Call of Duty WWII multiplayer

Call of Duty WWII

PC PS4 Xbox One

Call of Duty: WWII- Provato il multiplayer

Dopo averne personalmente parlato nella recentissima anteprima, intorno a ciò che sarà Call of Duty: WWII soprattutto sul versante tematico, oggi all’E3 ho potuto cimentarmi con altri giornalisti sul multiplayer del gioco, precisamente nel deathmatch a squadre e nella classica modalità a punti di controllo. Non mi aspettavo chissà quali novità, ed effettivamente è stato così: l’impressione è sempre di gran velocità e divertimento competitivo senza troppi fronzoli, in quella che è – e non poteva non essere – una rievocazione degli esordi anche nel feeling dell’azione. La velocità del fante può risentire del peso delle armi, la velocità media di ricarica è ben più lenta (almeno, rispetto ai capitoli moderni e futuristici) e, in generale, si torna a un minimo di attenzione in più quando si tratta di valutare i gingilli: ad esempio, tra le 10 classi (cinque principali, e due varianti per ognuna, dagli aviotrasportati ai tiratori semplici) ho preso in mano il tank della situazione uscendone malconcio, a causa di munizioni incendiarie potenti nei danni a cascata ma pazzescamente lente nel venir ricaricate. D’altra parte, come ribadisco nella videochiacchiera, la campagna in singolo è il vero pezzo forte di quest’anno, ed è per lei che attendo con più ansia una vera prova sul campo.

 

Articolo precedente
xbox game pass microsoft

Xbox Game Pass verrà aggiornato periodicamente su base mensile

Articolo successivo
Metroid Samus Returns vanterà una copertina reversibile

Metroid: Samus Returns, ecco un primo diario di sviluppo

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata