PDA

Visualizza Versione Completa : TGM 390 – Aprile 2022



II-Variety
15-04-22, 17:20
Copertina molto particolare, quella pasquale di The Games Machine 390, con cui inizia il countdown verso il numero 400! Com'è stato per il TheC64, anche The A500 Mini è un veicolo di diffusione della cultura del retrogaming alla portata di tutti: la recensione vera e propria è contenuta nel terzo RetroTGM al centro (letteralmente) della rivista, accanto a retrospettive su diversi classici disponibili sulla piattaforma e, nella cover story, una lettera d'amore come "memoria" delle macchine Amiga, tra le prime anime "home computer" della storia di TGM.

A lato di questa doppia cavalcata, però, c'è tanto altro: la zona degli approfondimenti, per cominciare, offre una riflessione su accessibilità/difficoltà nel moderno panorama videoludico e la nuova "lezione" di Videogame Economy 101, intorno a NFT e monete virtuali, per poi procedere con l'hands on di Trek to Yomi, promettente action adventure a scorrimento che vede coinvolto il talentuoso game designer italiano Leonard Menchiari (Riot Civil Unrest, The Eternal Castle). Sempre nutrita e piena di punti caldi, poi, l'area delle recensioni, dal positivissimo responso su Syberia: The World Before, capolavoro postumo del compianto Benoit Sokal, al più tiepido giudizio su Tiny Tina's Wonderlands, dalla controversa rilettura di Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin alla parziale evoluzione di WWE 2K22, dalla metropoli infestata di Ghostwire Tokyo all'ottimo soulslike Tunic, quasi un Elden Ring in mignatura, fino al ritorno di Persona 4 Arena Ultimax e bei indie come Weird West e What Lies in the Multiverse, quest'ultimo protagonista nella chiacchierata del TGM Incontra.

Seguono l'Highlight Console su Gran Turismo 7, le uscite multipiattaforma delle Recensioni in Breve e le nostre magnifiche rubriche TGM Classic (Rocket Ranger, ancora Amiga!), Time Machine (ultima parte della storia di SNK), TecnoTGM (un particolare insight intorno a Nvidia) e Angolo di Bovabyte (beh, scopritelo da soli!), che costituiscono un'altra delle molteplici anime storiche di TGM. Scommetto che le amate tutte.

https://www.thegamesmachine.it/wp-content/uploads/2022/04/Icop_TGM390_normale.jpg

Ecco tutti i contenuti di TGM 390:

3 Editoriale di Mario Baccigalupi
6 Spotlight di Daniele Dolce

COVER STORY
12 Dossier: Amiga Mia, Storia di un Amore di Emanuele Feronato

DOSSIER
18 NFT e Monete Virtuali di Claudio Magistrelli
24 Accessibilità Vs. Difficoltà di Stefano Calzati

REPORTAGE
28 Trek to Yomi di Simone Rampazzi
30 MotoGP 22 di Alessandro Alosi

RECENSIONI
34 Syberia: The World Before di Paolo Besser
38 Tiny Tina's Wonderlands di Marco Bortoluzzi
42 Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin di Majkol Robuschi
55 WWE 2K22 di Claudio Magistrelli
58 Destiny 2: La Regina dei Sussurri di Daniele Dolce
62 Ghostwire: Tokyo di Danilo Dellafrana
64 Tunic di Simone Rampazzi
66 Weird West di Gabriele Barducci
68 Persona 4 Arena Ultimax di Danilo Dellafrana
70 Babylon's Fall di Majkol Robuschi
72 What Lies in the Multiverse di Claudio Magistrelli
74 Highlight Console: Gran Turismo 7 di Daniele Cucchiarelli e Stefano Calzati
76 Recensioni in breve di Daniele Cucchiarelli

INSERTO SPECIALE
47 RetroTGM: tutto su The A500 Mini e i suoi giochi! di Paolo Besser, Emanuele Feronato e Danilo Dellafrana

RUBRICHE
32 Facce da TGM di Mario Baccigalupi
80 Time Machine di Danilo Dellafrana
84 TGM Classic di Danilo Dellafrana
86 TecnoTGM di Paolo Besser
88 Hardware di Paolo Besser e redazione
92 Angolo di Bovabyte di Paolo Besser
94 VR Machine di Mario Baccigalupi
96 TGM Incontra... di Claudio Magistrelli

peter_ray
16-04-22, 20:53
Non me l’aspettavo! La parola Amiga in copertina su TGM mancava da…uhm…quasi 30 anni? E sì, ci sta, in fin dei conti TGM Ita è nato con i 16 bit che in Italia a fine ‘88 voleva dire tanto Amiga 500. Bel gesto!

benvelor
17-04-22, 08:35
presa!
belle la copertina con Amiga... ma non questa... aspetto una versione con tastiera, finta per finta, mi tengo il mio FPGA, che emula alla stragrande ed ha anche le porte joystick
ad una ipotetica The Amiga, invece, sarebbe difficile resistere

grazie per l'indicazione della risoluzione nel box delle recensioni :ok:

poi leggerò tutto con calma

Ataru Moroboshi
21-04-22, 14:12
Finalmente è uscito anche a Roma.
Non posso dire che la copertina mi piaccia particolarmente, ma l'Amiga fa comunque scendere più di una lacrimuccia.
Mi ha fatto anche pensare che, dei 25 giochi inclusi, all'epoca della loro uscita ne giocai parecchi, senza riuscire a finirne nessuno. Alla faccia di chi si lamenta della difficoltà dei Souls.
Mi è piaciuto l'articolo sugli NFT, che almeno mi ha fatto capire a grandi linee di che cavolo si tratta. E ad occhio mi sembrano l'ennesimo modo balordo di buttare dei soldi.
Per le recensioni, sarei stato un po' più generoso con Weird West, che in questi giorni mi sta divertendo parecchio. Condivido le critiche su un sistema di combattimento a dir poco opinabile, ma il voto mi sembra troppo severo.
Per il resto spero vivamente che quello visto a pag. 36 non sia il look definitivo di Kate Walker nel nuovo Syberia, sarebbe un colpo al cuore.

Patman
22-04-22, 07:34
Spero che arrivi presto :vojo:

chirux
23-04-22, 10:03
Ho iniziato a leggerla e svogliata tutta velocemente.
Inserti dettagli nelle recensioni: tipologia di gioco e risoluzione, quindi bene.
Ben confezionato RetroTGM.

Un piacere avere la carta tra le mani.

Lunga vita!

Viridian
25-04-22, 00:52
è vero, ora che me lo fai notare hanno inserito la tipologia di gioco, lo avevo chiesto parecchi topic fa e alla fine l'hanno fatto, bravi:ok:

ho apprezzato tutta la parte su amiga, però va bene l'articolo emozionale ma un boxettino con una breve disanima dell'hardware era doveroso secondo me, perlomeno una infarinatura su ocs, ecs, aga e cosa fa ogni chip...

riguardo all'amiga mini ho sentito in giro un pò di lamentele sul prezzo, ma anche se io (per vari motivi) non lo comprerei mai, devo concordare con il vostro articolo, 129 euro mi sembrano giustificati per quello che ti danno.

Patman
27-04-22, 08:03
Qualche abbonato ha già ricevuto la rivista?
Di solito mi arriva molto velocemente, ma stavolta ancora niente.... :sad:

27-04-22, 14:51
Per un utente , che ha la stessa firma dal giorno in cui TGM sbarcò sul web, questo numero rappresenta qualcosa da avere assolutamente in forma cartacea. Rivista alla quale ero abbonato in forma cartacea fino a qualche anno fa a cui ho dovuto dire basta per motivi di spazio (spiace sempre) e purtroppo la versione digitale non l'ha mai digerita in termini di fruibilità. Un vero peccato.

Lunga vita all'Amiga, a quei tempi, ai giochi che tutt'oggi rigioco sempre con piacere e con un certo grado di coinvolgimento. 129 euro ? Se parliamo per le licenze ci può anche stare il prezzo, il gamepad però grida allo scandalo e per quel prezzo ce ne avrei messo uno dignitoso e aggiunto anche uno stick.

Marlborough's
01-05-22, 09:25
Tutto bene, tutto bello, o quasi.


Paolone, potresti farci un bel "tecno" sui monitor(gaming) OLED?
Situazione attuale, cosa aspettarci nel prossimo futuro, se mai ne arriveranno a prezzi(e taglie!) umani...sarebbe molto gradito :commosso:

peter_ray
10-05-22, 11:16
Letto solo ieri per varie vicissitudini, ma..che bel numero! I dossier su Amiga ed economy 101 li ho divorati, ancora ancora!
E poi che effetto vedere di nuovo dell’hardware in copertina, quando sarà stata l’ultima volta?😅

Patman
10-05-22, 16:21
A me non è ancora arrivato!!! :vojo:

RobySchwarz
11-05-22, 07:04
A me non è ancora arrivato!!! :vojo:

Hai contattato il numero che ti ho dato?
Ormai direi che il numero è andato perso, fra un po dovrebbe arrivare il nuovo ;)

Patman
11-05-22, 07:07
Sì grazie, li ho contattati la scorsa settimana e, gentilmente, mi hanno risposto che rispediranno :)
Guardo tutti i giorni la buca delle lettere... :asd:

RobySchwarz
11-05-22, 07:55
Sì grazie, li ho contattati la scorsa settimana e, gentilmente, mi hanno risposto che rispediranno :)
Guardo tutti i giorni la buca delle lettere... :asd:

:ok:

benvelor
11-05-22, 08:07
ma il numero di maggio...? :look:
non si doveva tornare ai primi del mese?

II-Variety
11-05-22, 09:49
ma il numero di maggio...? :look:
non si doveva tornare ai primi del mese?

Mi sa che hai capito male, purtroppo. O meglio, siccome nessun numero può stare fuori meno di 30 giorni, è vero che cercheremo di allinearci con la fine del mese/primissimi del successivo ma spingendoci in là, oltre date ormai scivolate troppo avanti. TGM 391 uscirà quindi in una finestra tra il 28 e il 31, e sarà il numero di giugno.

benvelor
11-05-22, 10:00
ah ok, non avevo capito un tubo :asd:
pardon...

II-Variety
11-05-22, 10:03
Ma figurati, la tua "realtà alternativa" sarebbe piaciuta anche a noi :bua:

benvelor
11-05-22, 10:29
:asd:

RobySchwarz
11-05-22, 12:42
Mi sa che hai capito male, purtroppo. O meglio, siccome nessun numero può stare fuori meno di 30 giorni, è vero che cercheremo di allinearci con la fine del mese/primissimi del successivo ma spingendoci in là, oltre date ormai scivolate troppo avanti. TGM 391 uscirà quindi in una finestra tra il 28 e il 31, e sarà il numero di giugno.

quindi si salta maggio, giusto?

II-Variety
13-05-22, 13:56
quindi si salta maggio, giusto?

Si, ma come detto la distanza della finestra d'uscita rispetto alle precedenti non è poi così ampia, ormai ci si era spinti alla metà del mese (e oltre, per quando molti l'hanno trovata, maledetta distribuzione).

RobySchwarz
27-05-22, 11:54
Data papabile per il numero di Giugno?

Salfox
29-05-22, 13:21
Mi unisco anch'io alla richiesta di avere notizie del numero di giugno perchè ho appena finito di leggere il numero di aprile.
A proposito del numero di aprile, nelle ultime letture mi sono imbattuto in una delle (IMHO) più brutte recensioni che ho letto sulla vostra rivista.
Mi riferisco alla recensione di "weird west" che oltre ad essere (ribadisco IMHO) davvero sciatta, non fa menzione alcuna del maggiore difetto del gioco ossia la mancanza della traduzione italiana che in questo tipo di giochi è, a mio avviso, fondamentale.
Prima che i soliti fenomeni intervengano sull'argomento, vi informo che sono un ingegnere ultracinquantenne che ha lavorato da sempre in multinazionali in cui le riunioni in inglese si sprecano.
Ed è proprio per questo che quando gioco e mi rilasso, VOGLIO farlo assolutamente nella mia lingua.
E pensare che questo gioco in particolare era uno di quelli che aspettavo con impazienza ma che poi ho tralasciato quando ho visto il publisher "Devolver digital" che deve avere un conto in sospeso con l'italiano perchè traduce i suoi giochi in milioni di lingue tralasciando sempre accuratamente la nostra.
Credo che in questo forum più o meno siamo tutti un po' vecchiotti e forse molti dei lettori la penseranno come me.
Un saluto a tutti e mi raccomando (alla redazione), continuate ad uscire almeno per i prossimi trent'anni :)

chirux
29-05-22, 13:55
Salfox, io sono d'accordo con te nel segnalare mancanze importanti in recensione oppure scritte in modo da lasciare al lettore qualche domanda. Serve a migliorare e comunque, per fortuna, sono eventi poco frequenti.

Alteridan
30-05-22, 10:42
Mi unisco anch'io alla richiesta di avere notizie del numero di giugno perchè ho appena finito di leggere il numero di aprile.
A proposito del numero di aprile, nelle ultime letture mi sono imbattuto in una delle (IMHO) più brutte recensioni che ho letto sulla vostra rivista.
Mi riferisco alla recensione di "weird west" che oltre ad essere (ribadisco IMHO) davvero sciatta, non fa menzione alcuna del maggiore difetto del gioco ossia la mancanza della traduzione italiana che in questo tipo di giochi è, a mio avviso, fondamentale.
Prima che i soliti fenomeni intervengano sull'argomento, vi informo che sono un ingegnere ultracinquantenne che ha lavorato da sempre in multinazionali in cui le riunioni in inglese si sprecano.
Ed è proprio per questo che quando gioco e mi rilasso, VOGLIO farlo assolutamente nella mia lingua.
E pensare che questo gioco in particolare era uno di quelli che aspettavo con impazienza ma che poi ho tralasciato quando ho visto il publisher "Devolver digital" che deve avere un conto in sospeso con l'italiano perchè traduce i suoi giochi in milioni di lingue tralasciando sempre accuratamente la nostra.
Credo che in questo forum più o meno siamo tutti un po' vecchiotti e forse molti dei lettori la penseranno come me.
Un saluto a tutti e mi raccomando (alla redazione), continuate ad uscire almeno per i prossimi trent'anni :)
Ciao Salfox. Nello specchietto riassuntivo di ogni recensione è indicato se è presente una qualsiasi forma di localizzazione. Nel caso di Weird West è precisato che la localizzazione è assente.
Non entro nel merito della recensione perché non l'ho scritta io, ma volevo solo segnalare questo particolare. :)

Salfox
30-05-22, 11:39
Ciao Salfox. Nello specchietto riassuntivo di ogni recensione è indicato se è presente una qualsiasi forma di localizzazione. Nel caso di Weird West è precisato che la localizzazione è assente.
Non entro nel merito della recensione perché non l'ho scritta io, ma volevo solo segnalare questo particolare. :)

Ovviamente lo specchietto riassuntivo lo avevo visto ma io mi riferivo al fatto che in una rivista italiana non fosse in nessun modo posto in risalto, nel testo della recensione, che il gioco (una immersive sim isometrica) non fosse tradotto in italiano e mi sembrava che dal messaggio che ho scritto la cosa fosse chiara.

Alteridan
30-05-22, 12:20
Ovviamente lo specchietto riassuntivo lo avevo visto ma io mi riferivo al fatto che in una rivista italiana non fosse in nessun modo posto in risalto, nel testo della recensione, che il gioco (una immersive sim isometrica) non fosse tradotto in italiano e mi sembrava che dal messaggio che ho scritto la cosa fosse chiara.
Guarda, non entro nel merito di quella recensione ma personalmente la troverei un'informazione ridondante. Per come vedo la questione, l'informazione è già presente nello specchietto, poi sta ovviamente al lettore effettuare le sue valutazioni. Te, legittimamente sia chiaro, ritieni che non sia accettabile l'assenza di localizzazione, mentre altri lettori potrebbero pensarla diversamente. Dal canto di TGM, però, l'informazione è stata fornita.

Salfox
30-05-22, 12:41
Guarda, non entro nel merito di quella recensione ma personalmente la troverei un'informazione ridondante. Per come vedo la questione, l'informazione è già presente nello specchietto, poi sta ovviamente al lettore effettuare le sue valutazioni. Te, legittimamente sia chiaro, ritieni che non sia accettabile l'assenza di localizzazione, mentre altri lettori potrebbero pensarla diversamente. Dal canto di TGM, però, l'informazione è stata fornita.

Vabbè ci rinuncio, avete ragione voi.
In ogni caso, e con questo chiudo la questione, in una rivista italiana il fatto che un gioco di questo tipo non sia tradotto in italiano E' UN DIFETTO GRAVE e pertanto andrebbe segnalato nella recensione e non lasciato ad un trafiletto microscopico.

Alteridan
30-05-22, 14:33
Vabbè ci rinuncio, avete ragione voi.
In ogni caso, e con questo chiudo la questione, in una rivista italiana il fatto che un gioco di questo tipo non sia tradotto in italiano E' UN DIFETTO GRAVE e pertanto andrebbe segnalato nella recensione e non lasciato ad un trafiletto microscopico.

Non voglio convincere nessuno e non voglio avere ragione, sto solo spiegando quella che è la mia posizione (che non vuole essere quella dell'intera redazione, mi sembra chiaro). Inoltre non capisco tutta questa animosità e il voler alzare i toni a tutti i costi. Stiamo discutendo in tranquillità, no? Tra l'altro le discussioni ci permettono di effettuare eventuali aggiustamenti laddove possibile, e mi sembra che negli ultimi anni quando è stato possibile siamo venuti incontro alle vostre richieste. Se ci sono margini di miglioramento ogni critica è ben accetta.
Dal mio canto non ritengo l'assenza di una localizzazione un difetto grave, non in produzioni minori come Weird West perlomeno, dove immagino che sviluppatori/publisher abbiano preferito concentrare le poche risorse a loro disposizione in altri ambiti dello sviluppo. Senza considerare che questo tipo di giochi non vende in Italia come venderebbe in Germania (vista la presenza di una traduzione in tedesco), per esempio. Poi si potrebbe fare una riflessione sul perché non vendano (non vendono perché non sono tradotti o non sono tradotti perché non vendono?), ma il discorso sarebbe sì interessante ma lungo e complesso.

Salfox
30-05-22, 15:20
Poi si potrebbe fare una riflessione sul perché non vendano (non vendono perché non sono tradotti o non sono tradotti perché non vendono?), ma il discorso sarebbe sì interessante ma lungo e complesso.
Secondo me è la prima che hai detto perchè se fosse stato tradotto io l'avrei comprato senz'altro, tra l'altro ho deciso per principio di non comprare mai più giochi non tradotti (non meritano i miei soldi).

II-Variety
30-05-22, 17:01
Vabbè ci rinuncio, avete ragione voi.
In ogni caso, e con questo chiudo la questione, in una rivista italiana il fatto che un gioco di questo tipo non sia tradotto in italiano E' UN DIFETTO GRAVE e pertanto andrebbe segnalato nella recensione e non lasciato ad un trafiletto microscopico.

Ciao Salfox! Non ci importa di avere ragione, specie in un caso del genere. Quel che sottolinei ha senso ma, pur non potendocene certo vantare, forse anche noi ci siamo abituati a questa frequente mancanza, tanto da riportarla (puntualmente, va detto) in maniera didascalica e non per forza nel testo della recensione. Ogni redattore ha ovviamente la libertà di farlo, ma avendo coscienza che l'assenza della localizzazione in italiano, purtroppo, nel tempo ha interessato anche produzioni dal budget (o valore assoluto, uno per tutti Disco Elysium) maggiore di Weird West.

Alteridan
30-05-22, 17:18
Secondo me è la prima che hai detto perchè se fosse stato tradotto io l'avrei comprato senz'altro, tra l'altro ho deciso per principio di non comprare mai più giochi non tradotti (non meritano i miei soldi).
Qualche tempo fa ne discussi con uno sviluppatore indipendente (l'autore della serie Kingdom (https://store.steampowered.com/app/701160/Kingdom_Two_Crowns/)) che mi dimostrò con i suoi dati di vendita che localizzare un videogioco in italiano non conviene. Questa persona poi ha anche co-fondato il publisher indie Raw Fury, quindi non è il primo arrivato, ecco. Ovviamente si tratta di una singola esperienza di un singolo sviluppatore, ma fa comunque riflettere sul perché certi tipi di prodotti non vengano tradotti in italiano.
In soldoni le vendite in Italia dei suoi giochi rappresentano meno dell'1% del totale e i ricavi non hanno coperto i costi di traduzione. La serie ha avuto un moderato successo in tutto il mondo, quindi non si può dire che fossero giochi sconosciuti, perlomeno nell'ambiente indipendente, ma in Italia è stata un flop nonostante la presenza della traduzione.
Ripeto, è l'esperienza di un singolo sviluppatore/publisher, ma dovrebbe perlomeno far capire che non tutto è bianco o nero. Magari a volte c'è anche la volontà di tradurre, ma se poi i costi non vengono recuperati perché localizzare?
Ah, guarda caso il nuovo Kingdom Eighties (https://store.steampowered.com/app/1956040/Kingdom_Eighties/) che uscirà quest'anno non sarà tradotto in italiano.

Salfox
30-05-22, 18:54
Ciao Salfox!

Ciao Mario!
E della rivista di giugno non ci dici niente :)

II-Variety
30-05-22, 19:56
Ciao Mario!
E della rivista di giugno non ci dici niente :)

Se tutto va come deve andare (e non è detto, tanto che mi verrebbe una dolce bestemmia) dovremmo arrivare in edicola dopodomani o il 2.
Vi tengo informati!

Picard
02-06-22, 00:17
Secondo me è la prima che hai detto perchè se fosse stato tradotto io l'avrei comprato senz'altro, tra l'altro ho deciso per principio di non comprare mai più giochi non tradotti (non meritano i miei soldi).

Ciao Salfox.
Personalmente sono uno sviluppatore indie di giochi di nicchia, che comunque mi fanno campare la famiglia da 4 anni. Ho risorse minuscole, non ho alcun publisher, e tutti i miei giochi sono in inglese. Molti mi han chiesto perché non li traduco, visto che sono io stesso italiano e potrei farlo da solo.

Beh, la questione è che in 4 anni e mezzo ho venduto €2,142, pari a 352 unità di tutti i miei giochi.

Lordi.

Il mio gioco più grande pubblicato finora ha 800.000 parole da tradurre. Se fai due conti capirai bene che non è per non voler considerare il mercato italiano, ma supponendo di farlo e di vendere abbastanza copie da ripagare l'investimento del tempo e trarne profitto, dovrei più che decuplicare le vendite in Italia, portandole quasi a livello del Canada, dove evidentemente il problema della lingua non si pone.

Spero di averti spiegato in termini molto concreti perché molti sviluppatori, soprattutto indie, non sono in grado di fare quanto richiedi.

Salfox
02-06-22, 05:53
Ciao Salfox.


Il mio gioco più grande pubblicato finora ha 800.000 parole da tradurre. Se fai due conti capirai bene che non è per non voler considerare il mercato italiano, ma supponendo di farlo e di vendere abbastanza copie da ripagare l'investimento del tempo e trarne profitto, dovrei più che decuplicare le vendite in Italia, portandole quasi a livello del Canada, dove evidentemente il problema della lingua non si pone.

Spero di averti spiegato in termini molto concreti perché molti sviluppatori, soprattutto indie, non sono in grado di fare quanto richiedi.

Ciao Picard, innanzitutto ti auguro tutto il meglio per i prossimi giochi che pubblicherai poi volevo dirti che secondo me il tuo discorso c'entra poco con il mio ragionamento. Comprendo e condivido quanto hai scritto sulla localizzazione dei giochi indie puri ma la cosa non si applica affatto ad un gioco come Weird West che è stato tradotto in dodici milioni di lingue TRANNE l'italiano. Il mio discorso è rivolto proprio a questo tipo di giochi che, ribadisco, non comprerò mai più per principio. Spero di avere chiarito meglio il mio pensiero, saluti.

Picard
02-06-22, 19:22
Weird West ha venduto CIRCA tra i 4 e i 6 milioni di dollari, dal quale sottrarre varie cose, tra cui la percentuale di Steam che non posso per ragioni di NDA rivelare, ma che basta googlare un po' per trovare in giro (no, non è bassa).

Come l'ho calcolato? Ho visto per esperienza, mia e di altri, che l'1% del giocatori rilascia una recensione. Basta, a spanne, prendere il numero di recensioni e moltiplicarle per 100. Numeri enormi che io nemmeno vedo da lontano, ma bisogna vedere quante persone ha il team, quanto tempo ci ha lavorato, che asset hanno dovuto comprare... io sono da solo, loro no.

E, se dalle vendite han visto che non valeva la pena, c'è poco da fare. Io stesso ho speso 2000€ per far tradurre il mio gioco più piccolo come numero di parole in Giapponese, provando ad entrare in quel mercato, e ne ho ricavati 1400€, buttandone quindi via 600.

Magari loro potrebbero spendere 50-60k € per localizzare in Italiano... ma se ne ricavano in proporzione il 75% e ne perdono 1/4, sono decine di migliaia di Euro che potrebbero spendere in asset, o hardware. Non si manda avanti un'azienda, ahimé, ponendo le questioni di accontentare una nicchia della nicchia, per quanto importante (?) a livello mondiale. La maggior parte degli indie tradotti lo sono stati perché la community ha provveduto.

magic carpet
03-06-22, 09:10
Piacevole sorpresa in edicola stamattina!
Però i ninja turtles in copertina!! [emoji23][emoji23]
Ho dovuto accertarmi che fosse il numero giusto...

II-Variety
03-06-22, 11:07
Piacevole sorpresa in edicola stamattina!
Però i ninja turtles in copertina!! [emoji23][emoji23]
Ho dovuto accertarmi che fosse il numero giusto...

:asd: Mese scarico di titoloni, abbiamo approfittato per affiancare alla prova di Shredder's Revenge un approfondimento sulle tartarugone ninja nei videogiochi. Altra linea importante è quella su Lucasfilm e Monkey Island, ma Gilbert e Devolver Digital non sono ancora pronti a darci della ciccia buona per la cover story.

Oggi cmq lancio il numero qui e sui social.

andrenos
05-06-22, 12:58
Vabbè ci rinuncio, avete ragione voi.
In ogni caso, e con questo chiudo la questione, in una rivista italiana il fatto che un gioco di questo tipo non sia tradotto in italiano E' UN DIFETTO GRAVE e pertanto andrebbe segnalato nella recensione e non lasciato ad un trafiletto microscopico.

Ma hanno ragione loro. Se tu non leggi il trafiletto perchè a tuo parere lo ritieni microscopico è un tuo problema. Il fatto della mancata localizzazione è segnato. Non è che possono contattare te perchè tu vuoi decidere dove debba andare messo per tua comodità, se tu leggi una recensione spiegami perchè mai dovresti ignorare il trafiletto riassuntivo finale con i pro e contro e tutto il resto...

Alessio
13-06-22, 22:13
Mi spingo pure oltre: io trovo anzi solitamente ridondante lo specchietto riassuntivo, nei pro, contro e nel commento. Spesso sono concetti ribaduti già più di una volta nella recensione. Io toglierei tutto il box a favore di foto più grandi, o una foto in più, destinando costo, requisiti hardware (alti, bassi, medi) in una riga sopra la foto del titolone. Non mi hanno mai aggiunto nulla, e tirano via una grande fetta della tipica rece da due facciate. Per fortuna é stata tolta la grafica della cartella tipo bloc notes.

Viridian
13-06-22, 22:45
uhm no, io non sono per niente d'accordo, il box riassuntivo ci vuole assolutamente

se si tratta di recuperare spazio io ridurrei invece quello occupato dalle immagini di inizio recensione, quelle dove dovrebbe esserci scritto il titolo ( e invece c'è un incipit redazionale, ma su questo i redattori hanno già spiegato che per loro va bene così), probabilmente in parte è già stato fatto e in molte recensioni da due pagine l'immagine è grande il giusto.
Però ad esempio per rimanere a tema di questo numero 390, nella recensione di destiny si sprecano più di due mezze facciate per una immagine che veramente non mi aggiunge nessun valore, io diminuirei sicuramente quella piuttosto che togliere il box.
Stesso identico problema, solo leggermente minore, nelle recensioni di tiny tina's wonderland, stranger of paradise e syberia.

chirux
14-06-22, 05:55
Io ho risentito di più il tema sulle foto: a volte troppo grandi, a volte con scarso valore o poco chiare nel mettere in evidenza caratteristiche del gioco. Se dovessi scegliere allora meglio qualche carattere in più di recensione.

Il box riassuntivo è spesso ridondante del testo principale, ma lo terrei perché, in breve e velocemente, mi fornisce dati e concetti. Ben venga la parte del commento con aggiunte rispetto all articolo principale.