John Wick 3 - Parabellum - Recensione

I primi venti minuti di John Wick 3 – Parabellum sono una delle cose più belle che si possano vedere al cinema di questi tempi: con riferimento alla fine del precedente capitolo, assistiamo al countdown che porterà alla diretta scomunica ufficiale di John Wick in tutto il globo, rendendolo così la preda numero uno di tutti gli assassini sulla faccia della Terra.

Osserviamo John trascinarsi in una metropoli buia, illuminata solo dalle tante insegne al neon, sotto la pioggia, la musica incalzante e la disperazione tangibile di sentirsi inadeguato a sopravvivere nelle ore successive. Chiaramente, come abbiamo già visto con il secondo capitolo, sotto la Gran Tavola ci sono regole, patti, buone uscite e favori di sangue tra colleghi. John recupererà parte del suo passato per assicurarsi un futuro.

john wick 3 recensione

con un valore drammaturgico assente, il film vive tutto nelle incredibili scene d’azione

Come tutti i film che nascono come evento singolo e divengono poi saghe commerciali, considerato il gran successo di critica e boxoffice, più si avanza nel numero di capitoli e più il valore narrativo viene meno . Dopo un esordio assolutamente esplosivo e inedito, proseguito da un sequel che rafforzava tutti i punti di forza del precessore, il terzo – e forse non ultimo – film della saga continua a marcare fortemente quel che riesce meglio alla serie (coreografie, combattimenti, buon controllo della regia) e crolla senza possibilità di redenzione quando cerca di ampliare ulteriormente il tessuto narrativo, mostrando come – paradossalmente –  il film perda tanto di quel ritmo da diventare inutilmente prolisso, al limite del tedioso, proprio nel momento in cui cerca di costruire un minimo di psicologia e ulteriori background per i personaggi.

Non meraviglia dunque che il franchise, nato come semplice action che scimmiottava, almeno in parte,  le storie dietro a quest’ultimi (ricordo le risate, ad esempio, al pensiero della semplice vendetta di un uomo a cui veniva ucciso il cane), cada proprio sulle sue stesse ambizioni, ampliando qualcosa che non gli appartiene – un vero valore narrativo –con il forzato inserimento di lunghi dialoghi che smorzano il tono di quasi tutto il film.

Arrivato al terzo capitolo, la saga di John wick acquisisce uno stile tutto suo e facilmente riconoscibile

Nella sua semplicistica struttura, laddove John deve continuamente partire da A per arrivare a B, ad emergere sono proprio i passaggi fatti di azione sfrontata, coreografie studiate al dettaglio e una vena deliziosamente orientale nell’esagerazione dello spettacolo, dotata di una sua coerenza intrinseca.
Il riferimento per John Wick 3 – Parabellum è senza ombra di dubbio The Raid 2 ; le lunghe sequenze a cavallo e l’assedio a Casablanca lo dimostrano, pur facendosi aiutare da un pizzico di CGI che si amalgama perfettamente con il risultato finale.

john wick 3 recensione

Dispiace che un film così fortemente ancorato alle sue origini action, così sublime e perfetto nei momenti d’azione, cada drasticamente quando si cimenta in lunghi scambi di battute che, alla fine, hanno lo scopo di aggiungere sempre più particolari su La Gran Tavola, un’organizzazione affascinante che diviene improvvisamente ridondante, quasi un pretesto per tirare fuori dal cilindro continue situazioni o uomini chiave della malavita mondiale.

Eppure, nonostante i difetti grossolani, John Wick 3 – Parabellum riesce ad assorbire i limiti dimostrandosi  ancora capace di emergere dalla massa degli action presenti sul mercato. È vero che sbaglia molto, narrando qualcosa di contraddittorio per la maggior parte del tempo, ma nell’errore cerca comunque di fare qualcosa di nuovo; alla fine si rimane seduti sulla poltroncina godendo ed esaltandosi per le incredibili acrobazie su schermo e, d’altronde, da John Wick non abbiamo mai chiesto null’altro, se non combattimenti spettacolari e sempre più estremi.

VOTO 7.5

john wick 3 recensioneGenere: action
Publisher: 01 Distribution
Regia: Chad Stahelski
Colonna Sonora: Tyler Bates
Interpreti: Keanu Reeves, Laurence Fishburne, Halle Berry, Ian McShane, Lance Reddick
Durata: 130 minuti

Articolo precedente
Mortal Kombat film

Il nuovo film di Mortal Kombat entra finalmente in fase di pre-produzione

Articolo successivo
Crash Team Racing Nitro-Fueled anteprima provato PS4 Xbox One Switch 06

Crash Team Racing Nitro-Fueled – Provato

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata