Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR - Pagina 3

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 41 a 60 di 75

Discussione: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

  1. #41
    Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    12

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da knefas Visualizza Messaggio
    ti riferisci a questo http://www.f4nv.com/ ? Temo passeranno 4/5 anni prima di vederlo...ma chissà

    a dire il vero mi riferivo ad una eventuale storia ex novo,ma se dovessero finire questo progetto me lo giocherei di sicuro.grazie davvero

  2. #42
    Senior Member L'avatar di stronzolo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    959

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da manuè Visualizza Messaggio
    sarà quello che vi pare ma l'atmosfera di F3 con le sue lande desolate e praticamente deserte, dove regna solo la morte ed il vento radioattivo, è perfetta per un mondo post apocalisse nucleare (cosa che sarebbe fuori luogo in un mondo bucolico come nei vari tes), mentre il vostro amatissimo new vegas sembra un centro commerciale nel periodo dei saldi, con mucchi e mucchi gente e mostri ogni 3 passi che ammazzano quasi del tutto l'atmosfera post atomica, per fortuna che nei dlc (ma non honest hearts) la situazione migliora.
    Ah la morte e la desolazione di FO3 dove i marmocchi di little lamplight sopravvivono tranquillamente a pochi metri da un nido di deathclaws, dove la gente vive d'aria e l'unica prova tangibile della scarsità di acqua potabile é un singolo barbone fuori dalle città. Tutto questo in un mondo dove le bombe son cadute da centinaia di anni

  3. #43
    Senior Member L'avatar di knefas
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    331
    Gamer IDs

    Steam ID: Virgocane

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da Darkless Visualizza Messaggio
    L'ambiente è l'unica cosa che fa la differenza fra un open world e un titolo a mappe chiuse. Il resto è aria fritta.
    mmmh ok abbiamo trovato il detentore della verità assoluta

    ahah ok ok l'ambiente è l'unico elemento dell'open world che aumenta l'esperienza ruolistica nei gdr...mah

    Citazione Originariamente Scritto da manuè Visualizza Messaggio
    sarà quello che vi pare ma l'atmosfera di F3 con le sue lande desolate e praticamente deserte, dove regna solo la morte ed il vento radioattivo, è perfetta per un mondo post apocalisse nucleare (cosa che sarebbe fuori luogo in un mondo bucolico come nei vari tes), mentre il vostro amatissimo new vegas sembra un centro commerciale nel periodo dei saldi..........
    ecco per l'appunto l'open world di New Vegas è ottimo perché le fazioni hanno il loro territorio suddiviso sulla mappa e il fatto che posso gironzolare dove mi piace migliora la mia esperienza ludica ruolistica...poi che F3 abbia delle quest che anche mia figlia che va in prima elementare potrebbe risolvere mi fa volgere di + verso New Vegas e mi fa considerare di certo meno problematico trovarmi mostri ad ogni collina (anche se è una cosa che nemmeno a me piace..ma non lo ricordo così esagerato il problema...devo reinstallarlo )
    Ultima modifica di knefas; 21-02-18 alle 15:31

  4. #44
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.659

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da knefas Visualizza Messaggio
    ahah ok ok l'ambiente è l'unico elemento dell'open world che aumenta l'esperienza ruolistica nei gdr...mah
    Vediamo se a riscriverlo per l'ennesima volta capisci cosa dico anziché inventare: L'ambiente è quello che fa la differenza fra un open world e un non open world. Tutto quello che non è legato ad ambiente e mappa ce lo puoi ficcare tranquillaquente in qualsiasi titolo senza allungare il brodo con distese di nulla e fuffa fine a sè stessa.
    Se poi l'enorme portata della profondità, ruolistica e non solo, che si puo' dare ad un gioco legata all'interazione con l'ambiente non è chiara significa che bethesda ti ha oramai fatto il lavaggio del cervello troppo a lungo.

  5. #45
    Senior Member L'avatar di manuè
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    18.680

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da stronzolo Visualizza Messaggio
    Ah la morte e la desolazione di FO3 dove i marmocchi di little lamplight sopravvivono tranquillamente a pochi metri da un nido di deathclaws, dove la gente vive d'aria e l'unica prova tangibile della scarsità di acqua potabile é un singolo barbone fuori dalle città. Tutto questo in un mondo dove le bombe son cadute da centinaia di anni
    stessa cosa, para para, in new vegas, ma visto che quello ti/vi piace, non riuscite o volete vederlo


    ... a prescindere...

  6. #46
    Senior Member L'avatar di Daled
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    1.861
    Gamer IDs

    Steam ID: Daled

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da manuè Visualizza Messaggio
    stessa cosa, para para, in new vegas, ma visto che quello ti/vi piace, non riuscite o volete vederlo
    Sei serio? No perchè ci mancavi solo tu dentro questo topic

    Quoto Darkless e Stronzolo in tutto.
    +5765 Messaggi


    Daled#2759 on Overwatch

  7. #47
    Senior Member L'avatar di stronzolo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    959

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da manuè Visualizza Messaggio
    stessa cosa, para para, in new vegas, ma visto che quello ti/vi piace, non riuscite o volete vederlo
    ma veramente no, sará anche una potato land esattamente come il predecessore ma se c'é una cosa in cui riesce bene NV é il world building, la presenza delle fazioni sul terriotorio é reale, c'é una vera e propria lotta per le risorse (non a caso tutto il conflitto ruota intorno a Hoover Dam) con moltissime quest legate proprio allo sfruttamento delle risorse rimaste nella wasteland e soprattutto c'é un pó di civiltá che é pure troppo arrettrata visto che son passati secoli dall'apocalisse atomico e giá in Fallout 1 vi erano insediamenti umani ben sviluppati.
    Poi si puó preferire l'approccio da theme park del 3 (a me non dispiace) ma tutta quest'atmosfera non ce la vedo (a meno che filtro verde=atmosfera, giallo piscia per new vegas) anzi il gioco lo trovo molto piú cartoonesco e pop rispetto a new vegas, un pó come fallout 2 rispetto al primo
    La mia esposa stava al fiume, señor, a lavare... un gringo l'aggredì e la voleva...

  8. #48
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.659

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da manuè Visualizza Messaggio
    stessa cosa, para para, in new vegas, ma visto che quello ti/vi piace, non riuscite o volete vederlo
    Stai seriamente paragonando NV ad un gioco la cui main plot si basa sulla risoluzione di un problema di cui non frega una sega a nessun singolo npc che incontri dall'inizio alla fine ?
    (e sorvoliamo sulla pletora di situazioni nonsense/immersion-breaking che lo rendono la saga del ridicolo, alcune delle quali già elencate da stronzolo, ma ahimè ce ne sono parecchie altre e molto peggiori).
    Ultima modifica di Darkless; 22-02-18 alle 07:47

  9. #49
    Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2016
    Messaggi
    646

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    al cui proposito: http://shamusyoung.com/twentysidedtale/?p=27085 una serie di letture che tutti i fan di failout dovrebbero conoscere.

  10. #50
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.659

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Che m'hai fatto ricordare

  11. #51
    canguasto nidificatore L'avatar di Lulein
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    409

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da manuè Visualizza Messaggio
    mentre il vostro amatissimo new vegas sembra un centro commerciale nel periodo dei saldi, con mucchi e mucchi gente e mostri ogni 3 passi che ammazzano quasi del tutto l'atmosfera post atomica, per fortuna che nei dlc (ma non honest hearts) la situazione migliora.
    Non me lo ricordo così pieno di mostri e di persone.
    Certo, ci sono zone non accessibili fin da subito, tipo la zona della cava che pullula di deathclaw, e la cosa mi pare realistica, un punto a favore del gioco.
    I png sono più numerosi nella strip e dintorni, anche questa mi pare una cosa credibile.
    Tornando all'oggetto del topic, prima avevo citato Gothic 2, ma devo ammettere che anche FNV eccelle nell'implementazione del connubio Rpg/open world.
    Detto questo, non voglio alimentare la guerra FNV contro F3 che ho letto negli ultimi post, a me è piaciuto anche F3, anche se non ai livelli di NV
    Ultima modifica di Lulein; 22-02-18 alle 09:56

  12. #52
    Senior Member L'avatar di knefas
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    331
    Gamer IDs

    Steam ID: Virgocane

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da Darkless Visualizza Messaggio
    Vediamo se a riscriverlo per l'ennesima volta capisci cosa dico anziché inventare: L'ambiente è quello che fa la differenza fra un open world e un non open world. Tutto quello che non è legato ad ambiente e mappa ce lo puoi ficcare tranquillaquente in qualsiasi titolo senza allungare il brodo con distese di nulla e fuffa fine a sè stessa.
    Se poi l'enorme portata della profondità, ruolistica e non solo, che si puo' dare ad un gioco legata all'interazione con l'ambiente non è chiara significa che bethesda ti ha oramai fatto il lavaggio del cervello troppo a lungo.
    Siamo su due lunghezze d'onda differenti e credo che tu non voglia assolutamente discutere della cosa seguendo l'oggetto dunque rinuncio a ragionarci

    n.b.: cosa c'entri la Beth non so, tralaltro ho scritto sopra svariate volte che non apprezzai il loro open world, non importa dai tranqui

  13. #53
    Senior Member L'avatar di Spidersuit90
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Verderio
    Messaggi
    7.622
    Gamer IDs

    Gamertag: SpidersuitSirio PSN ID: spidersuit Steam ID: Spidersuit90

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Per quanto mi riguarda l'open world non devasta il gameplay in generale nè in particolare riduce l'esperienza RPG dei giochi, a patto che venga implementata bene. Affermare che gli open world rovinano, a prescindere, i vg è una cazzata. Anche avere i corridoi può portare a giochi merdosi eh, tutto dipende se sanno sfruttare bene il proprio prodotto. Idem con l'impostazione open world. E' vero, magari si scialaqua un po' l'esperienza di gioco (ti scordi della main quest, vaghi per il solo gusto di vagare ecc ecc) ma io non lo vedo come un difetto. GDR vuol dire giocare di ruolo, ovvero interpretare un personaggio contestualizzato nel mondo di gioco che si gioca. Se il mio PG è un avventuriero ci sta che girovaghi nel mondo a cazzo di cane. Preferisco sinceramente avere l'opzione di vagare liberamente se ne ho voglia che invece privarmi di tale possibilità perchè sì.
    Per dire, esempio stupido (e poco attinente, ma seguite il discorso pls): HL2. Fighissimo. Miglior FPS di sempre per me. Su binari è ottimo, ma una volta esplorato una certa zona lì finisce. Passi avanti e non c'è modo di tornarvi. E' corretto, perchè il gioco è strutturato così, ma se lo avessero fatto OW fatto bene (location che si ripopolano di mob/npc ostili, cose da scoprire ecc ecc) non ci avrei certo sputato sopra
    F3 e FNV: non è l'OW a rovinare eventualmente l'esperienza di gioco. Sono altri i fattori che lo rovinano.
    CoD non è che migliorerebbe o peggiorerebbe se piazzato in un contesto OW. Sono altri i problemi del brand.
    Quindi, l'OW da sicuramente più possibilità di approccio ai giocatori per le varie quest, ma deve essere implementato dallo sviluppatore, altrimenti è sì un mondo grande e vuoto, in cui le quest vengono affrontate tutte nello stesso modo perchè sì, senza sfruttare le potenzialità di un OW.

  14. #54
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.659

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da knefas Visualizza Messaggio
    Siamo su due lunghezze d'onda differenti e credo che tu non voglia assolutamente discutere della cosa seguendo l'oggetto dunque rinuncio a ragionarci

    n.b.: cosa c'entri la Beth non so, tralaltro ho scritto sopra svariate volte che non apprezzai il loro open world, non importa dai tranqui
    Il tuo problema è che consideri l'ambiente e la mappa distaccati dall'aspetto ruolistico quando invece ne sono parte intrinseca e fondamentale e vanno ad influenzare pesantemente tutti gli aspetti del gioco dal quest solving, allo sviluppo orizzontale del personaggio, al plot, alla componente strategica (e non solo) degli scontri financo banalmente all'esplorazione in quanto tale.
    Questo almeno è ciò che dovrebbe accadere in un open world ben fatto che gestisce e considera il mondo di gioco nella sua interezza come ecosistema anzichè un insieme di punti di interesse scollegati fra loro.
    Ultima modifica di Darkless; 22-02-18 alle 10:37

  15. #55
    Senior Member L'avatar di Wolfwood
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    140

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da Spidersuit90 Visualizza Messaggio
    Per quanto mi riguarda l'open world non devasta il gameplay in generale nè in particolare riduce l'esperienza RPG dei giochi, a patto che venga implementata bene. Affermare che gli open world rovinano, a prescindere, i vg è una cazzata. Anche avere i corridoi può portare a giochi merdosi eh, tutto dipende se sanno sfruttare bene il proprio prodotto. Idem con l'impostazione open world. E' vero, magari si scialaqua un po' l'esperienza di gioco (ti scordi della main quest, vaghi per il solo gusto di vagare ecc ecc) ma io non lo vedo come un difetto. GDR vuol dire giocare di ruolo, ovvero interpretare un personaggio contestualizzato nel mondo di gioco che si gioca. Se il mio PG è un avventuriero ci sta che girovaghi nel mondo a cazzo di cane. Preferisco sinceramente avere l'opzione di vagare liberamente se ne ho voglia che invece privarmi di tale possibilità perchè sì.
    Per dire, esempio stupido (e poco attinente, ma seguite il discorso pls): HL2. Fighissimo. Miglior FPS di sempre per me. Su binari è ottimo, ma una volta esplorato una certa zona lì finisce. Passi avanti e non c'è modo di tornarvi. E' corretto, perchè il gioco è strutturato così, ma se lo avessero fatto OW fatto bene (location che si ripopolano di mob/npc ostili, cose da scoprire ecc ecc) non ci avrei certo sputato sopra
    F3 e FNV: non è l'OW a rovinare eventualmente l'esperienza di gioco. Sono altri i fattori che lo rovinano.
    CoD non è che migliorerebbe o peggiorerebbe se piazzato in un contesto OW. Sono altri i problemi del brand.
    Quindi, l'OW da sicuramente più possibilità di approccio ai giocatori per le varie quest, ma deve essere implementato dallo sviluppatore, altrimenti è sì un mondo grande e vuoto, in cui le quest vengono affrontate tutte nello stesso modo perchè sì, senza sfruttare le potenzialità di un OW.
    Per me ci sono generi ed esperienze che invece non gioverebbero necessariamente di un approccio OW, anche perché l'OW è bello nel momento in cui lo sai fare, altrimenti si traduce semplicemente in mappe enormi spesso vuote o piene di contenuti filler che allungano semplicemente il brodo. Esempio lampante per me è Metal Gear Solid 5, bello le prime ore, ma poi viene rapidamente a noia e soffre di infinita ripetitività, laddove invece i precedenti capitoli, nella loro linearità, ti offrivano comunque un'esperienza appassionante e coinvolgente dall'inizio alla fine.
    Certo, se poi ci metti cuore e passione e sai fare il tuo lavoro, allora magari ti esce uno Zelda: BotW, che comunque non è un RPG, ma rappresenta il termine di paragone di come il mondo di gioco può diventare oggetto e protagonista del gameplay per centinaia di ore di gioco, senza stancare e in modi e maniere ce stupiscono anche dopo decine di ore. Ecco, un BotW con meccaniche RPG (quindi quest, una narrativa più esplicita e presente, scelte e interpretazione del personaggio) penso rappresenterebbe ad oggi un modello a cui puntare per il genere degli RPG Open World.

  16. #56
    Senior Member L'avatar di Spidersuit90
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Verderio
    Messaggi
    7.622
    Gamer IDs

    Gamertag: SpidersuitSirio PSN ID: spidersuit Steam ID: Spidersuit90

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    ^Amen

    Quello che si sta cercando di dire dall'inizio.
    Possiamo chiudere il topic.

  17. #57
    Senior Member L'avatar di knefas
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    331
    Gamer IDs

    Steam ID: Virgocane

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da Darkless Visualizza Messaggio
    Il tuo problema è che consideri l'ambiente e la mappa distaccati dall'aspetto ruolistico quando invece ne sono parte intrinseca e fondamentale e vanno ad influenzare pesantemente tutti gli aspetti del gioco dal quest solving, allo sviluppo orizzontale del personaggio, al plot, alla componente strategica (e non solo) degli scontri financo banalmente all'esplorazione in quanto tale.
    Questo almeno è ciò che dovrebbe accadere in un open world ben fatto che gestisce e considera il mondo di gioco nella sua interezza come ecosistema anzichè un insieme di punti di interesse scollegati fra loro.
    mmmh no mai scritta una cosa del genere, semplicemente l'elemento mappa e ambiente ow(nel limite dell'accettabile ovviamente...baldur's gate a topolinia non mi piglierebbe molto) ha un aspetto secondario rispetto a quelli da me elencati (quest, lore, png blah blah) come lo era anche per te fino a ieri quando scrivevi "L'open world puo' dare qualcosa di più se usato bene(...) ma non è certo un qualcosa di necessario o tantomeno imprescindibile" mentre oggi "l'ambiente e la mappa...sono parte intrinseca e fondamentale..." .
    Tiriamo una linea e teniamoci le nostre opinioni senza dire uno all'altro che abbiamo problemi perché mi sa che i nostri ragionamenti (che comunque mi piace sviluppare civilmente come alla fine stiam facendo) non interessano a tanti altri

  18. #58
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.659

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Ti ostini a non capire che anche lore e quest sono legati all'interazione ambientale, anzi sono gli elementi che più ne sono influenzati.

  19. #59
    Senior Member L'avatar di knefas
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    331
    Gamer IDs

    Steam ID: Virgocane

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    Citazione Originariamente Scritto da Darkless Visualizza Messaggio
    Ti ostini a non capire che anche lore e quest sono legati all'interazione ambientale, anzi sono gli elementi che più ne sono influenzati.
    Forse c'è un po' di confusione tra la definizione di "ambientazione" e "open world"...due cose differenti che, mi pare, tu confondi.

    Lore e quest sono ovviamente legati all'interazione ambientale come scrivi sopra, sono d'accordissimo ma, restando all'oggetto della discussione, qui si parla di open world ovvero (da wiki vabbeh non è la bibbia..) "con il termine open world si intende un videogioco in cui il giocatore può muoversi liberamente all'interno di un mondo virtuale; infatti è data ampia libertà al giocatore il quale può scegliere come e quando affrontare obiettivi o dedicarsi alla semplice interazione con l'ambientazione e ciò che la popola" che è uno strumento per l'utilizzo dell'ambientazione non l'ambientazione stessa....quando io parlo di OW non parlo della mappa ma di quanto descritto qui sopra.

    Ecco da questo punto ero partito per dire "un OW fatto bene amplifica l'esperienza ruolistica".

  20. #60
    Senior Member L'avatar di EddieTheHead
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    7.919

    Re: Gli open world hanno rovinato l'esperienza di gioco nei GDR

    F3 non è un GDR (esattamente come non lo è F4), ma l'equivalente shooter di un hack&slash con una trama principale idiota. Tolto questo è un ottimo (IMHO) hack&slash con tonnellate di fascino e di carisma (non fosse che hanno stuprato il setting di fallout, ma quella è un'altra storia).

    FNV invece è un (ottimo) GDR, non esente da difetti cmq.

    Basta afferrare questa differenza per capire perchè, nonostante F3 sia un GDR osceno e sia odiato da molti, ha avuto tantissimo successo e ci son tantissime persone che lo amano, e perchè NV nonostante sia un ottimo GDR e sia amato da molte persone ha anche tanta gente che lo schifa.


    Per quanto riguarda la questione del topic, è come sempre tutta una questione di moda e tendenze. Prima o poi uscirà un gran gioco a corridoio che avrà un ottimo successo e i dev torneranno a fare giochi non openworld.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su