Marco Tassani

Si ostina pervicacemente a usare un portatile che non vorrebbero più nemmeno al Museo della Scienza e della Tecnica, oltre a vestirsi come Padre Maronno. Abita con un pappagallo che ha chiamato Chocobo, ma non crediamo abbia mai provato a cavalcarlo per davvero (o almeno c’è da sperarlo).

8.3

Più che buono

Battlerite - Recensione

I MOBA sono da sempre una delle mie passioni più grandi. I motivi faccio fatica a comprenderli, ma la sensazione di prendere a schiaffi avversari umani, e non “semplici” intelligenze artificiali, mi ha spinto nel corso degli anni a provare gran parte dei titoli e a dedicarmi anima e corpo ai vari League of Legends, DotA 2, Heroes of the Storm e chissà quanti altri cloni più o meno riusciti. Propri...[Continua]

Videogiochi, un diritto di tutti

Non mi vergogno ad ammettere che, di tanto in tanto, immagino come possa diventare la mia vita se il fato riservasse per me qualche forma di disabilità. Cerco di figurarmi le difficoltà nell’uscire di casa o nel prendere la macchina per andare a fare la spesa, o se riuscirei comunque a continuare il mio lavoro. Tento di capire come potrebbe essere un mondo senza suoni o, peggio, almeno per i...[Continua]

Sono un evocatore e ne vado fiero

Sono pochi i titoli che, nel corso degli anni, rimangono inesorabilmente installati nel mio hard disk. Il primo, ormai lo sapete, è Ultima Online, che nonostante i suoi vent’anni suonati continua a ronzare senza sosta nei miei pensieri. Il secondo, incredibilmente, è League of Legends. Non ricordo, con tutta sincerità, come venni a conoscenza del MOBA più giocato al mondo. Mi sembra che, su ...[Continua]

BlizzCon 2017: giorno #2 - Speciale

Dopo le notizie scoppiettanti di ieri (qui il resoconto delle prime 24 ore di BlizzCon 2017, se ve lo siete perso), il secondo e ultimo giorno dell’evento organizzato da Blizzard, ormai giunto alla sua undicesima edizione, ha visto interventi molto più tranquilli in cui sviluppatori, appassionati e artisti hanno parlato a lungo dei loro titoli preferiti e di qualche segreto nascosto dietro l...[Continua]

Metagioco per metà gioco e non metagioco per l'altra metà del gioco

Ieri, dopo fin troppi mesi che era parcheggiato nel mio hard disk, ho finalmente portato a termine Thimbleweed Park. Dato il mio smisurato amore verso le avventure grafiche, e fiero del mio passato da “cercatore di pixel” (leggenda vuole che io abbia imparato a leggere giocando a Monkey Island), l’aver ignorato per così tanto tempo l’ultima opera di Ron Gilbert era una vergogna con cui...[Continua]

BlizzCon 2017: giorno #1 - Speciale

Enorme. Questo è il primo aggettivo che mi viene in mente pensando all’evento organizzato a ‘sto giro da Blizzard, ovvero la BlizzCon 2017. Se, negli anni precedenti, si riusciva – anche comodamente seduti da casa – a seguire gran parte degli interventi a cui eravamo interessati, quest’anno l’offerta è talmente esagerata che bisogna possedere il dono dell’ubiquità per...[Continua]

6

Sufficiente

Life is Strange: Before the Storm - Episodio 2: Il Mondo Nuovo

L’ultima fatica di Deck Nine non mi è piaciuta. Bene, l’ho detto. Sono diversi minuti che cerco il modo migliore di affrontare l’argomento, e alla fine ho preferito un approccio diretto. Ho cercato di vivere al meglio la storia di Chloe, che ho letteralmente adorato in Life is Strange di DONTNOD, ma a ogni scena che mi si parava di fronte continuavo a scuotere il capo infastidito...[Continua]

La vita è strana, ma anche i voti

Ho appena finito il secondo capitolo di Life is Strange: Before the Storm, e invece di scriverne la recensione ho deciso di prendermi qualche ora di meditazione. Il fatto è semplice: il titolo Deck Nine non mi è piaciuto affatto. L’ho trovato poco ispirato, noioso, dai dialoghi senza mordente e dallo sviluppo tecnico davvero scadente. Non sono qui però a parlare male dell’ultimo titolo...[Continua]

5.8

Insufficiente

ELEX - Recensione

Le opere di Piranha Bytes o le odi o le ami: non credo che siano contemplate vie di mezzo. La casa tedesca, che ha spento venti candeline giovedì scorso, ha in qualche modo “inventato” un genere videoludico con Gothic, la sua opera prima uscita nel lontano 2001: un gioco di ruolo con forti componenti action, che vede come protagonista un “pezzo grosso” che, per un insieme di eventi, si ritrova a d...[Continua]

Cyaopovery – Di come giocare su PlayStation sia un hobby poco costoso

Ebbene sì, nonostante le docce e i tentativi con la pietra pomice, non riesco a levarmi la povertà di dosso. Dopo aver parlato di come, volendo, è possibile giocare su PC tenendo il portafoglio sigillato in tasca, questa volta tocca all’altra macchina da guerra che ha conquistato da pochi mesi il mio salotto. Prima di addentrarci nella giungla dei Free to Play godibili con la console di casa...[Continua]

“Casa” è quel posto dove il Wi-Fi si connette in automatico

Questo autunno comincia nel modo più infuocato possibile: il sottoscritto e – per qualche curioso scherzo del destino – anche altri ceffi della redazza, stanno sopravvivendo a un trasloco. Ho sempre vissuto male il dover cambiare casa, un po’ a causa per il mio preponderante lato autistico che mi fa odiare i cambiamenti, un po’ per la mia mastodontica pigrizia che cozza, per forza di c...[Continua]

8.9

Più che buono

Destiny 2 - Recensione

Io non ci volevo nemmeno giocare a Destiny. Al primo, intendo. Accanto al mio PC non c’è mai stato spazio per una console, e di conseguenza – per il sottoscritto – il titolo Bungie è come se non fosse mai esistito, almeno fino a quando una PS4 è apparsa in salotto di casa. Non conoscevo nulla di Destiny, a parte che era fondamentalmente uno sparatutto in soggettiva con spiccate caratteristic...[Continua]

Password dimenticata