«Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon...] - Pagina 3

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 41 a 55 di 55

Discussione: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon...]

  1. #41
    Senior Member L'avatar di Nightgaunt
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.728

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Io non riesco a trovare lavoro come modello di intimo per via del mio aspetto, quindi lo Shtato mi deve compensare del danno
    Blessed be the coruscating plasma of the engine room
    Spiritus Machina protect us from thy burning doom
    Harness unto our will the power of the light
    Let the conduit and the coil work allright.


  2. #42
    Il contegno L'avatar di Biocane
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.740

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Citazione Originariamente Scritto da Ginzo Visualizza Messaggio
    I disabili suscitano tenerezza e a volte anche emozioni meno "nobili", il politically correct non ha senso logico, è la concezione secondo la quale dire cose che suonano offensive a qualcuno è sbagliato, anche se sono vere.
    quindi la fiction cerca un disabile per suscitare tenerezza ma non si puo' dire, quindi la regista prende inorridita le distanze da una sua scelta per la dichiarazione veritiera ma che non si puo' dire della tizia addetta al casting. ipocrisia over 5000 . va beh se non altro una che lavora nelle fiction di merda ha perso il posto, bene

  3. #43
    Backleground
    Guest

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Citazione Originariamente Scritto da Biocane Visualizza Messaggio
    quindi la fiction cerca un disabile per suscitare tenerezza ma non si puo' dire, quindi la regista prende inorridita le distanze da una sua scelta per la dichiarazione veritiera ma che non si puo' dire della tizia addetta al casting. ipocrisia over 5000 . va beh se non altro una che lavora nelle fiction di merda ha perso il posto, bene
    il punto è un altro. chi detiene un minimo di potere deve per forza di cose tenere una condotta che da roma faccia felici pure le puttane thailandesi. la neutralità è necessaria perchè in mancanza qualcuno può sfruttare la situazione per spodestarti e perchè rendere ebete e distratto il gruppo da comandare è vitale. i media fanno capo al governo centrale, specialmente la rai che è statale.

    assodato che il politically correct è fondamentale ai vertici, il problema sono i menomati in fondo alla piramide che si alterano quando non viene usato. sono mine vaganti.

  4. #44
    La Nonna L'avatar di Lux !
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    21.104

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Citazione Originariamente Scritto da Shogun Visualizza Messaggio
    disabili non vuol dire niente perchè uno può pure finire ricoverato e si becca l'invalidità civile al 46% senza assegno e un cazzo ma intanto è disabile e poi sta persona la vedi fuori da un locale e magari è più gnocca e inquadrata di te.

    ma per il politicamente corretto che bisogna essere buoni (e sotto sotto disprezzare) il disabile è quello che sbava e ondeggia
    La disabilità andrebbe recitata Magari intendeva che essere nani fosse una disabilità

  5. #45
    METAFISICO SISTEMICO L'avatar di macs
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.810

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    posto questo solo per cesarino

  6. #46
    Senior Member L'avatar di Rondella
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    616

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Citazione Originariamente Scritto da Cesarino Visualizza Messaggio
    «Cercasi nano tenero» per la fiction Rai della Archibugi: licenziata la responsabile del casting

    Diventa un caso l’annuncio su Facebook per la serie «Romanzo Famigliare» prodotta da Wildside e diretta dalla regista. Che dice: «Mi vergogno moltissimo. Non sapevo nulla»


    «Per la mini serie tv di Francesca Archibugi, la produzione Wildside cerca ragazzo di 15/18 anni nano o con altra disabilità che trasmetta tenerezza». Non è difficile immaginare che dopo aver letto un annuncio simile — pubblicato su Facebook dalla responsabile dei casting della società, Luana Velliscig — si sono moltiplicati in pochissimo tempo i commenti di sdegno attorno a queste parole, diventate immediatamente un caso.

    Il post è poi stato cancellato, ma troppo tardi. Wildside ha subito fatto sapere di non aver gradito l’iniziativa, scrivendo in una nota: «In riferimento all’annuncio casting apparso sulla bacheca Facebook di Luana Velliscig, Wildside precisa che il linguaggio gravemente inopportuno e offensivo utilizzato non è stato in alcun modo approvato dalla società di produzione da cui la signora Velliscig ha ricevuto l’incarico di ricerca cast. Wildside chiede scusa a tutte le persone che si sono sentite offese dall’annuncio. La società, inoltre, riafferma la totale estraneità della sua cultura aziendale a comportamenti o valori discriminatori di qualsiasi genere. Tali comportamenti non possono e non devono essere tollerati. In coerenza con tale principio, Wildside comunica che il contratto che legava temporaneamente alla produzione la signora Velliscig è stato sciolto». Imbarazzo anche da parte della regista, che ha detto: «Mi vergogno tantissimo, hanno tutti ragione, né io né la produzione sapevamo niente di questo annuncio. Lo ripeto: mi vergogno e questa è l’unica cosa che posso dire». Puntuale anche la censura da parte di Rai Fiction, che era all’oscuro dell’iniziativa e che «esprime vicinanza a tutti coloro che si sono sentiti offesi. I temi della disabilità, della malattia, delle diversità, sono centrali nelle fiction Rai e vengono sempre affrontati con attenzione alla dignità e al valore di tutte le persone coinvolte, come dimostrano anche i numerosi riconoscimenti di enti e associazioni».

