ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 139

Discussione: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    ciome si stà preparando per la prossima annata agricola


  2. #2
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    7.722

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    l'hai presa male con ciome

  3. #3
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola



    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da Carver Visualizza Messaggio
    l'hai presa male con ciome
    prego?

    - - - Aggiornato - - -

    carver se sei appassionato del mondo agricolo parla a tua discolpa altrimenti vai viah!!


    - - - Aggiornato - - -

    ciome ha la passione per le bcs,quindi dovrei volerlo male?
    koba aveva la passione per le macchine carica letame e non mi pare di averlo visto male quindi gattasso che vai farfugliando?


    - - - Aggiornato - - -

    mi ricordo in una cascina c'era una bcs la versione a due ruote montava un motore a petrolio un guidetti condor

    - - - Aggiornato - - -


    BCS con motore CONDOR GUIDETTI A400/60

  4. #4
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    7.722

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    delirio

  5. #5
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    naturalmente alcune inseguito potevano montare motori acme e lombardini,sia a benzina che diesel.


    - - - Aggiornato - - -

    conosco un tizio che ha il garage pieno zeppo di motori guidetti condor la moglie lo minaccia di dare al robbivecchi questi motori funzionanti ma lui la controminaccia di portare al compro oro braccaletti,catenine e orecchi d'oro


    - - - Aggiornato - - -

    questi motori a petrolio avevano un doppio serbatoio uno per la benzina e l'altro per il petrolio,quando lo si accendeva freddo si faceva circolare la benzina poi quando saliva di regime si chiudeva il rubinetto della benza e si faceva defluire il petrolio erano miciciali ne ho visti attaccati a pompe per irrigazioni...

  6. #6
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2.911

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    ciome ha altri tipi di passioni...


  7. #7
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola


    uno restaurato dalla testa ai piedi.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da suzukireaian Visualizza Messaggio
    ciome ha altri tipi di passioni...

    nessuno è perfetto

  8. #8
    Lavora Troppo L'avatar di Ceccazzo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.154

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    lurge trovati una figa imperiale iscrivendoti al contadino cerca moglie

  9. #9
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    ok dei brevi accenni sulla guidetti condor.

    "Costruzioni Meccaniche Fratelli Guidetti - Motori Universali Condor"

    La società per azioni "Costruzioni Meccaniche Fratelli Guidetti - Motori Universali Condor" viene fondata a Milano nel 1920, tuttavia i primi prototipi di motore Condor monocilindrico verticale con impostazione classica dovrebbero essere di qualche anno precedenti la fondazione.
    Vengono dichiarati la sede degli uffici in via Noto 10 a Milano e in via Friuli 8 e 9. A quest'ultimo indirizzo venivano costruiti i ciclomotori Guidetti Gioiello.
    Le officine e la fonderia, nonchè l'abitazione dei Fratelli Guidetti, aveva sede in quel di Santa Cristina e Bissone nei pressi di Pavia.
    Particolarmente in questo piccolo comune la Guidetti Condor era un' azienda importante poichè assumeva la maggior parte della manodopera (era arrivata ad assumere più di 300 operai) e era li che veniva costruito il famoso Motore Universale.

    All' origine nacquero motori monocilindrici uguali per caratteristiche ai classici Condor anni 50 che si possono raggruppare nella categoria dei Condor di prima generazione.
    Era un motore a scoppio con delle caratteristiche uniche, che in quel momento non aveva concorrenti per affidabilità, semplicità e prestazioni.
    Era totalmente in alluminio (o con cilindro in ghisa), montava un magnete ad avanzo manuale Marelli tipo BL e un carburatore di costruzione della stessa Guidetti mentre l'avviamento era a manovella. Il sistema di raffreddamento ad aria aspirata era la sua più grande caratteristica.
    Sostanzialmente il cilindro aveva la parete esterna piena e delle alette interne univano la camicia alla parete esterna del cilindro aumentando la superficie di dispersione del calore. Il coperchio del cilindro che fungeva anche da coprivalvole aveva delle feritoie per il passaggio dell'aria e il volano era realizzato con un' alettatura che aspirava l'aria dall'interno per scaricarla dal centro. L'aria fresca quindi veniva aspirata dall'alto, passava attraverso il cilindro e il basamento rafreddandoli e veniva scaricata all'esterno dal volano.
    I motori monocilindrici a benzina o benzina petrolio che adottavano questo sitema di raffreddamento in origine erano A1-A2-A3-A4-A5-A6-A12 con potenze da 0,8 a 16cv disponibili anche con attacco a flangia per applicazioni speciali (ad eccezione dell'A1). Il numero che seguiva la lettera A nella sigla moltiplicato per 100 dava come risultato pressapoco la cilindrata del motore.
    Dell'A4 e dell'A6 nascono anche versioni con coperchio del cilindro tondo o quadrato con griglia filtrante.

    Negli anni 20 i Fratelli Guidetti (Antonio Guidetti in particolare) coopererà con l'ing. Alberico Seiling nella gestione della M.A.S. una famosa ditta costruttrice di motociclette e proprietaria di una squadra corse fondata a Milano nel 1922 dallo stesso Seiling.
    Nel 1929 la crisi colpirà anche questa ditta e nel 1935 l' ing. Seiling cesserà l'azienda ai Fratelli Guidetti firmando un patto di non concorrenza e rimanendo direttore tecnico della nuova società (S.A. Moto M.A.S. ora divisione della "Motori Condor".
    Nel 1939 l'ing. Seiling fonda in proprio la "Moto Altea" rompendo così il patto di non concorrenza firmato con i Fratelli Guidetti e , in seguito a denuncia, fu costretto a non costruire moto per i successivi 6 anni.
    Giungiamo agli anni 30 quando i Guidetti presentano dei nuovi modelli del motore Condor puricilindrici : l' A9 da 16cv , bicilindrico in linea, l'A8 da 12cv bicilindrico contrapposto e l'A20 da 22cv da 4 cilindri in linea.
    Tutti ricalcano la medesima linea costruittiva del Condor monocilindrico. Tutti i modelli sono disponibili in versione standard con basamento in alluminio e cilindro in ghisa o in versione "S" totalmente in alluminio (successivamente si invertiranno le sigle e i motori /S adotteranno il cilindro in ghisa).
    La Guidetti inoltre studia e realizza in proprio delle applicazioni per i motori Condor come le "Motopompe Condor" (dove le pompe erano esclusivamente Rotos-Guidetti), le "Motoelettro saldatrici Condor", i "Motocompressori Condor" , i "Motogeneratori Condor" , i "Gruppi soffiatori Condor" e i "Gruppi antincendio Condor" ad uso civile, agricolo o militare. Le applicazioni erano mosse da un giunto centrifugo in gomma (brevetto Guidetti) che permetteva di avviare il motore a vuoto.
    I motori e i complessi venivano anche esportati all'estero.

    Siamo ancora negli anni 30 quando viene rilasciata alla Siata di Torino (fabbrica di automobili) la licenza per la realizzazione di motori Condor-Siata (A3) a benzina per scopi militari.
    Durante l'avvento del Fascio in Italia la Guidetti ottiene l'appalto per lo Stato Italiano (e probabilmente anche per l'esercito Tedesco) per la realizzazione di motori e motogeneratori e ad altre applicazioni dei motori Condor come ad esempio la macchina utilizzata dalle Ferrovie dello Stato per avvitare la rotaia ferroviaria alla traversina in legno.
    Realizza in quel periodo anche motori e motopompe per società terze quali il Ministero degli Interni, la Regia Marina, la Inan (gruppi per il riscaldamento dei motori d'aviazione), la Brevetti Pinazza di Milano (gruppi perforatori).

    Durante il secondo conflitto mondiale la Guidetti costruì anche parti metalliche a scopo bellico e la sua produzione diventa prevalentemente di carattere militare.
    La ditta ,tra l'altro, in quel momento salvò numerosi ragazzi dagli orrori della guerra, infatti a St. Cristina e Bissone chi riceveva la lettera di chiamata alle armi veniva quasi sempre assunto in Guidetti .
    Sempre durante questo periodo si trova una parte importante della storia della "Motori Condor" , infatti nel 1942 l'ing. Castoldi realizza la prima motofalciatrice BCS con motore Condor A3 e da quel giorno BCS diventa il più grande cliente della Guidetti destinato a rimanerlo per oltre 30 anni.

    Nel 1944 si è a conoscenza che presso le "Costruzioni Meccaniche Fratelli Guidetti" si costituisce il primo gruppo di agitazione antifascista del basso Pavese.
    In questo periodo i motori Condor verranno commercializzati con il marchio "Giovanni Guidetti e figli dei Fratelli Guidetti" ma l'azienda è in mano ai Fratelli Ferruccio, Antonio ed Edoardo Guidetti. (probabilmente Giovanni era il padre dei tre).
    Dopo il 45 alcuni tecnici della Guidetti escono dall'azienda e fondano a Milano la FolkMotor, ditta che costruisce un motore in serie molto simile al Condor monocilindrico.
    Siamo nel 1950 quando i Condor mono e bicilindrici vengono rimodernati in alcuni particolari: il magnete diventa ad avanzo automatico, la linea viene lievemente perfezionata mostrandosi più curata, la sede dei bilanceri non è più in fusione col cilindro, la coppa dell'olio diventa removibile e il volano non è più in alluminio ma in ferro di dimensioni ridotte. Nasce la serie Ax/57.
    Sempre nel '50 nasce la divisione "Motori GS" costituita dai fratelli Guidetti, dall’ingegner Alberico Seiling e da Nunzio Silvestri. Costruisce il micromotore Gioiello, un monocilindrico a due tempi di 4 kg che può essere montato senza modifiche su qualsiasi bicicletta e consente ad essa di raggiungere circa i 28 km/h, con il consumo di un litro di miscela ogni 80 km. Nel 1953, la cilindrata è portata a 48 cc e il motore leggermente modificato. Se ne produce anche una versione completa di telaio. L'esperienza tuttavia terminerà nel 1954.

    Nel 1952 la Guidetti presenta una serie di motori "Condor Diesel" sempre con raffreddamento ad aria aspirata e con impostazione classica. Si tratta dei motori Da350 , Da600, Da7,Da11,Da1000 sempre con avviamento a manovella (il DA350 di seguito adottò anche l'avviamento a fune). Dovrebbero essere stati costruiti anche motori diesel a 3 o 4 cilindri in numeri esigui ma non ce n'è la certezza.
    In questi anni la Guidetti diventerà fornitrice privileggiata di importanti industrie del settore agricolo o industriale quali la Bianchi Autocarri, la Eron Meroni trattori (alla quale rilasciò una licenza per la produzione dei motori DA11), la Bodini Trattori, la Carraro autoseminatrici ,la Busatto autoseminatrici, la Bedogni motofalciatrici. Nacque anche una microvettura denominata Lucciola Pennacchio con motore Condor A3.
    Sempre negli anni 50 La Guidetti diventerà fornitore privileggiato dei Vigili del fuoco per le motopompe e i motogeneratori A8, A8F,A8/57 e per i Motosoffiatori per cuscini d'aria A320.
    Presenta inoltre la serie 100 composta dai motori A200, A320, A400/60 per motofalciatrici e A500 con rafreddamento ad aria aspirata di tipo vecchio, che resteranno in produzione fino al 1965 circa. Nella maggior parte dei motori serie 100 viene montato un nuovo carburatore Cozette.
    Nasce anche una versione di A320 lievemente modificata nell'estetica per l'adattamento alle motozappe Zaf e Lampacrescia.
    Nel 1959, su licenza della Rototiller INC Troy Bilt N.Y. USA, che già da tempo produceva il motocoltivatore monoruota ROTO-ETTE, realizza il motocoltivatore ROTO-ETTE CONDOR con motore A2/57. Pare ne siano stati costruiti solamente una trentina di esemplari. Successivamente nasce (come in america) il ROTO-ETTE ITALIANO, un biruota classico costruito in circa 160 esemplari e dotato di motore condor A4/58 F.(probabilmente costruito esclusivamente per quell'applicazione).
    Tra tutti o quasi i bevetti riguardanti i motori di prima generazione con raffreddamento ad aria aspirata compare il nome di un certo Giovanni Forlani, che probabilmente era un ingegnere collaboratore.
    Al metà degli anni 60 ci fù una svolta importante nella realizzazione dei motori Condor. I vecchi Condor a petrolio con rafreddamento ad aria aspirata erano in produzione da ormai 40 e Guidetti risponde alle nuove esigenze di mercato presentando una linea di motori con rafreddamento ad aria forzata.
    Sono motori di nuova concezione, sempre a valvole in testa ma con avviamento solo a fune e carburatore Cozette. In alcuni di questi motori (i più vecchi) viene montato un magnete ad avanzo automatico "GUIDETTI" simile al "Scintilla", di produzione della stessa Condor.
    Il basamento è in ghisa cosi come il cilindro che ha delle alette per il passagio dell'aria alle pareti. La testata è in alluminio con delle alette chiuse alle pareti nel senso del flusso di mandata dell'aria e il volano è realizzato in modo da aspirare l'aria dal centro e d' inviarla tramite un carter a coclea attraverso le alette del cilindro e della testata raffreddando il motore.
    Si tratta dei motori tipo A450, A15, DA 360, DA420. Erano disponibili sia in versione "V" (verticale) che in versione "T" (trasversale) ossia col cilindro inclinato in avanti.
    I modelli con cilindro inclinato in avanti erano studiati per l'applicazione a motofalciatrici, infatti miglioravano la visuale sulla barra falciante.

    In quel medesimo periodo nacque anche il modello A210 , sostituto dei vecchi A2 e A200. Questo propulsore , sempre con sitema di rafreddamento ad aria forzata, è costruito totalmente in alluminio pressofuso, ad esclusione delle parti a contatto con la combustione che sono in ghisa. Monta un nuovo carburatore Dell'Orto e con questo modello scompare l'ormai obsoleto magnete esterno ad avanzo automatico.
    Nel frattempo scompaiono Antonio ed Edoardo Guidetti e Ferruccio , che si occupava principalmente del reparto fonderia , viene affiancato dai nipoti Giovanni e Fulvio Barbieri nella gestione della ditta "Motori Condor" che ormai ha raggiunto il suo massimo splendore.
    All'inizio degli anni 70, fermo restando la produzione degli anni precedenti vengono realizzati i nuovi motori DA800 diesel di nuova linea e a rafreddamento forzato, tuttavia rimane poco più che un prototipo.
    Viene probabilmente rilasciata una licenza all'Eurodiesel di Milano per la costruzione o l'applicazione dei motori e motogeneratori Da800, ma i numeri rimangono esigui.
    Nel periodo compreso tra il 1961 e il 1972 la Guidetti si vede impegnata anche nella realizzazione di motositte.
    Le motoslitte si chiamavano "ALASKA SKI" , venivano costruite a Chateauguay, nel Quebec , in Canada dalla ditta S.M.T. e montavano motori Guidetti TT36SS, monocilindrico 340cc a due tempi erogante 25/30hp (da libretti) , Guidetti GG44 e bicilindrico 440cc a due tempi erogante 30hp e Guidetti GG50 biciindrico 500cc a due tempi erogante 35hp.
    Dal 1962-63 al 71-72 vennero costruite anche in Italia, su licenza , nello stabilimento "Motori Condor" di Pavia con qualche minima modifica e venivano commercializzate con il nome di "Guidetti Alaska Ski" ottenendo un discreto successo. Pare che non montassero solamente mootri Guidetti.
    Pare poi che all'inizio degli anni 70 un sabotaggio delle motoslitte durante la presentazione delle stesse alle autorità Italiane e Canadesi e un probabile mancato pagamento di un ingente numero di motori a due tempi da parte dei canadesi abbiano contribuito a mettere in crisi la gloriosa azienda milanese.

    Siamo ormai nel 1974 e la ditta "Costruzioni Meccaniche Fratelli Guidetti - Motori Universali Condor" è costretta a chiudere i battenti e dichiarare fallimento lasciando senza lavoro centinaia di operai.
    Le attrezzature vengono confiscate dall'ufficiale giudiziario e la fonderia viene rilevata dall' Ing.Bilotti (marito di una nipote del sig.Ferruccio) che fondò la Fonderia Sole destinata a sopravvivere per altri 10 anni costruendo il "Motocoltivatore Sole" o "Motoaratrice Sole" prima con motori Condor A320 fondi di magazzino quindi con motori ACME a benzina e Lombardini diesel.
    La Guidetti venne ritirata dalle aziende Comi e Torniotecnica (costruttrice di centrifughe farmaceutiche la prima , di motori e parti metalliche la seconda) ,due aziende distinte ma della stessa proprietà gestite dalle famiglie Poma e Cavallotti.
    Da quel momento la Comi assunse il nome di ComiCondor e ne seguette la fusione con la Torniotecnica diventando "Torniotecnica - Comi Condor".
    In questo periodo viene studiata e presentata l'ultima evoluzione del motore Condor, il diesel tipo DA260 che tuttavia rimane un prototipo.
    Successivamente l' azienda ha assunto il nome di "Comi Condor s.p.a" tutt'ora presente nel mercato e leader nella produzione di centrifughe farmaceutiche.( www.comicondor.com )

    - - - Aggiornato - - -

    studiate che vi interrogo

  10. #10
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    7.722

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    la campagna mi piace perché è tutto verde e si respira aria buona

    ma non mi far spargere letame o lavorare in mezzo alla terra per favore, mi rovino il cappotto

  11. #11
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    come ho istruito koba posso addestrare anche te a condurre un fendt!!

    chiuso in quella cabina anche in smoking uscirai che non puzzi manco dei peti che ti porti a presso...


    devi familiarizzare col mezzo,non posso metterti subito ad arare, seminare i campi ,oppure ha fare i lavori nei filari dei frutteti.
    Ultima modifica di Lurge; 02-01-18 alle 16:13

  12. #12
    Goldmember L'avatar di Baddo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.111

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    Avuta fino a 5 o 6 anni fa

    Adesso ho rotto anche il bcs 202, o meglio ho rotto per la seconda volta il cardano e quindi non posso più falciare o fresa re la neve. Deve esserci un problema bella barra rotante.
    Ho visto un bcs 204 con accessori qua dove lavoro e lo sto puntando, vediamo se me lo vendono

    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk

  13. #13
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    sto pensando alle divise per i maschietti e per la daydrimma


  14. #14
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    Citazione Originariamente Scritto da Baddo Visualizza Messaggio
    Avuta fino a 5 o 6 anni fa

    Adesso ho rotto anche il bcs 202, o meglio ho rotto per la seconda volta il cardano e quindi non posso più falciare o fresa re la neve. Deve esserci un problema bella barra rotante.
    Ho visto un bcs 204 con accessori qua dove lavoro e lo sto puntando, vediamo se me lo vendono

    Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk
    la 204 è una macchinuccia fuori produzione da decenni e per la reperibilità dei pezzi di ricambio bisogna affidarsi alla fortuna.Dimenticavo controlla se monta motore cotiemme o acme perché i ricambi non si trovano più.Senza frizione le manovre attorno agli ostacoli divengono difficoltose e c'è sempre il rischio di arrivare "lunghi".
    Ultima modifica di Lurge; 02-01-18 alle 16:29

  15. #15
    Goldmember L'avatar di Baddo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.111

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    Citazione Originariamente Scritto da Lurge Visualizza Messaggio
    la 204 è una macchinuccia fuori produzione da decenni e per la reperibilità dei pezzi di ricambio bisogna affidarsi alla fortuna.Dimenticavo controlla se monta motore cotiemme o acme perché i ricambi non si trovano più.Senza frizione le manovre attorno agli ostacoli divengono difficoltose e c'è sempre il rischio di arrivare "lunghi".
    Mi viene un dubbio, la macchina dev'essere questa
    Non ricordo se è quella col manubrio che si gira o no!!! Ma penso di si perchè la barra falciante rotante è la stessa del mio e ovviamente la devi mettere dall'altra parte.
    I ricambi si trovano ancora per le meccaniche ma non per il motore, dalle mie parti c'è un ricambista bcs sono che per dire, ho cambiato lama della falce e perno+pattino+giunto cardanico della prsa di forza e ho speso tipo 100€ in tutto... non ne vale più la pena.

    Ma sono macchine meravigliose.

    Il 202 io e i miei amici gli abbiamo cambiato carburatore, rifatto serbatoio, volano, avvolgimenti e gli ho pulito la testata, ormai è come se fosse di famiglia. Ma posso usarlo solo per zappare l'orto.

    Vabè bando ai sentimentalismi, mi serve un trattore vero.

  16. #16
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    hai chiesto lumi sulla bcs 204 e io ho detto la situazione com'è su questo mezzo,è rimasto inculato un ex collega di lavoro preso su subito e poi scoperto che urgeva di ricambi.. sta ancora cercando ricambi per il motore...


    hai detto che ti serve un trattore vero,parliamone...
    senza che apri bocca ti dico che ti serve un landini rex GT 80 cv senza se e senza ma,monta cerchioni da 28 pollici sul posteriore e cerchi da 20 pollici sul anteriore



    edit: se lo prendi nuovo di quest' anno 2018 monta motore deutz fahr,mentre se decidi di prendere un fondo di magazzino nuovo che monta motore perkins vai sempre sul sicuro.
    Ultima modifica di Lurge; 02-01-18 alle 21:00

  17. #17
    METAFISICO SISTEMICO L'avatar di macs
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.128

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    Bello il lavoro nei campi
    If you work hard enough you can replace depression for exhaustion

  18. #18
    Senior Member L'avatar di Lurge
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    curvylandia
    Messaggi
    7.708

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    Citazione Originariamente Scritto da macs Visualizza Messaggio
    Bello il lavoro nei campi
    se ti sai attrezzare è ancora più bello,con la sola zappa non si fa più niente...

  19. #19
    Goldmember L'avatar di Baddo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.111

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola

    Moar liek sametto 22cv!
    anche se forse allo stesso prezzo trovo un 4x4.

  20. #20
    Shogun Assoluto L'avatar di MrBungle
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    9.069
    Gamer IDs

    Steam ID: MrBungle-J4S

    Re: ciome si stà preparando per la prossima annata agricola


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su