Valheim anteprima

Valheim

PC

Valheim – Anteprima

A me l’hanno sempre insegnato: i mondi della mitologia norrena sono nove. C’è da dire, però, che anche il decimo mondo di Valheim non manca del suo fascino.

Sviluppatore / Publisher: Iron Gate / Coffee Stain Publishing Prezzo: 16,79€ Localizzione: Assente Multiplayer: Online Cooperativo e Competitivo PEGI: ND Disponibile Su: PC (Steam, Accesso Anticipato)

Partiamo mettendo bene in chiaro una cosa: io non sono un esperto del genere survival. Ho giocato ad Haven & Hearth qualche millennio fa, ho pastrocchiato con Don’t Starve un po’ più di recente, non andando in entrambi i casi troppo lontano.

Quindi, visto che credo l’onestà sia importante, metterò subito in chiaro cosa non troverete in questa anteprima: mi è impossibile dire cosa Valheim faccia meglio o peggio di Rust, o di Ark: Survival Evolved, o di The Long Dark, o di praticamente tutti i titoli del genere usciti nel corso degli ultimi anni. Ciò che posso dirvi, però, è come ha fatto a conquistare qualcuno che non ha mai sentito di nutrire un particolare interesse per il genere.

FINALLY THE STORM ARRIVES

Ovviamente, a portare il titolo d’esordio di Iron Gate alla mia attenzione non sono mancati fattori più o meno esterni al gioco stesso. Una lista amici di Steam che inizia a tingersi di nomi verdi impegnati a giocarci, il trailer con la musica degli Amon Amarth, l’amico che mi scrive “no ma è praticamente un action rpg con elementi survival”, lo scarso peso dato alle interazioni pvp, l’ambientazione norrena, ho già detto degli Amon Amarth?

Valheim anteprima

Certo che potresti anche darmela una mano, Hugin!

Tutto questo, però, non sarebbe bastato a portarmi a trascorrerci venti ore abbondanti in cinque giorni: quello è merito esclusivo di Valheim che, diciamoci la verità, parte benissimo. Una delle prime cose che ho fatto appena l’enorme corvo di Odino ha avuto la buona grazia di depositarmi nel mondo di gioco è stato prendere a pugni un alberello, e con somma gioia l’ho visto esplodere in una cascata di rametti e unità di legname che sono andate a depositarsi nel mio inventario. Prossimo potenziale bersaglio individuato, un cinghiale: anche questo preso a pugni ed anche questo esploso in una rossa nuvola di sangue e carne cruda.

POCO AVVEZZI A COSTRUIRE CASE? NESSUN PROBLEMA, NE TROVERETE DI ABBANDONATE DA FARE VOSTRE CON POCO SFORZO

Quand’ecco Hugin, il fedele compagno del padre degli dèi, apparire per informarmi che forse un letto su cui dormire e un tetto sopra la testa non è che siano poi un’idea così cattiva, però accidenti, io ho la competenza ingegneristica di un totano fritto e non ho mica tanta voglia di mettermi a costruire case. E allora chissenefrega dei saggi consigli, io vado in giro ad esplorare, muoio per un albero che mi cade in testa, esploro da un’altra parte e toh, guarda: una casa abbandonata. Beh, forse non sarò così esperto nel costruire case, ma ripararne una è più facile, ed è buona pratica, no? Così è stato, e nel giro di poco tempo il mio personaggio poteva godere di un riparo per la pioggia, un letto su cui dormire e un pianale su cui iniziare a creare oggetti più complessi. Certo, l’alloggio era condiviso con un nido di api selvatiche che non avevo ancora capito come far sloggiare, ma una cosa per volta.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
King arthur Knight's Tale anteprima

King Arthur: Knight's Tale – Anteprima

Articolo successivo
rustler anteprima

Rustler: Grand Theft Horse – Anteprima

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata