Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73 d.C

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 53

Discussione: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73 d.C

  1. #1

    Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73 d.C

    .: un esiguo gruppo di Zeloti, fuggiti da Gerusalemme distrutta dai Romani, si rifugiano con le famiglie in questa remota fortezza e ivi resistono eroicamente per quasi tre anni a forze romane schiaccianti; infine, quando i Romani praticano una breccia, decisi a evitare la schiavitù con ogni mezzo, si suicidano tutti quanti. Questa è la vulgata, che più o meno tutti conoscono (e ripetuta a tutti i turisti in Israele: nonché in libri per bambini, film, canzoni, poesie, manuali). In realtà, quasi nulla di tutto questo è vero. I fatti reali li conosciamo tramite il Bellum Iudaicum di Giuseppe Flavio, l'unico testo storico che abbia parlato di Masada. Quelli di Masada non erano Zeloti, ma Sicari, cioè terroristi: fondamentalmente dediti all'assassinio politico (anche di Romani, ma preferibilmente di altri ebrei). Non avevano combattuto a Gerusalemme: si erano barricati a Masada molto prima, intorno al 66/67, cioè agli albori della rivolta. E, di fatto, contro i Romani non hanno praticamente MAI combattuto: nemmeno durante l'assedio (Giuseppe, che non è avaro di particolari circa le eroiche gesta degli ebrei assediati sia a Gerusalemme sia altrove, non ne parla mai per Masada). Le uniche imprese compiute dai Sicari di Masada sono state scorrerie e razzie contro villaggi ebraici vicini - uno dei quali, Engadi (Ein Gedi), distrussero completamente uccidendo tutti gli abitanti, inclusi donne e bambini (circa 700 persone). L'assedio non durò affatto anni, ma solo pochi mesi (iniziato nell'inverno del 72, terminò in primavera del 73). Certo i difensori erano pochi rispetto ai Romani (mezzo migliaio di difensori , senza ovviamente contare le donne e i bambini, contro una legione completa), ma non era affatto una disparità schiacciante, e in altri casi guarnigioni molto inferiori avevano resistito più a lungo. La scelta del suicidio/omicidio non fu affatto obbligata (forse si poteva tentare la fuga, oppure si poteva decidere di combattere fino all'ultimo uomo- come in altri casi effettivamente i rivoltosi ebrei fecero). E infine, la scelta non fu presa "democraticamente": le donne e i bambini non vennero interpellati (e del resto, difficilmente la loro opinione avrebbe contato qualcosa). L' omicidio/suicidio fu preceduto da due discorsi, famosissimi, del capo dei Sicari, Eliezar ben Jair: ma si tratta di discorsi molto strani in un contesto ebraico, nichilisti e perfino sincretistici come sono (citano perfino i fachiri indiani). E' un mito sorto nell'ambito del sionismo, tra gli anni Venti e li anni Cinquanta, allo scopo di fornire all'immigrazione ebraica un modello di ebraismo combattente, diverso dall stereotipo tradizionale (e antisemita) dell'ebreo della Diaspora, imbelle e inerme- con tutto quello che questo ci dice del difficile rapporto tra il sionismo originario e la Shoah (ma è un'altra storia). Il mito, una volta finita la sua opera di nation building, ha perso di importanza in Israele: ma questa leggenda su Masada continua a vivere.
    «Il football, appena promosso calcio, era farneticazione di individui che, una volta in campo, dimenticando l'esistenza di tutto, meno di quel pallone ingobbito e incitrullito dalle pedatone, dribblavano fino all'esaurimento di ogni energia; Luigi Cevenini, nonché dribblare, parimenti fumava. [Skoglund] I dirigenti nerazzurri disperati che bevesse troppo mandarono a chiamare il padre, arrivò in sede un vecchietto che camminava a zig zag, era lui. Beveva più del figlio». (Vladimiro Caminiti)

  2. #2
    Senior Member L'avatar di Ciome
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.373

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    interessante. keep posting
    riassunto topic pirateria domestica:

    Citazione Originariamente Scritto da darkeden82 Visualizza Messaggio
    Tu non lavori nell'it ma per il sociale


    l'apice di svapo:

    Citazione Originariamente Scritto da Milella Visualizza Messaggio
    *
    Ultima modifica di golem101; Oggi alle 17:33 Motivo: bestemmie e pornografia
    Ultima modifica di salgari; Oggi alle 17:35 Motivo: qua comando io, chi è questo golem101


    rondella's way:

    Citazione Originariamente Scritto da Lo Zio Visualizza Messaggio
    rondella farebbe una foursome con la stallona, il frigorifero e la lavastoviglie


  3. #3
    Malmostoso L'avatar di Necronomicon
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    20.146

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Prima volta che ne sento parlare

    Non che mi sia mai interessata la storia del popolo ebraico

  4. #4
    Senior Member L'avatar di Matsetes
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.128

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Io ne avevo una confusa idea a metà delle due, grazie per la precisazione. Come lo hai raccontato è tutto tratto dalla fonte che citi?

  5. #5

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Citazione Originariamente Scritto da Necronomicon Visualizza Messaggio
    Prima volta che ne sento parlare

    Non che mi sia mai interessata la storia del popolo ebraico
    C'erano i Masada di John Zorn .
    «Il football, appena promosso calcio, era farneticazione di individui che, una volta in campo, dimenticando l'esistenza di tutto, meno di quel pallone ingobbito e incitrullito dalle pedatone, dribblavano fino all'esaurimento di ogni energia; Luigi Cevenini, nonché dribblare, parimenti fumava. [Skoglund] I dirigenti nerazzurri disperati che bevesse troppo mandarono a chiamare il padre, arrivò in sede un vecchietto che camminava a zig zag, era lui. Beveva più del figlio». (Vladimiro Caminiti)

  6. #6
    La Nonna L'avatar di Lux !
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    45.384

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Roba che ti ferma la polizia e ti chiede: "Lei cos'ha fatto a Masada nella primavera del 73 d.C tra le 12 e le 15?"

  7. #7
    Senior Member L'avatar di GenghisKhan
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    10.945

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Boh

  8. #8
    Lavora Troppo L'avatar di Ceccazzo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    15.717

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    io conoscevo la storia, comunque da notare che i romani, dopo essersi rotti i coglioni dell'assedio, hanno costruito una rampa gigante per andarli a prendere

    https://it.wikipedia.org/wiki/Assedi...e_di_un_ariete




  9. #9
    Senior Member L'avatar di Nightgaunt
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cypra Mundi
    Messaggi
    10.179

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    ROTFL, tra poco arriverà la swat nella sala server che ospita il forum
    Blessed be the coruscating plasma of the engine room
    Spiritus Machina protect us from thy burning doom
    Harness unto our will the power of the light
    Let the conduit and the coil work allright.


  10. #10
    ghost_master L'avatar di Drake Ramoray
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Verona
    Messaggi
    7.724

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    ho ricordi della rampa, avrò visto lo stesso documentario

  11. #11
    Senior Member L'avatar di Stefansen
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.826

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Ci sono andato di persona, non nel 73 dC qualche anno dopo, merita come posto.
    Praticamente una roccaforte in mezzo al deserto. Diversi chilometri più in là c'è anche il Mar Morto


    Oltre alla località turistica è utilizzato dai soldati israeliani di leva che lì vanno a fare il giuramento

  12. #12
    Senior Member L'avatar di stronzolo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.103

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Citazione Originariamente Scritto da Nightgaunt Visualizza Messaggio
    ROTFL, tra poco arriverà la swat nella sala server che ospita il forum
    Per un aneddoto storico che puoi leggere su Wikipedia?

  13. #13

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Citazione Originariamente Scritto da Matsetes Visualizza Messaggio
    Io ne avevo una confusa idea a metà delle due, grazie per la precisazione. Come lo hai raccontato è tutto tratto dalla fonte che citi?
    Un mitomane di Facebook che si basa su The Masada Myth di Nachman ben-Yehuda, ma qua dicheno che la questione è controversa https://aeon.co/essays/decoding-the-...judaean-desert

    In 73 or 74 CE, 960 Jewish zealots – men, women and children – committed suicide on top of the mountain of Masada by the Dead Sea in Israel rather than be captured by the Romans. The story, told by the Roman historian Josephus, is one of the most famous from antiquity. But did it actually happen? Yigael Yadin, the late Israeli archaeologist from the Hebrew University of Jerusalem who excavated the site in the mid-1960s, said that it did. Moreover, he also said that the objects found during his dig proved it. His subsequently published book, Masada: Herod’s Fortress and the Zealots’ Last Stand (1966), was a bestseller.

    It was no secret that Yadin’s excavations at sites in Israel, such as at Hazor in the 1950s and at Masada in the 1960s, were in part under*taken in the hope of reinforcing Jewish claims to the land by linking them to biblical stories and other famous events. Some have long charged Yadin with a political agenda detached from the truth – and cast a shadow over his interpretations of the finds at Masada and elsewhere in the Levant. In 1995 and 2002, Nachman Ben-Yehuda, a sociologist also at the Hebrew University of Jerusalem, published his own interpretation of the finds from Masada in two separate books – The Masada Myth and Sacrificing Truth. He con*cluded that Yadin had been incorrect in many of his interpretations, perhaps deliberately so, in the interest of creating a nationalist narrative to help the young state of Israel forge an identity for itself.

    Subsequently, Amnon Ben-Tor, who is now the Yigael Yadin Professor of Archaeology at the Hebrew University of Jerusalem, and who had excavated with Yadin at Masada, published a spirited defence of Yadin and his findings, titled Back to Masada (2009). In this book, Ben-Tor went through the archaeology again, dismissing each of Ben-Yehuda’s points and basically confirming Yadin’s point of view.

    Yet the dispute goes on. The story of Masada is more than just a story of the archae*ological excavations. It is an example of how archaeologists use histori*cal information to supplement what they find during their excavations and to flesh out the bare details provided by the archaeological discov*eries. Yadin made particular use of the writings of Flavius Josephus – the Jewish general turned Roman historian who wrote two books about the Jews in the first century CE and who is the primary source for what might have taken place on top of Masada nearly 2,000 years ago. And Masada shows how the relationship between archaeology and the historical record cuts both ways; since we cannot be certain that Josephus’s discussions are 100 per cent accurate, we can use archaeology to corroborate – or to challenge – the ancient text.

    Masada also serves as a cautionary tale about using (or misusing) archaeological evi*dence to support a nationalistic agenda, as some scholars have suggested Yadin did. The debate over Masada involves the trustworthiness of Josephus’s account; the credibility of Yadin, perhaps the most famous of all Israeli archaeolo*gists; and the influence of nationalism on the interpretation of archaeo*logical discoveries. Whom do we believe? How should we view this seemingly tragic, heart-wrenching ancient site and event? And can we ever tap evidence from thousands of years in the past to establish the origins, legal claims and birthright of peoples today?
    «Il football, appena promosso calcio, era farneticazione di individui che, una volta in campo, dimenticando l'esistenza di tutto, meno di quel pallone ingobbito e incitrullito dalle pedatone, dribblavano fino all'esaurimento di ogni energia; Luigi Cevenini, nonché dribblare, parimenti fumava. [Skoglund] I dirigenti nerazzurri disperati che bevesse troppo mandarono a chiamare il padre, arrivò in sede un vecchietto che camminava a zig zag, era lui. Beveva più del figlio». (Vladimiro Caminiti)

  14. #14
    Senior Member L'avatar di Maybeshewill
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    15.232

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Un post interessante su j4s
    le robe dei matti

  15. #15
    Senior Member L'avatar di manuè
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    28.772

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Citazione Originariamente Scritto da Nightgaunt Visualizza Messaggio
    ROTFL, tra poco arriverà la swat nella sala server che ospita il forum
    o più probabilmente dei sicari del mossad
    Citazione Originariamente Scritto da Major Sludgebucket (ABS) Visualizza Messaggio
    Un mitomane di Facebook che si basa su The Masada Myth di Nachman ben-Yehuda, ma qua dicheno che la questione è controversa
    la questione è questa: il regno di israele prosperava con i romani, ai quali non importava un fico secco di quel che loro facevano, bastava che continuassero a pagare i tributi, non per nulla una corposa "delegazione commerciale" stazionava a Roma e ci è rimasta praticamente per sempre, tanto che ancora oggi c'è il quartiere ebraico, poi sono arrivati gli arruffapopolo che hanno causato l'incazzamento dei romani e la conseguente distruzione di gerusalemme e dissoluzione del regno.
    se lasciati a se stessi i problemi tendono a risolversi da soli, se così non accade, allora è meglio lasciar perdere il tutto e passare ad altro.

    - gli ignoranti ignorano -

  16. #16
    Senior Member L'avatar di Ben Gurion
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    115

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Beh in effetti il suicidio non è assolutamente contemplato nella religione ebraica, specialmente così di massa.

    ma cmq il motto dell'esercito israeliano è fichissimo:"Masada shall not fall again"

  17. #17
    La Nonna L'avatar di Lux !
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    45.384

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Citazione Originariamente Scritto da Ben Gurion Visualizza Messaggio
    Beh in effetti il suicidio non è assolutamente contemplato nella religione ebraica, specialmente così di massa.

    ma cmq il motto dell'esercito israeliano è fichissimo:"Masada shall not fall again"

  18. #18
    Senior Member L'avatar di Stefansen
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.826

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Da quel che ci dissero sul posto estrassero a sorte gente che uccidesse gli altri, e poi scaglionando iterarono il procedimento affinché ne restasse solo uno

    Citazione Originariamente Scritto da Ben Gurion Visualizza Messaggio
    Beh in effetti il suicidio non è assolutamente contemplato nella religione ebraica, specialmente così di massa.

    ma cmq il motto dell'esercito israeliano è fichissimo:"Masada shall not fall again"
    Sì, dovrebbe essere quel che ripetono i militari di leva quando vanno lì a fare il giuramento

  19. #19
    Senior Member L'avatar di Ben Gurion
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    115

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    sì anhce io ho letto vari saggi dove raccontano la storia, però devo dire che mi è sempre sembrata strana, discordante dalle altre

    Un rabbino molto famoso diceva che tutte le festività del popolo ebraico si possono riassumere in questo algoritmo
    1. volevano ucciderci
    2. non ce l'hanno fatta
    3. mangiamo!

  20. #20
    Senior Member L'avatar di NoNickName
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Italy
    Messaggi
    4.763

    Re: Tutti pensiam di sapere più o meno cos'è successo a Masada nella primavera del 73

    Citazione Originariamente Scritto da Ben Gurion Visualizza Messaggio
    sì anhce io ho letto vari saggi dove raccontano la storia, però devo dire che mi è sempre sembrata strana, discordante dalle altre

    Un rabbino molto famoso diceva che tutte le festività del popolo ebraico si possono riassumere in questo algoritmo
    1. volevano ucciderci
    2. non ce l'hanno fatta
    3. mangiamo!
    Ben mi sto stufando del cristianesimo, almeno della sua versione contemporanea, che mi suggerisci?
    Ultima modifica di NoNickName; 05-05-20 alle 02:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista
The Games Machine
Seguici su