Kronos The Magazine - Elogio alla Follia - Pagina 13

Pagina 13 di 22 PrimaPrima ... 31112131415 ... UltimaUltima
Risultati da 241 a 260 di 423

Discussione: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

  1. #241
    Senior Member L'avatar di Arnald
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cicagna
    Messaggi
    1.365

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Cazzuofigata!

  2. #242
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.630

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Che carini i pipistrelli della frutta






    Avete visto quanto carini e ciccini sono i pipistrelli della frutta? Quanto vi piacerebbe avere un cuccioletto così, che fa le sue faccine buffe mentre gli offrite pezzetti di anguria o di banana?
    Un’esperta di pipistrelli spiega in questo illuminante articolo

    www.koryoswrites.com/nonfiction/no-bats-do-not-make-good-pets

    tutti i motivi per cui tenere questi mammiferi come animali domestici sia in realtà una pessima idea.
    Non solo per ragioni etiche (praticamente rovinereste la loro esistenza) ed economiche (mantenerli costa, e più di quanto immaginiate); ma soprattutto perché, nonostante quei meravigliosi musetti da rubacuori, i pipistrelli — come posso dire — non seguono esattamente il nostro galateo.
    Mentre sono a testa in giù, si spargono la propria urina per tutto il corpo per puzzare appropriatamente.
    Defecano in continuazione.

    E soprattutto fanno sempre sesso — etero e omo, vaginale, orale e anale, e chi più ne ha più ne metta.
    Se li tenete da soli, i maschi si dedicheranno testardamente all’auto-fellatio.
    Cercheranno di accoppiarsi anche con voi.
    E se ancora pensate “Be’, insomma, cosa vuoi che sia”, vi ricordo che stiamo parlando di questo.




    Bizzarrobazar
    Ultima modifica di Kronos The Mad; 10-06-17 alle 13:15

  3. #243
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.630

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Fare sesso coi cadaveri è il mio lavoro




    Circa un anno fa Sharkur Lucas è stato ospite di una trasmissione televisiva. Durante l’intervista, in diretta, ha ammesso di avere fatto sesso coi cadaveri sul luogo di lavoro, un obitorio.

    Durante un’intervista Sharkur Lucas, che lavora in un obitorio, ha ammesso di avere fatto sesso con dei cadaveri.

    L’uomo stava spiegando le mansioni del suo lavoro e l’intervistatore gli ha chiesto se non fosse mai stato attratto dal corpo di una ragazza morta.

    A questo punto Lucas ha ammesso di avere avuto rapporti con i corpi di ragazze “fresche”.

    Ho fatto sesso coi cadaveri molte, molte volte
    dice Lucas, che afferma anche di averlo fatto perchè questa pratica farebbe parte del training del suo lavoro.

    Ti fanno avere rapporti coi cadaveri perché così poi non avrai più paura di loro. E funziona.

    Lucas racconta tutti i passi del suo training, che non comincia con il sesso coi cadaveri. Racconta che a iniziarlo alla professione, quando aveva solo 12 anni, è stato il suo padrino.


    Il suo padrino l’ha fatto andare a visitare l’obitorio. L’ha fatto rimanere in una sala d’attesa e gli ha portato del cibo.
    Mentre mangiava è andato a prendere un cadavere e gliel’ha passato sul corpo.

    La prova consisteva nel non vomitare nonostante l’odore di morte e Lucas ha superato la prova tranquillamente.

    La seconda prova consisteva nel vivere per 5 giorni in un cimitero, giorno e notte. Durante questi giorni doveva anche leggere un libro per meditare.

    Il terzo passo consisteva nello scegliere un animale da una lista data. Quello sarebbe stato l’animale protettore che avrebbe difeso Lucas da eventuali attacchi all’interno dell’obitorio.

    Durante un eventuale attacco, infatti, sarebbe stato l’animale scelto a sentire dolore e non Lucas. Alcuni degli animali fra cui scegliere erano il gorilla e la tigre.

    Gli attacchi arriverebbero dai cadaveri che sarebbero morti fisicamente ma non spiritualmente, e quindi in grado di sferrare attacchi che possono anche paralizzare chi lavora in un obitorio.

    Secondo Lucas i morti di notte camminerebbero liberi per la città e andrebbero nei night club, oltre che apparirgli in sogno parlandogli delle loro vite.

    Ha rivelato poi la pratica di vendere parti di cadavere alle persone che lo richiedono, fra cui prostitute, per scopi magici.

    L’ultima prova, poi, sarebbe quella di fare sesso con un cadavere per non avere più paura dei morti.




    Sharkar Lucas ha anche parlato della sua difficoltà ad avere rapporti con le donne vive.

    Quando scoprono che lavoro faccio non vogliono più uscire con me. All’obitorio posso soddisfare le mie necessità.
    Ha confessato di non avere mai avuto rapporti con una donna viva proprio a causa del suo lavoro, che le donne considerano macabro.

    Dopo l’intervista, l’uomo è stato licenziato e la polizia ha cercato di arrestarlo. Purtroppo però non è stata in grado di trovarlo e tuttora non si sa dove sia scappato​.

    Emadion
    Ultima modifica di Kronos The Mad; 10-06-17 alle 13:16

  4. #244
    Senior Member L'avatar di balmung
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Χαλκίς
    Messaggi
    3.949

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia


  5. #245
    Mr.Cilindro
    Guest

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    un probabile utente di j4s

  6. #246
    koba44
    Guest

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Citazione Originariamente Scritto da Shogun Visualizza Messaggio
    un probabile utente di j4s
    Anche di gayvillage: in obitorio il problema della "Timidezza con le ragazze" non si pone.


    Shogun, apri un sondaggione.
    Ultima modifica di koba44; 15-05-17 alle 21:24

  7. #247
    Senior Member L'avatar di Wualla
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    349

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Le Pompe funebri

    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk

  8. #248
    TGM 4 Ever L'avatar di Echein
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    .ιlιιllιιlι.
    Messaggi
    8.960
    Gamer IDs

    Gamertag: Echein PSN ID: Echein Steam ID: echein

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Usa la borra per scaldare i corpi


  9. #249
    Redhead addicted L'avatar di GioOliju
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Verde campagna milanese
    Messaggi
    2.975

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    tutto molto bello

  10. #250
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.630

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    La dolce Mary




    Mary Flora Bell, questo il nome della bambina, è infatti passata alla storia per essere stata una delle più feroci assassine britanniche con una particolarità che la rende unica: aveva solo 11 anni al momento dei suoi crimini. Mary Bell nel 1968 uccide infatti due bambini, Martin Brown, di quattro anni, e Brian Howe, di tre.
    È importante sottolineare la difficile condizione di Mary Bell che vive con la madre prostituta che la costringe ad avere rapporti con i suoi clienti fin da quando la piccola ha 4 anni. Inoltre, l'amorevole madre della bambina prova più volte ad uccidere la figlia cercando di infliggerle una morte il più naturale possibile durante i primi anni di vita.
    Anche l'area in cui la piccola vive è povera, violenta e malfamata, con il risultato che Mary Bell si comporta in modo violento fin da piccolissima, picchiando i compagni di classe e compiendo atti vandalici.
    È indubbio quindi che la bambina soffra di molte violenze fisiche e psicologiche che la portano a compiere i due terribili omicidi. Il 25 maggio 1968, alla vigilia del suo undicesimo compleanno, la bambina strangola (strangola! Non si serve nemmeno di armi, ma delle sue sole mani) il piccolo Martin Brown di quattro anni.
    Forse divorata dai sensi di colpa, Mary Bell si decide a confessare tutto alla polizia che però non crede alle parole della bambina pensando si tratti di uno scherzo di cattivo gusto e la riporta a casa. Il piccolo Martin viene ritrovato, ma la sua morte considerata accidentale.
    Ignorata e impunita, la bambina continua i suoi atti di vandalismo finché qualche mese dopo, questa volta aiutata da un'amichetta, Mary Bell torna a strangolare un bambino, Brian Howe, questa volta di appena tre anni.
    Dopo aver ucciso il bambino e nascosto il suo corpo nel bosco, Mary torna indietro ed incide una M nello stomaco del bimbo. Gli taglia poi ciocche di capelli, come se fosse una specie di bambola , e ne va a mutilare i genitali.
    Questa volta la polizia non considera la storia come uno scherzo e la ragazzina viene arrestata.
    Mary Bell viene condannata all'ergastolo per doppio omicidio volontario il 17 dicembre 1968, ma, considerata psicotica, viene internata in un ospedale psichiatrico.
    Nei momenti successivi alla condanna la sempre amorevole madre di Mary inizia a rilasciare ogni tipo di dichiarazione sulla figlia guadagnando cospicue somme di denaro dalle televisioni e dai giornali.
    Dal 1980, Mary Bell è libera e sotto anonimato.


    Le fotografie che hanno fatto la storia
    Ultima modifica di Kronos The Mad; 10-06-17 alle 13:18

  11. #251
    Senior Member L'avatar di gnappinox1
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.762

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Quindi in giro abbiamo una sessantenne pluri-omicida belle cose!
    Ultima modifica di gnappinox1; 19-05-17 alle 08:43 Motivo: fix. sessantenne

  12. #252
    Mr.Cilindro
    Guest

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    11+12 = 23 anni

    ha ucciso due bambini, si è fatta 12 anni di ospedale psichiatrico (che comunque l'o.p.g. è una galera, se non peggio) e a casa a 23 anni.

  13. #253
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.630

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Adesso rimorchierà nelle discoteche londinesi

  14. #254
    Huxley
    Guest

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Citazione Originariamente Scritto da Biocane Visualizza Messaggio
    ma per caso il film Split di Mr Shmylian o come si scrive è ispirato a questo caso? l'ho appena escargato e leggendo il riassunto ci sono similitudini
    A me ricorda soprattutto Identity

  15. #255
    Senior Member L'avatar di freddye78
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    bergamo
    Messaggi
    10.126

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Citazione Originariamente Scritto da Shogun Visualizza Messaggio
    11+12 = 23 anni

    ha ucciso due bambini, si è fatta 12 anni di ospedale psichiatrico (che comunque l'o.p.g. è una galera, se non peggio) e a casa a 23 anni.
    Probabilmente le avranno fritto il cervello con l'elettroshock

  16. #256
    Il contegno L'avatar di Biocane
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.347

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Sharkar Lucas ha anche parlato della sua difficoltà ad avere rapporti con le donne vive.
    che strano è?

  17. #257
    Senior Member L'avatar di Nico
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.121

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    È solo timido

  18. #258
    Senior Member L'avatar di manuè
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    18.776

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Citazione Originariamente Scritto da Kronos The Mad Visualizza Messaggio
    Dopo l’intervista, l’uomo è stato licenziato e la polizia ha cercato di arrestarlo. Purtroppo però non è stata in grado di trovarlo e tuttora non si sa dove sia scappato​.
    hanno provato a guardare nella cella frigorifera che doveva essere vuota?


    ... a prescindere...

  19. #259
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.630

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Mi hanno mangiato il figlio in carcere




    A fare questa terribile dichiarazione è Juan Carlos Herrera. L’uomo, venezuelano, sostiene che suo figlio di 25 anni sia stato ucciso e mangiato dai detenuti con i quali stava scontando una pena in una prigione venezuelana.

    Il signor Herrera ha fatto questa dichiarazione ai giornalisti della Fox News dopo essere andato a trovare il figlio in prigione senza però trovarlo. L’uomo non visitava il carcere da molte settimane a causa di una sommossa durata circa un mese.

    L’uomo racconta che è stato uno dei detenuti a raccontargli la triste fine che avrebbe fatto suo figlio.

    Secondo il racconto di questo testimone il figlio del signor Herrera sarebbe stato pugnalato insieme ad altri due detenuti. Successivamente le tre vittime sarebbero state impiccate per permettere il dissanguamento, squartate e mangiate.

    Questa dichiarazione è emersa a pochi giorni dalle shoccanti relazioni che hanno portato alla luce la scarsità di cibo nelle prigioni venezuelane. A causa di una crisi nel Paese, i detenuti starebbero letteralmente morendo di fame.

    Sempre stando alla ricostruzione del testimone, l’autore degli omicidi, con l’aiuto di altri 40 detenuti, sarebbe stato Dorancel “il cannibale” Vargas, che si trova in carcere dal 1999 proprio con l’accusa di cannibalismo.

    Ora il signor Herrera è disperato non solo per la perdita del figlio, ma anche perché non potrà dargli una degna sepoltura.

    "Vi prego di restituirmi almeno un osso, così da poterlo seppellire e alleviare un po’ del dolore che provo."

    Al momento le autorità venezuelane hanno confermato che il figlio del signor Herrera è scomparso alla fine della rivolta dei carcerati, iniziata l’8 settembre con il sequestro di 8 visitatori e due guardie. Le cause della rivolta sono la sovrappopolazione del carcere e la scarsità di cibo.

    Una fonte anonima della polizia ha dichiarato alla Fox News che le asserzioni sono esatte: due prigionieri sono scomparsi.

    "Li hanno tagliati e li hanno dati da mangiare agli altri detenuti, poi hanno fatto sparire le ossa. E’ stato Dorancel a tagliare i corpi."

    Tuttavia il Ministro del Servizio Penitenziario, Iris Varela, ha negato che i due detenuti scomparsi siano stati mangiati, dichiarando che queste falsità possono essere facilmente smentite.

    Proprio questa settimana era emerso un video proveniente dalla prigione di San Juan de los Moros, in Venezuela, che mostra prigionieri emaciati che lottano per sopravvivere.

    Il Venezuela sta attraversando una grave crisi economica che ha portato alla scarsa reperibilità di bene di prima necessità come disinfettanti e medicine chemioterapiche, portando seri problemi al sistema sanitario e lasciando 30 milioni di persone a lottare per avere un’attenzione medica di base.

    emadion
    Ultima modifica di Kronos The Mad; 10-06-17 alle 13:18

  20. #260
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.630

    Re: Kronos The Magazine - Elogio alla Follia

    Violentata, uccisa e cucinata




    Orrore in Russia, dove sono stati resi noti i dettagli di uno degli omicidi più efferati degli ultimi anni.
    Siberiana, 31 anni, vittima di due cannibali. Nadezhda Avakumova, connazionale dei suoi assassini, é morta nel 2014 in circostanze talmente drammatiche da richiedere del fegato anche solo per leggerne la fine.
    Invitata in una sauna dai due uomini, l'eccessiva quantità di alcol la porta a uno stato confusionale tale, secondo la ricostruzione, da non permetterle di rendersi conto di quanto sta accadendo. Inizia così una lunga serie di sevizie che sfociano in un violento stupro a ripetizione. La donna riprende i sensi, si rende conto dell'accaduto e minaccia una denuncia alla polizia.

    Immediata la reazione degli aguzzini. Scatta la repentina fase omicidiaria: diverse coltellate uccidono Nadezhda, numerosi colpi dritti alla gola che la finiscono nel giro di pochi minuti.

    "Cadavere fatto a pezzi e cucinato"

    Non è bastato l'omicidio. I due uomini decidono di rendere quel crimine, se possibile, ancora più crudele. La ricostruzione è possibile grazie alla testimonianza di chi ha potuto vedere alcuni resti della donna.
    Dopo averla uccisa, entrambi sezionano il cadavere per poi cucinarne i pezzi e servirli durante una cena tra amici. Sarà proprio la dichiarazione di uno di questi alle autorità a confermare la macabra dinamica: una gamba di Nadezhda presentata ai commensali, tra le sadiche risate dei due assassini, sarà la prova schiacciante dell'atto di cannibalismo che aggrava pesantemente la loro posizione davanti alla legge.
    Kirill Nemykin e Sergey Metlyayev hanno confessato l'omicidio in occasione di quella festa.

    Non sono ancora emerse eventuali complicità, sia per la parte relativa all'azione delittuosa sia per quanto riguarda l'atto cannibale.
    Un delitto che assume tratti da film horror.
    Oggi, durante la lettura della sentenza a 12 anni di carcere, i due si sono mostrati indifferenti.

    Blastingnews
    Ultima modifica di Kronos The Mad; 10-06-17 alle 13:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su