osservando il paesaggio è facile intuire perché i vichinghi abbiano deciso di approdare in Inghilterra con l’intenzione di restarci, ed è proprio qui che entra in gioco la prima vera novità di questo dodicesimo capitolo della serie cult di Ubisoft: l’insediamento Ravensthorpe. Vero e proprio hub da cui lanciarsi alla conquista della gloria eterna, l’insediamento è a tutti gli effetti la nuova casa di Eivor e compagnia. Partendo da una piccola colonia sulla riva del fiume, bisognerà racimolare le risorse utili a costruire nuovi edifici che andranno ad ampliare le capacità del nostro covo. Sviluppandolo e potenziandone le strutture, l’insediamento salirà di livello e potremo sbloccare ulteriori opzioni di costruzione come botteghe dove migliorare l’equipaggiamento o personalizzare il nostro alter ego, negozi vari oppure commercianti a cui vendere ciò che abbiamo recuperato dalla caccia o dalla pesca.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
yakuza like a dragon anteprima

Yakuza: Like a Dragon – Anteprima

Articolo successivo
corsair hs60 haptic recensione

Corsair HS60 Haptic – Recensione

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata