“Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 44

Discussione: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Cesarino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.496

    “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    La rivolta di un paesino svizzero: si rifiutano di accettare la loro quota di dieci stranieri decisa dal governo, anche pagando una multa salatissima. "Non siamo razzisti. È che così si dà il messaggio sbagliato"



    La nostra quota di immigrati? No, grazie. Siamo disposti anche a pagare pur di non averli. È la storia del villaggio svizzero di Oberwil-Lieli, nella parte tedesca del Paese, che ha deciso di versare ogni anno i 262mila euro di multa previsti piuttosto che accogliere la propria quota di dieci (!) rifiugiati.

    La maggioranza degli abitanti si è espressa con un referendum (strano, in Svizzera) e il 52% ha scelto di no, non li vogliamo. Piuttosto, paghiamo. Se lo possono permettere: il paesino ospita ben 300 miliardari su 2.200 ed è uno dei più ricchi in tutta Europa. Se si fosse dovuta scrivere una parabola sui ricchi avidi e non generosi oltre ogni buon senso, questa di Oberwil-Lieli sarebbe sembrata troppo poco realistica. E invece.

    “Noi non li vogliamo, tutto qui”, spiega al Daily Mail uno degli abitanti. “Abbiamo lavorato per tutta la vita, tutto ciò che abbiamo ce lo siamo guadagnato. Questo è il nostro villaggio, e non vogliamo che venga rovinato. Qui non ci sono spazi per i rifiugiati, qui non ci starebbero”. Il numero però è esiguo, ma la posizione è irremovibile. Anche il sindaco Andreas Glarner la pensa così: “Non è un atto razzista”. Lo sembra, però.

    “Prima di tutto”, continua il sindaco, “nessuno ci ha detto se i rifugiati arrivano dalla Siria o se si tratta, invece, di migranti economici che arrivano da altri Paesi”. Un ragionamento molto diffuso, quello della precedenza-ai-siriani su tutti gli altri, che il mondo deve alla Merkel.

    “Se sono siriani, allora a maggior ragione è meglio aiutarli nei campi vicino a casa loro. Gli mandiamo soldi, piuttoso, ma se li ospitiamo qui facciamo passare il messaggio sbagliato. Ne verranno altri, che metteranno a rischio le loro vite nel tentativo di attraversare il mare pagando qualcuno per trasportarli”. Non solo: “Non credo che conoscano la nostra lingua. Se ci sono bambini, dovranno andare a scuola, e ci vorrà un’attenzione particolare nei loro confronti”. È così, sono le misure da prendere di fronte all’arrivo di popolazioni straniere. Non è una passeggiata per nessuno, nemmeno per gli svizzeri.

    Nel 2016, ad aprile, in Svizzera sono arrivate 1.748 richieste d’asilo. Nel 2015 erano 1.376. Il Paese, dal canto suo, si è impegnato a ospitare 3.000 famiglie in fuga dall’Isis. Non tutti i villaggi, però, lo hanno seguito.

  2. #2
    Amico di tutti L'avatar di Sinex/
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.148

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Coglioni.

  3. #3
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    8.856

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    "Il terzo genere: ignorato dai più, tollerato da qualcuno, incompreso da tutti. In India quella delle hijra è una comunità che vive praticamente in esilio". Si apre così la clip realizzata per il singolo di debutto di Komal Jagtap e della sua band: Hum Hain Happy, cover della hit di Pharrell Williams Happy. Il già allegro motivo è reso ancora più vivace perché mescolato con i ritmi indiani, le immagini suggeriscono che non è utopico pensare a una società indiana in cui anche le donne transessuali possono essere "felici", appunto. Il risultato? Su YouTube il video è stato visualizzato da quasi due milioni di persone... pensare che in strada "le mamme raccomandavano ai bambini di starci lontani". Qualcosa sta già cambiando: l'idea di un gruppo pop composto da soli transgender è partita dalla Y-Films, il braccio giovane di una delle più importanti case di produzione di Bollywood, la Yash Raj Films. Per "supportare la causa dell'uguaglianza di genere in India", si legge sul canale YouTube della Y-Films, si è pensato a tutto: un coreografo, uno stylist di fama internazionale e sono state indette delle audizioni. Komal Jagtap, che ballava e cantava per pochi soldi alle feste di matrimonio e ai battesimi, è stato uno dei primi ad essere scelto. Poi però c'è stato bisogno di coinvolgere nel progetto qualcuno che attirasse davvero l'attenzione del pubblico. Così per il secondo singolo Sab Rab De Bande alle sei cantanti si è unita una delle star più famose di Bollywood, Sonu Nigam. Anche in questo brano il messaggio è lo stesso: siamo tutti uguali e non si possono costruire barriere di caste o di genere. Il video realizzato per la canzone è stato guardato da tre milioni e mezzo di persone. Il cambiamento più importante però per Jagtap è quello che sta notando da parte della sua famiglia: "Dopo anni di silenzio, mio fratello mi ha invitato a casa. Ora i vicini - gli stessi che inizialmente deridevano e insultavano i genitori di Jagtap - dicono ai miei 'guardate, vostro figlio è in tv e canta davvero bene'". La 6 Pack Band sta forzando l'India a fare i conti con una realtà che non può più ignorare: "Ci sarà sempre una hijra in qualche famiglia. Non nascondetele. Non tenetele chiuse in gabbia".

  4. #4
    Senior Member L'avatar di Cesarino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.496

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Citazione Originariamente Scritto da Sinex/ Visualizza Messaggio
    Coglioni.
    perchè? gliel'ha detto il doctor che devon pigliarsi in casa i negherZ ?

  5. #5
    #mainagioia L'avatar di von right
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Luna City
    Messaggi
    6.137
    Gamer IDs

    Steam ID: pink81

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Sono sicuro si riferisse alla noia.
    Mr Pink, Guerriero da tastiera !!! Profilo su steam.

    Lista chiavi Steam

    Problemi con l'inutile svapo o altri? La soluzione è qui

  6. #6
    Senior Member L'avatar di Cesarino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.496

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    doveva essere più chiaro

  7. #7

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Le due regioni fisiche, ben definite strutturalmente e morfologicamente, in cui viene diviso comunemente il Paese, acquistano una più precisa identificazione considerando l'idrografia. La parte orientale, racchiusa tra i fiumi Paraguay e Paraná, comprende infatti una fitta rete di corsi d'acqua navigabili, le cui considerevoli portata e costanza di regime sono dovute alle copiose piogge, che tramite il basso corso del Paraná comunicano direttamente con l'Atlantico e rimediano pertanto in grande misura all'assenza nel Paese di sbocchi propri sul mare. Il Paraguay, uno dei maggiori fiumi sudamericani, discendendo dal Mato Grosso (Brasile) attraversa il territorio da N a S per un migliaio di km; si snoda nel Paraguay con corso meandriforme, in un letto ricolmo di alluvioni fangose, fra vaste aree acquitrinose; la sua larghezza varia da 300 a 1000 metri. Riceve numerosi affluenti tra cui soprattutto da sinistra l'Apa, lo Jejui-Guazú, il Tebicuary, e da destra il monte Lindo e il Pilcomayo. Poco a NE di Corrientes tributa nel Paraná, di cui costituisce il massimo affluente. Il Paraná interessa però limitatamente il Paraguay, di cui segna in parte i confini meridionale e orientali (Argentina e Brasile); scorre prevalentemente incassato fra rocce cristalline e arenarie molto resistenti, che incide con un letto profondo interrotto da numerose cascate tra cui quelle di Guaíra (o di Sete Quedas), presso l'omonima città. Nei pressi di Ciudad del Este lo sbarramento del Paraná con la costruzione della diga di Itaipu (il nome significa nella lingua tupí “il masso che canta”) ha determinato a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta del sec. XX la formazione di un grande bacino artificiale. Il corso del fiume si fa più calmo e regolare solo nella parte meridionale del Paraguay, dove appunto riceve il Paraguay (a Encarnación è già largo 1500 m). Nella sezione occidentale, dove assai più scarse sono le piogge, la rete idrografica è invece appena accennata: i corsi d'acqua si dirigono verso SE seguendo la pendenza generale del territorio e molti si esauriscono addirittura nei permeabili depositi del bassopiano, senza arrivare al mare. Unico importante fiume è il menzionato Pilcomayo che peraltro è piuttosto marginale, segnando per lungo tratto il confine tra Paraguay e Argentina; nato dalle Ande, esso attraversa con corso lento la pianura del Chaco, e nelle zone più basse il suo letto si perde in vaste aree acquitrinose ingombre di vegetazione, che ne ostacolano la navigazione.

  8. #8
    koba44
    Guest

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Han fatto bene. Peccato per coloro che non possono permettersi di pagare multoni e soffriranno della concorrenza al ribasso di manodopera semianalfabeta a bassissimo costo.

  9. #9

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Cesarì ti sei dimenticato di invocare un utente nel titolo. Io un allabraz ce l'avrei messo.

  10. #10
    Senior Member L'avatar di Cesarino
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.496

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    fresca fresca yum yum

    Mass sexual assault reported at music festival in Germany
    The attacks are similar to those reported in Cologne and other cities on New Year's Eve


    Eighteen women have said they were sexual assaulted at a music festival in Germany.


    Three men from Pakistan aged between 28 and 31 have been arrested and police are still searching for three men who may also have been involved.

    The attacks are similar to those reported in Cologne and other cities on New Year's Eve, when as many as 1,000 women were groped and robbed.

    Police said three women reported being groped at the Schlossgrabenfest music festival in Darmstadt on Saturdaym saying they had been encircled then sexually harassed by a group of men.

    By Tuesday, 15 more women had made complaints of being sexually assaulted in a similar manner at the festival.

    The three men who have been arrested are asylum seekers from Pakistan. All have been charged with sexual assault charges.

    Police have said the number of complaints could rise and are hunting for between two and three more men.

    Many of the perpetrators were allegedly of North African or Arab descent and the assaults sparked a backlash against refugees throughout Europe.

    Protests by anti-refugee groups swept the country following the New Year's Eve attacks and support for refugees in Europe fell.

  11. #11
    Mr.Cilindro
    Guest

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    i negri ci piacciono solo se sono negre e stanno sul marciapiede

  12. #12
    koba44
    Guest

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Ma che cazzo di asilo cercano dal Pakistan!?

  13. #13
    Senior Member L'avatar di Ciome
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.131

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    o-o-old
    riassunto topic pirateria domestica:

    Citazione Originariamente Scritto da darkeden82 Visualizza Messaggio
    Tu non lavori nell'it ma per il sociale



    l'apice di svapo:


    Citazione Originariamente Scritto da Milella Visualizza Messaggio
    *
    Ultima modifica di golem101; Oggi alle 17:33 Motivo: bestemmie e pornografia
    Ultima modifica di salgari; Oggi alle 17:35 Motivo: qua comando io, chi è questo golem101


  14. #14
    La Nonna L'avatar di Lux !
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    21.124

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Segnalato per razzismo nel titolo Non esistono migranti, solo profughi

  15. #15
    mila il bello
    Guest

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Perchè alla fine noi italiani facciamo sempre la figura dei coglioni?

    Un paese debole e sempre a 90 per qualsiasi cosa, non solo per il problema immigrati.

  16. #16
    La Nonna L'avatar di Lux !
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    21.124

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Perché qualsiasi posizione diversa dai 90 è fassssssista

  17. #17
    koba44
    Guest

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Citazione Originariamente Scritto da mila il bello Visualizza Messaggio
    Perchè alla fine noi italiani facciamo sempre la figura dei coglioni?
    Penso che siamo l'unico paese al mondo che usa una PORTAEREI per raccattare disperati in mezzo al mare.

    Mi chiedo quando ci saranno gli F-35 imbarcati come faremo.

  18. #18
    #mainagioia L'avatar di von right
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Luna City
    Messaggi
    6.137
    Gamer IDs

    Steam ID: pink81

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Facciamo sempre in tempo a non comprarli più o lasciarli a terra.
    Mr Pink, Guerriero da tastiera !!! Profilo su steam.

    Lista chiavi Steam

    Problemi con l'inutile svapo o altri? La soluzione è qui

  19. #19
    Mr.Cilindro
    Guest

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    siamo anche il paese che per fare il favore alla germania ha causato migliaia di suicidi, aziende chiuse, famiglie rovinate, giovani senza lavoro

    però, eh, "salvando le banche vi ho fatto un favore, ve ne accorgerete tra vent'anni"

  20. #20
    mila il bello
    Guest

    Re: “Noi siamo ricchi e i migranti non li vogliamo”

    Porca troia io voglio tornare alla vecchia divisione degli stati italiani: gran ducato di milano, repubblica di venezia ecc....

    Ogni tanto si facevano passare i crucchi che andavano a prendere a calci nel culo il papa e finiva lì.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su