Lavoro meh in città fica o lavoro fico in città meh? - Pagina 3

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 41 a 44 di 44

Discussione: Lavoro meh in città fica o lavoro fico in città meh?

  1. #41
    Senior Member L'avatar di kragort
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Verona
    Messaggi
    708

    Re: Lavoro meh in città fica o lavoro fico in città meh?

    Se per lavoro figo è incluso anche un adeguato compenso ovviamente scelgo questo.
    Da quando mi sveglio a quando vado adormire passo molto più tempo in uffico che altrove.. quindi meglio farlo con un lavoro che mi soddisfi.
    Il fine settimana e le ferie servono anche per andare via dal luogo sperduto nel mondo.
    Che poi dipende dai punti di vista... tu dici New York città figa... ma col cazzo forse da turista ma viverci oddio... una piscina stracolma di gente di cui la metà sono squali...
    Dwarf Powaaaaaaa!!!!!!

  2. #42
    Backleground
    Guest

    Re: Lavoro meh in città fica o lavoro fico in città meh?

    Opzione A: lavoro mediocre in città interessante.
    Un lavoro che non lascia esprimere tutto il tuo talento è frustrante. Un lavoratore sta bene e non crea problemi quando si instaura il cosiddetto contratto psicologico tra azienda e lavoratore. E' la somma del contratto giuridico (e quindi anche retribuzione) + la posizione assunta all'interno dell'azienda, cioè quando sente che tra quello che dà e quello che riceve (in termini di stipendio, gratifiche, responsabilità e "posizione sociale" nell'organico).
    Se ti piace lasciarti scorrere la vita addosso e sei abbastanza ignorante da non sapere che potresti avere di meglio, allora è una scelta giustificabile. Considera che in questo momento questa è tra le tue opzioni perchè sostanzialmente ti entusiasma l'idea di avere uno stipendio e poterlo spendere in un posto interessante. Però tempo massimo sei mesi e l'entusiasmo scema, lasciando il posto alla routine.

    Opzione B: posto poco interessante e lavoro che ti piace.
    E' una decisione difficile e non è per tutti. Eventualmente ti ritroverai isolato e anche la tua ragazza ti lascerà. Non è per quelli che vivono aspettando il venerdì per poter ricaricare le batterie (anche se poi il lunedì sono più stanchi di prima ).
    Un altro aspetto importante è perchè ti sembra più interessante, e la risposta non è scontata. Guadagno maggiore, possibili sbocchi lavorativi o settore che ti affascina. Una combinazione dei tre, se reale (e non solo una tua fantasia), è accettabile. Presi a sè stante, il guadagno maggiore implica scazzi, responsabilità e stress maggiori; gli sbocchi non sono assicurati, non è che perchè hai passato un anno in culo al mondo a creare la pietra filosofale poi magicamente tutti ti vogliono; scegliere poi un settore che ti affascina e che offre solo il fascino è povertà assicurata. Devi considerare l'effettivo valore che andrai ad aggiungere al curriculum. Non è detto che un lavoro che è sia interessante sia riservato a pochi poi ti aiuterà a consolidare la tua carriera. In pratica, dev'essere interessante per te e richiesto dal mercato.
    Dovrai adattarti e riconfigurare la tua vita, ma dovresti farlo anche per un lavoro mediocre. Probabile che in un ambiente più sfavorevole potrai anche andare incontro a depressione e rabbia, quindi assicurati che il motivo per cui hai scelto l'ambiente ostico sia valido, perchè è quello che ti tirerà fuori dal grigio.
    Il pro è che un ambiente del genere ti cambia, generalmente in meglio. Lo stress entro una certa soglia e con periodi di recupero è benefico e necessario.

    Dipende da come vuoi vivere la tua vita. La scelta è tua e tua soltanto, così come i risultati che potrai conseguire. Il chiacchierio della gente è solo rumore di fondo, quello che importa è cosa piace a te.
    Se vuoi un consiglio personale tenta il tutto per tutto.

  3. #43
    05-05-04 L'avatar di Morghel
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.074

    Re: Lavoro meh in città fica o lavoro fico in città meh?

    Woody Allen disse: 80 percent of life is showing up.

    Altri personaggi di successo hanno poi modificato questa citazione in "Il successo è all'80 esserci/opportunità" e cose simili. Per adattarla alla tua situazione Zero, vedi anche OLTRE al luogo e al lavoro che vai a fare che altre opportunità orbitano attorno a quella città/lavoro che sceglierai?
    Se finisci nella città figa con un lavoro che non è in cima ai tuoi interessi, cosa altro può offrire quella città/struttura? Networking, seminari altrimenti inaccessibili stando in periferia, crescita personale oltre che lavorativa?
    Discorso speculare per il lavoro figo in città meno interessante. Il lavoro figo che sbocchi ha oltre alla carriera? Quale è il tuo end game insomma

    In entrambi i casi sei finito in una buona situazione dove poter scegliere, ci sono pro e contro simili

  4. #44

    Re: Lavoro meh in città fica o lavoro fico in città meh?

    Se la domanda si fosse limitata a come esposta da Zero in primo post, direi la città interessante..

    MA ovviamente se poi sul lavoro ci stai 10 ore al giorno ogni giorno...

    Bo. Secondo me devi (avendone la possibilità certo) prendere ogni caso e compararli uno a uno, piuttosto che cercare una linea generale di approccio. Cioè ogni caso avrà quelle microcaratteristiche qua e là che ti istruiranno su una scelta personale tutta tua.

    Perchè bisogna anche vedere cosa intendo io o tu o altri per "città interessante".

    New York io non ci sono stato, immagino sia magnifica se te la puoi vivere, ma immagino possa anche essere un grosso dito anale se alla fine ogni giorno ti fai solo i tratti in metro (o nel traffico..!! ) per andare/tornare dal lavoro e entrare in un appartamento di merda perchè solo quello ti puoi permettere, e al limite riesci a andare al teatro un fine settimana o agli stand ups dei comici di quando in quando e poco altro (esempi a caso).

    Magari invece il lavoro ottimo è in una cittadina svizzera, cittadina che in sè per sè non ha niente di che, e però esci dal lavoro soddisfatto di avere realizzato una parte importante di te e aver speso il tuo tempo in una direzione che tu per primo troveresti interessante, e c'hai le montagne intorno per farti un giro in mountain bike stracazzuto e il weekend te ne vai al lago di dio con la donna e zero rumori di città stressante intorno...e a New York ci vai con le ferie appena ce le hai e la usi solo per vacanzare godendoti ogni minuto.

    Ed ecco che messa così, direi l'opzione "lavorointeressantecittàmeh" senza pensarci due secondi.

    Ovvio che se invece il paragone diventa:
    lavoro fico in un paesello di merda nel mezzo della palude maledorante vicino all'autostrada di una qualche area sfigata del mondo
    lavoro meh a utrecht (che non è la città più stimolante del mondo manco per niente, ma è deliziosa e di una vivibilità che trasuda da ogni angolo)

    Ecco che la risposta è la seconda, senza pensarci un attimo.

    Citazione Originariamente Scritto da Sinex/ Visualizza Messaggio
    Absint sei il baddo del 21esimo secolo. Il vero uomo di mondo profondo e sensibile ma incredibilmente alla mano.
    Vestito di turchese che viaggia in economy e con uno strano bozzo sulla fronte che però attira le ffighe

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su