    Molta vergogna, il post cancellato e la responsabile dei casting licenziata. Ma prima che l’infelicissimo annuncio venisse rimosso, già erano apparsi numerosi commenti. Questo il più geniale: «Sarei interessato al ruolo del nano disabile, sono alto 90 cm cagionevole di salute ma non vi muoio sul set giuro. Sono abbastanza disabile e tenero, spesso la gente mi lascia spiccioli e talvolta soldi in carta. Specifico perché potrebbe essere un valore aggiunto, so fare le seguenti facce: tenero, più tenero, pietoso, più pietoso, arrabbiato, più arrabbiato, perplesso, abbastanza perplesso, speranzoso (modestamente, questa espressione è stata studiata attentamente poiché non capita tutti i giorni un nano disabile speranzoso), di sinistra, abbastanza di sinistra, ma non troppo dato il periodo storico... Ho svariate qualità riesco ad infilarmi nei posti più angusti, spesso mi rifugio nei comodini altrui. Riesco ad infilarmi nei seguenti posti: comodini, armadietti, piccoli frighi bar, Smart, cuccia del cane, cuccia del gatto, gabbia conigli, gabbia cincillà. Se dovesse servire posso scassarmi una costola per rendere la recitazione veritiera, posso camminare sui gomiti e sboccare a comando. Ci terrei molto a partecipare alla fiction dell’Archibugi ho visto tutti i suoi film; dal primo “Scusa se ti nano amore” all’ultimo “Grosso nano a Chinatown”».

    Anche il giornalista e scrittore Gianluca Nicoletti ha pubblicato un video in cui appare a fianco di suo figlio Tommy, 18 anni, autistico. Su YouTube il ragazzo ha tra le mani un cartello su c’è scritto «casting disabili? #tenerezzastocazzo». E il giornalista commenta: «Ecco, siamo noi. Ispiriamo tenerezza, guardate quanta tenerezza ispira questo ragazzo, guardate questa sua frase che tende a intenerire quanti potranno vederlo nel film della Archibugi...».

    Tutti vergoniosamente ipocriti,se per un casting,viene chiesto un personaggio di un certo tipo e perchè vi sono delle scene nella fiction che lo richiedono,quindi la produzione ha avvalllato il copione e la casa produttrice ne e ben consapevole,mentre la rai era sicuramente al corrente perchè deve aver per forza letto di cosa si trattava ( altrimenti potrebbe mettere in onda un film porno e non saperlo ) quindi ribadisco, regista produttori rai e cazzoni vari, sono degli ipocriti ( tralascio schifosi o si capirebbe che la rete Nazionale mi sta sui coglions )

  7. #47
    Senior Member L'avatar di Bicio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4.223

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Bisogna fare come si faceva una volta in America, dove si usavano persone pitturate (male) di nero per recitare la parte dei neri

  8. #48
    Mr.Cilindro
    Guest

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    in tutto questo perchè cesarino ha un cane senza muso come avatar?

  9. #49
    mila il bello
    Guest

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Citazione Originariamente Scritto da Shogun Visualizza Messaggio
    in tutto questo perchè cesarino ha un cane senza muso come avatar?
    perchè è un menomato con una disabilità che fa tenerezza

  10. #50
    Senior Member L'avatar di Rondella
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    616

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Citazione Originariamente Scritto da Conte Zero Visualizza Messaggio


    Ma scusate, esiste un termine politically correct per indicare persone affette da nanismo?
    Come cazzo doveva definirlo, "diversamente slanciato"?

    Per un Nano di dollari

  11. #51
    Senior Member L'avatar di Skynight
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.942

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    ma pagate il canone rai per avere programmi di ottima qualità!!!111!!!!11111!!!!!!
    oggi la cosa di gran lunga più sensata da fare è rassegnarci al fatto che il mondo fisico è non realistico,non deterministico e non locale.

  12. #52
    Orsettino verde L'avatar di Kordian
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Carpi
    Messaggi
    2.327

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Come fanno a trasmettere tenerezza se hanno il cuore troppo vicino al buco del culo?

    Inviato dal mio SM-A500FU utilizzando Tapatalk
    Ho smesso di supportare Bicio ma sostengo qaz_tan
    Citazione Originariamente Scritto da Baddo Visualizza Messaggio
    take a walk on the wild side! chi vive uhmando muore fappando.

  13. #53
    Senior Member L'avatar di Cesarino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.493

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    «Cercasi nano tenero». Lo avessero detto a lei? «Le cattiverie sono infinite. Adesso rispetto a un tempo c’è maggiore sensibilità. Vent’anni fa la gente era ancora più ignorante, ma un imbecille si trova sempre». Davide Marotta è alto 115 centimetri, la sua fama fu nazionale ai tempi dello spot Kodak, un decennio (1987-1997) in cui compariva come l’alieno — «tenero» per rimanere in argomento — Ciribiribì. La responsabile casting per la fiction Rai diretta da Francesca Archibugi è stata licenziata per aver scritto quell’annuncio («cercasi nano tenero») su Facebook: «Ma non voglio gettare ulteriore benzina sul fuoco. L’unica è prenderla con filosofia. Da buon napoletano ci faccio una risata e tiro avanti. Come quando mi scrivono certi commenti su Facebook — “questo coso di un metro e dieci” — per la mia partecipazione a Made in Sud».

    Davide Marotta è nato a Napoli nel 1962 e sul suo metro poco abbondante — parole sue — ha costruito la carriera d’attore: «Con questo fisico al cinema, a teatro e in tv ci devo giocare. Grazie a mio papà mi sono appassionato presto al cinema — mi portava a vedere i film di De Sica — e al teatro, con Totò e Eduardo e poi Troisi. Ma ho amato molto anche Sordi, Gassman, Tognazzi, Manfredi. E così ho deciso di provare a entrare nel mondo dello spettacolo». L’occasione per lui arriva nel 1985, con un doppio ruolo: Phenomena di Dario Argento e Ginger e Fred di Fellini: «In tutti i set dove sono stato ho sempre incontrato persone squisite, mi hanno sempre trattato con il massimo rispetto. Fellini era sempre curioso e interessato alle vicende di tutti. Era umile e geniale». Un piccolo ruolo lo ha avuto anche nella Passione di Cristo(2004): «Mel Gibson è stato molto generoso, anche umanamente. Mi chiedeva sempre un parere sul girato. Quando il film uscì in America, mi mandò dei soldi in regalo accompagnati da una lettera. Non era dovuto e quindi l’ho ancora più apprezzato».

    Prima però c’era stata l’esplosione di popolarità con lo spot Kodak: «L’idea del personaggio — l’alieno simpatico, dotato di telecinesi — veniva da Blade Runner. Quella pubblicità mi ha cambiato la vita. Poi, una volta passata la fama e la notorietà, è stata dura, il telefono squillava sempre di meno. Ma Carlo Buccirosso mi ha dato tante nuove opportunità a teatro, ho lavorato con Pieraccioni e quest’anno mi sono tolto delle soddisfazioni con Made in Sud su Rai2, dove il mio ruolo è quello di mini-man». Si torna sempre lì, alla sua fisicità: «Io ci gioco, lo faccio con ironia e mi diverto». Un tempo era peggio, i ruoli che affidavano a chi è affetto da nanismo erano quelli del figlio deforme (Phenomena) o dell’Anticristo (Passione di Cristo), quasi a certificare un sillogismo: al difetto fisico corrisponde un difetto morale: «È vero. Allora non c’era la sensibilità di oggi, da 20 anni a questa parte le cose sono molto migliorate. Certo poi se sei “alto” 115 centimetri significa che al 99% trovi ruoli basati sulla fisicità. In America invece gli attori piccoli hanno più possibilità». Basta vedere la strada d’attore che ha fatto Peter Dinklage, tra i protagonisti chiave del Trono di spade. In tempi di politically correct un termine per non offenderei bassi non esiste: «Nano è proprio brutto. Meglio piccolino o anche lillipuziano, un termine più carino, da favola». Un consiglio? «A Napoli — la battuta viene facile — si cresce prima. Da bambini si soffre molto per questa condizione, ma non bisogna chiudersi in casa, bisogna vivere la vita e prenderla con filosofia».

  14. #54
    mila il bello
    Guest

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    Il bello è che quelli affetti da nanismo o altre patologie, sono i primi a fottesegare e sono i meno buonisti.

  15. #55
    Senior Member L'avatar di Gilgamesh
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.526

    Re: «Cercasi nano tenero» per fiction Rai: licenziata la responsabile casting [summon

    blade runner, il celebre film ricco di alieni simpatici dotati di telecinesi

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su