Fire Emblem Engage – Anteprima

Quest’anno la Befana vi ha lasciato nella calza l’anteprima di Fire Emblem Engage. Non male, per una festività di second’ordine!

Sviluppatore / Publisher: Intelligent Systems / Nintendo Prezzo: 59,99 euro Localizzazione: Testi Multiplayer: Cooperativo online PEGI: 12 Disponibile Su: Nintendo Switch Data di Lancio: 20 gennaio 2023

La stagione dei cappelli buffi e delle lucine colorate sarà anche finita, ma la vera pacchia per i fan dei giochi di strategia è appena iniziata. Sto giocando da diverse settimane alla versione finale dell’attesissimo Fire Emblem Engage e sono adamantino sulla sensazione ricevuta sin dalle prime ore:




 

Questo capitolo ha le carte in regola per rivoluzionare una serie sin troppo tradizionale (tralasciando ovviamente i rocamboleschi spin-off in chiave Musou) senza scuotere le salde fondamenta, affinando meccaniche familiari a un punto tale che difficilmente avrò voglia di tornare indietro.

MA FIRE EMBLEM ENGAGE RESTA FEDELE AGLI ASSIOMI DELLA SAGA, VERO?

Sì, su questo non c’è nulla da temere: Fire Emblem Engage presenta ancora avvincenti (avete presente la perniciosa sindrome del “ancora un altro turno e smetto, ché è l’alba e tra mezzora dovrei iniziare a lavorare”?) battaglie a turni all’interno di una lunga narrazione, purtroppo non priva di prevedibili luoghi comuni come l’amnesia del protagonista.

nulla da temere: avvincenti battaglie a turni all’interno di una lunga narrazione

Nella sua fedeltà alla tradizione imbastisce uno spettacolo audiovisivo davvero glorioso grazie a animazioni possenti, capaci di veicolare in maniera soddisfacente la violenza dei colpi scambiati sul campo di battaglia, specie sul più recente schermo Oled che esalta sensibilmente i riusciti accostamenti cromatici.

fire emblem engage anteprima

Il tutto retto da sessanta fotogrammi al secondo, un buonissimo biglietto da visita in vista di quello che ci aspetta una volta impugnate le armi. Una delle innovazioni più sottili ma, allo stesso tempo, profondamente efficaci è lo stato di Breccia, che scatta colpendo un avversario con un’arma in vantaggio rispetto alla sua secondo i precetti impartiti dal categorico Triangle System.

Una delle innovazioni più sottili ma, allo stesso tempo, profondamente efficaci è lo stato di Breccia

In questo caso il cattivo resterà disarmato fino al prossimo scontro senza la possibilità di contrattaccare, ricevendo colpi gratuiti anche da tipologie di strumenti che altrimenti avrebbe potuto punire facilmente.

fire emblem engage anteprima

Una meritata pausa tra una battaglia e l’altra. Avremo modo di parlarne nella recensione.

Inutile dire che anche i cattivi possono sfruttare questa nuova regola, ma il bello è che colpisce equamente gli stessi boss, aprendo la strada a strategie finora impensabili.

anche i cattivi possono sfruttare la regola, che colpisce equamente gli stessi boss

Poi, l’usura adesso riguarda unicamente scettri e bastoni; non c’è più bisogno di fare scorta di asce, lance e affini tra uno scontro e l’altro, perdendo tempo a organizzare costantemente un inventario destinato a crescere e necessitare di una tediosa manutenzione. Procuratevi il miglior equipaggiamento possibile e lasciatevi questi pensieri alle spalle, magari ponderando se dotare i vostri beniamini delle nuovissime armi con schianto, potenti e in grado di spostare con il vigore dei colpi un’unità avversaria in una posizione vantaggiosa o contro un ostacolo per ottenere uno stato di Breccia gratuito, concedendo però al nemico il primo sangue.

TROPPE NOVITÀ, MI PIACEREBBE UN PÒ DI FAN SERVICE A QUESTO PUNTO

La trama di Fire Emblem Engage è totalmente originale, ma il glorioso passato della saga farà capolino grazie agli Emblemi. Si tratta di dodici anelli magici in cui risiedono le anime senzienti dei grandi eroi del passato come Marth o Lyn.

fire emblem engage anteprima

Un legame drammatico nella narrazione, che nasconde un livello di profondità incredibile una volta impugnate le armi.

La loro ricerca gioca chiaramente una funzione cruciale nella narrazione, ma abbinarli a uno dei nostri commilitoni ha un ruolo che va ben oltre l’aumento di qualche punticino in una manciata di statistiche. Eternamente vigili come spettri, possono fondersi con l’alleato di turno al riempimento di un particolare indicatore, dando vita a veri e propri semidei destinati a cambiare le sorti degli scontri con relativa semplicità, rovesciando situazioni apparentemente disperate.

In questa forma potenziata le unità guadagnano l’accesso a esclusive armi d’unione con cui ampliare il proprio arsenale  

In questa forma potenziata le unità guadagnano l’accesso a esclusive armi d’unione con cui ampliare il proprio arsenale e affrontare avversari altrimenti inespugnabili grazie a bonus particolari (contro cavalleria o unità corazzate, ad esempio), colmando punti deboli o esaltando particolari inclinazioni.

fire emblem engage anteprima

La mia spada ha trionfato sull’ascia, disarmando quel marrano. Ora i miei compagni potranno colpire senza paura di ritorsioni.

A questo si aggiungono mosse speciali diversissime, che vanno da furiose cariche per trapassare schiere di incauti avversari all’incendiare  le caselle adiacenti a ogni fendente vibrato.

la pianificazione di ogni singola mossa è imperativa

Si tratta di vantaggi decisivi, che però svaniranno come neve al sole dopo appena tre turni, quindi la pianificazione di ogni singola mossa è imperativa. E gli eroi che non possono “permettersi” un bell’anello magico? Niente paura, perché Fire Emblem Engage ha ancora tanto da offrire, e ne parleremo tra un paio di settimane nella nostra recensione, ricordandovi che il gioco sarà disponibile in esclusiva per Nintendo Switch a partire dal 20 di questo mese.

 

Articolo precedente
felice 2023

The Games Machine vi augura un felice 2023!

Articolo successivo
Gran Turismo 7 state of play

Gran Turismo 7 è in arrivo su PlayStation VR2

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata