Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera! Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 43

Discussione: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

  1. #1
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    29

    Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Non mi masturbo dal momento in cui è nata. Sono passati 10 mesi e ancora la mia libido è pari a zero. Volevo questa figlia, con tutte le mie forze, e ora non so cosa darei per mollarla a qualcuno e andare via. Ero un’ingenua, lo capisco, perché non pensavo alle conseguenze. Seguivo l’idea romantica che si ha della maternità. Nessuno di quelli che esaltano quel ruolo ti dice come realmente stanno le cose.

    Rinunce, sacrifici, limiti a ogni tua abitudine. Non puoi uscire, leggere, andare al cesso, lavarti i capelli, dormire, mangiare, scopare, senza considerare che ogni cosa che fai te la guadagni nei momenti liberi, immaginando che la tua vita sia piena di minuscole fessure, tu devi individuarle e poi farle coincidere con i tuoi bisogni. Poi capita che la lettura viene prevaricata da sonno e stanchezza. Il sesso viene uno schifo perché sembra soltanto uno sfogo fisiologico, come una cagata frettolosa che ti lascia il culo sporco e puzzolente. I tuoi capelli continueranno ad essere trascurati e alla fine prendi un paio di forbici e li tagli perché altrimenti non riusciresti più neppure a pettinarli.

    Mai fare un figlio se non c’è qualcuno che ti dà una mano. Invece io sono arrivata in questa città, bella, piena di opportunità, e tutto quel che ho trovato è un uomo che ha voluto accasarsi presto, un po’ più grande di me, con un bel mutuo sulle spalle, una casa, un buon lavoro, e quel che gli mancava era un bel figlio, me lo disse al nostro terzo incontro. Avrei dovuto pensare al fatto che in realtà gli serviva un utero disponibile. Geni che gli avrebbero fornito una buona discendenza. E come se non fosse successo niente, nonostante sappia che qui mi sento completamente sola, senza uno straccio d’amica, una parente, qualcuno che mi voglia davvero bene, lui già parla di un fratellino.

    È meglio farli e crescerli insieme, credimi, mi dice lui, e io ho una gran voglia di urlargli in faccia che si trovasse un’altra idiota per raddrizzare il suo presepe monco. Vorrei dirgli che mentre lui è al lavoro io ogni tanto piango, inspiegabilmente, e quando torna lui non s’accorge neppure del mio stato d’animo. È bravo, certo, mi aiuta a fare la cena, apparecchia, fa le sue cose, tiene la bambina e se la gode per un po’ di tempo, poi ogni tanto esce e ogni tanto chiede a me se voglio uscire. Ma dove vado? Con questo umore poi. Ho accolto il suo invito una sera e lui mi ha dato il numero di una sua amica con la quale avrei potuto approfondire la conoscenza. Gentile, certo, per carità, ma io e lei siamo completamente diverse. Allora gli ho detto di no e sono andata al cinema, da sola.

    Quello che sento è che lui ama fare il padre ma gli serve la balia diurna e non so più neppure se mi abbia mai amata. Oggi mi ha chiamato per chiedermi come sta la piccola e poi, di sbieco, mi ha detto che è un po’ preoccupato per me. Dice che sa che dopo il parto si può essere depresse, ma io non credo di essere tale e non andrò da uno psichiatra per normalizzare i miei pensieri. È che non era quello che volevo. Sono pentita, mi sento in trappola e guardo quella creatura un po’ con odio o con amore, ché non è sempre tutto bianco o nero, e non vedo alcuna via d’uscita. So che qualunque scelta che farò sarà come strapparmi un pezzo di pelle per lasciarla lì. Come accede, credo, a ogni metamorfosi, con le possibili mutazioni che vengono fuori dopo che hai perso la vecchia pelle e l’hai sostituita con la nuova.

    Vorrei davvero che ci fosse la possibilità di lasciare questa vita come si lascia un vecchio abito smesso. Andare avanti e non pensarci più. Cosa direbbero i miei se io lasciassi la bambina al mio compagno? Padre, madre e sono quelli che auspicavano per me una gravidanza e che io fossi “sistemata” (per le feste!) giusto per soddisfare il loro desiderio di avere dei nipotini. Sicché immagino che se io mollassi il mio compagno loro farebbero di tutto per accaparrarsi la bambina a costo di mettermi in mezzo a battaglie sulla custodia che io non voglio fare. Come potrei dire ai miei che in ogni caso lasciarla a lui sarebbe la mia scelta? Già sento mia madre mandarmi stramaledizioni “che madre sei”, “come puoi abbandonarla così”, “lei piangerà senza sua madre” e via di questo passo.

    Ci sono adulti che si sostituiscono ai bisogni dei figli e li reinterpretano secondo visioni proiettive. Mia madre lo faceva anche quando io ero piccola. Lei sentiva freddo e copriva me. Lei aveva fame e mi dava da mangiare. Anche volendo non le lascerei educare mia figlia per nessuna ragione al mondo. Allora penso ad uno sbocco possibile e una sera di queste vorrei parlarne con il mio compagno. Gli dirò che non voglio altri figli. In realtà non volevo neppure quella che ho fatto. Gli dirò che ho partorito, per lui, e ora gli ho dato una discendenza. Se vuole il figlio maschio dovrà cercare qualcun’altra. Io con i figli ho chiuso.

    Immagino la sua espressione un po’ sconvolta, di chi neppure capisce, perché secondo lui io qui ho tutto. Un buon compagno, una splendida bambina, una casa, da mangiare, e cosa potrei desiderare di più? Se gli dicessi che vorrei passare il tempo in spiaggia a leggere, senza pensare a niente, mi direbbe che sono superficiale. Se gli dicessi che ho voglia di fare sesso, e non con lui, mi direbbe, forse, che sono una troia. Lo direbbe con i suoi modi affettati, ma in ogni caso sempre zoccola per lui sarei. Allora temo che aspettarsi da lui comprensione sia una cosa inutile. Lui lo prenderebbe come un dispetto perché oserei scombinargli i piani.

    Non so. Mi sento, adesso, come una prigioniera che nel tempo in cui non passano i secondini scavano un tunnel per poi poter evadere. Però non sono forte a sufficienza. Temo che il mio rimarrà solo un sogno. E nel frattempo mangio, un po’ sono ingrassata, e questo non mi aiuta. Prendo la bambina, la metto sul suo seggiolone. È l’ora della pappa. Le dico sorridendo che mi sento morire. Lei ride, non capisce, per fortuna. Mi sento morire e ho bisogno di respirare. Prima o poi me ne vado. Prima o poi.

  2. #2
    Malmostoso L'avatar di Necronomicon
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    23.869

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    È un romanzo di Carver?

  3. #3
    Senior Member L'avatar di Gilgamesh
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.291

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    10/10, premio strega, premio Margaret Mazzantini, marchetta in prima serata da fazio, adattamento cinematografico in produzione da Indigo Film

    scrive la stessa cosa un uomo - licenziato, linciato su tutti i media, attenzionato dalle forze dell'ordine e servizi sociali perché pericoloso e mentalmente instabile

  4. #4
    Lavora Troppo L'avatar di Ceccazzo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    18.237

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    J**** aveva scritto di meglio e probabilmente era più sano dell'autore

  5. #5
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    29

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    A me piace che lei sia palesemente instabile e depressa mentre lui lavora tutto il giorno e la mantiene, però lui è un porco

  6. #6
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2016
    Messaggi
    4.305

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    beh no, non ha detto che lui è un porco, ha detto che si sente morire per avere già tutto, che è perfettamente normale per una certa fetta della popolazione.

    Ci sono esseri umani (compresi maschi), che più hanno e più vogliono, e non sono mai soddisfatti.

    Non dimentichiamoci la canzone dei Nomadi

    "amica mia
    so che forse tu non capirai
    ma un uomo no
    non è contento mai"

    Io ho tre membri della mia famiglia che temo abbiano quest'attitudine, e uno sicuramente.

    Quando incontri questi elementi, devi fuggirli. Se proprio devi avere a che fare con loro, crea continue sfide e continui obiettivi, non devi mai dare loro la pappa pronta.

    È altresì verissimo che se questi discorsi li fa una donna viene compresa da ogni essere vivente, se li fa un uomo viene considerato debole.

  7. #7
    Senior Member L'avatar di Necrotemus
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lothian
    Messaggi
    1.635
    Gamer IDs

    Steam ID: 76561197970991015

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Capisco la depressione post parto, ma cosa avrebbe dovuto dire sua nonna, che in media ai tempi ne scodellava 6-8 senza contare quelli persi


  8. #8
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    16.625

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    A me sembra semplicemente una sfigata che era meglio se rimaneva da sola e anche senza metter su famiglia sarebbe rimasta sfigata uguale.

  9. #9
    Senior Member L'avatar di Bicio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.131

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    il problema è che ci sono diverse persone così come lei..
    persone che hanno diversi problemi inerenti ad una vita che non gli da soddisfazioni..che sono in depressione..e cercano cmq d'andare avanti..solo che non riescono a trovare una soluzione, ad uscirne da soli..

    la debolezza dell'uomo spesso è disarmante..

  10. #10
    Goldmember L'avatar di Baddo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.402

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Che troia!

  11. #11
    Senior Member L'avatar di Lo Spruzzino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.789

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Che pena.

  12. #12
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    San Diego
    Messaggi
    7.175

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Citazione Originariamente Scritto da Necronomicon Visualizza Messaggio
    È un romanzo di Carver?
    Ho pensato proprio questo lol

    Mi dispiace per lei, sta male e avrebbe bisogno di aiuto

  13. #13
    Senior Member L'avatar di MaoMao
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    2.871

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Come si fa a dire troia in modo affettato?

    P. S. Sarebbe stato bello se lei avesse trovato questa lettere in un cassetto, piena di polvere e scritta dalla madre.
    Sicuramente avrebbe scritto un'altro sermone di gne gne pio pio, mamma non mi ha voluto bene ed ora vado a buttarmi giù dal balcone.

  14. #14
    Senior Member L'avatar di manuè
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    30.050

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Citazione Originariamente Scritto da sisonoio Visualizza Messaggio
    "amica mia
    so che forse tu non capirai
    ma un coglione no
    non è contento mai"
    songfix
    se lasciati a se stessi i problemi tendono a risolversi da soli, se così non accade, allora è meglio lasciar perdere il tutto e passare ad altro.

    - gli ignoranti ignorano -

  15. #15
    Malmostoso L'avatar di Necronomicon
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    23.869

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Ma chi è?

  16. #16
    Senior Member L'avatar di manuè
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    30.050

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Citazione Originariamente Scritto da Necronomicon Visualizza Messaggio
    Ma chi è?
    un'esaurita che vuole, vuole ma non sa nemmeno lei cosa ed alla fine se ne pente lo stesso.
    se lasciati a se stessi i problemi tendono a risolversi da soli, se così non accade, allora è meglio lasciar perdere il tutto e passare ad altro.

    - gli ignoranti ignorano -

  17. #17
    Senior Member L'avatar di Gilgamesh
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.291

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    "Se dicessi a mio marito che ho voglia di fare sesso con un altro uomo, non capirebbe e mi darebbe della troia, lo stronzo"

  18. #18
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    San Diego
    Messaggi
    7.175

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    Maschilisti

  19. #19
    The Baluba L'avatar di Frappo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    valle aurina
    Messaggi
    2.723

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    è un estratto? tutta negatività e nemmeno un accenno alle emozioni (incomparabili ) che le dona la figlia?

    anche se è comune a tutte le donne una crisi post parto, si delinea dal racconto un certo tipo di donna.

    TeriBBile

  20. #20
    Senior Member L'avatar di Gilgamesh
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.291

    Re: Non voglio restare con mia figlia. Voglio scappare da questa galera!

    alla fine sarà veramente un estratto di un romanzo di Carver e Gianfranco è Filomj

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista
The Games Machine
Seguici su