fracked anteprima

Fracked

PS4

Fracked – Anteprima

Giocare a Fracked è un po’ come essere l’eroe di un film d’azione, con in più lo stomaco che balla il fandango.

Sviluppatore / Publisher: nDreams / nDreams Prezzo: Non Disponibile Localizzazione: Testi Multiplayer: Assente PEGI: 16 Disponibile Su: PS4 (richiede PS VR) Data di Lancio: autunno 2021

Vogliamo bene a nDreams e al loro Phantom: Covert Ops da queste parti, di conseguenza è stato del tutto naturale accogliere con grande curiosità l’idea di giocare il loro nuovo titolo, in uscita questo autunno su PlayStation VR e dunque distante dalla muscolare comfort zone dei visori Oculus.





Per la serie: se il talento è di casa, uscirà un gioco eccezionale anche su un hardware oramai attempato, il giusto riempitivo mentre aspettiamo notizie fresche sul futuro headset per la nuova ammiraglia SONY.

COME BOND, MA LA PUPA VOLA IN ELICOTTERO

È proprio così: Fracked si apre con una sequenza d’azione sugli sci simile a quella di Solo per i tuoi occhi, con il nostro eroe che spara verso il cielo un razzo di segnalazione prima di lanciarsi a rotta di collo per un pendio innevato. Nel cielo, una loquace assistente segue la scena in elicottero per fornire supporto logistico nella missione che ci vede intenti a spezzare le reni alla razza interdimensionale conosciuta come Fracked; la discesa è super adrenalinica tra salti mozzafiato e un po’ di sano slalom per evitare rocce e alberi, giusto in tempo per affrontare una valanga che contribuirà non poco a scuotere violentemente i due PlayStation Move necessari per giocare, trasmettendo la giusta sensazione di pericolo.

fracked anteprima

Mi lancio verso il nemico scivolando su una teleferica mentre il mio stomaco si fa coraggio!

Sugli sci non serve praticamente altro, perché per virare basterà inclinare la testa nella direzione opportuna lasciando libere le mani, che andando avanti potranno imbracciare armi da fuoco per dar vita a rapidissime sequenze d’azione sulla neve. Una volta messi i piedi a terra, Fracked prende le distanze dalla stragrande maggioranza degli FPS che col tempo abbiamo apprezzato in realtà virtuale grazie al suo sistema di controllo completamente votato all’azione e privo di compromessi per gli stomaci più delicati, abbandonando teletrasporti e balzi vari a favore di uno spostamento fluido che comprende anche la corsa, per non farci mancare nulla.

L’AZIONE DI FRACKED È FLUIDA, NON LINEARE ED ESALTANTE

Una scelta inevitabile, perché l’azione in Fracked è fluida, non lineare a davvero esaltante una volta presa la mano con l’intuitivo sistema di comando; non a caso le “arene” in cui saremo chiamati a far saltare in aria le cervella degli invasori pullulano di teleferiche con cui spostarsi dinamicamente da varie altezze, possibilmente facendo fuoco contro un barile infiammabile durante la discesa.

NOI UOMINI DURI

Particolarmente versatile il sistema di coperture, che permette di “afferrare” i ripari da qualunque lato, scegliendo all’occorrenza se sporgerci dall’alto o di fianco; a questo va sommato il fattore macho, quid necessario per valorizzare come si deve un gioco in realtà virtuale. Potremo dunque inserire caricatori e armare gli strumenti di morte rinvenuti con tutte le movenze faticosamente assimilate dalla filmografia anni Ottanta, sfoggiando una voluminosa mascella durante l’operazione e ripetendo ai Fracked quella vecchia storia a base di gomme da masticare e deretani da prendere a calci.

I ripari sono gestiti in maniera assai intuitiva, e permettono di fare fuoco da più direzione riducendo gli input al minimo.

Tecnicamente parlando, Fracked adotta uno stile à la Borderlands per compensare una conta poligonale non altissima ma che offre comunque un buon risultato visivo, sicuramente esaltato dalla PlayStation 5 che abbiamo usato durante l’anteprima e che ha garantito tempi di caricamento fulminei. Alla fine della fiera possiamo reputarci assolutamente soddisfatti da questo primo assaggio, mettendo però le mani avanti a vantaggio dei più suscettibili, visto che l’azione dura e pura di Fracked potrebbe mettere a dura prova i giocatori più sensibili, abituati ad esplorare la realtà virtuale con movimenti sicuramente meno dinamici.

Articolo precedente

Psychonauts 2 – Anteprima hands-on

Articolo successivo
FIFA 22 anteprima

FIFA 22 – Anteprima Hands-on

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata