Forza Motorsport 7 PC Xbox One immagine

Forza Motorsport 7

PC Xbox One

Forza Motorsport 7 - Provato

Dopo la primissima prova di Forza Motorsport 7 in quel di Los Angeles, alla gamescom di Colonia abbiamo potuto dare un’occhiata più da vicino alla modalità carriera del nuovo gioco di corse di Turn 10 Studios e Microsoft Game Studios.

FORZA E CORAGGIO

Ce ne sarà un gran bisogno, perché di cose da fare, a questo giro, ce ne sono davvero tante. La carriera è strutturata in sei divisioni di difficoltà crescente e da sbloccare a suon di vittorie e punti gara. Le sei tappe principali (Seeker, Breakout, Evolution, Domination, Masters e Forza) sono rappresentate da altrettanti gonfaloni in una “sala dei trofei”, sotto ai quali si trovano le coppe vinte fino a quel momento e che cambieranno man mano che si procede nella carriera. Per avere un’idea della vastità della suddetta, sappiate che la prima divisione, Seeker, contiene al suo interno ben dieci eventi, sei dei quali sono campionati veri e propri con le auto meno potenti del gioco; tre sono eventi Showcase che, come già visto in Forza Motorsport 6, servono a “spezzare” il ritmo con sfide diverse dal solito, come per esempio battere Ken Block in una gara di acrobazie.

L’ultima tipologia di evento – presente in tutte le divisioni – si chiama Open, e consente di affrontare un intero campionato con la macchina che si desidera, così da permettere ai giocatori di “affezionarsi” a una particolare autovettura e occuparsi così anche della sua progressione. Gli sviluppatori non hanno saputo dirmi – semplicemente perché non se lo ricordavano – se esiste un level cap o se, come in Forza Horizon 3, si potrà salire di livello praticamente all’infinito (ma io propendo per questa ipotesi).

CORSE TRUCCATE

Per quanto riguarda le gare vere e proprie, a Colonia abbiamo ritrovato la medesima demo vista a Los Angeles, con la Porsche GT RS2 impegnata sul nuovo tracciato di Dubai, una corsa sotto la pioggia ad Hockenheim e una prova a tempo sulla Sonoma Raceway, che ha sostituito le corse di camion al Mugello. Niente che potesse in qualche modo farmi cambiare idea sulla bontà del modello di guida, il suo maggior nervosismo e il conseguente coinvolgimento: la “potenza” sotto le ruote (o meglio, sotto i polpastrelli) si avverte tutta, in ogni istante, tanto da far venir voglia di eliminare via via gli aiuti alla guida per riuscire a godere ancor di più delle doti dinamiche delle vetture.

La carriera è strutturata in sei divisioni di difficoltà crescente e da sbloccare a suon di vittorie e punti gara

Tornano, con maggior incisività che in Forza Motorsport 6, le modifiche pre-gara che consentono di cambiare alcuni parametri della corsa (per esempio la sua durata), di attivare piccole sfide secondarie (affrontare la gara con lo sterzo a modalità Normale, o con la sola visuale interna) o alcuni perk passivi (frenata migliorata del 10%, per esempio), pescando da una serie di “carte” che possono essere ottenute via via che si gioca. Alcune mod sono consumabili usa e getta, altre permanenti, ma tutte quante consentono – se usate con criterio – di aumentare considerevolmente il numero di crediti e punti esperienza accumulati durante una corsa.

VOGLIA DI MACCHININE

Forza Motorsport 7 non è solo competizione, ma anche “collezionismo” automobilistico virtuale e “car porn” all’ennesima potenza: le oltre 460 vetture presenti nel gioco sono accessibili nella modalità Forzavista, che permette di osservarle da vicino, di sedersi al loro interno, di studiarle e apprezzarle da ogni angolazione e, infine, di ammirare la cura certosina con cui Turn10 le ha ricostruite, fino all’ultima vite. Notevolmente migliorata l’organizzazione delle auto, suddivise non solo per potenza e casa produttrice, ma anche per Tier, scelta che consente un immediato colpo d’occhio sulle vetture di una determinata categoria, nonché di “sfogliarle” né più né meno come un album di figurine, per la gioia di chi – come me – ambisce ad avere un garage sempre più grande. Le vetture si possono acquistare con i crediti, oppure vincendo i Forzathon o alcuni eventi speciali (gli Showdown della carriera, ma non solo). Curiosamente, gli sviluppatori di Turn 10 hanno riposto grande attenzione anche alla tuta del pilota: tra quelle predefinite e quelle che possono essere sbloccate, le combinazioni possibili sono centinaia e spaziano dalle normali tute moderne moderne a quelle d’epoca (con tanto di occhialoni), per arrivare a scelte esteticamente più discutibili come finti smoking con le bretelle o tute rosa aderenti, con paillette dorate. I capi d’abbigliamento si ottengono come ricompense e sono visibili ai propri amici nelle competizioni online o quando un pilota festeggia il risultato sul podio. E già che parliamo di ricompense, oltre a quelle che si ottengono al termine di una gara (che dipendono dal tier della macchina), è possibile spendere crediti per l’acquisto di “Prize crate” aggiuntivi, casse contenenti addobbi estetici o altri reward, crediti o addirittura auto. Gi sviluppatori ci hanno assicurato che i forzieri potranno essere acquistati solo con le monete virtuali del gioco, e non attraverso microtransazioni (ossia, con valuta reale).

Forza Motorsport 7 PC Xbox One immagine

Forza Motorsport 7 non è solo competizione, ma anche “collezionismo” automobilistico virtuale e “car porn” all’ennesima potenza

In chiusura di presentazione mi è stata confermata la modalità multiplayer, cui si aggiungono le Leghe – di durata variabile e curate direttamente da Turn 10, oltre alla possibilità di giocare in split screen. Per quanto riguarda le periferiche racing, entrambe le versioni del gioco (PC e console) supporteranno le pedaliere e i volanti più diffusi; la versione per Windows 10, inoltre, sarà in grado di “digerire” qualsiasi controller gestito dal sistema operativo, compresi quelli per PlayStation 4, come il Logitech G29 o il DualShock.

Forza Motorsport 7 uscirà il prossimo 3 ottobre per PC e Xbox One S, seguito dalla versione Deluxe per Xbox One X, disponibile in concomitanza con la nuova console, in arrivo il prossimo 7 novembre.

Articolo precedente
Gwent torneo gamescom 2017

Gwent - Provato

Articolo successivo
The Crew 2: svelata la data d'uscita, nuovo trailer per la Gamescom 2017

The Crew 2 - Provato

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata