PDA

Visualizza Versione Completa : Politici ladri: the collection



Pagine : [1] 2

iWin uLose
16-02-16, 16:30
Meglio ladri o incompetenti? Oppure magari né ladri né incompetenti? Intanto vediamo cosa passa il convento, partendo dalla più recente attualità.


Sanità, appalti truccati: arrestato Rizzi, braccio destro di Maroni

Tra gli arrestati l’autore della riforma della Sanità lombarda. Al centro l'imprenditrice Maria Paola Canegrati, definita dalla Procura di Monza la principale indagata

http://images2.milano.corriereobjects.it/methode_image/2016/02/16/Milano/Foto%20Milano%20-%20Trattate/[email protected]ere-Web-Milano-593x443.jpg?v=20160216154638

Ancora arresti nella Sanità lombarda. Ancora imprenditori e politici accusati di corruzione. Dopo gli scandali San Raffaele e Maugeri, ai tempi dell’allora giunta guidata da Roberto Formigoni, e l’arresto dell’ex assessore Mario Mantovani, le manette stavolta colpiscono il numero uno del Carroccio nella sanità lombarda, il presidente della Commissione regionale Sanità ed ex senatore leghista Fabio Rizzi. Varesino, braccio destro del governatore Roberto Maroni, Rizzi è il padre della nuova riforma della Sanità in Lombardia approvata lo scorso agosto. L’inchiesta «Smile» condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Milano ha visto martedì mattina l’esecuzione di 21 ordini di custodia cautelare (9 in carcere, 7 ai domiciliari e 5 con obbligo di firma) emessi dal gip del Tribunale di Monza, su richiesta della Procura, per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, turbata libertà degli incanti e riciclaggio. Tra gli arrestati anche Valentino Longo, imprenditore vicino allo stesso Rizzi. Ai domiciliari le mogli di Rizzi e Longo: a loro era intestato il 50% delle quote di società odontoiatriche aperte insieme all’imprenditrice 55enne Maria Paola Canegrati, arrestata, definita dalla Procura di Monza la principale indagata nell’ inchiesta. Fu lei a finanziare interamente la campagna elettorale di Rizzi. Le indagini, avviate nel 2013, vertono su un giro d’affari per oltre 400 milioni di euro.

Servizi odontoiatrici
L’indagine «Smile» ha consentito di ricostruire come un gruppo imprenditoriale abbia turbato in proprio favore l’aggiudicazione di una serie di appalti pubblici — banditi da diverse Aziende ospedaliere per la gestione, in outsourcing, di servizi odontoiatrici - corrompendo i funzionari preposti alla gestione delle gare. È stato il componente di un collegio sindacale di un’azienda ospedaliera lombarda a far partire le indagini della Procura di Monza. «Sono quattro gli imprenditori che si sono aggiudicati importanti gare d’appalto per la gestione dei servizi odontoiatrici nel territorio lombardo, su cui ha indagato il Nucleo investigativo di Milano - spiega il Comandante Provinciale dei carabinieri di Milano, colonnello Canio Giuseppe La Gala -. Le gare di appalto pubbliche venivano vinte illecitamente da questo gruppo con la complicità di undici funzionari pubblici. Gli arresti sono stati eseguiti prevalentemente nelle province di Milano, Monza, Como, Bergamo e Varese».

Vincevano tutti gli appalti
Le indagini, svolte dal Nucleo Investigativo di Milano ed avviate nell’autunno del 2013, hanno riguardato il servizio di gestione di ambulatori odontoiatrici. Il tutto era nelle mani di un gruppo imprenditoriale con sede ad Arcore (Odontoquality), vincitore della pressoché totalità degli appalti. Dall’indagine sono emersi funzionari pubblici di diverse Aziende Ospedaliere che, corrotti dalle imprese fornitrici dei servizi sanitari, hanno reso loro favori illeciti nella gestione delle pratiche di loro competenza; corruttori che hanno beneficiato dell’aggiudicazione di importanti appalti pubblici truccati o di altre prestazioni illecite, accaparrandosi i proventi di un giro d’affari complessivo stimato in circa 400 milioni di euro dal 2004 ad oggi; un consigliere della Regione Lombardia ed un componente del suo staff che hanno garantito, con il loro appoggio strategico, le condizioni per far perdurare l’esistenza del «sistema» clientelare. La ricerca della necessaria «copertura politica» da parte dell’imprenditrice al vertice del gruppo, Maria Paola Canegrati, si è tradotta in un interessato connubio tra i livelli imprenditoriale e politico, dando vita ad una associazione per delinquere responsabile della commissione di molteplici reati contro la pubblica amministrazione.

L’imprenditrice e i favori
Dominus del «gruppo» Maria Paola Canegrati, amministratrice del complesso sistema societario che, nel corso degli anni, ha potuto procurarsi «attraverso turbative d’asta, la corruzione di Mario Longo, imprenditore e Fabio Rizzi e di funzionari pubblici che si occupavano della gestione dei servizi di odontoiatria affidati in service ai privati dalle singole aziende ospedaliere e alle forniture per i medesimi servizi». Rizzi e Longo, scrivono gli inquirenti, «nelle rispettive qualità, il primo di consigliere Regionale e presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali del Consiglio Regionale, il secondo di appartenente allo staff del primo con incarichi pubblici nell’ambito dell’odontoiatria, abusando dei propri ruoli e poteri, inducevano i funzionari pubblici preposti alla gestione dei servizi di odontoiatria e alle forniture odontoiatriche dell’aziende Ospedaliere della Regione, nonché gli amministratori delle strutture private e private convenzionate della Regione, a favorire nell’indizione delle gare d’appalto o nella scelta del contraente privato le società riconducibili alla Canegrati». In particolare per quanto riguarda due gare d’appalto bandite dagli Istituti Clinici di Perfezionamento (del 2015, da 45 milioni di euro) e dall’Ospedale di Circolo di Busto Arsizio (del 2014, da 10 milioni di euro); -Longo e Rizzi avrebbero ricevuto un finanziamento per a campagna elettorale per le regionali del febbraio 2013 e una tangente da 50.000 euro (pagata in contanti grazie all’intermediazione di un soggetto accusato di riciclaggio).

Il giro d’affari e i funzionari
Nell’inchiesta sono contestati diversi episodi di corruzione: quella che ha riguardato tre funzionari dell’Ao di Desio e Vimercate, in relazione alla turbativa d’asta di una gara d’appalto del 2010 dell’Ao di Desio e Vimercate del valore di 90 milioni di euro circa; la corruzione di un funzionario amministrativo degli Istituti Clinici di Perfezionamento (ora ASST Nord Milano); la corruzione di un odontoiatra dell’Ao Policlinico di Milano, la corruzione di due ex funzionari dell’Ao di Melegnano (ora ASST Melegnano e della Martesana); la turbativa di una gara d’appalto del 2015 dell’Ao di Desio e Vimercate del valore di 105 milioni di euro circa (rinnovo del precedente appalto), - la corruzione, da parte di un imprenditore per favorire l’assegnazione di un finanziamento concesso da Finlombarda. Le indagini hanno fatto, infine, emergere gli «effetti deleteri del continuo asservimento degli infedeli pubblici ufficiali e incaricati di pubblici servizi agli interessi di privati», dimostrando come «non solo sono stati violati i principi cardine di trasparenza, imparzialità, legalità, indispensabili per una buona amministrazione pubblica, ma si è determinata l’erogazione di servizi scadenti con ricadute, di natura economica e non, sia sugli enti pubblici che sui pazienti». Il provvedimento cautelare ha disposto, inoltre, il sequestro della somma di 50.000 euro a carico di Longo e Rizzi e di altri 38.000 euro a carico del solo Longo, quale profitto della corruzione ai fini della confisca per equivalente.

I nomi
Gli altri arrestati sono Giuseppe Nachiero, imprenditore di Bergamo; Massimiliano Sabatino, funzionario Istituti Clinici di Perfezionamento di Segrate; Giorgio Alessandrì, dirigente Odontoiatria Policlinico di Milano; Stefano Lo Russo, imprenditore di Milano; Donato Castiglioni, di Varese, dipendente della Regione Lombardia; e Sandro Pignataro di Casciago (Va). Ai domiciliari Giancarlo Marchetti, Silvia Bonfiglio, Lorena Lidia Pagani, Stefano Garatti, Anna Maria Gorini, Patrizia Pedrotti, Piercarlo Marchetti.

Le reazioni
Il governatore Maroni ha convocato i vertici della Sanità martedì alle 13, nella pausa dei lavori del Consiglio lombardo, per parlare degli arresti. Il presidente del consiglio regionale Raffaele Cattaneo (Ncd) in apertura dei lavori in aula ha affermato: «Tra gli arrestati è compreso il collega Rizzi. Notizia che ha colpito tutti. Sul piano istituzionale altro colpo alla credibilità di questo consiglio regionale». «Rispetto della legalità ma anche rispetto del principio di innocenza». «Maroni deve prendere atto che non è riuscito a garantire discontinuità con il passato e l’unico modo per farlo a questo punto è di andare alle elezioni». È la reazione del segretario regionale del Pd e consigliere al Pirellone, Alessandro Alfieri, all’arresto di Rizzi. «Mantovani che era il vice presidente con delega alla Sanità è stato arrestato — ha proseguito Alfieri — per Garavaglia che è il braccio destro di Maroni e’ stato chiesto il rinvio a giudizio. Ora anche Rizzi che è il padre della riforma sanitaria è stato arrestato» quindi «qualche problema c’è». «In Lombardia se qualcuno ha veramente sbagliato allora deve pagare», dichiara Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda. «Gli arresti di oggi non siano utilizzati per gettare fango sulla sanità lombarda, che resta senza dubbio la migliore d’Italia. Aggiungo che la nostra riforma sanitaria, che ha ottenuto anche l’apprezzamento del governo, prevede un forte inasprimento dei controlli a garanzia della trasparenza delle procedure e quindi dei cittadini», afferma Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega Nord al Pirellone.

Salvini: «Chi sbaglia non merita la Lega»
«Esco ora dal Parlamento Europeo e leggo degli arresti in Lombardia. Prima riflessione: chi sbaglia davvero, non merita la Lega». Così su Facebook il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini. «Seconda riflessione: spero - prosegue Salvini - che le accuse si rivelino una bufala. Terza riflessione: spero che alcuni magistrati non siano in campagna elettorale, è accaduto già troppe volte. Quarta riflessione: sono sicuro che l'eventuale errore di pochi non danneggi il lavoro delle migliaia di persone che ogni giorno mandano avanti benissimo gli ospedali in Lombardia. Quinta riflessione: sono orgoglioso - conclude - di essere il Segretario della Lega».

Chiwaz
16-02-16, 16:42
Scommettiamo che finisce come le tangenti di Finmeccanica? :roll:

abaper
16-02-16, 16:52
Scommettiamo che finisce come le tangenti di Finmeccanica? :roll:
Io scommetto su un nuovo prosperini

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

caesarx
16-02-16, 17:17
Sarebbe interessante un aggregatore con tutti i politici condannati, anche se penso che sarebbe più vuoto del vecchio forum...
:raffag:

Chiwaz
16-02-16, 17:48
Io scommetto su un nuovo prosperini

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Sai che forse hai ragione? :asd:
Maroni ha pubblicato un comunicato su Facebook in cui praticamente scarica Rizzi.

Jaqen
16-02-16, 18:47
Sarebbe interessante un aggregatore con tutti i politici condannati, anche se penso che sarebbe più vuoto del vecchio forum...
:raffag:

Touchè.
Più che altro, inizi a riempirlo delle eventuali condanne definitive dopo 10 anni :bua:

Questo a prescindere del caso specifico.


@Chiwaz: L'ennesimo processo farsa di woodcock finito nel nulla. STRANO, STRANISSIMO. Chi l'avrebbe mai detto.
Perchè questo signore conserva il suo lavoro?

abaper
16-02-16, 19:02
Sarebbe interessante un aggregatore con tutti i politici condannati, anche se penso che sarebbe più vuoto del vecchio forum...
:raffag:
In compenso per un eventuale contenitore di prescritti occorrerebbe spazio disco supplementare.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

abaper
16-02-16, 19:05
Sai che forse hai ragione? :asd:
Maroni ha pubblicato un comunicato su Facebook in cui praticamente scarica Rizzi.
È dai tempi di Ce che si è capito quale fosse l'idea di gestione della sanità in Lombardia.


Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Edward Green
16-02-16, 19:35
Sarebbe interessante un aggregatore con tutti i politici condannati, anche se penso che sarebbe più vuoto del vecchio forum...
:raffag:

Bettino Craxi
Claudio Martelli
Silvio Berlusconi
Marcello dell'Utri
Cesare Previti
Primo Greganti
Paolo Cirino Pomicino
Arnaldo Forlani
Severino Citaristi
Renato Altissimo
Umberto Bossi
Giorgio La Malfa
Egidio Sterpa

ecc, ecc, ecc.

Se ci aggiungiamo le prescrizioni, va dentro mezza repubblica italiana :asd:

caesarx
16-02-16, 19:39
Touchè.
Più che altro, inizi a riempirlo delle eventuali condanne definitive dopo 10 anni :bua:

Questo a prescindere del caso specifico.


@Chiwaz: L'ennesimo processo farsa di woodcock finito nel nulla. STRANO, STRANISSIMO. Chi l'avrebbe mai detto.
Perchè questo signore conserva il suo lavoro?
Osi mettere in dubbio l'operato dell'illustre magistrato?!?!?!?

caesarx
16-02-16, 19:40
In compenso per un eventuale contenitore di prescritti occorrerebbe spazio disco supplementare.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
:fag:
No condanna no colpevole no alpitour!

Enjoy your garantismo over9000.
:fag:

iWin uLose
16-02-16, 22:01
Bettino Craxi
Claudio Martelli
Silvio Berlusconi
Marcello dell'Utri
Cesare Previti
Primo Greganti
Paolo Cirino Pomicino
Arnaldo Forlani
Severino Citaristi
Renato Altissimo
Umberto Bossi
Giorgio La Malfa
Egidio Sterpa

ecc, ecc, ecc.

Se ci aggiungiamo le prescrizioni, va dentro mezza repubblica italiana :asd:
Specie se aggiungiamo anche quelli che si sono (auto)salvati il culo perché il Parlamento ha negato l'autorizzazione a procedere.

Comunque ce ne sono molti altri oltre a quelli elencati qui sopra, tipo Cuffaro o Lusi, e tutti i condannati a livello di enti regionali.

abaper
17-02-16, 07:03
:fag:
No condanna no colpevole no alpitour!

Enjoy your garantismo over9000.
:fag:
Mai stato garantista. Chiedi al caprone col sigaro

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

caesarx
17-02-16, 08:24
Mai stato garantista. Chiedi al caprone col sigaro

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
Tu no, ma quelli che hai votato sono i difensori del "nessuno tocchi Caino". Non lo si tocca così tanto che è finita che a pigliarla undercooler è solo Abele.
:alesisi:

Jaqen
17-02-16, 10:06
Io sono ultragarantista, e fiero di esserlo.
Ma sono anche draconiano e per fare processi rapidi :asd: - non è che si può buttare via un principio fondante (il garantismo, "il bambino") perchè il meccanismo in cui è inserito (il sistema giudiziario, "la nostra acqua sporca") è rotto.

Necronomicon
17-02-16, 10:18
Purtroppo il clientelismo è insito nei nostri geni

abaper
17-02-16, 11:16
Tu no, ma quelli che hai votato sono i difensori del "nessuno tocchi Caino". Non lo si tocca così tanto che è finita che a pigliarla undercooler è solo Abele.
:alesisi:
Sbagli indirizzo. Sempre votato IdV e alle ultime Giannino.
E prima la lega. Ma la versione dura e pura, non gli schiavetti del berlusca. Il mio voto l'hanno perso col decreto biondi

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

abaper
17-02-16, 11:22
Io sono ultragarantista, e fiero di esserlo.
Ma sono anche draconiano e per fare processi rapidi :asd: - non è che si può buttare via un principio fondante (il garantismo, "il bambino") perchè il meccanismo in cui è inserito (il sistema giudiziario, "la nostra acqua sporca") è rotto.
Lo so e mi sei simpatico per questo.
Io preferisco il tintinnar di manette.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Jaqen
17-02-16, 11:58
Ehehe, io preferisco la certezza del diritto che dia poi seguito alla certezza della pena...
Che poi potrebbe portare al "clack clack" degli otturatori del plotone di esecuzione subito dopo il tuo caro tintinnio :asd:

Chiwaz
17-02-16, 12:11
È dai tempi di Ce che si è capito quale fosse l'idea di gestione della sanità in Lombardia.


Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

E nonostante questo è la migliore d'Italia :asd:
O forse proprio grazie a questo?

Maroni è sempre più incazzato, il che mi fa pensare che le accuse non siano proprio infondate.

Recidivo
17-02-16, 12:42
Sbagli indirizzo. Sempre votato IdV e alle ultime Giannino.
E prima la lega. Ma la versione dura e pura, non gli schiavetti del berlusca. Il mio voto l'hanno perso col decreto biondi



Ora si spiegano tante cose.... :asd:

abaper
17-02-16, 13:26
E nonostante questo è la migliore d'Italia :asd:
O forse proprio grazie a questo?

Maroni è sempre più incazzato, il che mi fa pensare che le accuse non siano proprio infondate.
Pensa come potrebbe essere se non rubassero

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

abaper
17-02-16, 13:27
Ora si spiegano tante cose.... :asd:
Mai fatto mistero delle mie opinioni politiche.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

abaper
17-02-16, 13:33
Ehehe, io preferisco la certezza del diritto che dia poi seguito alla certezza della pena...
Che poi potrebbe portare al "clack clack" degli otturatori del plotone di esecuzione subito dopo il tuo caro tintinnio :asd:
Che c'entra. Anch'io sono per la certezza della pena. Quanto alla pena, sono per il metodo cinese. Fucilazione allo stadio con il costo del proiettile a carico dei familiari

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

iWin uLose
17-02-16, 14:46
Siamo arrivati al "funziona meglio delle fogne delle altre regioni, quindi anche se rubano un po' che male c'è, anzi magari qualche ruberia qua e là fa addirittura bene" :rotfl2:

abaper
17-02-16, 16:28
Siamo arrivati al "funziona meglio delle fogne delle altre regioni, quindi anche se rubano un po' che male c'è, anzi magari qualche ruberia qua e là fa addirittura bene" :rotfl2:
Va beh, ma il chiwaz trolla

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Frappo
17-02-16, 17:03
Siamo arrivati al "funziona meglio delle fogne delle altre regioni, quindi anche se rubano un po' che male c'è, anzi magari qualche ruberia qua e là fa addirittura bene" :rotfl2:

direi due cose ben distinte e l'una non esclude l'altra

è la sanità migliore NONOSTANTE anche qui ci sia gente che ruba.

altrove, dove la sanità costa 10 volte tanto e in più non funziona, cosa diamine succede? :bua:

comunque riguardo il fatto in se: buttare la chiave

iWin uLose
17-02-16, 17:48
altrove, dove la sanità costa 10 volte tanto e in più non funziona, cosa diamine succede? :bua:
Rubano ancora di più.

Chiwaz
17-02-16, 19:14
Pensa come potrebbe essere se non rubassero

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Un po' come se la Lombardia si tenesse l'IVA generata, immagino. :sbav:

Comunque anche secondo Woodcock si rubava per vendere gli elicotteri. E invece...

iWin uLose
08-03-16, 13:44
Intanto ennesime primarie taroccate del PD :asd:



https://www.youtube.com/watch?v=lgDkzvqfybM


Irregolarità alle primarie Pd Napoli, la Procura apre un fascicolo conoscitivo

La Procura di Napoli ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla vicenda dei brogli documentati dal video di Fanpage alle Primarie Pd dello scorso 6 marzo a Napoli.

La Procura di Napoli ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla caso sollevato dal video di Fanpage.it che documenta una serie di passaggi di denaro e presenze davanti ai seggi allestiti dal Pd pronte a perorare, platealmente, la causa dei candidati alle primarie del Pd. "L'unica cosa che posso dire – ha dichiarato a Repubblica Napoli il procuratore aggiunto Alfonso D'Avino – è che esamineremo questo video ma premettendo che, come si sa, non abbiamo alcun potere di intervento per eventuali anomalie sullo svolgimento delle primarie che sono una votazione indetta da un'associazione privata. Non risultano minacce contro i cittadini e, quindi, si tratterà di valutare il materiale". Dalle colonne del quotidiano Il Mattino di Napoli Raffaele Cantone spiega che "i dubbi episodi che affiorano dalle primarie napoletane sono senz'altro deplorevoli ma non sono perseguibili come reati", trattandosi "di consultazioni che hanno carattere del tutto privatistico". "Immaginare un'azione penale – dichiara il capo dell'Anticorruzione al Mattino – per fare luce sugli episodi sospetti è pertanto impensabile. Sarebbe come aprire un fascicolo sulle regole interne di una bocciofila".

abaper
08-03-16, 17:51
Orfini è stato spettacolare. Il voto è stato regolare perché l'euro era destinato al partito e non al votante.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Sinex/
09-03-16, 09:09
Street money, bitches.


Una pratica che tutti usano, ma solo chi perde denuncia

Firestorm
09-03-16, 09:16
Orfini è stato spettacolare. Il voto è stato regolare perché l'euro era destinato al partito e non al votante.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
secondo me così diversamente intelligenti li allevano in una nursery a botteghe oscure...non veod come sia possibile che uno simili sia sopravvissuto fino a quell'età senza infilare la mano in una presa perchè non capiva cos'era.

Necronomicon
09-03-16, 10:08
Tutti ladri! Non si salva nessuno! W il M5S! W Beppe! W Casalegno!

abaper
09-03-16, 10:44
Attendo i giochi bonus. Lo scorso bundle l'average è calato di 2 dollari dopo che avevo già comprato, quindi arrivare prima non è efficace :asd:
?

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Necronomicon
09-03-16, 10:47
:uhm: tapatalk ha inviato in un altro topic e non so perché :bua:

iWin uLose
10-03-16, 16:38
Tutti ladri! Non si salva nessuno! W il M5S! W Beppe! W Casalegno!
:nono:

Rubava negli stipetti come un teenager a corto di paghetta :bua:

Rubava in palestra: arrestato il consigliere

comunale M5S Angelo Malerba

Alessandria - Il capogruppo del Movimento 5 Stelle nel consiglio Comunale di Alessandria, Angelo Malerba, nel 2012 candidato sindaco per i pentastellati, è stato arrestato dai carabinieri.

È accusato di furto: avrebbe forzato un armadietto della palestra alessandrina che frequenta sottraendo il denaro contenuto in un portafogli al suo interno. Ai domiciliari, Malerba, che ha 42 anni e fa il consulente assicurativo, sarà processato per direttissima.

Nel primo pomeriggio, il partito ha fatto sapere di avere espulso Malerba: «In attesa di maggiori sviluppi, il consigliere Angelo Malerba è espulso dall’M5S e se ne chiedono le immediate dimissioni - si legge in una nota - Siamo umanamente addolorati, ma l’ M5S è questo. Da noi anche chi ruba in un armadietto di una palestra va a casa. Pensate se tutti si comportassero come noi. L’onestà tornerà di moda».

caesarx
10-03-16, 17:00
Vabbè, cleptomania...

abaper
10-03-16, 18:12
Intanto Bassolino si candida con una sua lista a Napoli. Colombo idem con patate a Milano . Ottimo lavoro orfini

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

alberace
10-03-16, 20:59
m'ero scordato di questo topic.
il ladro di armadietti :asd:

Firestorm
10-03-16, 21:41
Intanto Bassolino si candida con una sua lista a Napoli. Colombo idem con patate a Milano . Ottimo lavoro orfini

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
È diversamente furbo

iWin uLose
23-03-16, 12:27
‘Ndrangheta, “per 15 anni favori alla cosca in cambio di voti”:

arrestati 4 esponenti Pd. C’è un ex sottosegretario

Operazione della Procura di Catanzaro, coinvolte 10 persone. Ai domiciliari anche Sandro Principe, membro dei governi Amato e Ciampi e uomo forte dei democratici in provincia di Cosenza. Secondo i magistrati i componenti del clan Lanzino-Rua venivano assunti (e mai licenziati) dalle municipalizzate

‘Ndrangheta e politica ancora insieme nelle carte della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Ai domiciliari sono finiti 4 esponenti del Partito democratico e del centrosinistra: l’ex sottosegretario al Lavoro dei governi Amato e Ciampi Sandro Principe (ex sindaco di Rende e ex consigliere regionale), Umberto Bernaudo (anche lui ex sindaco di Rende), l’ex consigliere provinciale Pietro Ruffolo e l’ex consigliere regionale Rosario Mirabelli, in passato vicino al Nuovo Centrodestra e all’ex presidente Giuseppe Scopelliti, ma candidato alle Regionali 2014 con il centrosinistra, nella lista Oliverio Presidente. Sono finiti tutti ai domiciliari. Le accuse sono a vario titolo concorso esterno in associazione mafiosa, voto di scambio e corruzione in un’inchiesta sulla cosca Lanzino-Rua che ha portato all’arresto di 10 persone. Secondo la Procura l’intreccio politico-mafioso ha consentito ai candidati alle elezioni comunali di Rende dal 1999 al 2011, per il rinnovo del consiglio provinciale di Cosenza del 2009 e del consiglio regionale della Calabria del 2010, di ottenere l’appoggio elettorale da parte di personaggi di rilievo del clan. “È buono però dai! così, ci sarà pane per tutti, o no?” dicevano nelle telefonate. “Buono buono ma Principe ha sfondato, compà”. L’operazione di oggi rischia di provocare un terremoto politico in tutta la Calabria. I personaggi arrestati, infatti, per anni hanno rappresentato lo zoccolo duro che ha contribuito nel 2014 alla vittoria del centrosinistra alle Regionali.

I carabinieri, coordinati dal procuratore aggiunto Vincenzo Luberto e dal sostituto procuratore della Dda Pierpaolo Bruni, hanno smantellato un sistema ultradecennale che aveva come fulcro l’amministrazione comunale di Rende. Tra le attività illecite vengono individuati l’affidamento in gestione di locali pubblici comunali a personaggi appartenenti alle cosche. In sostanza, la politica si faceva carico di assumere soggetti legati alla ‘ndrangheta nella società municipalizzata che si occupava dei servizi comunali.

Queste persone poi non venivano licenziate nonostante le condanne e, anzi, ricevevano la promessa dell’erogazione di fondi pubblici per finanziare una cooperativa creata ad hoc per la gestione dell’area mercatale di Rende che sarebbe stata affidata a un personaggio di vertice della ‘ndrangheta cosentina. Tra gli assunti anche il boss Ettore Lanzino che, con i politici arrestati, avrebbe stipulato veri e propri patti elettorali in occasione dei vari appuntamenti.

L’ex sottosegretario Principe veniva indicato come il “capo” che sceglieva anche il suo successore come sindaco di Rende. “Eh … c’era il capo che hanno fatto entrare tra gli applausi finali” dice di lui uno degli intercettati. E ancora: “Eh l’applauso, l’applauso gli fa lui … omissis… invece di sceglierlo il popolo, lo sceglie lui ogni volta. A lui i voti di famiglia glie li do perché oh, figurati e roba varia, però che…”.

Nell’inchiesta è finita anche l’ultima campagna elettorale del 2014 per le Comunali. Nonostante fosse detenuto (oggi al 41 bis), uno dei boss arrestati è stato intercettato in carcere mentre poneva le sue condizioni: chiedeva una somma di denaro, lamentando gli scarsi benefici ottenuti dalla cosca nel recente passato, nonostante si fosse occupato di monitorare l’attività politica dai principali candidati.

iWin uLose
01-04-16, 11:36
Dài rottamatori peggio dei rottami, che entro il 2018 ce la fate a farvi beccare tutti :smugdance:

La ministra Guidi si è dimessa per l'intercettazione con il

compagno: "Domani passa l'emendamento"

http://www.repstatic.it/content/nazionale/img/2016/03/31/202043982-ff12c007-c207-474e-ac87-6b4a35de0071.jpg

Renzi alla ex collaboratrice: "Scelta sofferta che condivido". Agli atti una telefonata tra il responsabile delle Attività produttive e il compagno, Gianluca Gemelli, indagato per traffico d'influenze illecite dalla procura di Potenza. E viene citata anche la Boschi. La dimissionaria scrive al premier: "Sono stata corretta e in buona fede"

ROMA - La ministra Federica Guidi si è dimessa, travolta da un'intercettazione in cui - parlando con il suo compagno Gianluca Gemelli - gli garantiva il via libera a un emendamento alla legge di Stabilità che andava incontro ai suoi interessi imprenditoriali. Un'intercettazione che chiama in causa il centro del potere del governo Renzi, visto che la Guidi cita anche la ministra Maria Elena Boschi: "Anche Maria Elena è d'accordo".

"Caro Matteo - scrive la Guidi nella sua lettera di dimissioni - sono assolutamente certa della mia buona fede e della correttezza del mio operato. Credo tuttavia necessario, per una questione di opportunità politica, rassegnare le mie dimissioni da incarico di ministro. Sono stati due anni di splendido lavoro insieme. Continuerò come cittadina e come imprenditrice a lavorare per il bene del nostro meraviglioso Paese". Così si conclude l'incarico della ministra, che sin dalla sua nomina ha segnato la storia governo Renzi per i suoi conflitti d'interesse. Il premier, dagli Stati Uniti ha risposto dopo poche ore: "Cara Federica ho molto apprezzato il tuo lavoro di questi anni. Serio, deciso, competente. Rispetto la tua scelta personale sofferta, dettata da ragioni di opportunità che condivido: procederò nei prossimi giorni a proporre il tuo successore al capo dello Stato".

Tutto parte da un'inchiesta della procura di Potenza sulla gestione dei rifiuti nel centro Eni, inchiesta che ha un filone parallelo sull'impianto di Tempa Rossa nella Val d'Agri. In questo filone è indagato Gemelli, accusato di traffico di influenze illecite proprio per i suoi rapporti con il ministro. Il pm aveva anche chiesto l'arresto di Gemelli, che però non è stato concesso.

REAZIONI POLITICHE / M5s e Lega: dimissioni

Questa parte di indagine ruota intorno a un emendamento alla Legge di Stabilità, approvato all'ultimo momento nel dicembre del 2014, con il quale si dava il via libera al progetto di estrazione di petrolio Tempa Rossa, opera contestatissima dalle associazioni ambientaliste, ma sul quale Gemelli aveva forti interessi.

La storia è ricostruita negli atti dell'inchiesta con cui sono state arrestate sei persone. Atti nei quali c'è anche una serie di conversazioni telefoniche dirette tra Guidi e Gemelli, tra i quali c'era "una relazione di convivenza", come si legge nelle carte. L'imprenditore era interessato a fare in modo che si sbloccasse l'operazione Tempa Rossa, gestita dalla Total, perché secondo l'accusa le sue aziende avrebbero guadagnato circa due milioni e mezzo di sub appalti. E di questo parla al telefono con la compagna.

Che, il 13 dicembre, lo rassicura: "Dovremmo riuscire a mettere dentro al Senato se... è d'accordo anche Mariaelena la... quell'emendamento che mi hanno fatto uscire quella notte. Alle quattro di notte... Rimetterlo dentro alla legge... con l'emendamento alla legge di stabilità e a questo punto se riusciamo a sbloccare anche Tempa Rossa... ehm... dall'altra parte si muove tutto!".

Il compagno le chiede se la cosa riguardasse i suoi amici e il ministro gli risponde: "Eh certo, capito? Per questo te l'ho detto".

Avuta la notizia Gemelli chiama subito il rappresentante della Total: "La chiamo per darle una buona notizia..ehm.. .si ricorda che tempo fa c'è stato casino..che avevano ritirato un emendamento...ragion per cui c'erano di nuovo problemi su Tempa Ross ... pare che oggi riescano ad inserirlo nuovamente al senato..ragion per cui..se passa...e pare che ci sia l'accordo con Boschi e compagni...(...) se passa quest'emendamento... che pare... siano d'accordo tutti...perché la boschi ha accettato di inserirlo... (...) è tutto sbloccato! (ride ndr)...volevo che lo sapesse in anticipo! (...) e quindi questa è una notizia...".

Dalle indagini fatte poi dagli agenti della squadra mobile della Polizia di Potenza che hanno svolto le indagini è emerso che l'emendamento era stato inserito nel maxiemendamento alla Legge di stabilità del 2015, modificato dal Senato il 20 dicembre, con il quale si dava il via al progetto Tempa Rossa.

Pinhead81
01-04-16, 11:57
Più che altro come fai a dire di essere stato corretto e in buona fede :asd: se io entro a casa di backleground a rubare (per dire) e poi restituisco il maltolto, non posso fare un'intervista dicendo "sono stato onesto"

Necronomicon
01-04-16, 12:50
Più che altro come fai a dire di essere stato corretto e in buona fede :asd: se io entro a casa di backleground a rubare (per dire) e poi restituisco il maltolto, non posso fare un'intervista dicendo "sono stato onesto"

Esempio sbagliato, lo sai che backleground in casa non ha nulla che sia possibile rubare.

Back to the origin
01-04-16, 12:53
Beh, ma se non aveva le inferriate tu eri in buona fede. :snob:

spedito con ricevuta di ritorno

Pinhead81
01-04-16, 13:22
Sapevo che in molti avrebbero colto :asd:

Vitor
06-04-16, 17:01
Oh, a proposito di ladri.


"Roma, città terremotata" lo aveva già detto. E oggi Guido Bertolaso, candidato sindaco di Roma per Forza Italia, ha precisato che "per certi versi la città terremotata de L'Aquila era in una situazione anche migliore rispetto a quella di Roma perché lì c'è stata coesione sociale e voglia di ripartire e ricostruire la città - ha detto in diretta su Sky Tg24 - Qui a Roma c'è tanta rassegnazione, delusione e amarezza".


Ogni tanto si stacca un balcone della «New Town», viene giù un pezzo di soffitto. Arriva un poliziotto e stende uno di quei nastri che si vedono sempre nei film con gli assassini. Pone sotto sequestro un terrazzino, una scala, un pianerottolo. Il sindaco emette un’ordinanza di sgombero. Molti se ne vanno, qualcuno resiste. «E dove devo andare?» dice il pensionato Angelo Cerasoli, uno degli irriducibili della frazione Arischia. «Io e mia moglie siamo nati in questo paese. La nostra casa non è mai stata ricostruita, è rimasta identica alla notte di sette anni fa». Qui tutti gli alloggi del famoso «Progetto C.a.s.e» sono già stati dichiarati inabitabili, cioè pericolanti. L’Aquila è crollata nel terremoto del 2009, ma continua a sgretolarsi giorno dopo giorno sotto il peso della ricostruzione mancata.

La Procura dell’Aquila ha dovuto aprire circa duecento fascicoli legati alla ricostruzione. Si va dalle infiltrazioni mafiose dei casalesi - ovvero Gomorra al lavoro qui - alle tangenti sugli appalti e turbativa d’asta per le forniture. Quanti affari sulle rovine dell’Aquila, quante risate.

Con l’aggiunta di questa inchiesta sui crolli nella «New Town» costata oltre un miliardo di euro, voluta dall’allora presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Il progetto era stato affidato in regime d’emergenza alla Protezione Civile di Guido Bertolaso. Ancora oggi si legge nel sito ufficiale: «Veri e propri quartieri con case circondate dal verde, dotate di tutti i servizi, progettate con i più avanzati criteri di sostenibilità e realizzate in legno lamellare, calcestruzzo precompresso, laterizi o metallo isolato termicamente». Ma le nuove case antisismiche non hanno retto neppure la pioggia. Sono 37 gli indagati per frode, truffa aggravata ai danni dello Stato, falso in atto pubblico. Imprenditori, progettisti, collaudatori, tecnici e dirigenti comunali. Un disastro nel disastro. Il sospetto è che abbiamo realizzato i fabbricati con legni scadenti e tecniche molto approssimative. Ecco perchè i balconi crollano. Sono oltre 900 quelli sequestrati. E così gli sfollati devono sfollare ancora.

abaper
06-04-16, 17:05
Sono le case antisismiche per antonomasia. Si autodistruggono prima del prossimo terremoto così sarà impossibile che subiscano danni

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

iWin uLose
27-04-16, 12:09
E mentre Renzi parla di Tangentopoli come una barbarie verso persone perbene, un'altra barbarie di abbatte sui suoi amici in Campania :lol:


Napoli, appalti truccati. Nove arresti. Indagato il presidente regionale Pd della Campania Stefano Graziano

Il presidente regionale del Pd in Campania, Stefano Graziano, attualmente consigliere regionale ed ex deputato, è indagato e accusato di concorso esterno per associazione camorristica. Nel pomeriggio dopo la notizia Graziano si è autosospeso dal suo incarico. Perquisizioni sono state effettuate dai carabinieri a Roma e Teverola (Caserta) nelle abitazioni del presidente. Il politico risulta indagato nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Napoli, coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, che ha portato oggi all'esecuzione di nove ordinanze. Nell'indagine è coinvolto anche l'ex sindaco di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), Biagio Di Muro.

L'inchiesta riguarda soldi pubblici trasformati in appalti pilotati. Si tratta di lavori rallentati apposta e soldi pubblici trasformati in appalti già decisi con centinaia di fatture false utilizzate per giustificare spese virtuali.

La vicenda è la stessa per cui è finito in carcere l'ex sindaco Biagio Maria Di Muro. Lo scorso luglio di Di Muro fu condannato per tangenti e gli fu confiscato lo storico palazzo Teti Maffuccini che ospitò anche Giuseppe Garibaldi.
Il quel contesto la procura ipotizza vari reati che vanno dalla corruzione alla turbativa d'asta e falso ideologico oltre che l'aggravante di aver agevolato la criminalità organizzata e in particolare il clan camorristico dei Casalesi.

L'ipotesi che ha indotto gli inquirenti a effettuare le perquisizioni nei confronti di Stefano Graziano, presidente del Pd campano e consigliere regionale, è che l'esponente politico abbia chiesto e ottenuto appoggi elettorali in riferimento alle ultime consultazioni per l'elezione del Consiglio regionale della Campania. Secondo tale ipotesi, Graziano si sarebbe posto ''come punto di riferimento politico ed amministrativo'' del clan Zagaria del quale è accusato di far parte Alessandro Zagaria, omonimo del boss, arrestato oggi. Lo spunto investigativo è stato offerto da una intercettazione di colloqui tra Alessandro Zagaria e Biagio Di Muro, l'ex sindaco di Santa Maria Capua Vetere, anch'egli arrestato oggi. Colloqui nel corso dei quali si faceva riferimento all'appoggio elettorale che occorreva garantire a Graziano. Quest'ultimo si sarebbe attivato - ma tale circostanza non è ritenuta illecita dagli inquirenti della Dda - per favorire il finanziamento dei lavori di consolidamento di Palazzo Teti, al centro dell'inchiesta.

LE INTERCETTAZIONI Il nome del presidente del Pd della
Campania Stefano Graziano spunta in un'intercettazione ambientale del 15 novembre 2014 che registra una conversazione tra Alessandro Zagaria, l'imprenditore arrestato oggi con l'accusa di far parte del clan dei Casalesi, e l'ex sindaco di Santa Maria Capua Vetere Biagio Di Muro, finito in carcere anch'egli nell'ambito della stessa inchiesta condotta dalla Dda di Napoli.
Zagaria e Di Muro - scrive il gip Anna Laura Alfano nella sua ordinanza - parlano di "imprenditori favoriti da piazzare". "Poi Zagaria - sottolinea il giudice - mostra di attivarsi direttamente per sostenere la campagna elettorale di un candidato alle competizioni elettorali di quel periodo (tale Graziano, candidato per il consiglio regionale) e di questo fatto rimprovera Di Muro che, a suo dire, non si sta attivamente impegnando".
Questi alcuni passaggi dell'intercettazione.


Zagaria: devo mettere a lavorare a questo! Ho perso già una fatica e adesso già stanno lavorando!
.......
Zagaria: ma tu non ci stare troppo...rimaniamo sempre quelli che siamo. Quello Pasquale...il cazzo...ha detto: io ho fatto il passaggio! Pasquale sei capace di metterti addosso...addosso! (Nel corso della conversazione - annota il giudice - Zagaria asserisce che il citato Pasquale gli ha proposto di passare con lui)....Hai capito...ti vuoi togliere...mi serve uno come te...ma che cazzo stai dicendo, il tengo per il PD (Nella circostanza - aggiunge il gip - riferisce a Di Muro anche la risposta negativa che ha fornito sempre a Pasquale)...Io ti voglio bene a te...tu sei sempre l'amico mio, cosa hai capito? No io ti ringrazio di questa cosa.. No non mi devi ringraziare mai! E già non sta bene...perché noi dobbiamo portare a Graziano (Stefano, precisano gli inquirenti) e tu non ti fai vedere. Ti dovrei allontanare io a te! O no?. Mannaggia la madosca!

CHI E' GRAZIANO - Dal 2013 al 2015 Stefano Graziano è stato consigliere prima del governo Letta poi dell’esecutivo di Matteo Renzi. Fu Letta a nominarlo consigliere per l’attuazione del programma di governo nel settembre 2013. Renzi lo confermò ma poi Graziano si dimise per "per motivi etici all’atto dell’accettazione della candidatura in Consiglio Regionale, per non ricoprire un duplice ruolo”. Dal 2014 è presidente regionale Pd in Campania. Pochi mesi fa, dopo lo scandalo del caso Quarto, parlava così della camorra in Campania.

Dopo la notizia delle indagini M5s è tornato all'attacco politicamente parlando di "Gomorra Pd" in Campania e alcuni esponenti dello stesso Pd hanno invitato Graziano ad auto sospendersi, fatto poi avvenuto.

"Nell'esprimere la massima fiducia nell'operato della magistratura, con grande sofferenza, comunico la mia autosospensione dal Partito Democratico in attesa di chiarire, al di là di ogni anche generico sospetto, la mia posizione". ha affermato Graziano. "Ho sempre agito, nel corso della mia carriera politica - aggiunge Graziano - nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e legalità, per me imprescindibili regole di vita. Pertanto - rende noto Graziano - ho conferito mandato al mio legale di attivarsi presso la Procura napoletana perché al più presto venga fissato un interrogatorio nel corso del quale potrò fornire ogni spiegazione sui fatti che l'Autorità giudiziaria riterrà di dover approfondire, confermando la mia totale estraneità a qualsiasi vicenda illecita"

"Sulle notizie che arrivano da Caserta ci auguriamo che si faccia chiarezza al più presto, che si possano rapidamente chiudere le indagini e definire la posizione di chi è coinvolto. Nel frattempo, totale e incondizionata fiducia nel lavoro della magistratura" ha invece commentato con una nota Guerini, vicesegretario del Partito Democratico, in replica alla vicenda Graziano.

iWin uLose
04-05-16, 08:13
Non è facile stare dietro ai corrotti del PD, ne salta fuori uno ogni 2 o 3 giorni :bua:


http://video.repubblica.it/edizione/milano/il-sindaco-di-lodi-cosi-ho-risparmiato-sulla-foto-di-mattarella/194036/193033

Appalti, arrestato sindaco Pd di Lodi: "Pilotò

bando delle piscine comunali per avere consenso politico"

Simone Uggetti ha preso il posto di Lorenzo Guerini come sindaco dopo essere stato per due volte suo assessore. Il vicesegretario del Pd: "E' persona corretta". Gli investigatori: "Gara cucita addosso alla Sporting Lodi". La denuncia di una funzionaria del Comune: "Subìto pressioni". La difesa: "Agito per il bene della città"

Il sindaco di Lodi, Simone Uggetti (Pd), è stato arrestato dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza per turbativa d'asta. E' accusato di aver favorito, facendo confezionare "un bando su misura", la società Sporting Lodi nella gestione delle piscine comunali scoperte della città. Insieme a lui è stato arrestato anche l'avvocato Cristiano Marini, consulente della Sporting. L'accusa che viene mossa loro è turbata libertà degli incanti: avrebbero "alterato il libero svolgimento della gara" attraverso "il confezionamento del bando con l'espresso riconoscimento di punteggi che potessero in concreto favorire la Sporting Lodi SSD e garantirle il buon esito dell'appalto". La finalità: "ottenere vantaggi per sé in termini di consenso politico elettorale e per la società aggiudicataria". Uggetti si difende affidando al legale la sua reazione dopo l'arresto: "Ho agito per il bene della città - ha detto - come ho sempre fatto". Severo, invece, il giudizio che il gip di Lodi Isabella Ciriaco esprime su di lui nell'ordinanza di custodia. Uggetti viene descritto come "un soggetto autoritario che riesce a imporsi" ed è in grado "di intimidire i testimoni". Non solo: "Il ruolo pubblico - prosegue - gli ha consentito di intessere rapporti privilegiati con vertici politici e anche delle forze dell'ordine". E ancora: "Ha tradito l'alta funzione e l'incarico attribuitogli dai cittadini gestendo la cosa pubblica in maniera arbitraria e prepotente".

"Il movente? Ottenere consenso politico". Il sindaco puntava a "controllare direttamente ed esclusivamente" la gestione delle piscine comunali, ottenendo così "evidenti risvolti politici economici". Secondo la pubblica accusa, "il movente della condotta tenuta dagli indagati sarebbe da individuare (...) nell'esigenza di controllare direttamente ed esclusivamente la gestione comunale degli impianti natatori". Così facendo il sindaco avrebbe ricavato "vantaggi per sé in termini di consenso politico elettorale e per la società aggiudicataria" e sarebbe divenuto "il gestore, in condizioni monopolistiche, di tutti gli impianti natatori comunali, acquisiti sostanzialmente senza alcuna concorrenza, con minimo dispendio economico e conseguenti evidenti risvolti positivi economici (negli anni precedenti gli impianti hanno fruttato nel periodo estivo oltre 100mila euro di utile)".

"Inquinava le prove". Uggetti e Marini avrebbero "tentato, in alcuni casi anche con successo, di occultare prove indispensabili per la ricostruzione dei fatti". Come? Ad esempio, spiegano i pm, "attraverso la formattazione di alcuni computer" sia di loro proprietà sia del Comune. Per quanto riguarda la Sporting - spiegano i pm Laura Siano e Sara Mantovani - si trattava di una società di facciata che aveva dietro di sé la Wasken Boys, società più nota che i due indagati avrebbero preferito non comparisse nella vicenda "in quanto più nota al pubblico e quindi suscettibile di attirare maggiori critiche e controlli". Oltre ad essere accusato di "inquinamento di prove", il sindaco ha incontrato il colonnello Benassi, comandante provinciale della Finanza (debitamente registrato), "finalizzato certamente a carpire - sono le parole del gip - informazioni sulle indagini in corso". Ma anche "a screditare il possibile concorrente escluso che sapeva essere un suo possibile denunciante".

L'inchiesta. L'indagine parte quando, a metà marzo, una dipendente - Caterina Uggé - si rivolge alla Guardia di Finanza e presenta un esposto sull'appalto. La donna si rifiuta, già da gennaio, di seguire le indicazioni del sindaco per realizzare un bando su misura per la Sporting Lodi, e viene emarginata in Comune. Sarà un altro dipendente dell'amministrazione a scrivere il capitolato. Inoltre, il 29 febbraio scorso, si legge nell'ordinanza, "una volta entrata nell'ufficio del sindaco, la Uggè si trova di fronte ad una situazione davvero grave, prima che imbarazzante per la donna: il sindaco Uggetti si trovava in compagnia dell'avvocato Mariani. I due, insieme, stavano esaminando e correggendo la bozza del bando di gara che lei stessa aveva trasmesso giorni prima a Uggetti". Situazione che "spiazza e infastidisce" la dipendente comunale, che decide così di presentare un esposto alla guardia di finanza. Dal momento in cui arriva la denuncia, gli investigatori seguono in diretta, con intercettazioni telefoniche e ambientali, l'iter dell'appalto. La Finanza segue tutte le trattative tra Uggetti e Marini, i loro incontri, le riunioni in Comune, gli scambi di mail. E gli investigatori si accorgono che gli arrestati cercano anche di cancellare tutte le tracce informatiche delle loro comunicazioni, utilizzando un tecnico comunale. Ed è per questo - per il rischio di inquinamento delle prove, oltre che per quello di reiterazione del reato - che la procura chiede e ottiene la misura cautelare. Alla fine il sindaco ottiene il suo obiettivo. Col bando preconfenzionato per la Sporting Lodi, partecipa alla gara solo un'altra società. La base d'asta, di 5000 euro, si alza di pochissimo, solo fino a 7500, per un appalto che garantisce ricavi anni da circa 300 mila euro.

Le intecettazioni. "E se formattiamo?". E' il 6 aprile 2016 e iniziano a circolare, anche sulla stampa, voci su una possibile indagine in merito alla gara d'appalto. Il sindaco propone all'avvocato Marini di formattare il computer che, secondo la Procura, conterrebbe le prove della turbativa d'asta. Marini risponde con una battuta : "Se formattiamo tutto il computer (sorride)...Mi sparo in testa". "No, estrai tutti i documenti e formatti", ribatte il primo cittadino. Secondo il gip, "davvero nessun dubbio può sussistere in merito alla colpevolezza degli indagati dell'illiceità dell'attività compiuta come comprovato dalle numerose conversazioni che documentano il timore di Uggetti e Marini che il bando emanato potesse essere oggetto di indagini di polizia giudiziaria, alla luce degli esposti intervenuti e dal clamore mediatico dato al bando dai soggetti rimasti di fatto e sostanzialmente esclusi dello stesso". "No, vabbè siamo stati disattenti", dice Marini in un altro passaggio dell'intercettazione e Uggetti: "Sì, sono stato un coglione io e che soprattutto all'inizio quando non so cioè...ho troppe cose...".

Guerini: "Uggetti persona corretta e limpida". Subito dopo l'ordinanza di custodia cautelare, Uggetti, successore del conterraneo Lorenzo Guerini (è stato anche per due volte suo assessore quando Guerini era sindaco di Lodi) è stato sospeso dalla carica. "Le funzioni di rappresentanza e di coordinamento dell'amministrazione - si sottolinea in una nota ufficiale del Comune - vengono pertanto assunte dal vice sindaco, Simonetta Pozzoli". Uggetti è stato assessore all'Ambiente e Mobilità durante i due mandati di Guerini sindaco, dal 2005 al 2012. "Ho conosciuto in questi anni Simone Uggetti come amministratore competente e accorto e come persona più che corretta e limpida - è il commento di Guerini - Detto questo, piena e totale fiducia nel lavoro dei magistrati, confidando che si faccia chiarezza con la massima rapidità".

na vita nel Pd. Uggetti, 39 anni, nativo di Sant'Angelo Lodigiano (Lodi), è stato il naturale erede di Guerini. Politicamente schierato con l'ala sinistra del Pd, aveva fatto tutta la carriera interna al partito, prima come segretario giovanile, poi all'interno di Pds, Ds e, infine, Pd. Quindi consigliere comunale e poi assessore con Guerini. Pur essendo schierato con l'ala bersaniana, Uggetti ha sempre incassato il sostegno del renziano Guerini, anche nelle elezioni amministrative. E, infatti, il 10 giugno 2013, viene eletto sindaco: al ballottaggio ottiene il 53,62% dei voti, entrando formalmente in carica dal giorno successivo.

Le reazioni. Immediati i commenti politici all'ennesimo scandalo nel Pd, dopo il caso Campania e quello di Siracusa. I commenti dei grillini partono a raffica, da Beppe Grillo ("Anche oggi un sindaco #arrestatopd) a Gianmarco Corbetta, capogruppo M5S Lombardia ("Gli amministratori locali del Pd sono una sciagura per i Comuni italiani") fino a Gianluca Corrado, candidato sindaco a Milano: "Chi sarà il prossimo? Com'è possibile che questi casi coinvolgano sempre esponenti del partito di Renzi?". Risponde ai grillini il segretario del Pd lombardo, Alessandro Alfieri: "Respingiamo le illazioni populiste e giustizialiste dei Cinquestelle - commenta - L'inchiesta ci ha colti di sorpresa. Confidiamo si arrivi il prima possibile
ad accertare la verità". Caustico anche Salvini, segretario Lega Nord, con un post su Fb: "Dopo il presidente del Pd della Campania indagato, dopo il consigliere comunale del Pd di Siracusa arrestato, oggi è il turno del sindaco del Pd di Lodi. Forse nel Pd di Renzi c'e' qualche problema di onestà? La prossima riunione la terrano a San Vittore o a Rebibbia?".

Black Tiger
04-05-16, 10:04
Ma io mi domando:
Ma a questi non fischiano le orecchie quando vedono che beccano gli altri? Si sentono intoccabili o sono davvero così arroganti/stupidi/incoscienti?

Orfeo
04-05-16, 15:50
Ma io mi domando:
Ma a questi non fischiano le orecchie quando vedono che beccano gli altri? Si sentono intoccabili o sono davvero così arroganti/stupidi/incoscienti?
Non è che si sentono intoccabili, lo sono. L'obiettivo è il rubare/guadagnare il più possibile passando negli anni da un partito all'altro fin quando non si viene beccati, a quel punto equipe di avvocati, cavilli, rimandi, prescrizioni, e ci si ritira con pensioni d'oro. Win/win

Chiwaz
04-05-16, 16:17
Non è che si sentono intoccabili, lo sono. L'obiettivo è il rubare/guadagnare il più possibile passando negli anni da un partito all'altro fin quando non si viene beccati, a quel punto equipe di avvocati, cavilli, rimandi, prescrizioni, e ci si ritira con pensioni d'oro. Win/win

E' talmente intoccabile che l'hanno arrestato :asd:

iWin uLose
05-07-16, 07:49
Oh cazzo, c'era rimasto un alfaniano senza problemi con la giustizia e nessuno se n'era accorto :lol:


La cricca delle nomine. "Così ho fatto

assumere il fratello di Alfano alle Poste"

Il documento. L'incontro di Pizza con Berlusconi, la raccomandazione per il congiunto del ministro e il piano per la designazione di un generale nei Servizi

ROMA. Non c'è dubbio, l'uomo delle relazioni "ad altissimo livello", quello che può ammorbidire una commissione d'appalto o mettere la parola giusta con il direttore giusto, è Raffaele Pizza. La mente dell'associazione a delinquere, secondo i magistrati romani. Ha costruito una ragnatela, attorno a sé. È il profondo conoscitore dei salotti buoni del potere, l'instancabile tessitore di trame. I finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria lo ascoltano per mesi e mesi parlare e straparlare al telefono e nel suo ufficio di via Lucina, a due passi da Montecitorio. Di Angelino Alfano e di suo fratello assunto alle Poste Italiane, di Vittorio Crecco l'ex dg dell'Inps, di Silvio Berlusconi, di Antonio Cannalire il braccio destro di Ponzellini in Bpm. Gran parte delle intercettazioni sono contenute nella richiesta di arresto dei pm Paolo Ielo e Stefano Fava, di cui Repubblica è venuta in possesso.

IL FRATELLO "RACCOMANDATO"
È il 9 gennaio del 2015. I finanzieri registrano una conversazione tra Pizza e Davide Tedesco, collaboratore politico del ministro dell'Interno Alfano. "Pizza - scrivono le fiamme gialle - sostiene di aver facilitato, grazie ai suoi rapporti con l'ex amministratore Massimo Sarmi, l'assunzione del fratello del ministro in una società del Gruppo Poste".

Pizza: "Angelino lo considero una persona perbene un amico... se gli posso dare una mano... mi ha chiamato il fratello per farmi gli auguri...tu devi sapere che lui come massimo (di stipendio, ndr) poteva avere 170.000 euro... no... io gli ho fatto avere 160.000. Tant'è che Sarmi stesso glie l'ha detto ad Angelino: io ho tolto 10.000 euro d'accordo con Lino (il soprannome di Pizza, ndr), per poi evitare. Adesso va dicendo che la colpa è la mia, che l'ho fottuto perché non gli ho fatto dare i 170.000 euro... cioé gliel'ho pure spiegato... poi te li facciamo recuperare...sai come si dice ogni volta... stai attento... però il motivo che non arriviamo a 170 è per evitare che poi dice cazzo te danno fino all'ultima lira. Diecimila euro magari te li recuperi diversamente"

Tedesco: "Ma di chi parlava?"

Pizza: "Hai la mia parola d'onore che questo (Alessandro Alfano, il fratello del ministro, ndr) va dicendo in giro che io l'ho fottuto. Perciò io ho paura... dico... cazzo te faccio avere un lavoro... aoh... m'avve a fare u monumento... mo a minchia la colpa mia che quistu dice che (incomprensibile) 10.000 euro in più... che è stata una scelta politica come tu sai"

Tedesco: "Oculata e condivisibile"

Pizza: "E condivisa... no ma.. io glie l'ho fatto dire da Sarmi al fratello davanti a me".

NELLA VILLA DI ARCORE
Il faccendiere Raffaele Pizza ha un modo particolare di chiamare Vittorio Crecco, l'ex dg dell'Inps dal 2004 al 2009. "Il mitico". C'è un perché, e lui lo spiega al telefono parlando con il senatore di Ncd Guido Vicenconte, ex sottosegretario al ministero dei Trasporti. "È la prima volta che me capita uno che viene nominato dalla destra e dalla sinistra". Crecco, racconta Pizza, sarebbe diventato dg dell'Inps grazie all'interessamento di Silvio Berlusconi. A presentarlo all'allora Cavaliere sarebbe stato, ancora una volta, lui.

Pizza: "Sono un grande amico del Senatore Bonferroni e lui mi ruppe i coglioni, diceva: dobbiamo andare ad Arcore, ti devo presentare il Cavaliere perché deve fare una grande cosa, aprire i call center. Io gli dissi: ok ci vengo, e ci portai Agostino Ragosa, che poi è diventato direttore generale dell'Agenda digitale e prima era responsabile grazie a me della parte informatica delle Poste. E anche Vittorio Crecco, che era responsabile dell'informatica dell'Inps. Crecco dice al Cavaliere di dare un milione di lire ai pensionati e gli fece tutta l'operazione sette o otto mesi prima delle elezioni. Il Cavaliere è impazzito, di fronte alla proposta, e questo gli manda quanto sarebbe costata perché ce l'aveva lui. E quindi nasce questa operazione del milione di lire alle pensioni. Ad un certo punto ci fu un "Porta a Porta" famoso, quello in cui ci fu il famoso contratto con gli italiani. Questo (Berlusconi, ndr) mi rompeva i coglioni attraverso Valentini (riferimento a Valentino Valentini, braccio destro dell'ex premier per i rapporti con l'estero), e io prima che finisse di registrare la cosa di Porta a Porta gli porto un dossier che mi ricordo a quadri. Lo diedi a Valentino (dicendogli) di darlo al Presidente. Quando lui cominciò a parlare del milione di lire, tutto questo e il resto, quello gli dice "quanto costrerebbe?", e questo "zaaac". E Vittorio in cambio diventò Direttore Generale dell'Inps. Poi lui è bravissimo, lo fece rinominare da Franco Marini quand'era Presidente del Senato. Tant'è che lo chiamavano "mitico", perché è la prima volta che me capita uno che viene nominato dalla destra e dalla sinistra. È un genio assoluto".

Viceconte: "Adesso lui dove sta?"

Pizza: "Adesso lui è in pensione, è stato 10 anni....ma lui ha cambiato l'Inps".

LA NOMINA DEL GENERALE
Pizza si dimostra uomo capace di avere un'influenza pure sulle nomine degli apparati militari e dell'intelligence. Tanto che gli arriva una richiesta da un "non meglio specificato generale del corpo per una collocazione pressoi i servizi di informazione". È quanto capta una cimice dei finanzieri del Valutario il 9 gennaio 2015, nel corso di una conversazione con tale Danilo Lucangeli.

Lucangeli: "Allora Cannalire (Antonio, il manager vicino a Massimo Ponzellini, ex presidente di Banca Popolare di Milano, ndr) mi parlava di questo suo amico del Generale della Finanza che li vorrebbe"

Pizza: "Che vorrebbe?"

Lucangeli: "Il vice Comandante generale della Finanza"

Pizza: "Che vuole?"

Lucangeli: "Vorrebbe in qualche modo cercare se è possibile, ho detto, la collocazione con Manenti (Alberto, l'attuale direttore dell'Aise, ndr)

Pizza: "Con Ma... io non posso! potrei fare una cosa diversa, provare a presentarglielo. Se ci riesco, e se mi dà l'ok Alfano".

"BOERI CI PENSO IO"
Con manager di Transcom, interessato agli appalti dell'Inps, Pizza si incontra nel suo ufficio il 20 gennaio 2015.

Pizza: "Stai tranquillo che per un altro anno l'avemo scappottato....capito io Damato anche".

Boggio: "Ho sentito Boeri, era un..."

Pizza: "Boeri ci penso io quand'è il momento, è amico di... ma siamo a livelli altissimi.... con Sarmi se gli dico una cosa la fa... capito, non rompesse il cazzo... quand'è il momento, io sono in grado di intervenire, amico amico suo proprio.... è anche una persona di grandi qualità".

LE PREGHIERE DEL COLONNELLO
Attraverso intercettazioni "casuali" e "fortuite", viene ascoltato anche il parlamentare di Area Popolare Antonio Marotta, molto vicino ad Alfano.

Il 5 marzo del 2015 Marotta è a colloquio con un alto ufficiale dell'Arma. Il colonnello - che non è stato identificato - chiede una mano all'esponente dell'Ncd per ottenere un trasferimento, e il deputato si mostra disponibile.

Marotta: "Mi dica che è successo?"

Colonnello: "Volevo dirle se c'era, siccome adesso inizieranno a chiamare per comandi, e io mi sono proposto, ho già fatto diciamo degli interventi. Nel caso in cui non ce la faccia da solo, se c'erano delle possibilità dei contatti, nel caso... che so...".

Marotta: "Si decide in questo momento e io... tramite... ma poi io parlo indirettamente con il comandante generale. Tramite qualche amico comune".

IL POTERE "IMMENSO" DEL CSM
Marotta è stato nel 2002 membro laico del Csm in quota Udc. È stato anche vicepresidente di un paio di commissioni, all'interno del Consiglio. Quei giorni se li ricorda bene, e con nostalgia. Con l'imprenditore Luigi Esposito, nell'ufficio di Pizza, si lascia andare a uno sfogo. È scontento di fare il deputato, e vorrebbe tornare al Csm "trattandosi - scrive il giudice - di un luogo in cui si esercita il vero potere".

Marotta: "Devono passare i quattro anni, perché sennò non ci posso tornare, no? Se potevo rimanere lì me ne fottevo di venire a fare il deputato a perdere tempo qua, che cazzo me ne sfottevo. Stavo tanto bene là, il potere là è immenso, là è potere pieno, non so se rendo l'idea. Ci sono interessi, sono grossi interessi non avete proprio idea"

L'ALLARME PER LE NUOVE NOMINE
Il 12 dicembre 2014 Benedetti, ritenuta una delle menti del sistema di società cartiere e fatture false, commenta le nuove nomine decise dal governo Renzi. "Io con tutti gli amici che c'avevo m'ha levato un sacco di possibilità... perché levà Sarmi, tenere Croff... c'ha messo quel coglione di che quello non se po'. Dopo tanti anni vanno sotto con il bilancio le Poste... Caio, là... l'Agenzia delle Entrate ce doveva mette un amico ed è uscita fuori sta Orlandi, che è un'allieva de Visco, il ministro la... ma tutti de sinistra e quasi tutti toscani, gente che non se conosce e te devi rifà da capo tutte le grotte (fonetico)".

iWin uLose
06-07-16, 19:53
Sotto con il mirabolante successo internazionale dell'Expo :smugrandom:



Mafia e appalti dell'Expo, arrestati tre siciliani:

spunta l'ombra di Messina Denaro

In manette l'avvocato nisseno Danilo Tipo: avrebbe portato 295 mila euro in contanti al clan Pietraperzia, altri 400 mila euro trasportati con un camion guidato da uno degli altri due siciliani arrestati. Il procuratore aggiunto di Milano: "Cosa nostra anche in Lombardia"

Avrebbe portato 295.000 euro di tangenti dalla Lombardia in Sicilia destinati alla famiglia mafiosa di Pietraperzia l'avvocato Danilo Tipo, ex presidente della Camera penale di Caltanissetta, arrestato all'alba di oggi su ordine del gip di Milano nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza su tangenti e riciclaggio per la realizzazione di alcuni padiglioni e del palazzo di congressi di Expo. L'avvocato Tipo era stato fermato in autostrada il 23 ottobre scorso e gli investigatori avevano trovato nel bagagliaio della sua Fiat 500 i 295.000 euro in contanti divisi in 25 buste di plastica infilate dentro un sacco nero. Tipo si era giustificato dicendo che quel denaro era relativo a parcelle in nero che gli avevano versato i clienti.

A consegnare i soldi al legale sarebbe stato invece Liborio Pace, uno degli amministratori del consorzio di cooperative Dominus che, secondo gli inquirenti, si sarebbe aggiudicato illegittimamente appalti in Expo per conto della cosca mafiosa degli Accardo di Partanna e di Pietraperzia, un paese dell'Ennese ad alta densità mafiosa dove di recente anche il sindaco ha subito un attentato. Tra gli arrestati anche l'amministratore delegato del consorzio, anche lui nisseno, Giuseppe Nastasi. La "famiglia mafiosa degli Accardo di Partanna", in provincia di Trapani, a cui sarebbe legato Nastasi, ha notevole "importanza" nel panorama dei clan anche per "la forte vicinanza con la famiglia di Castelvetrano Messina Denaro", scrive il gip di Milano Maria Cristina Mannocci nell'ordinanza di custodia cautelare.

Il giudice riporta una serie di intercettazioni per dimostrare "la profonda conoscenza della storia mafiosa" da parte di Nastasi, ma "anche il riconoscimento di un profondo rispetto verso" lo stesso clan Accardo, "tanto da sentirsi in dovere di portare un regalo ai figli di Accardo Nicola". In altri passaggi dell'ordinanza, tra l'altro, viene evidenziato il rapporto tra il superlatitante Matteo Messina Denaro e la famiglia Accardo. Ai clan sarebbero arrivati anche altri 413 mila euro in contanti portati in Sicilia all'interno di una piscina gonfiabile in un furgone, guidato dallo stesso Pace.

L'indagine che oggi ha portato arrestare 11 persone "è importante" in quanto questa volta "segnala" in Lombardia non "le infiltrazioni di 'ndrangheta, ma di Cosa Nostra", ha detto in conferenza stampa il procuratore aggiunto e coordinatore della Dda milanese, Ilda Boccassini, che ha voluto evidenziare come in particolare Nastasi, titolare del consorzio di cooperative al centro dell'inchiesta, avesse "legami con cosche importanti come gli esponenti della famiglia Accardo".

L'inchiesta milanese ruota proprio attorno a Dominus, consorzio di cooperative attivo nel settore dell'allestimento stand che ha ricevuto in subappalto dalla fiera di Milano le commesse per realizzare alcuni padiglioni di Expo. Secondo i magistrati milanesi, avrebbero creato un sistema di fatture false per generare fondi neri e riciclare il denaro in Sicilia attraverso legami con la famiglia mafiosa di Pietraperzia: la società Nolostand, controllata da Fiera Milano, è stata posta in amministrazione giudiziaria perché alcuni dirigenti e dipendenti avrebbero avuto contatti con la mafia.

Questo ha stabilito il gip Maria Cristina Mannocci con un decreto che ha portato al commissariamento della società. Proprio la Nolostand, fornitrice di Fiera Milano dal 2013, avrebbe dato il subappalto al consorzio di cooperative Dominus per realizzare gli allestimenti espositivi del Palazzo Congressi, dell'Auditorium, dei padiglioni della Francia e del Qatar e della Guinea e della Birra Poretti a Expo. Nell'ambito dell'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini e i pm dell'antimafia milanese Sara Ombra e Paolo Storari, sono state arrestate questa mattina 11 persone (4 in carcere e 7 ai domiciliari), tra cui Nastasi e Pace, accusati di associazione
per delinquere finalizzata a fatture false e altri reati tributari, ad appropriazione indebita e a riciclaggio con l'aggravante di aver agito per favorire Cosa Nostra nella famiglia mafiosa siciliana di Pietraperzia di Enna.

L'avvocato Danilo Tipo fino a qualche mese fa era presidente della camera penale di Caltanissetta. È difensore nel processo per la strage di Capaci ed è stato consigliere e assessore al Comune di Caltanissetta con la giunta Campisi.

MrVermont
06-07-16, 20:49
Pensa se davvero organizzassimo le olimpiadi che capolavori uscirebbero fuori :rullezza:

Chiwaz
08-07-16, 18:01
Eh, ma per partecipare alle gare serve il certificato antimafia :rotfl:

Lord Derfel Cadarn
14-12-16, 18:58
delfini in costa azzurra reloaded...


Fini, ultimo atto a Montecarlo: “La casa venduta alla moglie” Inchiesta su Corallo, il re delle slot machine arrestato. Il giudice di Roma: l’immobile passò da An a una società riconducibile a Elisabetta Tulliani


http://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2016/12/ED-img8787193.jpg
di Marco Lillo e Valeria Pacelli (http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/mlillovpacelli/ptype/premium/) | 14 dicembre 2016

(javascript:void(0))La casa di Montecarlo, che ha stroncato la carriera a Gianfranco Fini, è stata comprata nel 2008 a 330 mila euro da una società riferibile alla moglie, Elisabetta Tulliani. Non basta. A pagare la casa (poi rivenduta nel novembre del 2015 a un milione e 400 mila euro) è stato il re delle slot machine Francesco Corallo, arrestato ieri insieme a quattro persone, tra i quali l’ex senatore ex Msi, ex An, ex Pdl e infine Forza Italia, Amedeo Laboccetta. Lo rivelano le carte dell’inchiesta della procura di Roma che ieri ha scritto la parola ‘Fine’ sulla storia incredibile della Atlantis, poi Bplus e infine Global Starnet, la principale concessionaria dello Stato (da 12 anni!) per le slot machine nel settore del gioco lecito, così lo chiamano.
Intorno a Bplus era fiorita la presunta organizzazione criminale che riciclava tra Europa, Antille, Londra e emirati Arabi i proventi del mancato pagamento delle imposte sul gioco on-line e sulle video-lottery. Invece di versare le imposte raccolte per conto dello Stato, Atlantis li girava, attraverso giri tortuosi, a società estere off shore. di qui la contestazione di peculato che però rischia di cadere per la prescrizione. Poi, secondo i pm, quando ha cominciato a dichiarare, la società, nel frattempo denominata Bplus, ha cominciato a non versare le imposte sui redditi, girando anche queste somme (circa 215 milioni in tutto) all’estero.
La somma è enorme e doppiamente scandalosa se si tiene conto quei soldi sono frutto di 215 milioni di monetine da un euro giocate nelle slot da tanti italiani, spesso deboli. Elisabetta Tulliani non risulta indagata mentre sono indagati per riciclaggio il padre Sergio e il fratello Giancarlo Tulliani. Nell’ordinanza del gip Simonetta D’Alessandro si spiega però che a Elisabetta Tulliani sarebbe riconducibile la Timara Ltd, cioé la società che nel 2008 compra l’appartamento al piano rialzato del Palais Milton, boulevard Princesse Charlotte, 14.
L’immobile era un lascito del 1999 della contessa Anna Maria Colleoni ad Alleanza Nazionale ‘per la giusta battaglia’. L’11 luglio del 2008 An (presidente Gianfranco Fini) vende a 300 mila euro alla caraibica Printemps Ltd di Saint Lucia, riconducibile a Giancarlo Tulliani, genero di Fini. A ottobre dello stesso anno la casa viene rivenduta alla Timara Ltd, riconducibile, ora si scopre a Elisabetta Tulliani, che però non tira fuori nemmeno quella sommetta. Scrive il gip: “Il prezzo di quest’ultima compravendita veniva fissato a 330 mila euro, vale a dire proprio la cifra bonificata dal conto caraibico di Corallo”.
Non è l’unico bonifico imbarazzante per la famiglia Tulliani. Secondo la ricostruzione dei magistrati, la società di Francesco Corallo, Bplus, non ha versato per una dozzina di anni le imposte allo Stato italiano del quale era concessionario per una somma totale di 215 milioni di euro e tre milioni e mezzo di euro sono finiti sui conti personali del suocero e del cognato di Fini. Il bonifico più importante è del 2009 quando 2,4 milioni di euro finiscono estero su estero sul conto del suocero di Fini, Sergio Tulliani. Nel computer di Corallo i finanzieri hanno trovato la specifica di quel versamento: “liquidation foreign assets – decree 78/2009, 2.4M Euro”. Cioé il pagamento al suocero sarebbe legato al decreto del Governo Berlusconi che favorì le concessionarie delle slot machine permettendo loro il mantenimento della concessione e l’apertura del mercato delle slot più redditizie, le vlt. Ieri in conferenza stampa, a specifica domanda del Fatto sul punto, il Procuratore Giuseppe Pignatone, pur non ammettendo l’esistenza di reati di corruzione, ha comunque fatto notare che in ipotesi, si tratterebbe di fatti ormai prescritti. La nuova indagine, condotta con ben altro vigore dallo Scico della Guardia di Finanza comandato dal generale Giuseppe Grassi, su delega del pm Barbara Sargenti e dell’aggiunto Michele Prestipino, ha scovato carte nuove. Sulla vicenda della casa la Procura di Roma, diretta allora da Giovanni Ferrara aveva archiviato la posizione di Fini, indagato per truffa. Poi Ferrara fu ‘cooptato’ come sottosegretario all’interno nel Governo Monti, sostenuto da Fli.



eh, la macchina del fangoh! :snob:

http://images.virgilio.it/sg/notizie1024/upload/tul/tulliani-ferrari.jpg

Lord Derfel Cadarn
14-12-16, 19:09
p.s. la moglie aveva la casa a montecarlo ruspata al partito di fini a sua insaputa. :sisi:
il tutto raccontato imitando la voce di prodi.

"Slot, riciclaggio e casa a Montecarlo, Gianfranco Fini: “Sono stato un coglione. Corrotto, mai” – ascolta l’audio"

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/12/14/slot-riciclaggio-e-casa-a-montecarlo-gianfranco-fini-sono-stato-un-coglione-corrotto-mai-ascolta-laudio/3258858/

divorzio riparatore in vista o l'ammoreh prevarrà? :look:

iWin uLose
16-12-16, 10:01
Sala sotto inchiesta per Expo

"Mi autosospendo da sindaco"

http://italiapost.it/wp-content/uploads/2016/12/sala-giuseppe.jpg

L'inchiesta sul più ricco e discusso appalto di Expo, quello per la piastra, avocata dalla Procura generale per porre rimedio alle inerzie della Procura della Repubblica, riparte a pieno regime. Altri nomi finiscono nel registro degli indagati, nomi che finora erano stati tenuti al riparo dalle asprezze degli avvisi di garanzia. E tra questi nomi c'è il più importante di tutti: quello di Beppe Sala, commissario straordinario di Expo, e oggi sindaco di Milano. La mossa della Procura generale ha conseguenze pesantissime, in nottata il sindaco decide di fare un passo indietro: «Apprendo da fonti giornalistiche che sarei iscritto nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla piastra Expo. Pur non avendo la benché minima idea delle ipotesi investigative, ho deciso di autosospendermi dalla carica di Sindaco, determinazione che formalizzerò domani mattina nelle mani del Prefetto di Milano».
A decidere di iscrivere Sala nel registro degli indagati è stato Felice Isnardi, il procuratore generale che si è impadronito dei ventuno faldoni di inchiesta che la Procura della Repubblica aveva chiesto nel febbraio scorso di archiviare. La richiesta della Procura era stata respinta dal giudice preliminare Andrea Ghinetti. E un mese fa la Procura generale, cui per legge spetta intervenire quando la Procura della Repubblica si mostra inerte, era scesa in campo avocando il fascicolo. L'altro giorno, Isnardi chiede altri sei mesi di proroga delle indagini. E ora si scopre che nel mirino c'è Sala.
Al sindaco gli inquirenti contestano il ruolo diretto che avrebbe avuto nel garantire una lunga serie di aumenti di spesa concessi alla Mantovani, l'azienda che si era aggiudicata i lavori per la piastra con un ribasso clamoroso, il 42 per cento sulla base d'asta fissata in 149 milioni di euro. Subito dopo avere ottenuto i lavori, l'azienda aveva cominciato a protestare sostenendo che il ribasso da lei stessa praticato non le consentiva di rientrare nei costi. E dai vertici di Expo le era arrivata la garanzia di altri soldi, senza gare e senza appalto. Nelle carte dell'inchiesta, quella che la Procura voleva archiviare con un nulla di fatto, il nome di Sala compariva varie volte come il più alto in grado tra i personaggi che avevano autorizzato la pratica di «rialzo concordato» del contratto con Mantovani. Ma ai pm che allora gestivano l'inchiesta non era parso sufficiente per metterlo sotto accusa.
Ora, invece, lo scenario cambia bruscamente. Forse sulla base di nuovi elementi scovati in queste settimane, con le nuove perquisizione disposte da Isnardi negli uffici di Expo, e forse anche su una nuova valutazione delle vecchie frasi che chiamavano apertamente in ballo Sala. C'era un funzionario di Expo, che attribuiva a Sala la decisione, in nome della velocità dei lavori, di non verificare la congruità dell'offerta Mantovani. E c'era la testimonianza del direttore generale Rognoni: «Sono stato testimone del fatto che Sala ha intrattenuto rapporti con il figlio di Chiarotto (proprietario dell'azienda) e con il presidente di Mantovani, in cui Sala gli ripeteva che in questo contesto l'unica cosa che non manca sono i soldi, facendo chiaramente capire che vi era disponibilità della stazione appaltante a deliberare risorse in favore dell'appaltatore». Quando si era appreso che la Procura generale aveva riaperto l'inchiesta a suo carico, Sala aveva cercato di minimizzare la portata della sua frase, «sono cose che è normale dire».
La Procura generale, a quanto pare, è di diverso avviso.

abaper
16-12-16, 10:06
Ma tu fai apposta. Ti piace essere perculato

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

koba44
18-12-16, 13:25
Ma tu fai apposta. Ti piace essere perculato

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
Hahhah :D grazie a dio ho smesso di leggere il *

MrVermont
20-12-16, 12:10
http://www.gonews.it/2016/12/19/crac-ccf-pm-contratti-gioco-delle-tre-carte/

Il competente Verdini :smug:

Lord Derfel Cadarn
20-12-16, 17:00
Sala, dopo sali, terme, yoga e training autogeno, ha deciso democraticamente in modo autonomo di ritirare l'autosospensione.
come se dice a roma "se la canta e se la sona".

http://j4gifs.altervista.org/_altervista_ht/gif/smug/smug46.gif

http://j4gifs.altervista.org/_altervista_ht/gif/W0K6C.gif

iWin uLose
22-12-16, 23:48
Processo Maugeri: Formigoni condannato a 6 anni

http://immagini.quotidiano.net/?url=http://p1014p.quotidiano.net:80/polopoly_fs/1.73245.1424368378!/httpImage/image.jpg_gen/derivatives/wide_680/image.jpg&pos=top&op=noop

L'ex Governatore della Lombardia e senatore di Ncd Roberto Formigoni è stato condannato oggi a Milano a 6 anni di carcere. Lo ha deciso la decima sezione penale del Tribunale nel processo sul caso Maugeri e San Raffaele per il quale l'ex numero uno del Pirellone è imputato per associazione per delinquere e corruzione con altre 9 persone. La sentenza letta nella maxi aula della Prima Corte d'Assise d'Appello, la stessa dei processi a carico di Silvio Berlusconi.


I giudici della decima sezione del Tribunale penale di Milano hanno anche deciso l'interdizione per 6 anni dai pubblici uffici nell'ambito del processo sul caso Maugeri e San Raffaele per il quale l'ex numero uno del Pirellone è imputato per associazione per delinquere e corruzione con altre 9 persone.

Il tribunale di Milano ha condannato Formigoni in solido con Pierangelo Daccò e l'ex assessore Antonio Simone a versare una provvisionale complessiva alla Regione Lombardia di 3 milioni di euro nell'ambito del processo per cui oggi l'ex Governatore è stato condannato a sei anni di carcere per il caso Maugeri-San Raffaele.

Il tribunale di Milano ha disposto anche la confisca di circa 6,6 milioni di euro, tra cui la quota del 50% di proprietà di una villa in Sardegna il cui acquisto era stato uno dei punti al centro dell'inchiesta. I giudici hanno deciso il trasferimento di quelle quote in capo allo storico amico di Formigoni, Alberto Perego, assolto stamani

L'ex governatore lombardo è stato condannato nel processo sul caso Maugeri per due capi di imputazione di corruzione che gli venivano contestati, mentre il tribunale ha deciso di proscioglierlo dal capo di imputazione di associazione per delinquere. I pm avevano chiesto per il senatore 9 anni di reclusione.

MrVermont
23-12-16, 09:06
Anche il Formi è uno competente che credi :lul:

Firestorm
23-12-16, 09:20
Processo Maugeri: Formigoni condannato a 6 anni

http://immagini.quotidiano.net/?url=http://p1014p.quotidiano.net:80/polopoly_fs/1.73245.1424368378!/httpImage/image.jpg_gen/derivatives/wide_680/image.jpg&pos=top&op=noop

L'ex Governatore della Lombardia e senatore di Ncd Roberto Formigoni è stato condannato oggi a Milano a 6 anni di carcere. Lo ha deciso la decima sezione penale del Tribunale nel processo sul caso Maugeri e San Raffaele per il quale l'ex numero uno del Pirellone è imputato per associazione per delinquere e corruzione con altre 9 persone. La sentenza letta nella maxi aula della Prima Corte d'Assise d'Appello, la stessa dei processi a carico di Silvio Berlusconi.


I giudici della decima sezione del Tribunale penale di Milano hanno anche deciso l'interdizione per 6 anni dai pubblici uffici nell'ambito del processo sul caso Maugeri e San Raffaele per il quale l'ex numero uno del Pirellone è imputato per associazione per delinquere e corruzione con altre 9 persone.

Il tribunale di Milano ha condannato Formigoni in solido con Pierangelo Daccò e l'ex assessore Antonio Simone a versare una provvisionale complessiva alla Regione Lombardia di 3 milioni di euro nell'ambito del processo per cui oggi l'ex Governatore è stato condannato a sei anni di carcere per il caso Maugeri-San Raffaele.

Il tribunale di Milano ha disposto anche la confisca di circa 6,6 milioni di euro, tra cui la quota del 50% di proprietà di una villa in Sardegna il cui acquisto era stato uno dei punti al centro dell'inchiesta. I giudici hanno deciso il trasferimento di quelle quote in capo allo storico amico di Formigoni, Alberto Perego, assolto stamani

L'ex governatore lombardo è stato condannato nel processo sul caso Maugeri per due capi di imputazione di corruzione che gli venivano contestati, mentre il tribunale ha deciso di proscioglierlo dal capo di imputazione di associazione per delinquere. I pm avevano chiesto per il senatore 9 anni di reclusione.
Ma non aveva solo 18 euro sul conto corrente ? Come li hanno confiscati 6.6 mln è un pezzo di villa ?

Necronomicon
23-12-16, 09:24
La domanda è come li abbia fatti 6 milioni di euro

Lord Derfel Cadarn
23-12-16, 12:37
Appalti Consip, anche Luca Lotti è indagato. E l’inchiesta passa a Pignatone Favoreggiamento e rivelazione di segreto contestati al braccio destro di Renzi La caccia alle cimici ha allertato gli investigatori. Inquisito pure Saltalamacchia



di Marco Lillo (http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/mlillo/ptype/premium/) | 23 dicembre 2016






| 20 (http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/consip-anche-lotti-e-indagato-e-linchiesta-passa-a-pignatone/#disqus_thread)


Luca Lotti è indagato per rivelazione di segreto e favoreggiamento nell’ambito dell’indagine avviata dalla Procura di Napoli sulla corruzione in Consip. Il fascicolo contenente le ipotesi di reato sulle fughe di notizie è stato stralciato dal filone principale sulla corruzione (che vede indagati Alfredo Romeo e il dirigente della Consip Marco Gasparri) ed è finito a Roma per competenza territoriale. A decidere il destino dell’uomo più vicino al segretario del Pd ora sarà il procuratore Giuseppe Pignatone.
Il braccio destro di Renzi, già sottosegretario alla Presidenza del consiglio, attuale ministro allo sport e aspirante alla delega sui servizi segreti con Gentiloni, è indagato a seguito delle dichiarazioni del suo amico Luigi Marroni. L’ex assessore alla sanità della Regione Toscana, promosso da Renzi a capo della Consip, nel suo esame come persona informata dei fatti, ha tirato in ballo anche il generale dei carabinieri Emanuele Saltalamacchia, comandante della Legione Toscana, indagato per le stesse ipotesi di reato.
A far partire gli accertamenti che hanno portato a indagare tre persone, oltre a Lotti e Saltalamacchia c’è anche il comandante generale dell’Arma dei carabinieri Tullio Del Sette, è stata una bonifica contro le microspie. L’amministratore della Consip, la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana, Luigi Marroni, poche settimane fa incarica una società di rimuovere eventuali cimici dai suoi uffici. La caccia va a segno. Le microspie vengono rimosse, Marroni e compagni azionano mentalmente il rewind, cercano di pensare a discorsi, incontri e parole dette.
Martedì i carabinieri del Noe e i finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Napoli entrano in via Isonzo per acquisire i documenti in Consip per l’inchiesta relativa al più grande appalto in corso in Europa, il facility management 4, una torta enorme da 2,7 miliardi di euro divisa in lotti, tre dei quali prossimi a finire anche alle società di Alfredo Romeo. Lo stesso giorno i pm Henry John Woodcock, Celeste Carrano ed Enrica Parascandolo sentono a sommarie informazioni anche l’ad Marroni: all’inizio minimizza, ma quando intuisce che i pm potrebbero avere elementi precisi, grazie a pedinamenti e intercettazioni ambientali, fa i nomi.
Dice di avere saputo dell’indagine dal presidente di Consip Luigi Ferrara che a sua volta era stato informato dal comandante Tullio Del Sette. Poi aggiunge altri nomi. I più importanti sono Lotti e il generale Emanuele Saltalamacchia, suoi amici. Entrambi lo avrebbero messo in guardia dall’indagine che ora si scopre essere imbarazzante per Tiziano Renzi. Entrambi sono amici di Matteo Renzi. Entrambi sono indagati. Sembra difficile immaginare una corsa a chi avvertiva la Consip dell’indagine. Stiamo parlando del comandante e di uno dei generali più stimati del Corpo, oltre che del sottosegretario più vicino all’ex premier, l’uomo incaricato di tenere per lui i rapporti più delicati con le forze di polizia. Sembra davvero difficile immaginarli intenti a svelare il segreto di un’indagine. Però la bonifica c’è stata ed è andata a segno.
L’indagine richiederà alla Procura di Roma estrema cautela. Il ministro Luca Lotti alla specifica domanda: “Ha mai parlato dell’esistenza di un’indagine su Consip con Marroni?”, ci ha risposto con un secco: “No”. Il comandante della Legione Toscana Emanuele Saltalamacchia (già in corsa per diventare numero due dei Servizi segreti Aisi, stimato da Renzi che lo ha conosciuto da sindaco quando era comandante provinciale a Firenze), contattato dal Fatto, non rilascia commenti. Dando per scontata la medesima risposta (“nessuna soffiata”) si pone un bivio logico.
Marroni potrebbe anche avere travisato le frasi dei suoi interlocutori o potrebbe ricordare male. Come si spiega, però, il suo ritrovamento delle cimici dopo i colloqui con gli amici toscani? In questa storia le cose sono due: o Marroni ha capito male ed è stato molto “fortunato” a pescare le cimici o qualcuno mente.
In questa seconda ipotesi la domanda a cui dovrà rispondere il procuratore Pignatone è: perché tante persone così vicine a Renzi erano così allarmate per l’indagine sulla Consip? L’ipotizzato favoreggiamento di Lotti e dei carabinieri chi voleva favorire?
L’indagine che potrebbe essere stata danneggiata dalle presunte soffiate vede al centro Alfredo Romeo, imprenditore napoletano, finanziatore nel 2012, con contributi leciti, della Fondazione di Matteo Renzi. L’inchiesta però riguarda anche, in posizione molto più defilata, un imprenditore 33enne di Scandicci di nome Carlo Russo. Russo, secondo quanto risulta al Fatto, è in stretti rapporti con Romeo e ha incontrato sia l’amministratore di Consip Luigi Marroni sia Tiziano Renzi. Proprio il suo ottimo rapporto con il babbo dell’allora premier potrebbe avere indotto l’amministratore di Consip a incontrarlo.
Tiziano Renzi non è indagato. Luca Lotti e compagni sono innocenti fino a prova contraria. Però resta una domanda: Marroni è amico dei Renzi, padre e figlio; perché l’amministrazione di una società nominato dal governo Renzi dovrebbe accusare gli amici di Matteo Renzi di avergli rivelato l’esistenza di un’indagine nelle cui carte potrebbero esserci elementi imbarazzanti su Tiziano Renzi? Anche a questa domanda dovranno rispondere i pm romani.

http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/consip-anche-lotti-e-indagato-e-linchiesta-passa-a-pignatone/


https://www.youtube.com/watch?v=Y9wd87wx_Kg

MrVermont
24-12-16, 10:11
Recidivo qualche tempo fa mi chiedeva "un elenco di tutti i politici ladri come dici te". Direi che gli basta aprire il giornale ogni giorno :fag:

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Recidivo
02-01-17, 16:54
Recidivo qualche tempo fa mi chiedeva "un elenco di tutti i politici ladri come dici te". Direi che gli basta aprire il giornale ogni giorno :fag:

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Caro MrVermonte, avrai notato che quell'articolo del misFatto e' un cumulo di merda fumante, o no?

iWin uLose
15-03-17, 21:26
Cosentino condannato a 7 anni con i fratelli per estorsione e illecita concorrenza

http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p4/2017/03/15/Italia/Foto/RitagliWeb/6b113902c6a0988cc2c1a5ce4463e4db-kp6B-U110017823258636H-1024x576%40LaStampa.it.jpg



Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) ha condannato l’ex sottosegretario Nicola Cosentino (Pdl) a 7 anni e sei mesi di carcere al termine del processo di primo grado («Carburanti») in cui era imputato per estorsione e illecita concorrenza con l’aggravante mafiosa.

La Corte ha emesso condanne rispettivamente a 9 anni e 6 mesi e 5 anni e 4 mesi anche a carico dei fratelli, Giovanni e Antonio Cosentino. Prescritto il reato contestato all’ex prefetto di Caserta ed ex deputato Pdl, Maria Elena Stasi.

iWin uLose
15-03-17, 21:38
Appalti truccati nella sanità: nove arresti a Roma

Tra i dieci indagati anche il senatore Angelucci

http://formiche.net/timthumb.php?src=http%3A%2F%2Fformiche.net%2Ffiles %2F2016%2F01%2Fdenis-verdini-antonio-angelucci_3-e1463557953983.jpg&h=580&w=950&a=c&bid=10051&zc=1

Corruzione e turbativa d’asta per appalti nella sanità. Queste le accuse per cui sono state arrestate nove persone: due dirigenti, sei dipendenti di una Asl di Roma e un gestore di un laboratorio di analisi. Le indagini sono state condotte dai carabinieri del Nas di Roma coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dal pm Corrado Fasanelli. Nell’ambito della stessa inchiesta sono state indagate altre dieci persone tra dirigenti e pubblici ufficiali, imprenditori privati e altre persone ritenute coinvolte in una ramificata rete di reciproche facilitazioni affaristiche finalizzate alla realizzazione di profitti e vantaggi personali, perpetrate mediante traffici di influenze e la redazione di false attestazioni.

I nomi e il sequestro di beni
Per turbativa d’asta sono indagati Claudio Cascarino e Maurizio Ferraresi, entrambi pubblici ufficiali e dirigenti della Asl. L’innesco dell’indagine è dato dall’ex fidanzata di Ferraresi che denuncia a Tivoli un giro di mazzette nel quale sarebbe coinvolto anche l’ex compagno, a quel punto l’indagine passa a Roma per competenza. Disposti sequestri di 330 mila euro a Ferraresi (pubblico ufficiale in commissione patenti), 4 milioni e 140 mila euro sequestrati alla società di Mario Dionisi. Sono due le corruzioni contestate dagli inquirenti: La prima corruzione si trascina dal 2010 e Ferraresi (medico in commissione patenti) percepiva 5 mila euro al mese per segnalare ai soggetti lo studio di Dionisi per fare le analisi. La ragione del pagamento è: Dionisi ha un accordo con la società in questione. Ferraresi ha già avuto a suo carico un procedimento penale. Pur trovando microspie e telecamere la corruzione non si ferma, e Dionisi parlando con la figlia fa proprio riferimento ad una “mazzetta” da 5000 euro al mese, ed a 5000 globuli bianchi da consegnare.

Il coinvolgimento del senatore Angelucci
C’è anche una seconda ipotesi corruttiva: tentativo non riuscito di corruzione per una sentenza in Cassazione. L’interessato è il senatore Antonio Angelucci che si rivolge a Ferraresi per farsi aggiustare il processo. A quel punto Ferraresi si rivolge a Franco Amedeo (ex magistrato di Cassazione). Amedeo spinge su un magistrato che però gli risponde di no. Angelucci aveva spinto su Ferraresi promettendo l’assunzione delle fidanzate dei figli di Ferraresi. Angelucci è infatti indagato con l’accusa di traffico di influenze e non per corruzione. Ferraresi invece è accusato di corruzione insieme ad Amedeo.

Ai domiciliari sono finiti: Alessandro Federici, Nello Delli Castelli, Domenico Francia, Carlo Maria Martino, Fabrizio Romaino, Rossella Dionisi (sorella di Mario)

Skywolf
16-03-17, 14:41
Io sono ultragarantista, e fiero di esserlo.
Ma sono anche draconiano e per fare processi rapidi :asd: - non è che si può buttare via un principio fondante (il garantismo, "il bambino") perchè il meccanismo in cui è inserito (il sistema giudiziario, "la nostra acqua sporca") è rotto.

cosa proponi per avere il bambino asciutto?

abaper
16-03-17, 14:47
cosa proponi per avere il bambino asciutto?
Io lo so. Io lo so.
Però la mia idea non piace...

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Skywolf
20-03-17, 22:47
sentiamo

abaper
21-03-17, 07:23
sentiamo
Bloccare la prescrizione quando inizia il processo, eliminare la legge che vieta di aumentare le pene se è la difesa che chiede il ricorso ( e se giudicato colpevole anche in appello in automatico saltano tutte le attenuanti)
Lato pm, si guarda quante volte ha fatto ricorso, quante volte un innocente ha avuto la doppia assoluzione o una condanna minore rispetto al primo grado e, superata una certa soglia, bye bye pm.
Lato pene, se uno è condannato va in galera. Sia che sia condannato all'ergastolo che ad un giorno di galera


Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

anton47
21-03-17, 09:21
Bloccare la prescrizione quando inizia il processo, eliminare la legge che vieta di aumentare le pene se è la difesa che chiede il ricorso ( e se giudicato colpevole anche in appello in automatico saltano tutte le attenuanti)
Lato pm, si guarda quante volte ha fatto ricorso, quante volte un innocente ha avuto la doppia assoluzione o una condanna minore rispetto al primo grado e, superata una certa soglia, bye bye pm.
Lato pene, se uno è condannato va in galera. Sia che sia condannato all'ergastolo che ad un giorno di galera


Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalkthis
ma + una bella responsabilità penale per i giudici e almeno un arretramento di carriera (e di stipendio) quando sbagliano

koba44
21-03-17, 09:47
Bloccare la prescrizione quando inizia il processo,

Non so se si possa, per lo meno non del tutto causa principio di durata ragionevole del processo che ci è imposta dalla Convenzione per i Diritti dell'Uomo (Corte di Strasburgo).

Vorrei commentare le altre modifiche (scusa se le chiamo forcaiole, ma lo sono). Forse dopo...

Firestorm
21-03-17, 11:04
Non so se si possa, per lo meno non del tutto causa principio di durata ragionevole del processo che ci è imposta dalla Convenzione per i Diritti dell'Uomo (Corte di Strasburgo).

Vorrei commentare le altre modifiche (scusa se le chiamo forcaiole, ma lo sono). Forse dopo...
Non è detto che se blocchi la prescrizione il processo non possa per definizione durare un certo tempo...
Se va oltre non si accettano più rinvii e si procede ad una udienza a settimana.

Kayato
21-03-17, 11:06
Pure fare "un giorno di galera" è uno spreco di soldi. A parte che dubito che vi siano condanne così brevi più che altro metterei carcere obbligatori per i reati finanziari.

abaper
21-03-17, 11:39
Pure fare "un giorno di galera" è uno spreco di soldi. A parte che dubito che vi siano condanne così brevi più che altro metterei carcere obbligatori per i reati finanziari.
Va beh, quello era sottinteso.
Poi io ero per il levare la pensione ai dipendenti pubblici corrotti e il vitalizio ai politici corrotti, ma un avvocato mi aveva detto che non si può.


Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Ronin
26-03-17, 00:56
Non so se si possa, per lo meno non del tutto causa principio di durata ragionevole del processo

si potrebbe bloccarla dopo il primo grado, sarebbe già sufficiente a non far saltare il grosso dei processi.

iWin uLose
02-05-17, 19:36
Festa di insediamento per Renzi :rotfl:


Terni, arrestati sindaco e

assessore ai lavori pubblici Pd

L'accusa: appalti pilotati

Inchiesta della procura per una serie di servizi assegnati a cooperative sociali locali, tra cui i servizi ai turisti presso le cascate delle Marmore. Entrambi gli amministratori sono ai domiciliari

http://tuttoggi.info/wp-content/uploads/2014/06/pd-terni-3-300x225.jpghttps://shopfully-it-it-media.geniale.com/images/volantini/big_462259.jpg

TERNI - Il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, e l'assessore ai Lavori pubblici, Stefano Bucari, entrambi del Pd, sono stati arrestati, ai domiciliari, nell'ambito di un'indagine di polizia e Guardia di finanza su una serie di appalti di servizi pubblici a cooperative locali. A due componenti di cooperative sociali di tipo B (quelle che gestiscono attività finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate) è stato invece applicato il divieto temporaneo di esercizio dall'attività d'impresa.

L'indagine riguarderebbe la manutenzione ordinaria del verde pubblico e nei cimiteri urbani e anche la gestione dei servizi turistici presso l'area della cascata delle Marmore.

Secondo la procura di Terni, il quadro emerso ha consentito di fare luce su quella che viene ritenuta la "illecita gestione della cosa pubblica" negli anni a cavallo tra il 2011 e il 2016 che, "invece di operare nel rispetto delle rispetto delle regole comunitarie e nazionali della libera concorrenza finalizzata alla scelta del miglior contraente, è stata improntata all'alterazione delle regole di mercato secondo un sistema illegale finalizzato a favorire le stesse cooperative sociali". Attraverso - secondo l'accusa - l'individuazione e il successivo inserimento nei bandi di gara di requisiti "spaziali" e "strutturali" quali il possesso di un'unità operativa sul territorio e l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

I reati contestati sono l'associazione per delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti e alla turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.

Da oltre un anno, dal 16 marzo 2016, come lui stesso aveva rivelato, il sindaco Di Girolamo, medico, ex senatore e primo cittadino dal 2009, era indagato nell’ambito della cosiddetta Operazione Spada (dal nome della sede del Comune, Palazzo Spada), che la Procura della Repubblica di Terni sta portando avanti nel mondo delle cooperative del ternano, inchiesta che cerca di far luce sulla sospetta alterazione delle regole di mercato per favorire alcune coop.

Secondo quanto riporta una lunga nota a firma del procuratore della Repubblica della città umbra Alberto Liguori, sarebbero stati descritti i meccanismi che "alla fine hanno garantito un monopolio perfetto nel territorio ternano nel settore degli appalti di servizi al medesimo raggruppamento di imprese cooperative".

A novembre fece scalpore una maxi perquisizione all'interno degli uffici comunali ma anche in abitazioni private, in cui si parlò di almeno sedici indagati e ora, sei mesi dopo quel blitz di polizia e finanzieri in Comune, arrivano i primi severi provvedimenti.

"Ho fiducia nell'operato della magistratura che, sono certa, saprà agire con la rapidità necessaria in un caso in cui le indagini intervengono su una amministrazione comunale in carica. Sono anche convinta che il sindaco e l'assessore sapranno dimostrare, nelle sedi appropriate, la loro estraneità ai fatti contestati", così la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini.

anton47
02-05-17, 20:45
eh! ma la diversitàh!

alberace
02-05-17, 21:00
/summon ronin

koba44
03-05-17, 16:44
Scommettiamo che finisce come le tangenti di Finmeccanica? :roll:

Non ne ho più sentito parlare, com'è andata a finire?


Io scommetto su un nuovo prosperini

Ah già, e Prosperini?

abaper
03-05-17, 17:12
Non ne ho più sentito parlare, com'è andata a finire?



Ah già, e Prosperini?
Prosperini fu condannato e tentò il suicidio, Rizzi ha patteggiato
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/20/sanita-lombardia-ex-presidente-commissione-regionale-fabio-rizzi-due-anni-e-mezzo-per-corruzione/2920736/

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Ronin
03-05-17, 18:48
/summon ronin

Si?

alberace
03-05-17, 19:02
Si?si parlava di appalti su misura, territorialmente inavvicinabili... una cosa che in italia non esiste :celafa:

Chiwaz
04-05-17, 12:50
Non ne ho più sentito parlare, com'è andata a finire?



http://www.ilgiornale.it/news/politica/finmeccanica-orsi-e-spagnolini-condannati-due-anni-1058361.html


Per l' India.

Ronin
04-05-17, 15:31
si parlava di appalti su misura, territorialmente inavvicinabili... una cosa che in italia non esiste :celafa:

ed è soprattutto evidente responsabilità dell'euro :snob:

ZTL
18-02-18, 13:34
https://www.fanpage.it/story/inchiesta-ciclo-rifiuti/


https://youtu.be/GQgYe0FREzM

ZTL
20-02-18, 18:32
Sempre meglio :asd:

https://napoli.fanpage.it/dammi-50mila-25mila-euro-sono-niente-noi-li-teniamo-sul-braccio/

MrVermont
20-02-18, 19:29
Tutta gente in orbita PD :smug:

ZTL
20-02-18, 19:56
Tutta gente in orbita PD :smug:
L'ha presa bene il governatore.

https://napoli.fanpage.it/de-luca-video-contro-fanpage-it-operazione-camorristica-chi-vi-paga/

Necronomicon
21-02-18, 01:15
Quello è un personaggio che fa riflettere. Voler vincere a qualsiasi costo è un concetto che dovrebbe sparire dai partiti. Soprattutto perché il costo è di tutti gli italiani, mica loro :asd:

anton47
21-02-18, 13:25
Quello è un personaggio che fa riflettere. Voler vincere a qualsiasi costo è un concetto che dovrebbe sparire dai partiti. Soprattutto perché il costo è di tutti gli italiani, mica loro :asd:beh! sono ormai abituati ad arraffare il potere tramite golpetti giudiziari, visto che tramite elezioni gli è sempre stato impossibile
che c'è di nuovo?

Ronin
21-02-18, 14:35
visto che tramite elezioni gli è sempre stato impossibile

infatti nel 1996, nel 2006 e nel 2013 le elezioni le vinse silvio!

ZTL
16-03-18, 11:46
Questo si era presentato alle elezioni con un programma di puro terrorismo fiscale :rotfl:

http://www.corriere.it/cronache/18_marzo_16/peculato-sequestrati-150-mila-euro-ex-pm-ingroia-ca152376-28fb-11e8-b8d8-0332a0f60590.shtml?refresh_ce-cp

Vitor
13-06-18, 18:06
Inauguriamo la nuova legislatura


Lo stadio della Roma

Nove arresti dei carabinieri nell'ambito di un'inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto di Roma Paolo Ielo su un'associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive e di una serie di reati contro la Pubblica amministrazione nell'ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della Roma.

Arrestati l'imprenditore Luca Parnasi, proprietario della società Eurnova che sta realizzando il progetto dello Stadio, e cinque suoi collboratori mentre ai domiciliari ci sono Luca Lanzalone, l'attuale presidente Acea (di cui il Comune detiene il 51%) che ha seguito, in veste di consulente per la giunta cinquestelle, il dossier sulla struttura che dovrebbe sorgere nella zona di Tor di Valle, il vicepresidente del Consiglio Regionale, Adriano Palozzi di Forza Italia, l'ex assessore regionale all'Urbanistica Michele Civita (Pd). Indagati il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Campidoglio, Paolo Ferrara, Davide Bordoni, capogruppo di Forza Italia al Campidoglio ed ex presidente del municipio X, che comprende anche Ostia e Mauro Vaglio, presidente dell'ordine degli avvocati di Roma e candidato (non eletto) per il M5S alle scorse elezioni politiche al Senato.


Il leghista che plaude alle indagini contro i rom senza sapere che nell'inchiesta c'è anche lui e che i rom son belli e buoni quando ti portano i voti :rotfl:


Arresti rom a Latina: "Così il clan Di Silvio portava voti a Tripodi"
Il neoeletto capogruppo della Lega in Regione nelle carte dell'inchiesta sugli affari illeciti della famiglia sinti


Avrebbe potuto scegliere il silenzio. E invece, non conoscendo il contenuto dell'ordinanza che ha portato alla cattura di 25 esponenti del clan Di Silvio per mafia a Latina, si è lanciato in una dichiarazion forte e al curaro nei confronti dell'attuale sindaco Colletta. Dice l'attuale capogruppo della Lega in Regione, Angelo Tripodi: "Un plauso ai magistrati e agli uomini delle forze dell'ordine, che meritano senza dubbi più fondi e personale per garantire la legalità sul territorio, per l'importante operazione Alba Pontina compiuta questa mattina".

E ancora. "La criminalità organizzata va combattuta senza se e senza ma. Vorrei ricordare al sindaco di Latina Damiano Coletta che il valore della legalità è diffuso non solo tra i cittadini ma anche tra i suoi avversari politici, compreso il sottoscritto. Si risparmi le sue lezioncine, anzi si iscriva ad un corso per amministratori pubblici - prosegue - Ogni giorno, infatti, aumenta il distacco tra il sindaco e la città, quest'ultima offesa sia dall'attività amministrativa che dall'accostamento con la mafia. La responsabilità penale è sempre personale, aspettiamo le sue scuse".

Peccato che la "lezioncina" arrivi sfogliando l'ordinanza della Dda. Perchè il nome di Angelo Tripodi è tra i nomi della Lega nord per cui il clan Di Silvio si è prodogato. Gli indagati, si legge nelle carte, andavano a prendere gli elettori a casa, li accompagnavano al seggio a votare e si sono anche poi fatti consegnare le schede elettorali, per dimostrare a Tripodi di aver svolto il loro lavoro ed essere così pagati. Un voto in cambio di 30 euro.

Particolari confermati agli inquirenti anche dal pentito Renato Pugliese, figlio del capo rom Costantino Cha Cha Di Silvio, che ha aggiunto che Tripodi aveva dato “tutto in mano” a Giancarlo Alessandrini, capo ultras del Latina Calcio coinvolto in episodi di violenza allo stadio nello stesso periodo in cui altri ultras utilizzavano la sede della tifoseria per spacciare cocaina. Lo stesso Tripodi diventato poi consigliere regionale della Lega, lo stesso che ieri ha elogiato gli inquirenti per aver smantellato proprio quella mafia.

Dalla stessa inchiesta emerge infine l’ipotesi che a Latina voti in cambio di denaro sarebbero stati chiesti anche per il candidato sindaco Nicola Calandrini, di Fratelli d’Italia, sconfitto al ballottaggio dal civico Damiano Coletta, e che nell’auto degli arrestati, è stato trovato materiale propagandistico di Francesco Zicchieri, attualmente vice capogruppo alla Camera del partito di Salvini, di cui è coordinatore regionale e tra i papabili per la presidenza della commissione antimafia.

"Secondo quanto è scritto nell'ordinanza giudiziaria che ha portato ai 25 arresti dell'organizzazione mafiosa della famiglia Di Silvio, sgominato grazie alle indagini di Polizia e Antimafia, - scrive su Facebook Michele Anzaldi, deputato del Partito democratico - persone vicine al clan avrebbero effettuato propaganda elettorale per la Lista Salvini e per il candidato della Lega a Latina Francesco Zicchieri, figura di primo piano del partito di Salvini come vice capogruppo alla Camera dei Deputati e coordinatore del partito nel Lazio".

"Sebbene Zicchieri - continua - non sia indagato, è opportuno che venga fatta la massima chiarezza. In assenza delle commissioni competenti, non ancora formate perché il Parlamento è bloccato da tre mesi da Lega e M5s, intervenga personalmente e direttamente il presidente della Camera Fico: chieda di acquisire le carte e di verificare il tipo di coinvolgimento di Zicchieri. Dopo le inchieste di 'Repubblica' sui presunti rapporti - prosegue Anzaldi - tra la Lega e la 'ndrangheta in Calabria, siamo di fronte ad una nuova pagina oscura di come il partito di Salvini avrebbe raccolto il consenso, in particolare al Centro-sud".

"Sorprende che il neoministro dell'Interno, in questi giorni prodigo di complimenti alle forze dell'ordine per altre operazioni, non abbia detto neanche una parola sull'importante successo dell'indagine di Latina. Né una parola l'abbiano detta altri esponenti della Lega", ha concluso.



E poi c'è questa cosuccia sulla Lega e sul Lussemburgo


Lega, caccia ai milioni dal Lussemburgo: cosa sappiamo sui soldi del partito di Salvini
Gli investimenti illegali. L'associazione usata per ottenere finanziamenti privati. I soldi della truffa incassati dai nuovi dirigenti. I fortunati fornitori del partito. I bonifici di Parnasi. Fino allo strano gruppo di società controllate tramite una holding in Lussemburgo. Lo stesso Paese dove ora i magistrati credono che la Lega abbia riciclato milioni
http://espresso.repubblica.it/inchieste/2018/06/13/news/da-bossi-al-lussemburgo-ecco-cosa-avevano-rivelato-i-nostri-articoli-sulla-lega-1.323714


che ha portato a questo

Giornalista de La Stampa trattenuto in caserma a Bolzano. Il comunicato del Comitato di redazione

Pubblicato il 13/06/2018
Ultima modifica il 13/06/2018 alle ore 18:15
Questa mattina un giornalista de La Stampa e due colleghi di altre due testate, inviati a Bolzano per seguire l’indagine della Procura di Genova sui flussi finanziari della Lega, sono stati identificati dalla Guardia di finanza, convocati in caserma e trattenuti tre ore per rispondere di alcuni articoli pubblicati oggi. Il Cdr de La Stampa esprime la solidarietà al suo inviato e ai giornalisti coinvolti, condanna il comportamento intimidatorio messo in atto e la scelta “muscolare”, peraltro immotivata ed eccessiva nelle modalità.

Firestorm
13-06-18, 18:16
Inauguriamo la nuova legislatura


Lo stadio della Roma



Il leghista che plaude alle indagini contro i rom senza sapere che nell'inchiesta c'è anche lui e che i rom son belli e buoni quando ti portano i voti :rotfl:





E poi c'è questa cosuccia sulla Lega e sul Lussemburgo




che ha portato a questo

Giornalista de La Stampa trattenuto in caserma a Bolzano. Il comunicato del Comitato di redazione

Pubblicato il 13/06/2018
Ultima modifica il 13/06/2018 alle ore 18:15
Questa mattina un giornalista de La Stampa e due colleghi di altre due testate, inviati a Bolzano per seguire l’indagine della Procura di Genova sui flussi finanziari della Lega, sono stati identificati dalla Guardia di finanza, convocati in caserma e trattenuti tre ore per rispondere di alcuni articoli pubblicati oggi. Il Cdr de La Stampa esprime la solidarietà al suo inviato e ai giornalisti coinvolti, condanna il comportamento intimidatorio messo in atto e la scelta “muscolare”, peraltro immotivata ed eccessiva nelle modalità.Il governo del cambiamento...cambiano talmente tanto che adesso riescono a rubare prima ancora che si inizi a costruire qualcosa e riescono a fare figure di merda più grosse del solito.

Vitor
13-06-18, 18:22
Beh la passione della Lega per l'estero non sarebbe una novità

Chiwaz
13-06-18, 18:28
Beh la passione della Lega per l'estero non sarebbe una novità

Segnala per quando poi finirà in niente come le mutande verdi, e tutte le altre inchieste di quei fenomeni de L'Espresso :asd:

Vitor
13-06-18, 18:34
Beh Bossi e Belsito il primo grado se lo son preso, poi ora pare sia cambiato qualcosa a livello legislativo e potrebbero cavarsela :summonale12:
https://www.primocanale.it/notizie/lega-nord-a-rischio-i-processi-a-bossi-e-belsito-ecco-perch--197941.html

Chiwaz
13-06-18, 18:38
Beh Bossi e Belsito il primo grado se lo son preso, poi ora pare sia cambiato qualcosa a livello legislativo e potrebbero cavarsela :summonale12:
https://www.primocanale.it/notizie/lega-nord-a-rischio-i-processi-a-bossi-e-belsito-ecco-perch--197941.html

Che abbiano condannato Belsito sono solo contento e, se non coinvolge automaticamente anche Bossi, secondo me la Lega gli intenta causa in accordo alla nuova legge :asd:

Kayato
14-06-18, 20:22
Intanto i 5 stelle a Ostia stanno con Forza Nuova (o casa pound....non ricordo.....vabbè stessa roba) per ridare ai mafiosi le spiagge liberate dai mafiosi!

TeoN
15-06-18, 01:35
Intanto i 5 stelle a Ostia stanno con Forza Nuova (o casa pound....non ricordo.....vabbè stessa roba) per ridare ai mafiosi le spiagge liberate dai mafiosi!

Parli sempre senza sapere nulla. Forza Nuova e' un movimento di area neofascista ultra cattolico, Casapound sostiene le unioni civili e la laicita' dello stato. Stessa cosa ?

Ah, gli Spada, quelli che apppunto dominano la criminalita' di Ostia, gestivano le feste annuali del PD.

Ti posso assicurare che i 5 stelle non sono mai stati vicino a nessun movimento di area neofascista.

Ghost
15-06-18, 06:39
Parli sempre senza sapere nulla. Forza Nuova e' un movimento di area neofascista ultra cattolico, Casapound sostiene le unioni civili e la laicita' dello stato. Stessa cosa ?

Ah, gli Spada, quelli che apppunto dominano la criminalita' di Ostia, gestivano le feste annuali del PD.

Ti posso assicurare che i 5 stelle non sono mai stati vicino a nessun movimento di area neofascista.

Quindi CasaPound non è fascista? Sei serio?
Che poi il M5S ieri di nascosto assieme a FdI ha dedicato una via ad Almirante. Con la Raggi che prima da Vespa dice di non saperne niente (il sindaco che appena esce dal Campidoglio non ha idea di cosa accada), poi afferma che se è ciò che hanno votato allora va rispettato, per poi oggi dire che non intitoleranno la strada e faranno una delibera contro intitolazioni a persone vicine al fascismo.

La Raggi è l'unico sindaco che sta riuscendo a far rimpiangere perfino Alemanno, che prima di lei era stato il peggiore in assoluto

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L21 utilizzando Tapatalk

Necrotemus
15-06-18, 07:10
Si ma un po' di buon senso: un sindaco non ha un controllo su tutto, manco fosse Sim City.
Si dovrebbe invece incominciare a mettere le responsabilita' sulle spalle della gente, inserendo i nomi di chi nel giusto (da premiare) e nello sbagliato (da cazziare) fa qualcosa.
Invece ormai si va sull'enfatizzare per il solo gusto di avere piu' visibilita', come i colleghi di Vitor e Steel che ora interpretano i virgolettati degli intervistati

Ghost
15-06-18, 07:51
Si ma un po' di buon senso: un sindaco non ha un controllo su tutto, manco fosse Sim City.
Si dovrebbe invece incominciare a mettere le responsabilita' sulle spalle della gente, inserendo i nomi di chi nel giusto (da premiare) e nello sbagliato (da cazziare) fa qualcosa.
Invece ormai si va sull'enfatizzare per il solo gusto di avere piu' visibilita', come i colleghi di Vitor e Steel che ora interpretano i virgolettati degli intervistatiCiò che dici è vero, ma la Raggi di responsabilità ne ha diverse. Perché Marra era stato voluto da lei e il sostituto Lanzalone o come si chiama è stato messo a capo di Acea da lei, oltre ad avergli affidato diversi compiti.

Che poi la cosa odiosa è la loro ipocrisia. Prima con Marino ogni cazzata era sua responsabilità e si doveva dimettere. Un esempio? Acquazzone a Roma, città allagata, la Raggi che twittava che il sindaco era incapace e doveva dimettersi. Si allaga la città con lei e la colpa è delle fogne vecchie.
Idem su faccende più grosse. Mafia capitale è nata quando Marino portò i libri contabili in questura perché non tornavano i conti. Ma per l'opposizione lui era responsabile e doveva dimettersi. Sotto la Raggi gli scandali si sprecano, ma lei non è mai responsabile, stranamente

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L21 utilizzando Tapatalk

TeoN
15-06-18, 07:59
Quindi CasaPound non è fascista? Sei serio?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L21 utilizzando Tapatalk

E dove lo avrei detto?

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Necrotemus
15-06-18, 08:00
Ciò che dici è vero, ma la Raggi di responsabilità ne ha diverse. Perché Marra era stato voluto da lei e il sostituto Lanzalone o come si chiama è stato messo a capo di Acea da lei, oltre ad avergli affidato diversi compiti.

Che poi la cosa odiosa è la loro ipocrisia. Prima con Marino ogni cazzata era sua responsabilità e si doveva dimettere. Un esempio? Acquazzone a Roma, città allagata, la Raggi che twittava che il sindaco era incapace e doveva dimettersi. Si allaga la città con lei e la colpa è delle fogne vecchie.
Idem su faccende più grosse. Mafia capitale è nata quando Marino portò i libri contabili in questura perché non tornavano i conti. Ma per l'opposizione lui era responsabile e doveva dimettersi. Sotto la Raggi gli scandali si sprecano, ma lei non è mai responsabile, stranamente

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L21 utilizzando Tapatalk

Secondo me, e' l'evoluzione della politica, dove la militanza e la partecipazione civile attiva ora sono molto spostate nella sfera della comunicazione, dove tutto rimane a un livello superficiale (alla fine quali sono gli effetti delle varie dichiarazioni dopo una settimana?). Agire richiede tempi piu' lunghi (idea, ricerca, progetti, test, attuazioni) che non sempre vale la pena affrontare.
Berciare e abusare dei social aiuta a crescere di visibilita' per acquisire la fiducia degli elettori, sempre basandosi sulla speranza.
Una cosa che a mio parere non si vede molto, e' la preparazione che il partito offre (dovrebbe offrire) a livello manageriale, garantendo un processo di crescita che vada a compensare i momenti di crollo della leadership. Se i rappresentati votati non hanno alle spalle una preparazione adeguata, seguendo le linee guida del partito, come faranno a garantire quello che i votanti hanno richiesto dando la fiducia? Il M5S su questo a mio parere ci campa molto, perche' alla fine credo che solo pochi abbiano il supporto richiesto.

ZTL
15-06-18, 08:15
Si dovrebbe invece incominciare a mettere le responsabilita' sulle spalle della gente, inserendo i nomi di chi nel giusto (da premiare) e nello sbagliato (da cazziare) fa qualcosa.
Catini e Calabrese si sono astenuti.
Di Vivarelli l'unico voto a 5 stelle contrario.

https://i.imgur.com/X0zaWNF.jpg

Necrotemus
15-06-18, 08:19
Catini e Calabrese si sono astenuti.
Di Vivarelli l'unico voto a 5 stelle contrario.

https://i.imgur.com/X0zaWNF.jpg

Ecco, ottimo. Se fossi un caporedattore, ora direi ai pubblicisti di cominciare a telefonare e tirare fuori almeno 15 minuti di dichiarazioni ognuno di loro (cambiando il no comment, con un piu' evidente "non ha voluto rispondere), da pubblicare poi in una maniera semplice da indicizzare e cominciare a far partire la pressa dello stress.

Alla prossima volta, stesso trattamento. Alla terza si fa un articolo tirando le somme.

MrVermont
15-06-18, 08:38
Ci son vie dedicate a sterminatori seriali di esseri umani quali Stalin e Mao, non vedo dove sta il problema di dedicarne una ad uno che stato parlamentare della repubblica per non so quante legislature :fag:

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Firestorm
15-06-18, 09:14
Si ma un po' di buon senso: un sindaco non ha un controllo su tutto, manco fosse Sim City.
Si dovrebbe invece incominciare a mettere le responsabilita' sulle spalle della gente, inserendo i nomi di chi nel giusto (da premiare) e nello sbagliato (da cazziare) fa qualcosa.
Invece ormai si va sull'enfatizzare per il solo gusto di avere piu' visibilita', come i colleghi di Vitor e Steel che ora interpretano i virgolettati degli intervistatiOra ?
In Italia sta vergogna di inventarsi i virgolettati è un bel momento che viene fatta, quelli che lo fanno andrebbero licenziati in tronco...

Firestorm
15-06-18, 09:16
Catini e Calabrese si sono astenuti.
Di Vivarelli l'unico voto a 5 stelle contrario.

https://i.imgur.com/X0zaWNF.jpgProbabilmente non sapevano neppure chi era Almirante.

Firestorm
15-06-18, 09:18
Ci son vie dedicate a sterminatori seriali di esseri umani quali Stalin e Mao, non vedo dove sta il problema di dedicarne una ad uno che stato parlamentare della repubblica per non so quante legislature :fag:

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando TapatalkUhm...In Italia? Mi sembra strano...

Angels
15-06-18, 09:23
Uhm...In Italia? Mi sembra strano...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/tutti-contro-bar-fascista-nessuno-tocca-stalin-1153810.html

MrVermont
15-06-18, 09:29
Uhm...In Italia? Mi sembra strano...Si in Italia.

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Angels
15-06-18, 09:32
Si ma io almeno ho messo link

MrVermont
15-06-18, 09:40
Si ma io almeno ho messo linkGli devo mettere la mappa delle varie vie/piazza tito, mao, stalin del paese? :asd:

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

abaper
15-06-18, 10:35
Si in Italia.

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando TapatalkA Roma?


Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

MrVermont
15-06-18, 10:41
A Roma?


Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando TapatalkChe sia Roma o Trapani cambia le cose?

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Ronin
15-06-18, 10:42
anche di via almirante ce ne sono a dozzine. perfino a benito mussolini ce n'è diverse.
evidentemente il punto non è "intitoliamo una via ad almirante", ma "intitoliamo una via ad almirante a roma" (così come nel nostro piccolo tempo fa ci fu la polemica di "intitoliamo una via a mussolini a forlì", i quali ovviamente essendo rispettivamente capitale d'italia e capoluogo della provincia di nascita del duce sono luoghi più sensibili di un microscopico paesino perso nella steppa agrigentina).
peraltro diversi anni fa ci fu anche la polemica sull'intitolazione di una via a craxi, il quale nella sua carriera non si è certo macchiato di "fascismo".
la memoria è più sensibile a determinate cose, e meno ad altre, e varia nel tempo e nei luoghi (sennò si dovrebbe andare a caccia di tutte le targhe intestate a giulio cesare, dittatore, sovvertitore della repubblica, nonchè pluriomicida e sterminatore di civili inermi). la TUA memoria non si sente particolarmente turbata ad intitolare una via ad Almirante nella capitale d'italia? padronissimo, basterebbe un MINIMO di rispetto della sensibilità altrui per concludere che comunque tale intitolazione è complessivamente inopportuna, visto quanti si sentono turbati.

io ad esempio troverei inopportuna l'intitolazione di via stalin a raffadali se fosse fatta oggi, però non andrei fino a raffadali per manifestare in piazza (come non andrei ad altamura o a valenzano a chiedere la rimozione di via almirante); ma se la tua e quella di tanti altri memoria è turbata dalla via di raffadali, avete il mio sostegno morale nel chiedere all'amministrazione comunale di raffadali di modificarne la toponomastica, per rispetto della vostra sensibilità.
bene piuttosto raro di questi tempi, purtroppo.

Frappo
15-06-18, 10:45
can can inuile a parer mio. Se dovessimo guardare il passato di alcuni personaggi cui hanno intitolato vie dovremmo ridurci come a NY

cmq la cosa più divertente che ho sentito è la Raggi che dice che l'attaccano in quanto donna. esilarante

MrVermont
15-06-18, 11:07
can can inuile a parer mio. Se dovessimo guardare il passato di alcuni personaggi cui hanno intitolato vie dovremmo ridurci come a NY

cmq la cosa più divertente che ho sentito è la Raggi che dice che l'attaccano in quanto donna. esilaranteLa Raggi che dice di essere attaccata in quanto donna è una roba talmente patetica che fa il giro e diventa geniale

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

Kayato
15-06-18, 23:58
Parli sempre senza sapere nulla. Forza Nuova e' un movimento di area neofascista ultra cattolico, Casapound sostiene le unioni civili e la laicita' dello stato. Stessa cosa ?

Ah, gli Spada, quelli che apppunto dominano la criminalita' di Ostia, gestivano le feste annuali del PD.

Ti posso assicurare che i 5 stelle non sono mai stati vicino a nessun movimento di area neofascista.

Ti va bene "diversamente fascisti"?

Allora c'era sta spiaggia il titolare ha perso la licenza (forse è finito pure in carcere per altro), la spiaggia viene presa in gestione da Libera (associazione contro le mafie) che "bonifica" la spiaggia dalle varie strutture abusive.
Iniziano le occupazioni dei "diversamente fascisti" e il comune manda i vigili di continuo per fare multe per piccolezza fuori posto.
Nulla contro le multe, se ci sono irregolarità è giusto multare, però è curioso che trovino sempre rogne in questa spiaggia libera di Libera e tutte le spiagge vicine, anch'esse libere......però entri a pagamento, con strutture di due piani con piscina sul tetto totalmente abusive. Visto che dovrebbero esserci solo "strutture temporanee di facile rimozione"
Poi il comune salta fuori con un carta che intimava la demolizione di un chiosco non a norma entro 30 giorni nel 2010, quelli di Libera hanno preso la gestione nel 2016 e ai tempi del passaggio il chiosco era in regola. Alla fine l'hanno demolito e hanno rinunciato alla gestione della spiaggia.
Per la cronaca la fine campagna elettorale dei 5 stelle era stata festeggiata proprio su quella spiaggia del pregiudicato con tanto di foto nel chiosco.


Altra storiella: Tecnico Ater di Roma che vive in un appartamento occupato e gestisce un po' il giro di appartamenti occupati nel suo palazzo!

ZTL
28-06-18, 22:49
http://espresso.repubblica.it/inchieste/2018/06/21/news/ministro-salvini-dica-verita-su-quei-soldi-1.324029

anton47
29-06-18, 08:46
tipico articolo da "espresso" :yawn:
ma in questo 3ad, oltre che di politici ladri si può parlare anche di politici scemi?
http://www.lastampa.it/2018/06/28/sport/la-profezia-di-fassino-quando-disse-calcio-italiano-impari-da-germania-E2sBRlvSbFmgmmwPWC2m5M/pagina.html

ZTL
29-06-18, 09:25
tipico articolo da "espresso" :yawn:
Indica tu dove si trova la differenza, allora :asd:

anton47
29-06-18, 11:43
Indica tu dove si trova la differenza, allora :asd:perché probabilmente è tutto vero e certamente la lega non ha meno rogna degli altri, ma se certe cose le dice quella gente lì mi vengono i dubbi (caso capua e similari docet :roll:)

MrVermont
06-07-18, 08:50
Il PD invidioso degli ultimi scandali di Lega e 5 Stelle urla "NON CI STO"

http://www.repubblica.it/cronaca/2018/07/06/news/presidente_regione_basilicata_pittella_domiciliari-201006422/?ref=RHPPLF-BL-I0-C8-P1-S1.8-T1

:fag:

ZTL
06-07-18, 12:30
Dannate toghe rosse (:asd:)

Chiwaz
06-07-18, 13:20
I rossi sono contro il PD :asd:

pasquaz
11-07-18, 19:49
scusate sbagliato thread

Ottone Erminio
23-08-18, 10:21
Intanto...

lo svuota indagini di Renziloni:


- Andrea Conticini, cognato di Matteo Renzi, è indagato per aver prelevato soldi dai conti e averli destinati a tre società dell’inner circle renziano: la Eventi6 di Rignano (133.900 euro) riferibile proprio ai familiari dell’ex presidente del Consiglio; la Quality Press Italia (129.900 euro); oltre a 4mila euro per la Dot Media di Firenze, che organizzava la Leopolda.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/09/firenze-i-milioni-per-lafrica-sui-conti-del-cognato-di-renzi-e-dei-fratelli-ma-per-la-riforma-orlando-indagine-rischia-lo-stop/4549002/

- 30 luglio 2015 . Dal bilancio 2014 della Eventi 6 Srl, risulta che l’azienda ha pagato nel 2014 Tfr per 60.787 euro ai dipendenti (Renzi e un’altra collega) che hanno lasciato la società.E Renzi incassa anche i 48mila euro (circa) del Tfr.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2015/07/30/renzi-incassa-il-tfr-48mila-euro-lordi-a-spese-dei-fiorentini/1921820/


Inchiesta sul cognato di Renzi, la norma che cambia l’appropriazione indebita varata il 21 marzo da GentiloniIl provvedimento che rende procedibile solo a querela di parte il reato, di cui sono accusati Alessandro e Luca Conticini, fratelli del cognato dell'ex premier (quest'ultimo è indagato per riciclaggio), è stato deliberato dal Consiglio dei ministri due giorni prima dell'insediamento del nuovo Parlamento in attuazione della riforma Orlando della giustizia

Da una parte c’è la vicenda giudiziaria. Dall’altra, quella legislativa. La prima ha come protagonista il cognato di Matteo Renzi e i suoi due fratelli, indagati dalla Procura di Firenze rispettivamente per riciclaggio e appropriazione indebita: secondo gli inquirenti circa 6,6 milioni di dollari dei 10 con cui Unicef , Fondazione Pulitzer e onlus americane ed australiane credevano di finanziare attività benefiche di Play Therapy Africa, sarebbero finiti in conti bancari personali riconducibili a vario titolo ai tre. La seconda ha al centro un decreto legislativo emanato dal governo Gentiloni dopo la sconfitta del 4 marzo, che esclude la procedibilità d’ufficio per il reato di appropriazione indebita. Le due storie si incrociano quando i pm di Firenze informano l’Agenzia Onu per l’infanzia e le altre organizzazioni che, data quest’ultima modifica normativa, per recuperare il denaro occorre che si costituiscano contro i tre.
Entrambe le vicende ruotano attorno al decreto legislativo 36 del 10 aprile 2018, che contiene “disposizioni di modifica della disciplina del regime di procedibilità” per alcuni reati. La norma abroga il terzo comma dell’articolo 646 del codice penale, che prevedeva la procedibilità d’ufficio per un detto reato in alcune circostanze. In che modo questa modifica traduce nell’indagine della procura di Firenze? Con il fatto che il reato di appropriazione indebita, quello di cui sono accusati Alessandro e Luca Conticini (fratelli di Andrea, cognato dell’ex premier), non rientra più tra quelli per i quali i pm possono muoversi automaticamente, ma è diventato procedibile solo a querela di parte, solo dopo cioè che il presunto derubato ha sporto denuncia e innescato così il lavoro dei magistrati.
“Che bisogno aveva un governo dimissionario – domanda il quotidiano La Verità – in carica per gli affari ordinari, di approvare pochi giorni prima che arrivasse il nuovo esecutivo una misura per depenalizzare appropriazione indebita e truffa aggravate?”. Ancora: “Che necessità c’era di varare un provvedimento che influisse su vari processi in corso, spingendo le Procure a sollecitare le vittime per poter proseguire le indagini?”. Risposta implicita: per favorire i parenti dell’ex segretario.
Il provvedimento era stato deliberato nel Consiglio dei ministri del 21 marzo riunitosi sotto la presidenza di Paolo Gentiloni, segretario la Sottosegretaria alla Presidenza Maria Elena Boschi – due giorni prima dell’insediamento del nuovo Parlamento – varato il 10 aprile e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 dello stesso mese. Il testo era stato emanato in attuazione della legge 103 del 23 giugno 2017, ovvero la riforma della Giustizia firmata dal ministro Andrea Orlando (https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/09/firenze-i-milioni-per-lafrica-sui-conti-del-cognato-di-renzi-e-dei-fratelli-ma-per-la-riforma-orlando-indagine-rischia-lo-stop/4549002/). Si tratta, cioè, un provvedimento che fa parte di un contesto normativo più ampio, a una delle cui parti dà esecuzione.
“Il decreto amplia l’istituto della procedibilità a querela di parte – si legge nel comunicato stampa del Cdm del 21 marzo – estendendola a quei reati contro la persona e contro il patrimonio che si caratterizzano essenzialmente per il valore privato dell’offesa o per il suo modesto valore offensivo, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza del sistema penale, favorendo meccanismi di conciliazione per i reati di minore gravità”.


https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/12/inchiesta-sul-cognato-di-renzi-la-norma-che-cambia-lappropriazione-indebita-varata-il-21-marzo-da-gentiloni/4555473/




"Il decreto sulla procedibilità a querela di parte avrà effetti anche sui procedimenti che sono arrivati a sentenza. E' il caso del verdetto di appello a carico di Denis Verdini, condannato in secondo grado a sei anni e dieci mesi di carcere ( due dei quali ascrivibili all'appropriazione indebita ) per il crac del Credito cooperativo fiorentino."(da il quotidiano "La Verità" di ieri 12 agosto 2018)

Skywolf
26-08-18, 22:53
E nonostante questo è la migliore d'Italia :asd:
O forse proprio grazie a questo?

Maroni è sempre più incazzato, il che mi fa pensare che le accuse non siano proprio infondate.

veramente la migliore sanità d'Italia mi risultava esser quella dell'Emilia Romagna :uhm:

ZTL
23-10-18, 12:48
Esclusiva TPI: “Salvini sapeva dei 49 milioni spariti, ma non fece nulla”.
Le rivelazioni shock dell’ex dipendente della Lega che incastrano il vicepremier

https://www.tpi.it/2018/10/18/lega-49-milioni-salvini-soldi-rubati/

'namo bene :sisi:

Chiwaz
23-10-18, 13:36
Oro colato :sisi:

iWin uLose
23-10-18, 18:48
Oro colato :sisi:

Perché mai un sito sponsorizzato dall'Espresso e gestito dal nipote di Gambino, il figlio di Mentana, il figlio di Lerner, la figlia della Bettiza, etc. non dovrebbe essere autorevole? Non sai che l'onestà intellettuale e la capacità giornalistica sono ereditarie?

ZTL
23-10-18, 18:56
Alla fine devono ridare indietro tutto in quanti decenni?
Forse erano secoli.

MrVermont
23-10-18, 19:21
Perché mai un sito sponsorizzato dall'Espresso e gestito dal nipote di Gambino, il figlio di Mentana, il figlio di Lerner, la figlia della Bettiza, etc. non dovrebbe essere autorevole? Non sai che l'onestà intellettuale e la capacità giornalistica sono ereditarie?Se sono davvero ereditarie allora tutti sti figli di, non corrono il rischio di averle :asd:

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

iWin uLose
23-10-18, 20:12
Se sono davvero ereditarie allora tutti sti figli di, non corrono il rischio di averle :asd:
Non c'è problema, basta farsi le amichette giuste.

https://www.ilgazzettino.it/photos/PANORAMA/03/10/470310_20140624_c5_nobili4.jpg

anton47
23-10-18, 20:12
Se sono davvero ereditarie allora tutti sti figli di, non corrono il rischio di averle :asd:

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalkera ovviamente sarcastico

Chiwaz
23-10-18, 21:38
Alla fine devono ridare indietro tutto in quanti decenni?
Forse erano secoli.

Pigliatela col magistrato, è lui che lo ha stabilito :asd:

Comunque la storia dei 49 milioni "rubati" è come quella dei 98 miliardi condonati alle slot machine: un'interpretazione da ritardati che ha attecchito presso i malvestiti.

Taddeus
23-10-18, 21:42
Veramente l'ammanco (se c'é) è di 300.000 euro. Il fatto è che secondo i magistrati, avendo speso male quei 300.000 euro devono restituire tutto. Alla fine è come quando è stato indagato (e allontanato) Cota... reo di spendere i soldi pubblici in mutande verdi (!)... Non hanno trovato niente, e hanno virato su un presunto furto di voti del partito pensionati... almeno quelli sanno che non hanno la forza di ribellarsi.

ZTL
23-10-18, 21:58
Pigliatela col magistrato, è lui che lo ha stabilito :asd:

Comunque la storia dei 49 milioni "rubati" è come quella dei 98 miliardi condonati alle slot machine: un'interpretazione da ritardati che ha attecchito presso i malvestiti.

Come ti permetti?
Io mi vesto bene :smug:


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Chiwaz
23-10-18, 23:52
"malvestito" è un tratto morale :snob:

:asd:

anton47
24-10-18, 12:51
solita storia, qualche leghista corrotto, qualche magistrato schierato, qualche piddino sciacallante....che noia

NoNickName
24-10-18, 20:40
Ok ma se vi mettete a difendere Salvini allora io mi metto a difendere Formigoni :asd:

anton47
24-10-18, 20:44
Ok ma se vi mettete a difendere Salvini allora io mi metto a difendere Formigoni :asd:fallo

iWin uLose
17-12-18, 22:57
https://img.lacstatic.it/_photo/2018/ottobre/primo-piano/2018_pd_mammola.jpg


Appalti pilotati in Calabria:

indagato il governatore piddì Oliverio


Falso, corruzione e frode in pubbliche forniture. Il presidente della Regione finisce nei guai: scatta l'obbligo di dimora


Falso, corruzione e frode in pubbliche forniture. Questi i reti ipotizzati nell'operazione "Lande Desolate" della Guardia di Finanza di Cosenza che ha fatto finire nei guai anche il piddì Mario Oliverio per presunte irregolarità nell'affidamento di appalti pubblici.
Per il governatore della Regione Calabria, accusato di abuso di ufficio, i magistrati hanno, infatti, disposto l'obbligo di dimora a San Giovanni in Fiore, il centro del Cosentino in cui vive. L'inchiesta ha, poi, portato agli arresti Giorgio Barbieri, titolare dell'azienda impegnata nella realizzazione della funivia di Lorica che, secondo gli inquirenti, sarebbe la testa di ponte del clan di Franco Muto di Cetrano detto il "re del pesce".

Sono in tutto sedici le persone coinvolte, destinatarie di misure cautelari, tra cui politici, dirigenti pubblici, funzionari e imprenditori accusati a vario titolo di corruzione, falso in atto pubblico, abuso d'ufficio e frode in pubbliche forniture. Non appena la Guardia di finanza ha notificato il provvedimento cautelare per abuso d'ufficio, contro il Partito democratico si sono riversate le opposizioni che hanno immediatamente invocato le dimissioni di Oliverio dalla presidenza della Regione Calabria. "Sono un atto dovuto nei confronti dei calabresi", ha commentato l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara. "Il suo governo regionale - ha tuonato la grillina - si è distinto più per le indagini che coinvolgono i membri della Giunta e lo stesso presidente che non per un'azione politica volta allo sviluppo del territorio. Oliverio non può più rappresentare la Calabria". Anche il ministro della Salute Giulia Grillo, che nei giorni scorsi aveva avuto da ridire col governatore, è intervenuta duramente su Twitter: "Ma è la stessa persona che si lamentava delle scelte del governo di nominare i commissari in Calabria per riportare trasparenza, legalità e merito e garantire una sanità migliore ai cittadini calabresi? Continuerò a battermi per dividere politica e sanità".

Per Oliverio la procura distrettuale antimafia di Catanzaro aveva chiesto gli arresti domiciliari ma il gip ha preferito disporre l'obbligo di dimora nel comune di residenza. tra il 2016 e il 2016, come spiegato dal procuratore capo Nicola Gratteri in conferenza stampa, avrebbe proposto a vantaggio dell'impresa di Barbieri un ulteriore finanziamento per realizzare alcune opere, scelta che avrebbe avuto come contropartita il rallentamento dei lavori a piazza Bilotti di Cosenza, appaltato allo stesso imprenditore, per sole questioni politiche. L'imprenditore avrebbe usato i soldi incassati dalla propria impresa per agevolare la cosca Muto, considerato che avrebbe versato denaro alla 'ndrangheta. Nel mirino delle Fiamme Gialle ci sono gli appalti per l'ammodernamento dell'aviosuperficie di Scalea e degli impianti sciistici di Lorica oltre che la successiva fase di erogazione di finanziamenti pubblici.

Di fronte a quelle che definisce "accuse infamanti" Oliverio ha deciso di fare lo sciopero della fame. "La mia vita e il mio impegno politico e istituzionale - ha commentato - sono stati sempre improntati al massimo di trasparenza, di concreta lotta alla criminalità, di onestà e rispettosa gestione della cosa pubblica. I polveroni sono il vero regalo alla mafia". Secondo il governatore della Calabria, l'opera che è stata messa sotto indagine non sarebbe stata appaltata nel corso della sua responsabilità alla guida della Regione. "Quanto si sta verificando - ha incalzato - è assurdo. Non posso accettare in nessun modo che si infanghi la mia persona e la mia condotta di pubblico amministratore. Sarebbe come accettare di aver tradito la fiducia dei cittadini. Chiedo chiarezza. Lotterò con tutte le mie energie - ha infine concluso - perché si affermi la verità".

Kayato
17-12-18, 23:12
Capisci subito che si tratta di alto giornalismo quando PD è scritto "piddì" :sisi:

Taddeus
17-12-18, 23:59
E se tutte queste condanne non fossero altro che un modo per destabilizzare il Paese e fare una specie di "pari e patta" tra gli scandali di un partito e quello di un altro?

caesarx
18-12-18, 07:25
La funivia.
:facepalm:

Inviato dal mio FRD-AL10 utilizzando Tapatalk

MrVermont
18-12-18, 09:47
E se tutte queste condanne non fossero altro che un modo per destabilizzare il Paese e fare una specie di "pari e patta" tra gli scandali di un partito e quello di un altro?

dici che è un complotto contro il PD? :uhm:

ZTL
18-12-18, 10:00
dici che è un complotto contro il PD? :uhm:Tanto lo dicono tutti :asd:

Taddeus
18-12-18, 10:30
dici che è un complotto contro il PD? :uhm:

Si potrebbe provare a fare la riforma della giustizia. Chissà perchè nessuno riesce a attuarla...

Firestorm
18-12-18, 10:30
La funivia.
:facepalm:

Inviato dal mio FRD-AL10 utilizzando TapatalkWTF???

500px.com/andream

anton47
21-12-18, 18:56
Capisci subito che si tratta di alto giornalismo quando PD è scritto "piddì" :sisi::sisi: this
molto meglio, per esempio, la stampa che ha fatto un breve accenno al fatto nelle pagine interne cercando di "non farsi notare"

abaper
21-12-18, 18:56
Non capisco cosa intendi ma mi sembri un imbecille.Data di iscrizione:21 dicembre 2018.
Ti sei iscritto solo per dargli dell'imbecille o hai anche qualche perla di saggezza da condividere.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

iWin uLose
03-01-19, 20:23
E vai di soldi pubblici usati come bancomat per i cazzi loro (goccia nell'oceano, peraltro)


http://www.ilgiornale.it/news/politica/spese-pazze-condannati-10-ex-consiglieri-pd-restituite-50-1623741.html

"Spese pazze", condannati 10 ex consiglieri Pd:

"Restituite 50 mila euro"


I giudici della Corte dei Conti della Liguria hanno condannato 10 ex consiglieri del Pd a risarcire all'erario 50 mila euro. Tra di loro anche il senatore Vito Vattuone. Nel mirino dei giudici spese ingiustificate per cellulari e generi alimentari


"Massima superficialità" e "estrema negligenza", in un caso addirittura il "dolo". Sono le motivazioni alla base della sentenza con cui la Corte dei Conti della Liguria ha condannato 10 ex consiglieri regionali del Pd in uno dei filoni sulle cosiddette "spese pazze" che, negli ultimi anni, hanno già fatto alcune vittime eccellenti.

http://www.ilgiornale.it/sites/default/files/styles/large/public/foto/2017/04/30/1493569006-newpress-20170428202044-22939284.jpg

I politici dem condannati dovranno risarcire in tutto circa 50 mila euro. Tra loro, come scrive Il Secolo XIX, c'è anche il segretario regionale e senatore Vito Vattuone. Gli altri nomi sono Michele Boffa, Lorenzo Basso, Ubaldo Benvenuti, Ezio Chiesa, Luigi Cola, Antonino Miceli, Mirella Mosca, Moreno Veschi e Franco Bonello.

Solo Bonello dovrà restituire all'erario 12.976 euro. A incastrarlo tre testimoni, altrettanti imprenditori che lo hanno accusato di falsificare gli scontrini. Il caso più grave riguarda una fattura riassuntiva chiesta al titolare dei bagni Oneglio di Porto Maurizio, a Imperia, perché assomigliasse al conto di pranzi elettorali che in realtà non erano mai avvenuti.

Più in generale, i fatti contestati dai giudici contabili liguri riguardano i primi cinque mesi del 2010. Nel mirino della Procura spese che non sono state giustificate o considerate non inerenti all'attività politica, come generi alimentari, rimborsi per utenze telefoniche, viaggi, acquisto di cellulari, pernottamenti e ristoranti. In pratica, il capogruppo del Pd Boffa aveva approvato il rendiconto complessivo senza fare controlli.

anton47
03-01-19, 21:06
e dov'è la novità?

iWin uLose
03-01-19, 21:13
Che un pochino hanno dovuto restituire, poveretti.

Fortunatamente, grazie a quella benedizione di istituto che si chiama prescrizione, nel penale ci hanno già potuto fare tutti pernacchie.

anton47
03-01-19, 21:32
Che un pochino hanno dovuto restituire, poveretti.

Fortunatamente, grazie a quella benedizione di istituto che si chiama prescrizione, nel penale ci hanno già potuto fare tutti pernacchie.ma perché finisco sempre per dover: :facepalm:
(che barba!)

Kayato
03-01-19, 21:36
Spese Pazze.....5000 euro!
Allora, uso illecito è illecito e quindi giusto pretendere il risarcimento, però fare il titolone formato 16 per due briciole vuol dire proprio raschiare il fondo del barile

Maybeshewill
03-01-19, 21:42
spot the piddino

anton47
03-01-19, 21:57
Spese Pazze.....5000 euro!
Allora, uso illecito è illecito e quindi giusto pretendere il risarcimento, però fare il titolone formato 16 per due briciole vuol dire proprio raschiare il fondo del barileno
vuol dire che non sempre le porcate di questo partito riescono a restare sotto il tappeto
d'altra parte il pd è riuscito a distruggere tanti avversari creando casi mediatici e giudiziari devastanti per molto meno e anche ricorrendo a news che poi si sono rivelate fake
vogliamo parlare di mutande verdi? o di scopate con giovinette non proprio timorate che nascondevano l'età e si spacciavano per nipodi di....? o di digraziati che si sono fatti ingiustamente la galera solo perché erano del partito sbagliato?
e così via
questa presunta "morale" a più velocità, scusa la schiettezza, mi dà il voltastomaco

abaper
03-01-19, 22:28
Si spacciavano nipoti di ....
:rotfl:
Le hanno spacciate, vorrai dire

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

anton47
03-01-19, 23:40
ehm...non sono espertissimo in papponi...

Chiwaz
04-01-19, 02:30
Spese Pazze.....5000 euro!
Allora, uso illecito è illecito e quindi giusto pretendere il risarcimento, però fare il titolone formato 16 per due briciole vuol dire proprio raschiare il fondo del barile

Cambia occhiali, è 50.000, non cinquemila.

Kayato
04-01-19, 08:32
Diviso 10....

Inviato dal mio LM-Q610.FG utilizzando Tapatalk

Skywolf
04-01-19, 10:22
Spese Pazze.....5000 euro!
Allora, uso illecito è illecito e quindi giusto pretendere il risarcimento, però fare il titolone formato 16 per due briciole vuol dire proprio raschiare il fondo del barile

Questo è quello che sono riusciti a dimostrare.

Mettiamo che un'indagine duri (numero non proprio casuale) sei mesi. In quei sei mesi ricostruisci parte della vita di una persona. Se commette N reati, ne capisci M < N e riesci a raccogliere prove per n << M < N.

E questo vale solo per quei sei mesi.
Ti garantisco che alla resa dei conti tutti giurano e spergiurano che "non lo hanno mai fatto prima" (che culo abbiamo avuto!, potrebbero dire PM e polizia giudiziaria. No?) e "non lo faranno più dopo" e altre amenità.
Se ci vuoi credere, fallo.

Chiwaz
04-01-19, 11:39
Diviso 10....

Inviato dal mio LM-Q610.FG utilizzando Tapatalk

A parte che non hai manco letto l'articolo, perché hanno contestati 12.000€ e rotti a un singolo, ma complimenti per il ragionamento geniale. :lol:
Il danno per le casse pubbliche è lo stesso, indipendentemente da quanti lo hanno causato.

Kayato
04-01-19, 17:15
...quindi ancora meno a testa....poi da pulpito di quello che la famig...ehm la lega non dovrebbe dare indietro manco un'euro

Inviato dal mio LM-Q610.FG utilizzando Tapatalk

anton47
04-01-19, 18:41
...quindi ancora meno a testa....poi da pulpito di quello che la famig...ehm la lega non dovrebbe dare indietro manco un'euro

Inviato dal mio LM-Q610.FG utilizzando Tapatalkeh! ma la legah! :rotfl:
posso darti un consiglio amichevole? lascia perdere
stai cercando di minimizzare azioni disoneste solo perché compiute dai tuoi amichetti, col solo effetto di dire: ma noi rubiamo menoh!111!!!!!
dimentichi che rubare resta sempre rubare, che si tratti di un centesimo o di un milione, la differenza può essere solo nella pena comminata in proporzione all'entità e alle modalità del furto
non c'è molto da discutere: o si è Honesti o non lo si è, non ti pare?

MrVermont
04-01-19, 20:14
...quindi ancora meno a testa....poi da pulpito di quello che la famig...ehm la lega non dovrebbe dare indietro manco un'euro

Inviato dal mio LM-Q610.FG utilizzando Tapatalk

Hai appena fatto l'equivalente del tuo tanto odiato "eh ma il PD" :smug:

Kemper Boyd
04-01-19, 20:37
eh! ma la legah! :rotfl:
posso darti un consiglio amichevole? lascia perdere
stai cercando di minimizzare azioni disoneste solo perché compiute dai tuoi amichetti, col solo effetto di dire: ma noi rubiamo menoh!111!!!!!
dimentichi che rubare resta sempre rubare, che si tratti di un centesimo o di un milione, la differenza può essere solo nella pena comminata in proporzione all'entità e alle modalità del furto
non c'è molto da discutere: o si è Honesti o non lo si è, non ti pare?
Per una volta sono d'accordo con anton

Kayato
04-01-19, 21:31
Sono dal cell e non riesco a farvli il quote con formato 16 in grassetto per gente che non è in grado di leggere 2 righe di forum, quindi andate di sopra e rileggete

Inviato dal mio LM-Q610.FG utilizzando Tapatalk

Chiwaz
04-01-19, 21:35
Lasciamo stare va :asd:
E' come mettersi a discutere con Jimmy il Fenomeno.

iWin uLose
05-01-19, 10:22
A parte che non hai manco letto l'articolo, perché hanno contestati 12.000€ e rotti a un singolo, ma complimenti per il ragionamento geniale. :lol:
Il danno per le casse pubbliche è lo stesso, indipendentemente da quanti lo hanno causato.
Tra l'altro l'indagine è relativa a 5 mesi, quindi a volere proprio proseguire il ragionamento demente di fare le mediette dei disonesti, questi fottevano alla cittadinanza 1000 euro al mese ciascuno fissi per le spesucce, visto che i 15 mila che prendono legittimamente non erano abbastanza.

Tutto sommato comunque facevano bene, visto che anche dopo essere stati beccati e condannati a rifondere (ma salvi nel penale, quindi siamo al livello che rubi denaro pubblico, e il peggio che ti può capitare è dover restituire il bottino, senza altre conseguenze) esistono ancora dei ritardati che minimizzano certe condotte.

Maybeshewill
05-01-19, 17:59
Il sistema immigrati pd
https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=788267011506242&id=100009688506646

Kayato
05-01-19, 23:44
Spese Pazze.....5000 euro!
Allora, uso illecito è illecito e quindi giusto pretendere il risarcimento, però fare il titolone formato 16 per due briciole vuol dire proprio raschiare il fondo del barile

Autoquote per i bambini speciali del forum......

- - - Aggiornato - - -


no
vuol dire che non sempre le porcate di questo partito riescono a restare sotto il tappeto
d'altra parte il pd è riuscito a distruggere tanti avversari creando casi mediatici e giudiziari devastanti per molto meno e anche ricorrendo a news che poi si sono rivelate fake
vogliamo parlare di mutande verdi? o di scopate con giovinette non proprio timorate che nascondevano l'età e si spacciavano per nipodi di....? o di digraziati che si sono fatti ingiustamente la galera solo perché erano del partito sbagliato?
e così via
questa presunta "morale" a più velocità, scusa la schiettezza, mi dà il voltastomaco

Anton mangia leggero che ti sogni robe strane poi!
in b4......

tutte ste donne hanno violentato e rubato i soldi a silvio, tutto contro la sua volontà
questi giudici che rubano sempre i soldi a silvio e, di testa loro, fanno falsa testimonianza a favore di silvio
etc...

- - - Aggiornato - - -


Questo è quello che sono riusciti a dimostrare.

Mettiamo che un'indagine duri (numero non proprio casuale) sei mesi. In quei sei mesi ricostruisci parte della vita di una persona. Se commette N reati, ne capisci M < N e riesci a raccogliere prove per n << M < N.

E questo vale solo per quei sei mesi.
Ti garantisco che alla resa dei conti tutti giurano e spergiurano che "non lo hanno mai fatto prima" (che culo abbiamo avuto!, potrebbero dire PM e polizia giudiziaria. No?) e "non lo faranno più dopo" e altre amenità.
Se ci vuoi credere, fallo.

Bene, allora utilizza lo stesso ragionamento per TUTTI i politici, evasori fiscali, truffatori etc...
Non essere selettivo.

- - - Aggiornato - - -


eh! ma la legah! :rotfl:
posso darti un consiglio amichevole? lascia perdere
stai cercando di minimizzare azioni disoneste solo perché compiute dai tuoi amichetti, col solo effetto di dire: ma noi rubiamo menoh!111!!!!!
dimentichi che rubare resta sempre rubare, che si tratti di un centesimo o di un milione, la differenza può essere solo nella pena comminata in proporzione all'entità e alle modalità del furto
non c'è molto da discutere: o si è Honesti o non lo si è, non ti pare?

Allora ciccio, te lo spiego di nuovo, a differenza di molti del forum (compreso te) non sono immanicato con nessun partito. Altra cosa ti ho fatto il quoto ingrandito visto che pure te hai problemi di vista. Terzo evitare di usare con me il gergo dei "pentaleghisti" visto che fino a prima delle elezioni spingevi per loro con la "forza di mille soli" pure sulla questione "no vax". Solo perché il PD diceva il contrario sulla questione vaccini.

- - - Aggiornato - - -


Hai appena fatto l'equivalente del tuo tanto odiato "eh ma il PD" :smug:

ma neanche per le palle de to nonno. Sai leggere e dare un significato alle parole?

anton47
06-01-19, 10:40
Autoquote per i bambini speciali del forum......

- - - Aggiornato - - -



Anton mangia leggero che ti sogni robe strane poi!
in b4......

tutte ste donne hanno violentato e rubato i soldi a silvio, tutto contro la sua volontà
questi giudici che rubano sempre i soldi a silvio e, di testa loro, fanno falsa testimonianza a favore di silvio
etc...:rotfl: e chi l'ha mai detto?
il berlusca è ricco, puttaniere e cafone, è ovvio che le fanciulle non troppo timorate facessero la fila per raccattare qualche utile
che il tutto sia moralmente discutibile sono il primo a dirlo (anche se...in quelle condizioni...chi può scagliare la prima pietra?)
quello che contesto è l'uragano mediatico su fatti personali e, soprattutto, quello giudiziario che è stato eccessivo e strumentale
e vorrei anche sapere quanto questa ondata di bigottismo è costata ai contribuenti

Allora ciccio, te lo spiego di nuovo, a differenza di molti del forum (compreso te) non sono immanicato con nessun partito.
ma fammi il piacere, ciccetto, neanch'io 8)
in passato ho votato berlusca sperando che facesse meno danni del pd (e la storia mi sta dando ragione)
adesso proprio non saprei "qual'è il male minore", ci sto meditando

Altra cosa ti ho fatto il quoto ingrandito visto che pure te hai problemi di vista. Terzo evitare di usare con me il gergo dei "pentaleghisti" visto che fino a prima delle elezioni spingevi per loro con la "forza di mille soli" pure sulla questione "no vax". Solo perché il PD diceva il contrario sulla questione vaccini.mi sa che usi roba che ti sta rovinando la memoria :uooo:...NON SONO MA STATO NOVAX, anzi!
né ho mai spinto in favore dei grullini, visto che sono la naturale e futura collocazione dei "kretini di sinistra"
con salvineee sono d'accordo, di solito, a non più del 60% (e, in questo momento, mi sembra il male minore ma devo approfondire e vedere come evolve), ma è uno troppo truculento per piacermi, vedrò

Taddeus
06-01-19, 14:33
Berlusconi non è così ricco, anzi... Zuckerberg è molto più ricco di lui... Ma basta restare in Italia per trovare un sacco di persone più ricche, e che si sono sbattute di meno. In più lui non frequenta prostitute... e comunque l'avesse fatto si sarebbe saputo, dato che avevano tutte registratori ovunque.

anton47
06-01-19, 14:58
ma lui è quello che la sua ricchezza l'ha sempre ostentata di più (con cafonate briatore/style), niente attira più odio e più invidia
e almeno una prostituta "professionale" se l'era fatta, anche se lui ha sempre negato di esserne stato al corrente

Maybeshewill
06-01-19, 17:38
Berlusconi non è così ricco, anzi... Zuckerberg è molto più ricco di lui... Ma basta restare in Italia per trovare un sacco di persone più ricche, e che si sono sbattute di meno. In più lui non frequenta prostitute... e comunque l'avesse fatto si sarebbe saputo, dato che avevano tutte registratori ovunque.

è un post serio o una trollata? :pippotto:

Taddeus
06-01-19, 19:02
Perché dovrebbe essere una trollata? Cosa c'è di non vero in quello che dico?

Maybeshewill
06-01-19, 19:30
"In più lui non frequenta prostitute"

Aveva in casa circa 20 prostitute a sera, attualmente in forza italia molte di quelle prostitute siedono in parlamento o in consigli regionali

Taddeus
06-01-19, 19:38
Vabbè, questa sì che è un trollata. Chiamare prostitute delle soubrette. Io ho visto le foto di Marrazzo che andava a trans, ma di quelle che chiami "prostitute" io non ho visto alcuna foto compromettente...

Maybeshewill
06-01-19, 19:44
mmm ok, e i campi di concentramento non esistevamo e pol pot era una bravo governante
ti lascio a discutere con te stesso

anton47
06-01-19, 20:05
scontro titanicoh!

Kayato
06-01-19, 20:30
:rotfl: e chi l'ha mai detto?
il berlusca è ricco, puttaniere e cafone, è ovvio che le fanciulle non troppo timorate facessero la fila per raccattare qualche utile
che il tutto sia moralmente discutibile sono il primo a dirlo (anche se...in quelle condizioni...chi può scagliare la prima pietra?)
quello che contesto è l'uragano mediatico su fatti personali e, soprattutto, quello giudiziario che è stato eccessivo e strumentale
e vorrei anche sapere quanto questa ondata di bigottismo è costata ai contribuenti

ma fammi il piacere, ciccetto, neanch'io 8)
in passato ho votato berlusca sperando che facesse meno danni del pd (e la storia mi sta dando ragione)
adesso proprio non saprei "qual'è il male minore", ci sto meditando
mi sa che usi roba che ti sta rovinando la memoria :uooo:...NON SONO MA STATO NOVAX, anzi!
né ho mai spinto in favore dei grullini, visto che sono la naturale e futura collocazione dei "kretini di sinistra"
con salvineee sono d'accordo, di solito, a non più del 60% (e, in questo momento, mi sembra il male minore ma devo approfondire e vedere come evolve), ma è uno troppo truculento per piacermi, vedrò

Salto a piè pari tutta la parte di fanta-politica rivisitata visto che è solo una perdita di tempo parlare con te del tuo San Silvio Martire.

Giusto un attimo di fact check, quando c'era da votare per B il PD non esisteva eh, quindi non dire che l'hai scelto per non votare PD!

Per la storia no vax era preso bene per un loro corteo a roma mentre davano contro al precedente governo, te la godevi solo perché stavano attaccando il PD, anche facendoti notare chi fossero rispondetti con qualcosa "non importa basta che siano contro il PD".

Per la storia che "i 5 stelle in verità solo elettori del PD" ti ripropongo la stessa domanda che mandò in CTD l'ultima volta.....ma il 38% che votò B nei tempi d'oro che fine ha fatto?

anton47
07-01-19, 00:50
Salto a piè pari tutta la parte di fanta-politica rivisitata visto che è solo una perdita di tempo parlare con te del tuo San Silvio Martire.ma per piacere! :rotfl:
sono il primo ad ammettere di leggere frettolosamente e superficialmente i post, ma tu mi batti e di tanto! e rovesci il senso delle mie affermazioni
guarda che sono anche il primo a dire che il berlusca è un puttaniere e uno che ostenta le sue ricchezze nella maniera più cafona
ma è anche vero che gli hanno fatto il culo, dopo anni di persecuzione giudiziaria, con inesorabile perizia e sfruttando i molti assist che lui stesso ha fornito (vedi che mi fai sempre ripetere?)

Giusto un attimo di fact check, quando c'era da votare per B il PD non esisteva eh, quindi non dire che l'hai scelto per non votare PD!ma ti reinventi la storia come tarantino con i suoi bastardi senza gloria?
hai mai sentito parlare di "partito comunista", "ulivo" e amenità simili? e il pd da cosa credi che derivi?

Per la storia no vax era preso bene per un loro corteo a roma mentre davano contro al precedente governo, te la godevi solo perché stavano attaccando il PD, anche facendoti notare chi fossero rispondetti con qualcosa "non importa basta che siano contro il PD".
se lo dici tu...(io non ho mai detto né pensato cose simili)
ammetto che tutto ciò che va contro il pd ha la mia benevola attenzione, però i no vax (no vax leghisti compresi) restano kretini almeno come e più dei peggiori kretini di sinistra

Per la storia che "i 5 stelle in verità solo elettori del PD" ti ripropongo la stessa domanda che mandò in CTD l'ultima volta.....ma il 38% che votò B nei tempi d'oro che fine ha fatto?non continuare a ciurlare nel manico, non ci fai una bella figura, non stiamo parlando dei babilonesi ma di storia recente e avere la memoria corta non porta mai bene
quando il kaimano crollò, l'elettorato di cdx si spaccò tra gli sfiduciati che si astennero dal voto (e ce ne sono ancora tanti, me compreso) e quelli che furono incantati, dapprima, dalle sirene del "salvatore della patria" in loden (e si è visto com'è andata :smugpalm:), poi da quelle del giovine renzie
il quale si presentò come ennesimo "uomo della provvidenzah" (uffah che barba!), come rottamatore dei veterocomunisti e portatore di una matura socialdemocrazia di ampio respiro europeo (urka!)
poi abbiamo di nuovo visto com'è andata...mentre quasi tutte le nazioni europee ricominciavano a crescere, noi abbiamo portato i poveri a oltre 5 mln, il 50% della nostra borsa è in mani straniere, il numero delle imprese crolla vertiginosamente ecc. ecc.
in pratica ci siamo indirizzati sulla pista greca (che guarda caso, è guidata da un certo tsipras la cui matrice politica è ben nota)
con l'avvento dei gilet a 5 stars sembrava che anche la dicotomia destra/sinistra fosse rottamata e un po' di destri, scazzati, ci hanno creduto per un po'
ma i grullini, quando sono arrivati al potere, non hanno più potuto nascondere le loro contraddizioni e hanno rivelato non solo ignoranza e incapacità, ma anche inclinazioni stataliste, pauperiste, assistenzialiste (come, guarda caso, gli antenati del pd :jfs3:)
per cui sono partite le marce indietro (non lo dico io ma i sondaggi):
- i kretini di sinistra più primitivi restano con il m5s, un po' di sinistri più scolarizzati e i radical chic stanno tornando alla base pd
- intanto slveeeneee si sta pappando gli ex destri delusi da grillo e sta anche risvegliando molti tra quelli che si erano rassegnati all'astensione (di nuovo: guarda i sondaggi)
mi fermo perché 'sto wot è già troppo noioso, ma ti prego di cercare gli errori nella mia analisetta da bar e di provami che sbaglio tutto o quasi 8)

Skywolf
07-01-19, 08:30
Bene, allora utilizza lo stesso ragionamento per TUTTI i politici, evasori fiscali, truffatori etc...
Non essere selettivo.


saresti così gentile da estrarre da questo forum, o da altro forum, anche quello vecchio di TGM (anche pre-apocafud, per chi sa di cosa si tratti), o blog, o facebook, o vattelapesca, uno, dico un solo, mio post, in cui mi sarei mostrato "selettivo"?

grazie, a buon rendere!

abaper
07-01-19, 08:57
saresti così gentile da estrarre da questo forum, o da altro forum, anche quello vecchio di TGM (anche pre-apocafud, per chi sa di cosa si tratti), o blog, o facebook, o vattelapesca, uno, dico un solo, mio post, in cui mi sarei mostrato "selettivo"?

grazie, a buon rendere!Hai un blog?

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Kayato
07-01-19, 09:47
ma per piacere! :rotfl:
sono il primo ad ammettere di leggere frettolosamente e superficialmente i post, ma tu mi batti e di tanto! e rovesci il senso delle mie affermazioni
guarda che sono anche il primo a dire che il berlusca è un puttaniere e uno che ostenta le sue ricchezze nella maniera più cafona
ma è anche vero che gli hanno fatto il culo, dopo anni di persecuzione giudiziaria, con inesorabile perizia e sfruttando i molti assist che lui stesso ha fornito (vedi che mi fai sempre ripetere?)
ma ti reinventi la storia come tarantino con i suoi bastardi senza gloria?
hai mai sentito parlare di "partito comunista", "ulivo" e amenità simili? e il pd da cosa credi che derivi?
se lo dici tu...(io non ho mai detto né pensato cose simili)
ammetto che tutto ciò che va contro il pd ha la mia benevola attenzione, però i no vax (no vax leghisti compresi) restano kretini almeno come e più dei peggiori kretini di sinistra
non continuare a ciurlare nel manico, non ci fai una bella figura, non stiamo parlando dei babilonesi ma di storia recente e avere la memoria corta non porta mai bene
quando il kaimano crollò, l'elettorato di cdx si spaccò tra gli sfiduciati che si astennero dal voto (e ce ne sono ancora tanti, me compreso) e quelli che furono incantati, dapprima, dalle sirene del "salvatore della patria" in loden (e si è visto com'è andata :smugpalm:), poi da quelle del giovine renzie
il quale si presentò come ennesimo "uomo della provvidenzah" (uffah che barba!), come rottamatore dei veterocomunisti e portatore di una matura socialdemocrazia di ampio respiro europeo (urka!)
poi abbiamo di nuovo visto com'è andata...mentre quasi tutte le nazioni europee ricominciavano a crescere, noi abbiamo portato i poveri a oltre 5 mln, il 50% della nostra borsa è in mani straniere, il numero delle imprese crolla vertiginosamente ecc. ecc.
in pratica ci siamo indirizzati sulla pista greca (che guarda caso, è guidata da un certo tsipras la cui matrice politica è ben nota)
con l'avvento dei gilet a 5 stars sembrava che anche la dicotomia destra/sinistra fosse rottamata e un po' di destri, scazzati, ci hanno creduto per un po'
ma i grullini, quando sono arrivati al potere, non hanno più potuto nascondere le loro contraddizioni e hanno rivelato non solo ignoranza e incapacità, ma anche inclinazioni stataliste, pauperiste, assistenzialiste (come, guarda caso, gli antenati del pd :jfs3:)
per cui sono partite le marce indietro (non lo dico io ma i sondaggi):
- i kretini di sinistra più primitivi restano con il m5s, un po' di sinistri più scolarizzati e i radical chic stanno tornando alla base pd
- intanto slveeeneee si sta pappando gli ex destri delusi da grillo e sta anche risvegliando molti tra quelli che si erano rassegnati all'astensione (di nuovo: guarda i sondaggi)
mi fermo perché 'sto wot è già troppo noioso, ma ti prego di cercare gli errori nella mia analisetta da bar e di provami che sbaglio tutto o quasi 8)


Ok basta sapere che quando dici "pd" non intendi il "Partito Democratico" ma un insieme di "tutto quello che non ti piace" visto il "Partito Comunista" ha sempre corso per i fatti suoi, non è entrato nel PD (quello vero).
Ti ricordo pure che nelle elezioni del 2013 Renzi non c'era.
....ehi......storia recente.

Il resto dei deliri non te lo commento manco per scherzo. In ogni caso era giusto per farti capire (già spiegato l'altra volta) che l'elettorato non è diviso in "partiti del cuore". C'è una piccola parte che vota "sempre quello" per ovvi motivi ma la stra grande maggioranza vota quello che pensa sia meglio per se.........o "quello che luccica di più". Lo spostamento di voti di solito è legato a questa "massa neutra", non ha senso attribuirli un'appetenza partitica visto che non l'hanno.

- - - Updated - - -


saresti così gentile da estrarre da questo forum, o da altro forum, anche quello vecchio di TGM (anche pre-apocafud, per chi sa di cosa si tratti), o blog, o facebook, o vattelapesca, uno, dico un solo, mio post, in cui mi sarei mostrato "selettivo"?

grazie, a buon rendere!

Te la faccio più facile, linkami dove hai usato lo stesso ragionamento su altri partiti.

Skywolf
07-01-19, 10:55
Te la faccio più facile, linkami dove hai usato lo stesso ragionamento su altri partiti.
Eh? :asd:

Si stava commentando un fatto di cronaca, quindi commentavo quello.

Questo non obbliga nessuno a fare paragoni con altri fatti di cronaca più o meno simili, né tantomeno a postare un cospicuo e noioso (oltre che impossibile da ricordare per chicchessia) elenco dei nominativi di tutti i soggetti che si ritiene vadano criticati per fatti analoghi.

Kemper Boyd
07-01-19, 11:16
Te la faccio più facile, linkami dove hai usato lo stesso ragionamento su altri partiti.
Guarda che questo ragionamento non e' altro che una declinazione di EALLORAILPIDDI', solo dall'altra parte.

anton47
07-01-19, 13:43
Ok basta sapere che quando dici "pd" non intendi il "Partito Democratico" ma un insieme di "tutto quello che non ti piace" visto il "Partito Comunista" ha sempre corso per i fatti suoi, non è entrato nel PD (quello vero).
https://media.giphy.com/media/tdN4TpyM3dzYA/giphy.gif

Ti ricordo pure che nelle elezioni del 2013 Renzi non c'era.
....ehi......storia recente....i.vabbè, non c'è speranza, mi spiace :sad:

MrVermont
07-01-19, 13:46
Guarda che questo ragionamento non e' altro che una declinazione di EALLORAILPIDDI', solo dall'altra parte.

ti anticipo la risposta: non hai capito niente (cit.)

Kayato
07-01-19, 13:47
Eh? :asd:

Si stava commentando un fatto di cronaca, quindi commentavo quello.

Questo non obbliga nessuno a fare paragoni con altri fatti di cronaca più o meno simili, né tantomeno a postare un cospicuo e noioso (oltre che impossibile da ricordare per chicchessia) elenco dei nominativi di tutti i soggetti che si ritiene vadano criticati per fatti analoghi.

:scalata::ciaociao:
Archiviato.

Kayato
07-01-19, 14:00
Guarda che questo ragionamento non e' altro che una declinazione di EALLORAILPIDDI', solo dall'altra parte.

Anche te con l'età stai iniziando a partire come Anton e usare "pd" al posto di altri termini?

Ho risposto a skycoso che per me usava quel ragionamento solo verso certi partiti, mi ha chiesto di dimostrarlo, tra l'altro portando prove da "fb e blog", ecco onestamente era palese e sottinteso che mi riferivo solo al forum visto che non ho idea di altri suoi profili in giro per tutto l'internet e manco me ne frega.

Visto che io insinuavo che nel forum lui non avesse mai esposto lo stesso ragionamento su fatti di cronaca analoghi a partiti di altri schieramenti era un po' difficile portarli le prove!

Ok se ti sei perso riepilogo facile:
lui mi ha chiesto di linkare dei post, la mia posizione era "non esistono quei post"

Per questo ho detto "è più semplice se te mi linki dove hai detto le stesso cose su altri partiti"
Non mi sembrava così difficile da capire.

Skywolf
07-01-19, 15:04
:scalata::ciaociao:
Archiviato.

Ma tu sei proprio fuori.

Addio.

Chiwaz
07-01-19, 18:53
Ma tu sei proprio fuori.

Addio.

Vedo che hai conosciuto anche tu il nostro utente speciale :asd:

Perché abita in Veneto, altrimenti avrei scommesso qualcosa sul fatto che fosse stato lui
https://www.salernocitta.com/2019/01/06/salerno-confonde-la-sede-della-lega-navale-con-quella-di-matteo-salvini-e-deturpa-le-mura-con-scritte-offensive-foto/?fbclid=IwAR3FvJpbSfmHp9ksnPkw0r4x6YxC_8KgEIMgIPlb V36__fiBzTgvIs15vWU

Lux !
07-01-19, 20:36
Vedo che hai conosciuto anche tu il nostro utente speciale :asd:

Perché abita in Veneto, altrimenti avrei scommesso qualcosa sul fatto che fosse stato lui
https://www.salernocitta.com/2019/01/06/salerno-confonde-la-sede-della-lega-navale-con-quella-di-matteo-salvini-e-deturpa-le-mura-con-scritte-offensive-foto/?fbclid=IwAR3FvJpbSfmHp9ksnPkw0r4x6YxC_8KgEIMgIPlb V36__fiBzTgvIs15vWU

Da notare il tocco di classe della parole separate da un puntino come in latino :asd:

Kemper Boyd
07-01-19, 21:10
Anche te con l'età stai iniziando a partire come Anton e usare "pd" al posto di altri termini?

Ho risposto a skycoso che per me usava quel ragionamento solo verso certi partiti, mi ha chiesto di dimostrarlo, tra l'altro portando prove da "fb e blog", ecco onestamente era palese e sottinteso che mi riferivo solo al forum visto che non ho idea di altri suoi profili in giro per tutto l'internet e manco me ne frega.

Visto che io insinuavo che nel forum lui non avesse mai esposto lo stesso ragionamento su fatti di cronaca analoghi a partiti di altri schieramenti era un po' difficile portarli le prove!

Ok se ti sei perso riepilogo facile:
lui mi ha chiesto di linkare dei post, la mia posizione era "non esistono quei post"

Per questo ho detto "è più semplice se te mi linki dove hai detto le stesso cose su altri partiti"
Non mi sembrava così difficile da capire.
Ma non e' che non ho capito, e' che mi sembra un discorso assurdo. Cioe' uno puo' commentare il cazzo che gli pare e non e' tenuto ad una par condicio per cui se deride un politico ladro del PD allora deve per forza deriderne altri di altri partiti in egual misura.

Invece il tuo discorso "eh vabeh quello avra' rubato pero' anche la lega, il m5s, berlusconi, prodi, la bonino, etc" e' esattamente l'insopportabile litania EALLORAILPIDDI (e qui sottolineo, perche' a quanto pare serve spiegartelo, che uso una locuzione non specificamente riferita al PD ma solo come citazione del mantra grillino ormai diventato arcinoto) che personalmente trovo intollerabile qualunque sia la fazione.

iWin uLose
07-01-19, 22:42
"E allora il PD", formula inventata dai fanboys del PD per cercare di far dimenticare tutte le aberrazioni compiute da quel partito, ha un senso ben preciso, ovvero quello di mettere in evidenza le colpe di una formazione politica che, come dimostra questo episodio e molti altri elencabili, ha saccheggiato le istituzioni a tutti i livelli per anni. Quindi è del tutto lecito paragonarlo al resto dell'offerta politica, visto che quando vai alle elezioni hai un tot di scelte, e ricordare quanto ha fatto schifo una di queste scelte per anni serve a tenere a mente che prima di arrivare a tanta indecenza i partiti alternativi al PD hanno dei margini di errore enormi.

Il vero atteggiamento da mentecatto è invece cercare di minimizzare colpe gravissime per un amministratore pubblico, come quella di spendere per cazzi propri denaro destinato all'attività politica, perché questi furfanti non hanno rubato abbastanza e, poverini, hanno avuto titoli di giornale a troppe colonne (invece di andare in galera come avrebbero meritato).

anton47
07-01-19, 23:39
che poi, in fondo, io li capisco i sinistri che si scocciano per il "eallorailpiddì", hanno le loro valide ragioni :pat::
primo: il sarcasmo acido va esercitato su tutte le altre forze politiche, gli "illuminati" sono intoccabili e vanno rispettati comunque :nonsifa:
secondo: ogni "eallorailpiddì" è seguito da altrettante notazioni che il pd ha commesso porcate e/o scemenze prima degli altri
questo finisce, nel tempo, per costruire un lungo elenco che gli risulta un pochino indigesto
sì, oggi mi sento ancora più perfido del solito :angelo:

Kemper Boyd
08-01-19, 07:28
"E allora il PD", formula inventata dai fanboys del PD per cercare di far dimenticare tutte le aberrazioni compiute da quel partito, ha un senso ben preciso, ovvero quello di mettere in evidenza le colpe di una formazione politica che, come dimostra questo episodio e molti altri elencabili, ha saccheggiato le istituzioni a tutti i livelli per anni. Quindi è del tutto lecito paragonarlo al resto dell'offerta politica, visto che quando vai alle elezioni hai un tot di scelte, e ricordare quanto ha fatto schifo una di queste scelte per anni serve a tenere a mente che prima di arrivare a tanta indecenza i partiti alternativi al PD hanno dei margini di errore enormi.
Il fatto che sia vero o meno e' irrilevante. Il punto e' che e' un'argomentazione idiota e puerile al pari di "si ho preso 5 ma mezza classe ha preso 4" che le mamme ai tempi in cui non erano gli avvocati dei figli liquidavano con un "non me ne frega un cazzo di cosa hanno fatto gli altri". E' solo una scusa per cercare di minimizzare le proprie colpe ponendo l'attenzione su quelle di altri, come se il fatto di avere gente che ha sbagliato di piu' rendesse le tue cazzate meno cazzate. E' veramente un discorso indecente anche in eta' infantile.

iWin uLose
08-01-19, 08:00
A me sembra più da deficiente lamentarsi di chi ha preso cinque, quando alle elezioni potevi votare per quello oppure per chi aveva preso zero.

Kemper Boyd
08-01-19, 08:05
A me sembra più da deficiente lamentarsi di chi ha preso cinque, quando alle elezioni potevi votare per quello oppure per chi aveva preso zero.
La differenza e' che i voti qui sono soggettivi e dati in maniera totalmente personale dagli elettori. Personalmente gli unici governi a cui darei un voto minore di uno che comprende il movimento 5 stelle, sono le teocrazie e robe del terzo mondo in generale.

Kayato
08-01-19, 09:25
Ma non e' che non ho capito, e' che mi sembra un discorso assurdo. Cioe' uno puo' commentare il cazzo che gli pare e non e' tenuto ad una par condicio per cui se deride un politico ladro del PD allora deve per forza deriderne altri di altri partiti in egual misura.

Invece il tuo discorso "eh vabeh quello avra' rubato pero' anche la lega, il m5s, berlusconi, prodi, la bonino, etc" e' esattamente l'insopportabile litania EALLORAILPIDDI (e qui sottolineo, perche' a quanto pare serve spiegartelo, che uso una locuzione non specificamente riferita al PD ma solo come citazione del mantra grillino ormai diventato arcinoto) che personalmente trovo intollerabile qualunque sia la fazione.

Vabbè dai, vai a giocare da un'altra parte.
Va che era stato lui a far intendere "di non fare preferenze"

Firestorm
08-01-19, 09:53
La differenza e' che i voti qui sono soggettivi e dati in maniera totalmente personale dagli elettori. Personalmente gli unici governi a cui darei un voto minore di uno che comprende il movimento 5 stelle, sono le teocrazie e robe del terzo mondo in generale.Oddio parliamone...mica è detto secondo me se la giocano alla pari tranquillamente.

500px.com/andream

iWin uLose
08-01-19, 21:42
La differenza e' che i voti qui sono soggettivi e dati in maniera totalmente personale dagli elettori. Personalmente gli unici governi a cui darei un voto minore di uno che comprende il movimento 5 stelle, sono le teocrazie e robe del terzo mondo in generale.
Sono le sentenze dei tribunali a non essere soggettive, è questo il motivo per cui gli elettori dicono "e allora il PD" e i suoi fanboys tanto si incazzano.

anton47
09-01-19, 10:16
Sono le sentenze dei tribunali a non essere soggettive...ah! sì?

ZTL
13-01-19, 21:07
Spese Pazze.....5000 euro!
Allora, uso illecito è illecito e quindi giusto pretendere il risarcimento, però fare il titolone formato 16 per due briciole vuol dire proprio raschiare il fondo del barile
Saresti prorio un ottimo avvocato :sisi:

ZTL
19-01-19, 11:55
Il tribunale di Milano ha condannato 52 persone per la cosiddetta inchiesta “Rimborsopoli”

Tra cui gli ex consiglieri regionali Renzo Bossi e Nicole Minetti e l’attuale capogruppo della Lega in Senato

https://www.ilpost.it/2019/01/18/regione-lombardia-peculato-rimborsi-condanna/
L'articolo sul FQ c'è, ma ci sono arrivato cercandolo su Google.
Sulla homepage neanche l'ombra :asd:

iWin uLose
19-01-19, 12:00
Io lo vedo nella homepage con tanto di foto :boh2:

ZTL
19-01-19, 12:04
Ah, eccolo, hai ragione.
Sta sotto Livorno, dopo 7 giorni di sciopero gli studenti del liceo Enriques ottengono aule sicure. Ma è scontro con la Provincia :asd3:

Ovviamente non me ne frega un cazzo del FQ, era solo per fare lo stesso commento rosicone su trafiletti e trafilettini di segno opposto :asd:
I commenti sono uno spasso, come sempre.

Chiwaz
19-01-19, 13:49
L'articolo sul FQ c'è, ma ci sono arrivato cercandolo su Google.
Sulla homepage neanche l'ombra :asd:

Tanto ricorrono.
Alla fine confermeranno le condanne per 10 se va bene.

iWin uLose
19-01-19, 20:35
O li salverà prima la prescrizione, come quasi tutti gli altri.

Chiwaz
21-01-19, 19:17
Ti rode eh? :lul:

iWin uLose
23-01-19, 20:44
Certo che mi rode, come rode a tutte le persone che vivono senza rubare. Tu invece ne sei felice?

Chiwaz
23-01-19, 23:09
Certo che mi rode, come rode a tutte le persone che vivono senza rubare. Tu invece ne sei felice?

Non attacca :lul:

Sono disposto ad accettare che qualche ladruncolo la passi liscia piuttosto che avere processi eterni.

Kayato
23-01-19, 23:55
Non attacca :lul:

Sono disposto ad accettare che qualche ladruncolo la passi liscia piuttosto che avere processi eterni.

Ah bhe, giustizia a giorni alterni is the way!

Chiwaz
24-01-19, 00:47
Ah bhe, giustizia a giorni alterni is the way!

Non hai capito un cazzo come al solito, guarda te che strano eh? :asd:

Kayato
24-01-19, 17:13
Non hai capito un cazzo come al solito, guarda te che strano eh? :asd:

:pat:

iWin uLose
24-01-19, 20:43
Non attacca :lul:

Sono disposto ad accettare che qualche ladruncolo la passi liscia piuttosto che avere processi eterni.
Che cosa c'entra :asd:

Anche io preferirei che so, consentire il bullismo dei ragazzini piuttosto che dargli vent'anni di galera, ma non è che poi andrei dai genitori il cui figlio è stato suonato come un tamburo a chiedergli se gli rode il culo :facepalm:

Chiwaz
24-01-19, 23:07
Che cosa c'entra :asd:

Anche io preferirei che so, consentire il bullismo dei ragazzini piuttosto che dargli vent'anni di galera, ma non è che poi andrei dai genitori il cui figlio è stato suonato come un tamburo a chiedergli se gli rode il culo :facepalm:Se il genitore invocasse di continuo misure antiliberali, si.

iWin uLose
25-01-19, 21:00
Misure presenti in tutto il mondo occidentale = misure illiberali, seems legit.

Chiwaz
25-01-19, 21:05
Misure presenti in tutto il mondo occidentale = misure illiberali, seems legit.

La prescrizione c'è dovunque :asd:

iWin uLose
25-01-19, 21:32
La prescrizione c'è dovunque :asd:

Anche la sospensione dopo il primo grado di giudizio.

Chiwaz
26-01-19, 01:21
Se vuoi cambiarne le modalità a me sta anche bene, ma non era la posizione che sostenevi fino alla pagina precedente.

Tu volevi abolirla del tutto.

iWin uLose
26-01-19, 20:47
La proposta di riforma prevede la sospensione dopo il primo grado di giudizio, ne abbiamo parlato per pagine in un altro thread, penso quello sulla giustizia.

anton47
27-01-19, 00:04
modesta propostina alternativa per prevenire :timifag::
licenziamo in tronco (e lasciamo senza pensione) i magistrati che avviano un procedimento e non lo portano a sentenza entro...diciamo...tre anni
ci scommetto che, magicamente, le carenze di organico scomparirebbero come neve al sole :jfs2:

Kayato
27-01-19, 00:31
modesta propostina alternativa per prevenire :timifag::
licenziamo in tronco (e lasciamo senza pensione) i magistrati che avviano un procedimento e non lo portano a sentenza entro...diciamo...tre anni
ci scommetto che, magicamente, le carenze di organico scomparirebbero come neve al sole :jfs2:

.....boh.......se vuoi essere giudicato da questo.......contento te

https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/71DZxZLII5L._SY450_.jpg

anton47
27-01-19, 01:30
.....boh.......se vuoi essere giudicato da questo.......contento te

....confessione: volente o nolente a me mi possono beccare al massimo per un divieto di sosta o per omonimia...quindi il discorso mi tocca poco personalmente
ma se un giudice per anni non riesce a mettere insieme prove sufficienti per far condannare un imputato, potrebbe essere che queste prove non ci siano
e in questo caso niente al mondo potrebbe giustificare una persecuzione che rovina definitivamente l'intera vita di un innocente e di chi gli è vicino
ho letto di molti casi del genere e mi sembra un'atrocità insopportabile, tanto da farmi preferire un colpevole impunito (e, dato che io sarei per il castigo duro dopo qualsiasi delitto, per me sono situazioni disturbanti)

iWin uLose
12-04-19, 20:27
Bisogna ridare al più presto il paese in mano ai competenti :rullezza:


Arrestati il segretario

del Pd e un assessore

della Regione Umbria


A domiciliari come dg-direttore amministrativo dell'ospedale di Perugia


https://tuttoggi.info/wp-content/uploads/2019/01/bocci-assemblea-pd-nuova.jpeg

Il segretario del Pd dell'Umbria Gianpiero Bocci e l'assessore regionale alla Salute e coesione sociale Luca Barberini sono stati arrestati dalla Gdf nell'ambito dell'indagine della procura di Perugia su alcune irregolarità che sarebbero state commesse in un concorso per assunzioni in ambito sanitario. Nei confronti dei due sono stati disposti i domiciliari. Stesso provvedimento per il direttore generale dell'Azienda ospedaliera Emilio Duca e per il direttore amministrativo della stessa azienda. L'indagine è condotta dalla guardia di finanza.

Anche il presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, Pd, è indagata nell'inchiesta. Al momento non si conoscono gli addebiti nei suoi confronti.

"Dopo l'autosospensione del Segretario regionale dell'Umbria, il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha deciso immediatamente di commissariare la Federazione Regionale del Pd dell'Umbria con l'onorevole Walter Verini, Presidente del Pd dell'Umbria". E' quanto si legge in una nota del Pd.

"Senza entrare nel merito degli ultimi arresti i cittadini dell'Umbria sono malgovernati da troppo tempo; elezioni Regionali subito" afferma il vicepremier Matteo Salvini in merito alle vicende che stanno coinvolgendo la Giunta Regionale umbra, guidata dal Pd.

"Quel che è accaduto oggi in Umbria è molto grave, lo è soprattutto perché parliamo di sanità, della salute delle persone, su cui per anni la politica ha speculato senza mostrare vergogna. Dobbiamo togliere la sanità pubblica dalle mani dei partiti. Bisogna slegare le nomine negli ospedali dalla politica. Bisogna fare una legge per introdurre un sistema più meritocraticratico ed efficiente, con concorsi trasparenti". Lo dichiara Luigi Di Maio.

Maybeshewill
12-04-19, 20:32
:smugranking:

Lewyn
12-04-19, 21:10
"Quel che è accaduto oggi in Umbria è molto grave, lo è soprattutto perché parliamo di sanità, della salute delle persone, su cui per anni la politica ha speculato senza mostrare vergogna. Dobbiamo togliere la sanità pubblica dalle mani dei partiti. Bisogna slegare le nomine negli ospedali dalla politica. Bisogna fare una legge per introdurre un sistema più meritocraticratico ed efficiente, con concorsi trasparenti". Lo dichiara Luigi Di Maio.

Perfettamente d’accordo, peccato che loro siano quelli che hanno lottizzato tutto peggio della prima repubblica, che la trasparenza non sappiamo neanche cosa sia e che hanno alzato la soglia per gli appalti ad un valore ridicolo.

Kemper Boyd
13-04-19, 10:05
Bisogna lasciare il paese in mano agli onesti :rullezza:

https://twitter.com/EdoardoBuffoni/status/1116311596312203264




9 giugno 2015: Marcello De Vito grida “O-ne-stà” contro il sindaco Ignazio #Marino.

9 aprile 2019: Marino assolto, De Vito in carcere.

iWin uLose
13-04-19, 11:09
Adesso bisognerebbe chiedere allo scemo medio di internet, quello che chiedeva se preferivi essere operato da un medico scarso ma onesto o da un medico ladro ma capace, perché nella sua testa di lobotomizzato esistono solo qiuelle due categorie, se lui preferirebbe essere operato da un medico che ha vinto onestamente il concorso in Umbria perché più bravo dei concorrenti, o da un raccomandato del PD :lul:

Skywolf
13-04-19, 11:09
modesta propostina alternativa per prevenire :timifag::
licenziamo in tronco (e lasciamo senza pensione) i magistrati che avviano un procedimento e non lo portano a sentenza entro...diciamo...tre anni
ci scommetto che, magicamente, le carenze di organico scomparirebbero come neve al sole :jfs2:

Ma metti sullo stesso piano, che so,
- l'arrestato in flagranza di reato mentre cedeva stupefacente ad un acquirente, con tanto di dosi che aveva con sé sequestrate e dunque costituenti fonte di prova,
e
- l'associazione per delinquere finalizzata alla corruzione ed alle attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti, ove sono coinvolti mettiamo 6 imprenditori, 20 tra dirigenti quadri impiegati e bassa manovalanza, 5 pubblici ufficiali, ci sono 6 mesi di intercettazioni, perizie e controperizie sulle analisi chimico-fisiche dei rifiuti, pareri e contropareri dei geologi sulla idoneità del sito scelto per lo stoccaggio, sulla percolazione di eventuali sostanze tossiche nel terreno e l'eventuale compromissione della falda, su....


Ma mettiamo che sì. Allora, il rinvio a fra 4 mesi perché l'imputato vostro onore ha il raffreddore/gli è morta la mamma/proprio oggi è imputato anche in un altro procedimento/la notifica non è arrivata in tempo perché il giorno prima aveva fatto il cambio di residenza e avvocaoto e si era risposato in Azerbaijan con una portoghese e sarcazzo, e prima di 4 mesi il giudice non può perché ha già il calendario pieno... il rinvio dicevo, come lo conti?
Sempre 'n coppa a 'o maggistrato?

Kemper Boyd
13-04-19, 11:18
Adesso bisognerebbe chiedere allo scemo medio di internet, quello che chiedeva se preferivi essere operato da un medico scarso ma onesto o da un medico ladro ma capace, perché nella sua testa di lobotomizzato esistono solo qiuelle due categorie, se lui preferirebbe essere operato da un medico che ha vinto onestamente il concorso in Umbria perché più bravo dei concorrenti, o da un raccomandato del PD :lul:
Ma e' lo stesso scemo medio per cui se a uno sta sul cazzo il m5s allora e' per forza un piddino a cui piacciono i politici corrotti? Per capire se stiamo parlando dello stesso tipo di lobotomia che porta a dividere tutto in due categorie e basta.

Bigclouds
13-04-19, 11:42
E dopo questa risposta anche oggi bronson può tornare a grufolare avidamente nel suo trogolo

anton47
13-04-19, 13:59
Ma metti sullo stesso piano, che so,
- l'arrestato in flagranza di reato mentre cedeva stupefacente ad un acquirente, con tanto di dosi che aveva con sé sequestrate e dunque costituenti fonte di prova, .....frena! ;)
a parte che il tono ironico mi pareva vistoso, devi sapere che, purtroppo, per lavoro devo frequentare molti uffici pubblici
e posso testimoniare che in molti (non in tutti, per carità) vedo solo gente che si chiude in ufficio per la pennichella o stabili capannelli intorno alle macchinette del caffè che discutono sulle carenze di organico :bua:, per non parlare dei famigerati "fuori stanza" casualmente più frequenti durante gli orari di ricevimento
non ho, fortunatamente, esperienze dirette di uffici giudiziari ma, per la proprietà transitiva....