metal gear survive rinviato

Metal Gear Survive

PC PS4 Xbox One

Metal Gear Survive - Anteprima

Da quando Konami allontanò Hideo Kojima dalla società era chiaro che il prossimo capitolo di Metal Gear sarebbe stato in un modo o nell’altro controverso. A gettare poi benzina sul fuoco sono state alcune scelte come l’ambientazione in un mondo parallelo popolato da zombie, decisioni non accolte con grande entusiasmo dalla maggioranza dei fan. Vista la data d’uscita prevista in un generico “inizio 2018”, la gamescom di Colonia è l’ultimo grande evento in cui abbiamo potuto ricevere informazioni direttamente da Konami, prima della pubblicazione finale.

NEL MEZZO DEL CAMMIN…

Metal Gear Survive è uno spin-off della serie tradizionale, in cui il protagonista si trova privo di qualsiasi strumento in un mondo parallelo sconosciuto: situazione grama, piuttosto anzichenò. I primi bisogni saranno quelli elementari di cibo e acqua, e infatti le fasi iniziali ricalcheranno in pieno le meccaniche dei giochi survival in cui bisogna ottenere risorse necessarie al proprio sostentamento, pena una progressiva riduzione della propria stamina e dei punti vita.

Metal Gear Survive è uno spin-off della serie tradizionale

Lo sviluppatore, che ci ha raccontato alcuni dettagli in più sulla campagna single player, ci ha spiegato come la costruzione della base sarà centrale per tutta l’avventura. L’avatar che potremo creare e personalizzare all’inizio del gioco ha sì come obiettivo quello di tornare a casa, ma prima di tutto dovrà creare intorno a sé un ambiente vivibile; comincerà così raccogliendo e piantando vegetazione locale per non rimanere senza cibo, e financo trovando una fonte d’acqua da cui approvvigionarsi con continuità. Una volta risolti tali problemi, il nostro eroe potrà passare a cercare schematici e materiali per costruire munizioni e armi sempre migliori, e solo successivamente sarà possibile dedicarsi alle missioni della campagna narrativa. Di questa, però, non ci è stato fatto vedere altro che un trailer e quindi non abbiamo impressioni da condividere: didatticamente, si tratterà di fare luce sul mistero per cui si sono aperti i varchi dimensionali tra mondi diversi e di riuscire a invertire il processo per poter tornare a casa.

Nel video non sono stati rivelati nuovi tipi di nemici, che si presume siano quindi sempre zombie, seppur di foggia diversa. I momenti di maggiore pericolo parevano nascere dalla necessità di controllarne orde intere; sembra quindi di essere lontani dalle finezze stealth cui ci ha abituati la serie, anche perché sfuggire all’attenzione di zombie isolati, privi di armi e a cui tra l’altro manca mezza faccia, non è apparsa esattamente questa grande difficoltà.

NON TI CURAR DI LORO…

La base di cui vi ho parlato poc’anzi funzionerà da hub centrale da cui partire per qualsiasi tipo di attività, sia per andare a cercare nuove risorse o compiere missioni per la campagna, sia per lanciare partite in multiplayer, presente in modalità co-op. Qui utilizzeremo lo stesso avatar del single player e, per la stessa logica, qualsiasi loot ottenuto sarà riportato anche nell’avventura in singolo.

Metal Gear Survive screenshot PC PS4 Xbox One

Siamo lontani dalle finezze stealth cui ci ha abituati la serie

Durante la presentazione di Konami quattro giocatori hanno percorso dal vivo una missione cooperativa. Nella prima fase la squadra doveva prendere il possesso di un punto di controllo entro un certo periodo di tempo, un obiettivo invero estremamente facile da portare a termine. Successivamente abbiamo assistito a un classico tower defense in cui resistere a tre ondate di zombie mano a mano più ardue da eliminare: detta così potrebbe sembrare tutto molto banale, ma è proprio in questa ultima fase che Metal Gear Survive ha mostrato il suo lato migliore, per diversi motivi. In primis, il gruppo ha dovuto sapere sfruttare al meglio svariate risorse: l’uso di numerose trappole è stato fondamentale, insieme alla combinazione di strutture difensive (recinzioni) e offensive (torrette mitragliatrici, mortai,…). In secondo luogo, le ondate erano farcite di obiettivi secondari utili a incrementare il livello di fuoco del party. Nel complesso, quindi, ho avuto la sensazione che il ritmo della partita salisse costantemente, restituendo un buon effetto di tensione e soddisfazione per i successi ottenuti. A fronte di questi elementi positivi, mi sento tuttavia di sottolineare come quanto è stato mostrato qui a Colonia sia stato molto simile a quanto divulgato ormai quasi un anno fa durante il Tokyo Games Show 2016, e dunque sorge qualche dubbio sulla reale varietà dei contenuti co-op del prodotto finito.

Metal Gear Survive è destinato a far parlare ancora molto di sé; anche tra noi di TGM presenti alla gamescom il titolo di Konami è stato argomento di discussione e l’impressione dominante è che, a fronte di alcune caratteristiche di un certo pregio e valori di produzione che sembrano far sentire il proprio peso, l’operazione commerciale sia nel complesso a rischio di risultare avulsa dalla natura della serie, da cui pare raccogliere il nome più che altro per cercare di arrivare a un pubblico il più vasto possibile.

Articolo precedente
Nuovi contenuti per Escape of Tarkov

Escape from Tarkov | Provato

Articolo successivo
Gravel trailer lancio

Gravel - Provato

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata