TGM 377 The Games Machine

The Games Machine

TGM 377 – Novembre 2020

È già nelle migliori edicole, in arrivo agli abbonati e nelle versioni digitali TGM 377, con un carico pazzesco di recensioni, approfondimenti e tanti altri eccezionali contenuti. Spiriti antichi hanno caparbiamente cercato di entrare nel mio corpo durante la lavorazione del numero, quasi volessero bilanciare la voglia di cyberpunk che alberga da decenni nel mio cuore, ormai vicina a una potente deflagrazione videoludica. Sono gli dei della mitologia norrena, le anime dei vichinghi che urlano canti di battaglia dal cover-reportage su Assassin’s Creed Valhalla, o anche il cupo fantasy medievale che riemerge dai Forgotten Realms di D&D e, così, dalla prima prova su strada di Baldur’s Gate 3 in accesso anticipato.

Tutta roba da decine di ore, centinaia se sommate insieme, che aprirebbe una facile riflessione sul tempo a disposizione e sul mostro del backlog sempre più gigantesco alle calcagna, pieno di eroi, creature e mondi che non meriterebbero di essere lasciati indietro. Paradossalmente, però, non ci sono minuti da sprecare nemmeno per questo: entrati in zona review troverete i dogfight spaziali di Star Wars Squadrons (provato anche in VR nell’apposita rubrica), le spacconate del vecchio Serious Sam, la fine ricostruzione da zero del glorioso Mafia, i Marvel’s Avengers videoludici, l’annuale ma strano, nel 2020, confronto tra FIFA e PES, le motociclette di Ride 4 e i rally di WRC 9, o anche i livelli di finezza estetica e concettuale raggiunti dai moderni pronipoti di Rogue con Hades, Spelunky 2 e Going Under. E ancora gli illustri ritorni di Crysis, Kingdoms of Amalur e, purtroppo in modo non così eccelso, delle avventure (SUBBAQQUE!) di Aquanox, accanto al finissimo esercizio di stile e capacità di art of rally che, con tono leggero e divertente, per nulla spocchioso, lo sviluppatore ci racconta nel TGM Incontra.

Seguendo, poi, il filo delle scorribande vichinghe che oggi conduce ad AsC:Valhalla, nel TGM Classic rievochiamo l’ambiziosissimo ARPG Heimdall, classe 1991, mentre in zona hardware vi portiamo alla scoperta delle potenti 3080 GTX, sia nel TecnoTGM che in una review. DocManhattan torna infine su WipEout 2097, per poi avviarci alla chiusura del numero con l’amara analisi di Sabaku sui maldestri lanci next-gen di Microsoft e Sony. Insomma, un grandissimo TGM per quantità di contenuti e, perché no, per la competenza che ci consente di condensarli senza perdere in qualità. Ma ormai ci siete abituati, no?

  sfogliabile TGM

Clicca qui per il sommario  completo e ordinare il nuovo TGM!

Articolo precedente
suburra terza stagione

Suburra - Terza Stagione - Recensione

Articolo successivo
xbox series x hands on

Xbox Series X – Speciale Hands On

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata