monster hunter rise anteprima

Monster Hunter Rise

PC Switch

Monster Hunter Rise Demo – Anteprima

L’attesa per Monster Hunter Rise è quasi terminata, ma Capcom ha pensato di solleticarci l’appetito, proponendoci un assaggio del suo piatto forte.

Sviluppatore / Publisher: Capcom / Capcom Prezzo: 59,99€ Localizzazione: Testi Multiplayer: Online Cooperativo PEGI: 12 Disponibile Su: Switch (26 marzo); PC (2022)

Ci siamo quasi: il 26 marzo è alle porte e la nuova generazione di Monster Hunter si appresta a debuttare su Switch, restituendo alla serie quella dimensione tascabile che tanta fortuna le aveva portato in patria all’epoca della buona vecchia PSP. Per non arrivare impreparata a un’occasione particolarmente ghiotta, Capcom ha saggiamente pensato di martellarci con annunci e rivelazioni riguardo al nuovo capitolo, arrivando a pubblicare non una, bensì due demo giocabili.





Se non ne avete avuto abbastanza di duellare con l’affilata coda del Gran Izuchi o rimembrare la buon’anima di Fukio Mitsuji tra le variopinte bolle del Mizutsune, sappiate che dal 12 marzo avrete una nuova possibilità di scendere nell’arena, stavolta alle prese con una preda d’eccezione, ovvero il flagship monster di Monster Hunter Rise in persona, il brutale Magnamalo.

DIVINITÀ FERALI

La nuova demo è esattamente identica a quella che avete già consumato, e affianca il Magnamalo a Gran Izuchi e Mizutsune. Il tempo di scegliere tra le 14 tipologie di armi, ognuna accompagnata da un’armatura tanto bella da vedere quanto inutile contro un energumeno di siffatta violenza. Perché Magnamalo colpisce durissimo e più volte mi sono ritrovato a capitombolare nei pressi del campo base in seguito a un singolo attacco: probabilmente nel gioco finale lo affronteremo con un equipaggiamento all’altezza del compito, ma in questa demo i pronostici sono decisamente a favore del bestione, che però risulterà familiare ai più attenti.

monster hunter rise anteprima

La proverbiale quiete prima della tempesta. Che può comunque uccidenti con un colpo.

MAGNAMALO È UNA VERA FURIA DELLA NATURA: SOTTOVALUTATELO A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO

Sarà l’aspetto da leone sotto steroidi o la vistosa maschera ossea che ne protegge il volto, ma il nuovo re dei predatori mi ha inequivocabilmente ricordato il Vajra di God Eater, un po’ come se Capcom volesse rendere omaggio al titolo che in patria si è maggiormente avvicinato al successo dell’hunting game per eccellenza. Le similitudini finiscono qui, perché la rabbia di Magnamalo coincide con l’incremento delle sue protuberanze ossee che ne rendono ancora più grottesco l’aspetto crescendo fuori controllo, lasciando spuntare enormi lame dagli avambracci e trasformando la flessibile coda in un tridente micidiale. A conti fatti Magnamalo è un po’ il Doomsday di Monster Hunter; quello che ammazza (letteralmente) di botte Superman, non quella roba indifendibile vista al cinema. Se prima era la mera forza fisica a farci vacillare con un colpo, la furia di Magnamalo scatena il cosiddetto fuoco infernale, che pervade l’arena e trasforma il giocatore in una bomba a tempo nell’improbabile eventualità che riesca a sopravvivere a un colpo diretto.

Quando a Magnamalo girano le lame boomerang, riempie lo schermo di proiettili in stile danmaku!

Cosa che non siamo riusciti a fare, ahimé: Capcom è stata tanto gentile da permetterci di scaricare la demo con qualche giorno in anticipo, ma in queste poche ore non ho trovato altri compagni online con cui far fronte comune davanti a una vera e propria forza della natura. Ci riproveremo assieme tra qualche giorno, come riscaldamento prima di inaugurare una nuova stagione di caccia che si preannuncia caldissima.

Articolo precedente
creative play!4

Creative Sound Blaster Play! 4 – Recensione

Articolo successivo
tilt

Le regole per sopravvivere al TILT del proprio partner

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata