scavengers anteprima

Scavengers

PC PS4 Xbox One

Scavengers – Anteprima

Uno studio indipendente con le idee chiare e un curriculum di tutto rispetto sta per varare Scavengers, un battle royale che vuole portare una ventata d’aria gelida in un genere particolarmente caldo.

Sviluppatore / Publisher: Midwinter Entertainment / Improbable Worlds Prezzo: Free to Play Localizzazione: Testi Multiplayer: Online Competitivo PEGI: ND Disponibile su: PC (Steam); PS4 e Xbox One prossimamente Data di Lancio: 28 aprile 2021 (Accesso Anticipato)

Disponibile dal 28 aprile in Accesso Anticipato su Steam, Scavengers si propone come un ibrido capace di mixare il survival al competitivo, il PvE sandbox al PvP basato sulle classi. Dopo l’hands-on mi tocca ammetterlo: avevo sbagliato a sottovalutarlo.





Un asteroide ha mandato in frantumi la Luna e dato il via a un’era glaciale che ha cambiato radicalmente il volto della Terra. L’apocalisse ha portato con sé anche un virus i cui abominevoli frutti sono delle mutazioni note come il Flagello. Sotto la guida di una IA chiamata Madre una parte dell’umanità ha trovato rifugio in orbita, ma ora si appresta a intraprendere una missione fondamentale per la sopravvivenza della razza umana: trovare una cura all’epidemia attraverso la raccolta di informazioni sull’infezione. Il vero scopo di Madre, tuttavia, è avvolto dal mistero, ma trattandosi solo dell’incipit di questo TPS online a squadre è possibile che in futuro la verità verrà a galla. In termini di gameplay la scintilla narrativa si traduce nell’obiettivo prioritario di ogni match, cioè il recupero del maggior numero possibile di dati.

SCAVENGERS CI METTE A DISPOSIZIONE UN’AMPIA MAPPA, CHE PERÒ SI RESTRINGERÀ PROGRESSIVAMENTE

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, ma in questo caso sarebbe meglio dire che c’è di mezzo una mappa (3×3 km) popolata da bestie selvagge, mutanti orribili e predoni vestiti in stile Mad Max, ma questi però sono solo i nemici mossi dalla CPU e al computo dei perigli vanno aggiunti gli altri team. L’area è inizialmente di grandi dimensioni, ma poco alla volta si restringe a causa di una tempesta che impone degli invalicabili limiti ai 60 giocatori (divisi in 20 squadre da 3), i quali devono impegnarsi per sopravvivere fino alla fine e portare a casa anche la pellaccia insieme agli importanti dati.

scavengers anteprima

Eppure la Terra è bella anche quando è post-apocalittica.

Ogni partita si divide in tre fasi: esplorazione, caccia ed estrazione. Nel primo segmento di gioco è necessario esplorare i paraggi per equipaggiarsi rapidamente sfruttando le casse sparse casualmente e magari approfittare per impostare una strategia che garantisca una seconda fase proficua. La caccia, infatti, è la porzione di gioco in cui ogni team è impegnato a sopravvivere con ogni mezzo, fare incetta di dati eliminando i nemici mossi dalla IA, assaltare i loro rifugi e migliorare le capacità dei propri membri, naturalmente prestando sempre attenzione alle altre squadre. Oltre a guardarsi le spalle dai numerosi pericoli, con sopravvivere intendo anche procacciarsi il cibo per ripristinare la barra della stamina usata dalla corsa e, soprattutto, evitare le bufere casuali che possono uccidere per ipotermia. Per non soccombere alle sferzate di vento gelido si deve trovare riparo all’interno dei tanti edifici diroccati, magari sfruttando i veicoli abbandonati per spostarsi rapidamente oppure accendere uno dei falò sparsi per la mappa.

scavengers anteprima

Ogni classe ha le sue peculiarità e combinarle al momento giusto è importante.

Queste dinamiche vi ricordano i survival e non siete fan del genere? Allora vi farà poco piacere sapere che ci sono anche la raccolta delle risorse e il crafting, ma non disperate perché la screziatura survival non m’è parsa invadente, anzi mi è sembrata a suo agio nel contesto perché non spezza un ritmo di gioco che è compito di ogni squadra impostare. Per spiegare il crafting bisogna prima parlare degli Esploratori. Scavengers è un battle royale basato sulle classi, infatti ogni scout è caratterizzato da due slot per le armi, dai consumabili, dai gadget, da una skill unica sempre utilizzabile (tranne quando è in cooldown) e, dulcis in fundo, da un’arma speciale che può essere costruita durante la partita.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
War Mongrels

War Mongrels – Anteprima

Articolo successivo
Returnal roguelike

Roguelike, o il fascino del déjà vu

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata