The Circle – Recensione

L’annuncio della realizzazione di The Circle, tratto dall’omonimo romanzo di Dave Eggers, ha gettato speranze e dubbi sulla produzione. I nomi dei primi attori scritturati (Tom Hanks, Emma Watson, John Boyega) si sono rivelati decisamente incoraggianti, e l’arrivo di James Ponsoldt alla regia e alla sceneggiatura, insieme allo stesso Eggers, mi aveva conferito grande fiducia. Ponsoldt è un regista sopraffino, delicato e molto intimo (suoi i recenti The End of the Tour e The Spectacular Now), mentre Eggers, in quanto autore del racconto, avrebbe potuto trattare al meglio una materia scritta di suo pugno (che ritengo una delle migliori letture degli ultimi anni). Il risultato finale, nonostante le premesse, è soddisfacente ma con riserve.

Mae (Emma Watson), tramite la raccomandazione di un’amica, riesce a entrare a The Circle. La realtà di questa azienda è simile a quella di Google, situato in un campus a tema. In qualità di semplice centralinista, la protagonista viene tenuta d’occhio dal CEO dell’azienda (Tom Hanks), che ne intravede il potenziale e decide di farne un esempio di democrazia digitale obbligatoria, a scapito della privacy. Inutile dire che all’entusiasmo iniziale correrà parallelo anche il pensiero dei disagi che una simile dittatura può causare a lei e alle persone che ha care.

The Circle immagine Cinema 02

A differenza della fonte cartacea, il film non si addentra mai nei tanti temi proposti

Dopo l’11 settembre, sono uscite molte pellicole che hanno come tema portante la sfiducia umana verso le istituzioni e il proprio paese. Il “bisogno” di avere un controllo totale delle informazioni che circolano in rete ha ingenerato forti polemiche, ma non solo, vedasi il caso Snowden (il primo a diffamare il proprio paese per atti che violavano la privacy dei cittadini senza autorizzazione). In questo senso, The Circle si inserisce perfettamente nel flusso di coscienza e pensiero: condividere è giusto, ed è l’unico modo per una legittima democratizzazione del paese e delle informazioni in circolazione e, perché no, anche per evitare futuri attacchi terroristici.

Nel caso di The Circle, però, siamo più vicini ad una puntata di Black Mirror che a un prodotto cinematografico vero e proprio. A differenza della fonte cartacea – che quasi demonizzava l’uso di queste tecnologie (attenzione, l’uso, non le tecnologie in sé) tramite un’accurata destrutturazione dei mezzi per metterne in risalto pro e contro – il film non si addentra mai nei tanti temi proposti: ce li mostra, ci pone davanti ai dilemmi morali dell’uso del mezzo e poi passa a un altro aspetto, senza prendere una posizione vera e propria. Questa superficialità, nondimeno, regala allo spettatore la possibilità di trovare una sua spiegazione (o soluzione) ai quesiti toccati, ricordandogli – sempre – che ciò che vediamo non è fantascienza, perché mezzi e tecnologie del genere sono già a nostra disposizione. Forse è il non conoscerli in modo approfondito che ci induce ad un uso sbagliato. E mai come in questo caso, la classica frase “si odia ciò che non si conosce” prende vita e forma attorno a questo film.

The Circle immagine Cinema 01

Emma Watson non ce la fa

Come nota negativa a livello di cast, segnalo che benché Tom Hanks sia sempre perfetto – riuscendo ad incarnare efficacemente la figura ambivalente di un CEO tanto innovativo quanto spietato – Emma Watson proprio non ce la fa. Senza entrare in fastidiosi spoiler, la storia prende risvolti drammatici, ma il volto dell’attrice britannica rimane sempre lo stesso, non riuscendo a comunicare l’evoluzione e i cambiamenti di Mae, segnata da nuove certezze o dubbi. Questo, con buona probabilità, impedirà alla maggior parte degli spettatori di entrare in empatia col personaggio. Peccato.

VOTO 6.5

The Circle immagine Cinema locandinaGenere: drammatico
Publisher: Adler Entertainment
Regia: James Ponsoldt
Colonna Sonora: Danny Elfman
Intepreti: Emma Watson, Tom Hanks, John Boyega, Karen Gillan, Bill Paxton
Durata: 110 minuti

Articolo precedente
call of duty wwii beta pc

Call of Duty WWII: ecco il trailer di annuncio e la data di uscita

Articolo successivo
playstation plus maggio Tales from the borderlands

PlayStation Plus: annunciati i giochi di maggio

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata