Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 24

Discussione: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

  1. #1
    Since 13-11-01 L'avatar di Bobo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Ravenholm
    Messaggi
    4.658

    Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Topic dedicato a questo splendido genere, forse uno dei più praticati dagli appassionati di tutto il mondo

  2. #2
    Pewpew e basta L'avatar di Ashran
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    266
    Gamer IDs

    Gamertag: Ashran PSN ID: Ashran Steam ID: Ashran

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Ecco ... uno dei generi da me meno praticati.
    Se qualcuno volesse dare consigli su l'attrezzatura ideale per iniziare, ne sarei veramente grato. Non parlo solo di ottiche, ma di illuminazione ed accessori vari.

    Ciao ciao

  3. #3
    Since 13-11-01 L'avatar di Bobo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Ravenholm
    Messaggi
    4.658

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Citazione Originariamente Scritto da Ashran Visualizza Messaggio
    Ecco ... uno dei generi da me meno praticati.
    Se qualcuno volesse dare consigli su l'attrezzatura ideale per iniziare, ne sarei veramente grato. Non parlo solo di ottiche, ma di illuminazione ed accessori vari.

    Ciao ciao
    Per me, ma anche io ho fatto poco, per cominciare basta un'ottica luminosa e della bella luce naturale.
    Nelle poche sessioni solo ritratto che ho fatto, il mio miglior amico è stato l'85mm 1.8.... ma va bene anche il cinquantino o qualcosa di più lungo... a seconda dei gusti e del tipo di ritratto che si vuol fare.

    Un passo successivo è avere un flash esterno e/o un pannello riflettente...
    In condizioni di luce naturare tanto il flash che il pannello possono essere usati come luce di riempimento o come luce secondaria da sparare sui capelli, per dare tridimensionalità.
    Se invece sei al chiuso, puoi usare il flash come principale ed il pannello messo nel posto giusto per ammorbidire le ombre/dare tridimensionalità.

    Un ulteriore passo è avere un paio di flash con stativi ed ombrellini vari... e magari uno sfondo da studio, se vuoi mettere in piedi qualcosa in casa

  4. #4
    Pewpew e basta L'avatar di Ashran
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    266
    Gamer IDs

    Gamertag: Ashran PSN ID: Ashran Steam ID: Ashran

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Citazione Originariamente Scritto da Bobo Visualizza Messaggio
    Per me, ma anche io ho fatto poco, per cominciare basta un'ottica luminosa e della bella luce naturale.
    Nelle poche sessioni solo ritratto che ho fatto, il mio miglior amico è stato l'85mm 1.8.... ma va bene anche il cinquantino o qualcosa di più lungo... a seconda dei gusti e del tipo di ritratto che si vuol fare.

    Un passo successivo è avere un flash esterno e/o un pannello riflettente...
    In condizioni di luce naturare tanto il flash che il pannello possono essere usati come luce di riempimento o come luce secondaria da sparare sui capelli, per dare tridimensionalità.
    Se invece sei al chiuso, puoi usare il flash come principale ed il pannello messo nel posto giusto per ammorbidire le ombre/dare tridimensionalità.

    Un ulteriore passo è avere un paio di flash con stativi ed ombrellini vari... e magari uno sfondo da studio, se vuoi mettere in piedi qualcosa in casa
    Ecco discorso interessantissimo. Avendo già un flash e anche un trigger wireless, cosa mi serve per montare un relativo ombrellino? Si può usare un normale treppiedi o ci vuole uno stativo necessariamente? Insomma vorrei capire cosa dovrei buttare dentro al carrello della spesa.

  5. #5
    Since 13-11-01 L'avatar di Bobo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Ravenholm
    Messaggi
    4.658

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Citazione Originariamente Scritto da Ashran Visualizza Messaggio
    Ecco discorso interessantissimo. Avendo già un flash e anche un trigger wireless, cosa mi serve per montare un relativo ombrellino? Si può usare un normale treppiedi o ci vuole uno stativo necessariamente? Insomma vorrei capire cosa dovrei buttare dentro al carrello della spesa.
    Da quello che ho visto, uno stativo alla fin fine è un cavalletto... magari pensato anche per arrivare più in alto, ma quello è.
    Però la testa è fatta in modo tale da avere l'aggancio per il flash ed una specie di buco in cui si inserisce il bastone dell'ombrellino.

    Quindi mi viene da dire che se vuoi usare il tuo cavalletto dovresti poi prendere anche una di queste teste (se vuoi usare l'ombrello) o qualcosa di analogo per agganciare altre robbe (softbox, griglie, cazzi e mazzi).
    Altrimenti vedo che vendono kit a prezzi interessanti... tipo su amazon si trova una coppia di stativi con ombrelli a poco più di un cinquantone (e se vai su dx.com forse si trova anche a meno)

    Ad un workshop che ho fatto anni fa avevamo usato anche una robba del genere



    L'idea è che le cose professionali da "set" costano un botto anche perchè hanno tutta una serie di caratteristiche pensate per rendere comode da staccare e portar via.
    Se lo fai di lavoro, magari devi mettere su un set in esterna nel più breve tempo possibile, fare quello che devi, scattare tutto e rimontarlo altrove per il set del pomeriggio.
    Ma se è una robba che fai in casa, tutti questi problemi non ce li hai... ed alla fine una luce è una luce.

    Quindi puoi usare anche soluzioni più casarecce (e scomode...e che magari scaldano o consumano un po di più... e facendo attenzione alle varie temperature colore che altrimenti ti spari sulle balle), perchè tanto ti serviranno probabilmente per meno tempo e sempre nello stesso posto.

    Per provare questo, il docente aveva tirato fuori una di ste lampade da cantiere... robba da poche decine di euro, ed abbiamo cominciato a scattare con quella.

    Per esempio, questa foto qui l'ho scattata con quel tipo di illuminazione


    [IMG]Hélène by Giacinto Claudio De Caro, su Flickr[/IMG]



    Quindi volendo due statini, uno con flash e l'altro con una luce continua, che può essere sempre comoda (o con una flash da due soldi azionato da trigger), ed imho hai tutto quello che ti serve per fare cose anche abbastanza avanzate
    Ultima modifica di Bobo; 20-01-16 alle 15:37

  6. #6
    Tgm Sparring Partner L'avatar di Nharre
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    139

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    il ritratto è quella branca della fotografia che più mi attrae dopo la paesaggistica
    durante il corso di fotografia ho scattato diverse volte in sala pose e mi son divertito un botto
    posto una foto fatta all'epoca


    There is no emotion, there is peace.
    There is no ignorance, there is knowledge.
    There is no passion, there is serenity.
    There is no chaos, there is harmony.
    There is no death, there is the Force.

    Profilo Diablo 3

  7. #7
    Il Paparazzo L'avatar di Chiwaz
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.057

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    La cosa fondamentale per il ritratto -in generale- è avere una luce ben diffusa.

    Un' atrezzatura sufficiente è un 50mm e una finestra luminosa, non serve davvero nulla di più. Se si usano i flash, serve assolutamente un mezzo di diffusione, tipo ombrellini o bank. Idem per luce artificiale continua, ma francamente la sconsiglio. Poi da lì le possibilità sono infinite.

    Io sinceramente non è che sia un maestro nel manovrare le luci da studio, di solito spiego cosa voglio al mio "agente" ( ) e le regolazioni fini me le fa lui.
    In genere c'è una luce principale che illumina il soggetto, una luce secondaria regolata con un paio di stop indietro che può fare da filler per le ombre, oppure per dare un effetto silhouette, e poi a seguire tutte le luci accessorie tipo snoot sui capelli, schiarita sul fondale etc.

    La mia luce preferita comunque è questa:



    bank ottagonale a nido d'ape, avente circa 1m di larghezza. Basta questo.

  8. #8
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    6.302

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    per i flash consiglio sempre la guida top: strobist.blogspot.it/2006/03/lighting-101.html

    nessuna lampada andrà mai bene come un flash. due flash a slitta yognuo, due ricevitori wireless e due stativi e ombrelli vengono via per niente su amazon

  9. #9
    Utente Antico L'avatar di Enriko!!
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.050

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    le lampade hanno dalla sua che per chi comincia sono più facili da gestire
    Poi se sono troppo cari anche gli yongnuo su ebay a 10-15 euro si rimediano un sacco di vecchi flash...

  10. #10
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    6.302

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Sìsì quello indubbiamente, però imparare ad usare i flash, leggendosi quei tutorial, è roba da una settimana/due facendo prove

  11. #11
    Il Paparazzo L'avatar di Chiwaz
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.057

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Paranuarro, tu eserciti sempre?

  12. #12
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    6.302

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    beh, sì, però per lavoro faccio per lo più grafica, le occasioni per fare foto non sono molte

    ho anche poco tempo, quando riesco faccio foto con questo stile: http://goo.gl/Xg6OY9 diventano quasi non foto ma composizioni grafiche, macchie di colore, oggetti strani, luce sparata ma diffusa. Anche le foto di ritratto "fatte bene" mi hanno rotto, mi piacciono le foto di moda di Juergen Teller, per dire

  13. #13
    Il Paparazzo L'avatar di Chiwaz
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.057

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Capisco.
    No io sono ancora indietro, mi piace sempre il "figurativo"

    Mica male Teller.

  14. #14
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    6.302

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Sì, lui come Terry Richardson ai tempi hanno detto fanculo, facciamo tutto di merda ma diverso. E così facendo si sono distinti. Questo stile "flash sparato" va molto di moda ultimamente, sta quasi diventando mainstream. Tieni conto che fotografa praticamente tutto con una semplice (ma buona) Contax G2 con un 35mm e un flash.

    Io ho il problema che quando imparo a fare qualcosa poi mi annoia imparare a usare i flash è stato una figata, ho fatto un sacco di esperimenti, è davvero un altro mondo. Se state pensando di prendere un nuovo obiettivo io dico no, spendete 200 euro in flash e ombrelli e vi si apre un mondo è molto utile anche il gruppo strobist su flickr (ma lo usa ancora qualcuno flickr? mi sa che fra poco muore)


  15. #15

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Citazione Originariamente Scritto da Para Noir Visualizza Messaggio
    Contax G2 con un 35mm e un flash.
    Credo che usi il 45mm, in realtà (peraltro otticamente superiore al 35mm). Per il fatto del flash è un eroe - è sicuramente la parte peggio riuscita del sistema Contax G: non si può orientare, è vicino alla lente (almeno quello che usa lui e che ho anch'io) e il metering ttl è poco prevedibile.

  16. #16
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    6.302

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    poi la G2 con il flash ha anche delle limitazioni non da poco mi pare (otturatore fisso a 1/60 se non sbaglio).

    Poi il suo stile è esattamente replicabile anche con una EOS M col 22mm e il flash in dotazione (che poi è la mia seconda macchina), ma ai tempi, eroe.

  17. #17

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Citazione Originariamente Scritto da Para Noir Visualizza Messaggio
    poi la G2 con il flash ha anche delle limitazioni non da poco mi pare (otturatore fisso a 1/60 se non sbaglio).
    No, in realtà è 1/200, però ha una serie di comportamenti controintuitivi. Io se uso il flash di giorno imposto la compensazione dell'esposizione a -1, esposizione automatica priorità apertura, chiudo il diaframma quanto necessario e spero.

    Il 22mm è una pallida ombra del Planar 2/45, otticamente, però.

  18. #18
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    6.302

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    ah ok è una macchina che mi incuriosisce, magari un giorno me ne prendo una usata

    sulla qualità del 22mm non ho dubbi, è una lama assoluta in definizione, ma senza correzioni su lightroom ha distorsione e soprattutto una vignettatura imbarazzante oltre a purple fringing ecc., per quello che costa è un affare ma non entrerà nella storia

  19. #19

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    Citazione Originariamente Scritto da Para Noir Visualizza Messaggio
    sulla qualità del 22mm non ho dubbi, è una lama assoluta in definizione, ma senza correzioni su lightroom ha distorsione e soprattutto una vignettatura imbarazzante oltre a purple fringing ecc., per quello che costa è un affare ma non entrerà nella storia
    Il 2/45 all'uscita era la migliore lente normale mai prodotta, superiore anche al summicron 50 Leica. Da allora è stato superato dal summicron 50 asph, dall'otus 1.4/55 e dal 1.8/55 sony zeiss, ma non è materiale a buon mercato (solo l'ultimo di questi ha un prezzo vagamente paragonabile a quello del 2/45).
    Purtroppo non è facile adattarlo a corpi digitali perché non ha un anello di messa a fuoco.

  20. #20
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    6.302

    Re: Fotografia di ritratto: tecniche, attrezzature e post produzione

    wow, non sapevo di sta roba

    sull'adattare lenti vecchie ai corpi so che c'è da divertirsi, ma è un campo a cui mi devo ancora dedicare

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su