It Takes Two – Anteprima

Dopo il suo esordio con il fiabesco Brothers – A Tale of Two Sons e l’intrigante A Way Out nato dalla partnership con EA, il vulcanico Josef Fares torna alla carica con una storia che ci vede impegnati a rinfocolare un amore ormai sopito. Stavolta, è proprio il caso di dirlo, It Takes Two.

Sviluppatore / Publisher: Hazelight / Electronic Arts Prezzo: 39,99€ (include Friend’s Pass) Localizzazione: Testi Multiplayer: Cooperativo Online e Locale PEGI: 12 Disponibile Su: PC (Steam, Origin), PS4, Xbox One Data di Lancio: 26 marzo 2021

Non parlate di rigiocabilità a Josef Fares. Gli si chiude la vena e inizia a imprecare in svedese. Oddio, non lo so se erano imprecazioni, ma di sicuro suonavano tali. Il Director di Hazelight se ne uscirà poi con una chiarissima spiegazione su come tutti i dati di ricerca in nostro possesso dimostrano che è già tanto se gli utenti finiscono una volta i giochi che iniziano, per cui questa ossessione di noi giornalisti di settore sulla rigiocabilità proprio non ha senso.





Per fortuna non gliel’avevo fatto io quella domanda. Ma la cosa buffa è che dopo un paio d’ore di hands-on in compagnia del nostro Marco Bortoluzzi, mi viene anche da dire che in It Takes Two c’è più di qualche motivo per rigiocarlo!

WE’RE BETTER TOGETHER

Fares passò dal cinema (magari conoscete la commedia Jalla! Jalla!) intorno al 2013, quando creò Brothers – A Tale of Two Sons. Già lì si trovavano gli elementi distintivi dei suoi giochi, un gameplay incentrato sulla collaborazione fra due personaggi e strettamente collegato alla storia narrata. Sulla stessa onda seguì l’ottimo A Way Out, a cui andò ad aggiungersi l’elemento cooperativo, e adesso abbiamo avuto il piacere di provare in anteprima per voi l’ultimo sforzo dello studio svedese, It Takes Two, in uscita il 26 marzo sotto l’egida EA per PC, Playstation 4 e Xbox One (con retrocompatibilità per Playstation 5 e Xbox Series X|S). La storia ci porta a conoscere Cody e May, marito e moglie ormai prossimi al divorzio, senza che ci sia un vero e proprio motivo scatenante come un tradimento o altro: “semplicemente” il loro rapporto si è corroso nel corso del tempo.

It takes two anteprima

Cody lancia i chiodi per permettere a May di arrivare a colpire la malvagia scatola degli attrezzi con il suo martello. Viva la collaborazione!

Quando loro figlia si rende conto di quanto sta succedendo, chiede aiuto al libro dell’amore del Dr. Hakim, e come per magia l’essenza vitale dei genitori si trasferisce in due bambole di pezza. Dopo lo shock iniziale, Cody e May devono iniziare a collaborare per tornare alla loro condizione di carne e ossa, e sarà proprio il Dr. Hakim, nella sua forma di libro parlante e danzante, a cercare di spingerli verso un ricongiungimento coniugale. Trionferà il lieto fine? Non lo sappiamo, anche perché abbiamo giocato solo i primi due livelli, ma fatemi dire che io ho un buon presentimento. Il tono della narrazione è quello tipico delle commedie romantiche, genere al quale Fares rivendica l’appartenenza di It Takes Two, e nella nostra prova ne abbiamo avute ampie prove, sia nei personaggi che nelle situazioni affrontate, che in più di un’occasione richiamano ironicamente tropos classici del videoludo.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
valorant astra

Valorant – Anteprima Astra

Articolo successivo
valorant astra

L'agente Astra entra in azione su Valorant

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata