[Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!! - Pagina 17

Visualizza Risultati Sondaggio: Chi voterete???

Partecipanti
43. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Piddì di Dehor

    4 9,30%
  • Il Movimento di ZTL

    6 13,95%
  • Lega Nerd

    6 13,95%
  • Forza Italy by Alastor

    5 11,63%
  • Libbberi e Uguali!!! di D'Alema e Cek

    4 9,30%
  • Fratelli d'Italia by Zhuge

    2 4,65%
  • Altro

    12 27,91%
  • Mi astengo (dò la vittoria a Berlusconi)

    4 9,30%
Pagina 17 di 30 PrimaPrima ... 7151617181927 ... UltimaUltima
Risultati da 321 a 340 di 585

Discussione: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

  1. #321
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    1.821

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Citazione Originariamente Scritto da Maybeshewill Visualizza Messaggio
    sgarbi
    https://rep.repubblica.it/pwa/genera...pd_-190442632/

  2. #322
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    1.821

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    “A loro interessava solo cacciare la preda. Ma con questi numeri posso anche restare all’opposizione, certo sotto il 20% non avrei alternative, dovrei essere coerente con la mia storia” (Renzi cit)
    Ultima modifica di Shun Nagall; 05-03-18 alle 01:11

  3. #323
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.563

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!


  4. #324
    Shogun Assoluto L'avatar di MrBungle
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    9.063
    Gamer IDs

    Steam ID: MrBungle-J4S

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Successone del partito di Adinolfi (0,8%), ma d'altronde... con certe premesse...


  5. #325
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.563

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Rotfl

  6. #326
    Senior Member L'avatar di Maelström
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    7.312

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    TUNZ TUNZ


  7. #327
    Macfag Overlord L'avatar di Para Noir
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cupertino
    Messaggi
    9.238

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    gamertag

  8. #328
    Senior Member L'avatar di Maelström
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    7.312

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    TUNZ TUNZ


  9. #329
    01100100 01101001 0111001 L'avatar di Kronos The Mad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.563

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!


  10. #330
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    1.821

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Salta la linea a Brunetta e si blocca l'immagine

  11. #331
    Min. della Prostituzione L'avatar di alastor
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.647
    Gamer IDs

    Steam ID: torsofuck

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    tutto come mi aspettavo
    casapound al livello di adinolfi
    credevo ne prendesse di più, è un peccato perdere l'occasione di vedere Il Gladiatore 2
    di stefano che motiva il risultato per lo spazio avuto in tv con mentana che lo sfancula è stato l'unico siparietto interessante della serata

    la lorenzin
    Ultima modifica di alastor; 05-03-18 alle 04:15

  12. #332
    Senior Member L'avatar di defmaka
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.996

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Tutto come da previsioni, in alcuni casi oltre le più rosee:
    -tonfo PD: renzi aveva rotto le palle da troppo tempo, ha toppato mosse a gogo (supportare la boschi, dare afito a bello figu) e questo é il risultato. Comunque secondo partito italiano, trainato probabilmente da vecchi che votano comunista da dopo la seconda guerra mondiale.
    -LEU: messaggio chiaro a Baffino e poltronai di vecchia data: c'avete rotto er gazzo, trovatevi un lavoro. Peccato per aver comunque passato il 3% di un soffio,in caso contrario sarebbe stato da segone a 5 mani.
    -M5S: i veri vincitori di questa tornata elettorale. Contando astensionismo e risultato hanno messo in saccoccia 11-12 milioni di voti, praticamente più di un italiano su 6. Ancora non basta per governare da soli e ai aprono scenari apocalittici su eventuali allenta volta gabbana, vedremo.
    -FI: Silvio non ce la fa, dopo renzio il più grande ego maniaco della politica italiana deve prendere atto di non essere riuscito ad intercettare così tanto la pancia di quegli italiani di destra e moderati. Certo, 4 partito in Italia e se si pensa al punto di partenza (Silvio bollito, di allo sbando, scandali e cazzi) non c'é male, ma é il momento che capisca che ormai la sua era é andata.
    -Lega: secondo vincitore assoluto, come m5s é riuscito meglio ad intercettare la pancia degli italiani incazzati. Ora terzo partito in Italia, credo sia la prima volta che succede.

    Che succederà ora? Bah, o mega governo di scopo CDX+CSX+LEU che tanto dura due minuti o una qualche combo M5S più uno dei partiti maggiori. In ogni caso scenari da matte risate.


    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di defmaka; 05-03-18 alle 07:30

  13. #333
    Pensatore libero L'avatar di Angels
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    ROMA
    Messaggi
    10.779

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Perchè dici Lega secondo partito in Italia? Il movimento 5 stelle non è un partito?
    JUVE

  14. #334
    Senior Member L'avatar di defmaka
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.996

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Citazione Originariamente Scritto da Angels Visualizza Messaggio
    Perchè dici Lega secondo partito in Italia? Il movimento 5 stelle non è un partito?
    Hai ragione, lega terzo --> M5S, PD , Lega

  15. #335
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    1.821

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Il PD è sotto shock

    Buongiorno

  16. #336
    Senior Member L'avatar di Cesarino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.626

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    https://www.ilpost.it/enricosola/201...istra-inutile/

    Questo è il consueto post elettorale sulla sconfitta della sinistra. Sono un po’ stufo di scriverlo, ma la sinistra continua a perdere.
    Se c’è una buona notizia in questa giornata terribile è che forse è l’ultimo che scriverò, non perché da qui in poi vinceremo tutte le elezioni, ma perché forse smetteremo di esistere per un po’.
    Come sempre si tratta di un post chilometrico nemmeno troppo amareggiato ma estremamente lucido nel dichiarare qualcosa che è peggio di una sconfitta.
    L’ho scritto un po’ di getto e con uno stato d’animo un po’ ballerino. Abbiate pazienza. Anche perché ne serve molta.

    Ha vinto la destra. Anzi, di più: l’Italia è la destra
    La ragioneria a volte è una pratica crudele. A conti fatti, tutto ciò che è assimilabile alla sinistra, anche stando larghi e includendo proprio tutto tutto tutto, anche partiti imbarazzanti e incompatibili tra loro, vale il 25%-30% dei voti espressi.
    E li vale in un’elezione in cui l’affluenza non è stata bassa (anzi, è in lieve crescita rispetto al referendum e comparabile con le elezioni del 2013 in cui si votava in due giorni).

    I numeri parlano chiaro: più del 70% degli italiani ha votato per un partito o movimento o apertamente di destra o assimilabile a essa per programmi, metodo politico e totale disinteresse per valori come la solidarietà e la tolleranza.
    Non solo, il 50% circa ha votato per partiti apertamente filo-Putin e, probabilmente, da lui finanziati.

    Di fronte a risultati simili non è nemmeno concepibile parlare di sconfitta. Sta succedendo qualcosa di diverso.
    Questo non è un semplice risultato elettorale: è un evento storico che segna un totale shift di paradigma in Italia e l’ insediamento di un blocco di potere totalmente nuovo.
    Non siamo soli: è qualcosa che sta succedendo, in modo più sfumato (qui in Italia ci teniamo ad avere il primato delle brutture), in tutto l’Occidente, dove crollano le sinistre e si impongono le destre xenofobe e sovraniste e i populismi.

    Non so bene cosa sia questa “cosa” che avanza e che per me è il male assoluto o quasi. Non so nemmeno bene cosa voglia in dettaglio e a quali esigenze politiche e umane risponda. So che è la nemesi dei miei valori, del mio modo di concepire la vita, dei miei comportamenti.

    Il problema è che questa “cosa” non ha vinto a sorpresa e per il rotto della cuffia come Trump negli Stati Uniti e non è stata fermata da sani anticorpi democratici come in Francia. Qui ha stravinto con una marcia trionfale attesa e prevista da tutti, percentuale più o percentuale meno.
    Insomma, qui si è affermata chiaramente una volontà popolare indiscutibile e netta: il popolo italiano, nella sua stragrande maggioranza, vuole più destra. E la vuole populista, rabbiosa, xenofoba, antiscientifica, bigotta e vogliosa di menare le mani.

    La resistenza è inutile. L’unità, pure.
    Se i numeri in gioco fossero altri, sprecherei un paragrafo a tentare di smontare le ragioni di quel voto scriteriato. Ma le destre populiste hanno preso il 70%: ci dobbiamo rassegnare all’idea che noi di sinistra siamo, dati alla mano, una minoranza esigua e divisa in modo irreparabile. E anche se ci unissimo non otterremmo nulla di più. Siamo meno della metà degli “altri”. Capiamolo.

    Di fronte a cose così non c’è niente di utile da fare. Mi fanno sorridere gli amici che, a caldo, delirano di “resistenza”, “torniamo in montagna” e altre menate retoriche da sinistra in fase di elaborazione del lutto. Signori, se ci mettiamo a fare la resistenza, la facciamo contro la stragrande maggioranza degli italiani. Qui non c’è nessuno da liberare da un potere sgradito e impostore. Finiremmo come i “liberatori” antiborbonici, presi a roncolate a Sapri dai contadini stessi che volevano liberare.

    Probabilmente passeremo buona parte del nostro tempo a cercare di dare la colpa a qualcuno, cioè, a seconda dei gusti, Renzi, Fratoianni, Bersani, D’Alema, Civati, Grasso e perfino qualche dirigente di Potere al Popolo, che è andato malissimo (contando che Rifondazione da sola, che è inglobata in quel partito, prendeva l’1,5%-2% a livello nazionale in ogni elezione).

    Cambiamo pure tutti i leader delle tante versioni incompatibili della sinistra, mandiamone pure qualcuno in pensione, spediamone un paio su Marte, sono d’accordo. Dopo un risultato simile è sano e doveroso e chi non si dimette va contestato duramente.
    Facciamolo. Non servirà a niente, ma è una questione di igiene politica.

    Lo stand delle salamelle al festival vegano
    Credo che il problema alla base di questa enorme sconfitta politica della sinsitra non sia una questione di offerta politica. Anzi, in queste elezioni non mancavano le opzioni. Si passava dal centrosinistra moscio e in certi casi venato di destra del PD fino ai filo-venezuelani di Potere al Popolo, attraverso una gamma piuttosto ampia di posizioni intermedie, ciascuna con la propria lista, i propri leader, i propri programmi. Ce n’era per tutti i gusti, davvero.

    Eppure né i renziani, né gli anti-renziani in diverse gradazioni, né i rivoluzionari, né i comunisti duri e puri hanno ottenuto voti dignitosi. Sono andati tutti male. Tutti.
    Quindi evitiamo polemiche su Renzi vs D’Alema e altre polemiche illusorie da abitanti della bolla di “quelli di sinistra”.

    Forse il problema non è l’offerta politica della sinistra. Il problema – ed è una brutta notizia – è la domanda.
    In Italia nel 2018, insomma, è drammaticamente in minoranza chi ritiene di avere bisogno della sinistra e di ciò che promette: giustizia sociale, solidarietà, equità, tolleranza, laicità, diritti.

    Attenzione: non ci sono partiti non di sinistra che promettono meglio della sinistra di fare propri questi valori e realizzarli. È proprio successo che quei valori sono passati di moda in Italia, sono diventati non necessari e visti anche come un ostacolo alle magnifiche sorti (regressive) del paese.

    Nessuno ci ha portato via i voti promettendo meglio le nostre cose. Semplicemente la gente ha sposato valori diversi, si è proprio spostata eticamente e sentimentalmente verso altri lidi. Sembra quasi che in Italia sia venuta meno la necessità storica di certi valori.

    Questa cosa qui ha un nome: crisi di senso. La sinistra, piaccia o no, non ha più senso per il paese, per il momento storico che attraversa, per la psicologia e la narrazione collettiva dominante, che tende alla distruzione e all’accusa più che alla soluzione.

    Non si ferma il vento con le mani, anche se tira a destra
    Per quanto mi riguarda di fronte a un risultato così non c’è nessuna analisi intelligente da fare. E l’autocritica diventa un esercizio di stile, che lascia il tempo che trova.
    Non c’era niente, né una riforma, né un’azione unitaria, né un programma che avrebbe potuto fermare questo evento epocale (che ha cause “lunghe” e lontane e su cui credo si interrogheranno gli storici, visto che i politologi nel prossimo futuro si divertiranno di più a ridacchiare dei leader sconfitti).

    Potrei fare un elenco sterminato di errori che non avrei fatto, di cose che avrei gestito meglio, di alleanze che avrei evitato, di gente che non avrei candidato, ecc. Ognuno ha il suo borsello di sbagli della sinistra, del PD, di Renzi, dei dirigenti locali, ecc. Volendo ce li scambiamo tipo figurine.
    Eppure, anche sommandoli tutti, non saltano fuori ragioni sufficienti per giustificare una sconfitta di questo genere.

    Non solo, i conti politici non tornano. Faccio due esempi. In un contesto in cui la sinistra è stata accusata di non lavorare a sufficienza per la giustizia sociale e i diritti dei cittadini, hanno trionfato partiti che esibiscono fieri la loro cultura dell’ingiustizia (vedi la flat tax, la promessa di negare i diritti civili appena conquistati). E in uno scenario in cui la sinistra è stata accusata di non avere una politica sufficientemente umana nei confronti degli immigrati e di essere blanda sullo ius soli hanno stravinto i partiti più crudeli e indifferenti nei confronti dell’immigrazione di ogni tipo. Insomma, dovessimo dare retta ai flussi elettorali (che a questo punto non hanno più senso, perché si sono create nuove appartenenze, nuove identità politiche, ecc.), la sinistra perde voti a sinistra che finiscono a politiche apertamente di destra.

    Non finisce qui. Nemmeno le divisioni a sinistra sono una spiegazione sufficiente. Non c’era nessuna azione unitaria che sarebbe diventata vincente, visti i miseri risultati delle singole liste della sinistra tutta. Anzi, forse si sarebbe ridotta l’offerta di “biodiversità” della sinistra.

    Non vale nemmeno la scusa più ingenua di tutte, cioè pensare che gli elettori di centrosinistra e di sinistra non siano andati a votare e che, sotto sotto, fatto fuori Renzi salterebbero fuori milioni di persone “più di sinistra” pronte a riportare la sinistra ai consueti trionfi.
    Guardate i dati elettorali e fatevene una ragione: quegli elettori non sono stati a casa, l’affluenza lo dimostra. Semplicemente sono andati a votare e hanno scelto una delle tante destre populiste disponibili. Sicuri sicuri che sia gente che è andata via dal PD perché era troppo poco di sinistra? Pensateci.

    Winter has come
    Consoliamoci: questa è una cosa più grande di noi. Anche facendo tutto giusto (e non lo abbiamo fatto) non sarebbe andata tanto diversamente.

    E ri-consoliamoci: di fronte a risultati di questo genere e alla portata lunga che sembrano avere è inutile qualsiasi tentativo di lotta e di salvataggio del paese. Possiamo riposarci, fare altro, difenderci (e dovremo difenderci, fidatevi) e aspettare, aspettare, aspettare.
    Dopo un bel po’ di anni (l’ultimo shift di paradigma di questo tipo, tra l’altro più lieve e meno sguaiato, è avvenuto nel 1994 e ci ha regalato vent’anni di Berlusconi e di diseducazione etica) forse potremo tornare a costruire qualcosa, se ci saremo ancora.

    Ma adesso no, non c’è letteralmente niente da fare. Quel 70% di popolo italiano è determinato e vuole andare fino in fondo. Non ha votato così in massa per avere un sistema di potere nuovo en passant. Vuole che i nuovi vincitori si mettano al lavoro, che provino davvero a mettere in campo le soluzioni a cui loro hanno creduto e non si arrenderà ai primi fallimenti. Insomma, questo paese ora è innamorato dei suoi nuovi capi e per un bel po’ darà loro fedeltà assoluta e carta bianca su ogni intervento.
    Gli italiani dovranno sbattere la faccia più volte contro le conseguenze delle loro scelte (e questo richiede tempo) per iniziare a dubitare del proprio voto.

    Noi, nel mentre, litigheremo un po’ e proseguiremo le nostre faide tra sinceri democratici con il cuore più leggero: ora sappiamo che l’unità a sinistra non serve a niente, se non c’è il consenso e se non c’è un paese che ritiene di avere bisogno della sinistra. Quindi litighiamo pure, abbiamo anni per risolvere tutto (con le mani, quando volete).

    Poi ci passerà la voglia, faremo altro, faremo qualche blando e illusorio tentativo di recupero e forse otterremo qualche vittoria di Pirro, ma ora si è imposto quello che a breve diventerà un Sistema (sì, con la maiuscola) che è talmente nei cuori degli italiani da essere difficilmente rimovibile.
    Bisognerà avere il tempo e la pazienza per aspettare che questa “cosa” populista e orribile si abolisca da sola. Non la aboliamo noi di sicuro.

    Di sicuro, parlo per me, non farò nessun tentativo per contribuire a migliorare questo paese. No, non sto facendo l’offeso. È che l’Italia in larghissima maggioranza non vuole quello che voglio io, minoranza marginale. E non ci sono punti di contatto o convergenza. È proprio un altro mondo incompatibile.
    Non posso vivere da cittadino partecipe e leale in un paese che sta per diventare una versione alla vaccinara dell’Ungheria di Orban o della Polonia.

    L’Italia non si cura da una malattia che gli italiani credono essere un superpotere.

    Mettiamoci al sicuro, difendiamoci, difendiamo i nostri cari e le cose che abbiamo a cuore. Prepariamoci a vedere cose orribili, ingiustizie sui più deboli, violenza di Stato e una riduzione enorme dei diritti. E più povertà, più confini, meno libertà.

    Pensiamo ad altro, almeno per un po’, e pazientiamo. In Italia è arrivato l’inverno. Sarà lungo.

  17. #337
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    1.821

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Renzi trovati un lavoro.
    Il PD di oggi non è sinistra. Ergo ben vengano le macerie e vediamo se riescono a costruire qualcosa di più credibile e appropriato.

  18. #338
    carpet kisser mon amour L'avatar di Ottone Erminio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.579

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    per non dimenticare:

    "La legge non ammette ignoranza ma consente confusione"

  19. #339
    Senior Member L'avatar di Geralt di Rivia
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.978

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    Il reddito di cittadinanza ai cittadini del Sud che hanno votato in massa M5S dovrebbero pagarlo quelli del Nord, la vedo dura per Salvini far digerire al suo elettorato una roba del genere (poi, certo, magari potrebbero uscirsene con scuse tipo "non si può fare per ora perché ci hanno lasciato una voragine nei conti e bla bla", ma sarebbe una bella botta a livello elettorale). Inoltre la Lega governa con FI (che proprio non può allearsi col M5S, Silvio non si fiderebbe mai e per i pentastellati sarebbe un colpo d'immagine troppo duro allearsi con Berlusconi al grido di honestà) varie regioni importanti, e ovviamente quelle alleanze locali salterebbero in caso di governo M5S + Lega, mi pare un prezzo da pagare troppo elevato.

  20. #340
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    7.722

    Re: [Sondaggio Elettorale TGM] Dichiarate il vostro voto (se avete il coraggio)!!!

    In ogni caso non l'avevo previsto ma lo sentivo. È il fatto che veramente nel paese non ci sono più soldi né lavoro e in politica si sono presentati i soliti che rappresentano un po' tutto tranne il benessere del cittadino in difficoltà. Salvini a parte che almeno, secondo quanto ha urlato e a prescindere da quello che farà, vuole limitare un fenomeno di cui non abbiamo bisogno. Quando hai un trentenne su cinque con le pezze al culo non puoi pensare di dare un posto in cui vivere a gente di fuori e tra parentesi nella buona parte dei casi con una cultura e delle convinzioni di merda. Tutti i discorsi sulla mummia e Renzio e i militanti su Facebook e gli studenti che dicono la loro e blabla sono altre cazzate di cui non abbiamo bisogno. Io sono convinto che si andrà comunque allo sfascio ma che la gente votasse m5s e lega era abbastanza prevedibile.

    Inviato dal mio SM-A320FL utilizzando Tapatalk

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su